Napoli: “Premio Monnezza 2021“ contro manifesto selvaggio

Subito il potenziamento del servizio comunale per la defissione

            L’ennesimo allarme contro la piaga di “ manifesto selvaggio “, in campagna elettorale, viene lanciato da Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della Circoscrizione Vomero. “ Stamani anche nell’area collinare della Città, che comprende i quartieri del Vomero e dell’Arenella, sono comparsi numerosi manifesti elettorali, posti al di fuori degli spazi consentiti  – denuncia Capodanno – A farne le spese non sono stati solo i tabelloni comunali per la pubblicità, ma anche alcuni manufatti posti sulla pubblica via “.

            “ Particolarmente colpite dal fenomeno, piazza degli Artisti e via Tino di Camaino – continua Capodanno -.  Il tutto purtroppo agevolato dalla carenza dei necessari controlli con la contestuale immediata defissone dei manifesti abusivi, con spese e sanzioni a carico dei trasgressori, nel rispetto delle vigenti normative “.

            ” Ci auguriamo – sottolinea Capodanno –  che venga potenziato subito il servizio comunale per la defissione dei manifesti abusivi per evitare che il capoluogo partenopeo venga completamente “incartato” negli ultimi giorni di campagna elettorale “.

            Nel contempo Capodanno si fa promotore di un’iniziativa per segnalare coloro che imbrattano, con i manifesti abusivi, i luoghi pubblici, istituendo un apposito premio per gli imbrattatori: il “ Premio Monnezza 2021 ”, consistente in un sacchetto di maleodoranti rifiuti da portare a casa e da tenere conservato a memoria imperitura, proprio come un trofeo, ovviamente in negativo, per ricordare a coloro ai quali verrà assegnato di non imbrattare e sporcare le strade cittadine e i manufatti che in esse sono collocati, nel rispetto del decoro urbano della Città e dei quartieri che peraltro si propongono di amministrare.