Conte chiede lealtà: “Tutto il M5S difenda l’intesa sulla giustizia”

ALLA CAMERA – LEGA&FI MINACCIANO DI PEGGIORARE LA “RIFORMA”. “È stato un passaggio durissimo, gli altri partiti davano già le cose per fatte”.

(pressreader.com) – di Lorenzo Giarelli – Il Fatto Quotidiano – “È stato un passaggio durissimo, gli altri partiti davano già le cose per fatte”. Giuseppe Conte chiede compattezza ai suoi e difende la mediazione sulla riforma della giustizia. E mentre l’ex premier parla agli eletti 5S, implicita conferma della difficoltà della trattativa arriva da Montecitorio, dove Lega e Forza Italia per tutto il pomeriggio rilanciano su separazione delle carriere, svuotamento dell’abuso d’ufficio e mille nuovi orizzonti che delineano, per il centrodestra, “il prossimo step della riforma”.

Conte sa che la mediazione non ha accontentato tutti i suoi, ma alla prima curva del suo mandato da leader 5 Stelle non può permettersi di perdere pezzi. E così, durante la melina d’Aula di Fratelli d’Italia prima della richiesta di fiducia (il voto finale dovrebbe essere domani), l’ex premier riunisce via Zoom deputati e senatori del Movimento nella speranza che fare chiarezza su come si è arrivati al testo finale scongiuri eventuali voti contrari oltre a quello, già emerso nel pomeriggio, dell’onorevole Alessandro Melicchio (e per questo redarguito). Non a caso Conte lo dice chiaro, in apertura di riunione: “Il risultato ottenuto è straordinario e la sintesi deve essere sostenuta da tutti”. Certo, il Movimento “non ha ottenuto tutto ciò che aveva chiesto” visto un contesto molto complicato “in cui non si mostrava alcuna via d’uscita”.

L’ex premier rivendica l’importanza della “compattezza” del Movimento, “chiave” per arrivare alle modifiche che hanno resto accettabile il testo: “Ci siamo accorti subito di alcune criticità della riforma – è la versione di Conte – il testo così com’era non poteva essere approvato, c’erano punti si cui non potevamo transigere”. E allora grazie “al confronto interno”, sviluppato con una “cabina di regia tecnica” e una “politica”, si è arrivati a un risultato che per Conte non avrà bisogno di passare dal voto degli iscritti: “La riforma è per tre quarti uguale alla Bonafede, non tradiamo nessun valore e nessun principio”. Una risposta a chi, come Danilo Toninelli, aveva chiesto il passaggio con la base per legittimare un via libera che altrimenti alcuni eletti avrebbero fatto fatica a votare.

Non sarà necessario, assicura Conte, che invita i suoi “ad abbracciare con entusiasmo il nuovo corso”, perché “il ‘fine processo mai’ non fa parte dell’indirizzo del M5S”. Parole rafforzate in Aula da Giulia Sarti, relatrice del testo, che ricorda le “modifiche migliorative” che hanno evitato “la sostanziale morte della maggior parte dei processi penali”. A metterci la faccia è anche Alfonso Bonafede, il 5 Stelle che più aveva da perdere da questa partita e che invece sceglie di sostenere Conte: “Io voterò la fiducia, orgoglioso di fare parte di un gruppo che ha deciso di contare su una questione importante come la giustizia”.

C’è però chi si aspettava di più, soprattutto sui reati ambientali, per i quali non sono previste eccezioni rispetto all’improcedibilità. Tra gli altri è la senatrice Patty L’abbate a chiedere “di sostenere azioni a tutela dell’ambiente”, “correggendo il tiro” per quanto possibile in modo da “vigilare” e poi “punire con efficacia” questo tipo di reati. Impossibile però farsi carico di nuove, interminabili trattative. Per questo Conte si aspetta unità e avvisa gli eletti di non aver affatto gradito le numerose assenze in Aula durante il voto sulle pregiudiziali costituzionali: “Non mi è piaciuto. È vero che era domenica, che la nostra presenza non era fondamentale, ma la nostra forza politica la dimostriamo con la compattezza”.

E in effetti qualche scricchiolio a Montecitorio si vede. Quando si apre il voto sulle pregiudiziali di Fratelli d’Italia e l’Alternativa c’è, bocciate con ampia maggioranza, mancano i voti contrari di 41 onorevoli 5 Stelle. Non tutti sono ribelli, certo, se si pensa che tra gli assenti c’è anche chi, come Giuseppe Brescia, ha sostenuto pubblicamente Conte. A votare con l’opposizione è invece Melicchio, che giura di “avere fiducia nel governo” ma proprio non riesce “ad accettare il compromesso arrivato in Aula, pur migliorativo del testo iniziale”.

È senz’altro migliorativo a quello che avrebbero voluto Lega e FI, che in aula concedono qualche assaggio delle prossime rivendicazioni in tema di giustizia. Cristina Rossello (FI) auspica interventi “sull’abuso d’ufficio” e “per una maggiore tutela dei sindaci”, oltre “alla riforma delle riforme”, ovvero “la separazione delle carriere” di pm e giudici. Il leghista Manfredi Potenti si dice “convinto” che ora serva “una profonda riforma dell’ordinamento giudiziario e del Csm”, mentre l’altro forzista Roberto Cassinelli gongola per aver ridotto il numero di proroghe ai tempi del processo e sogna “di eliminare le patologie del processo mediatico, prevedendo il divieto di conferenze stampa e il divieto di pubblicazione di nomi e foto e interviste dei magistrati protagonisti delle indagini”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

33 replies

  1. la cosa più triste è che il nuovo m5s targato Conte, che rimane il meno peggio tra i briganti poltronari del SABOTAGGIO SEMANTICO, continui nella menzogna della narrazione del buon risultato.

    bonafede ha detto senza vergognarsi di “essere ORGOGLIOSO di dare la fiducia” a questa mezza schifezza che salverà PER CERTO i verdini. E manderà in prescrizione i responsabili dei nuovi ponti morandi, perchè tutelerà i delinquenti incensurati che delinquono per la prima volta da incensurati.

    La prescrizione la farà da padrone e gli anni in più non basteranno, perchè tutti saranno incentivati a tirarla per le lunghe. Vincerà la prescizione.

    Indecente anche travajo che continua a difendere questa schiforma come una vittoria. Cose mai viste prime per chi lo legge da decenni.

    L’aggravante.

    Con questo precedente da oggi per il nuovo partito di Conte si apre una nuova fase, quella della strategia al gioco del ribasso del ribasso del ribasso al ribasso. Cioè la prossima volta si tratterà direttamente con i porci del porcile dentro la porcilaia piena di mer_da.

    I nuovi bonafede poi se ne usciranno vittoriosi e ORGOGLIOSI DI VOTARE LA NUOVA FIDUCIA della nuova porcilaia.

    Me l’avessero raccontata che finiva così, avrei pensato alla più grande presa per il culo della mia vita, dove cioè non una persona o poche ti truffano, cosa possibile, ma tutte. TUTTE QUANTE INSIEME! La truffa perfetta.

    E la cosa più sconcertente è che c’è pure qualche pezzo di mer_Da del blog che vorrebbe farmi passare per quello che ha delle colpe. Cioè io e chi la pensa come me siamo i colpevoli, i responsabili, quelli che devono vergognarsi e chiedere scusa.

    Chiedere scusa ai verdini nel paese dei farabutti da rignano sull’arno e delle stragi di stato impunite e a norma di legge.

    Ma vergognatevi, PEZZENTI.

    Piace a 1 persona

  2. Ho cercato di resistere contro i miei DEMONI. Ma di DEMONI CATTIVI NON NE HO. Perchè non ne ho mai avuti.

    Ero per l’astensione sapendo bene che passerà il sì pilotato e PARACULO di un popolo meschino e paraculo, buono solo a piagnere per poi fottere.

    “I duri e puri” come dicono i troll che nemmeno sono iscritti al m5s, gli andreaex FALSARI anche di se stessi, che leccano travajo fino al giorno prima, per poi sfancularlo il giorno dopo e invertire a U, la sola strada che conoscono.

    Poi è arrivata la luce nel buio. Ho votato NO. E mi disiscriverò dal m5s.

    Il prossimo passaggio sarà spostare la sede legale dell’azienda via da qui, in modo da non buttare più via i miei soldi.

    Poi ricomincerò a vivere, senza tv e senza più seguire la peggiore politica cialtrona e criminale d’europa.

    VIA DA QUI.

    La nostra unica salvezza. La mia vita non la baratterò MAI CON NESSUNO. E col cazzo che me la fotterete. MAI.

    Ho votato NO e ho chiuso col m5s. E ho chiuso pure con gli italiani. E’ stato un NO liberatorio ma più NECESSARIO che liberatorio. Un no con gli italiano che disprezzo più di ogni altra cosa al mondo, solo dopo le mer*de che pesto per sbaglio quando cammino.

    VIA DA QUI.

    VIA DA QUI.

    Per una rinascita più lontano possibile da qui.

    VIA DA QUI.

    Ora sono cazzi vostri. E SENZA più le mie tasse.

    VIA DA QUI.

    "Mi piace"

    • Condivido e ti auguro ogni bene: per chi ne ha la possibilità è l’unica cosa che resta da fare, anche se fuori dall’ItaGlia c’è il meno peggio, non certo il meglio.

      "Mi piace"

    • Aspetta a cancellarti perché ci potrebbe essere la seconda chiama, e poi il terzo voto su Conte ,e non si sa mai ,potremmo vincere noi del NO , Non credo ai miracoli però spero fino alla fine e se va male mi cancello dal M5Stelle.

      "Mi piace"

    • In costa azzurra presso il polo tecnologico sophia antipolis ci sono ottime possibilità d’inserimento,
      Molti nostri connazionali vi lavorano.

      "Mi piace"

    • “I “duri e puri” come dicono i troll che nemmeno sono iscritti al m5s, gli andreaex FALSARI anche di se stessi, che leccano travajo fino al giorno prima, per poi sfancularlo il giorno”.

      Vedi brutto coglione, non capisci nemmeno la differenza tra un fan acritico di Travaglio, che pende dalle sue labbra, ed uno che lo apprezza ma non rinuncia ad avere un suo personale punto di vista che può anche differire da quello del suo giornalista preferito.

      Ma un leccaculo come te queste cose non potrà mai capirle.

      Mi verrebbe voglia di cambiare nick per non avere nulla a che fare con un idiota come te.

      "Mi piace"

    • Se te ne andrai se ne sarà andato un italiota, un italiano medio arrogante ed ottuso che crede di essere la soluzione ai problemi quando in realtà ne è la causa. Vedi piuttosto di non farci fare figure di merda all’estero.
      In ogni caso in bocca al lupo, il coraggio di andarsene e di rimettersi in gioco va sempre apprezzato.

      "Mi piace"

  3. “Ho cercato di resistere contro i miei DEMONI. Ma di DEMONI CATTIVI NON NE HO. Perchè non ne ho mai avuti.”

    No vabbé. E davanti a questa ghiotta, ghiottissima opportunità di delucidazione metafisica nel presupposto intrinseco dell’immanenza tautologica il sociopatico si limita agli auguri? Come un banale cogliostro e caglione esimerrimo?

    Vabbé, allora l’ingegnere del CIM lo affido io a Silvestri, Daniele.

    Dico in un senso simbolico
    C’ho un controllo diabolico
    Quasi artistico
    Del mio stato psicofisico
    E se hai capito mo’ traducilo

    E soprattutto gli dedico il ritornello.

    Piace a 1 persona

    • Nel chiarire alla Voltaire depilata (almeno si spera…) de noantri, GENIO DANTESCO (ahah… indimenticabile: sei venuta dopo il complimento? ahah…), che il commento di Andrea non costituiva affatto una ghiottissima opportunità di delucidazione METAFISICA, in quanto, i DEMONI cadono, palle e tutto, nell’ambito della FISICA, in particolare nello PSICHICO, ci teniamo a dirle che farebbe meglio a pregare il nostro Dio – che poi è anche il suo – piuttosto che Pengue-Zeus, ché i tempi stanno per finire, comprese le cenette di saluti per le vacanze e relativi giri di Prosecco.

      Ma convinta e sicura come è che la sua glotta, i cruciverba di unoerre, le scemenze pindariche del Pajasso (ah, non dimentichiamo le noiosissime lezioncine di logica della Murgetta nostrana…), riuniti nel nuovo privatissimo forum per Intimissimi, forgiato dalle sapienti mani di uno dei cicisbei, costituente l’Arca dell’Alleanza sul diluvio prossimo venturo, potranno salvarla quando sarà il momento, le confidiamo che ci fa piacere essere noi a suggerirle cosa non dovrebbe o dovrebbe fare per avere una speranza di cavarsela, in quanto siamo certi che la poveretta farà, non foss’altro per farci dispetto, l’esatto contrario di quello che dovrebbe essere fatto, scavandosi così, a sua insaputa, la propria fossa (comune).

      Che Dio ci perdoni per i vili inganni in cui facciamo cadere le sue creature più sprovvedute, ma essendo di destra, possedendo di conseguenza il solo DEMONE dell’IO e – pluralis modestiae a parte -, non QUELLO del NOI (ahaha… povera Murgetta… ahaha…), l’intrapresa ci risulta irresistibile. Spero solo che il nostro consapevole peccato giovi a completare il caput mortuum di questo ciclo, affinché tutto si compia.

      "Mi piace"

      • Da questo guazzabuglio di caxxate, che qualche sprovveduto scambia per cultura(ahahah), si evince solo che ti NUTRI di caxxi nostri e del comunicare agli astanti tutte le spigolature che ricavi dai nostri dialoghi.
        Che tristezza infinita, doversi appropriare degli ininfluenti particolari della vita altrui (ai fini dei discorsi che NON SAI affrontare), per sentire di esistere.
        Da essere umano, inesauribile pena… ma me ne farò una ragione.

        "Mi piace"

    • Deve proprio amarmi tanto la zocxola, non perde occasione di farsi sfanculare,
      Triste sorte x le befane acide.

      "Mi piace"

    • E mi rispondi pure???
      Ah ah ah! Quindi uno scrive parole a caso, eccetto la citazione coltissima di Silvestri, e lui attacca con Guenon.
      Che noia! Megliolasantamorte!

      Sì cogliostro e caglione, esimerrimo, ti amo alla follia. Non saprei dirti quando è accaduto, comunque è inesorabilmente legato alla tua vasta cultura e (che te lo dico a fare?) al tuo vasto, ma direi vastissimo vocabolario, tipo che un analfabeta calabrese emigrato negli anni 50 a Torino e poi in Germania, conosce più parole di te. Ecco, per tutte queste ragioni non faccio che pensarti.

      Piace a 1 persona

      • Hahahahahaha Hahahahahaha Poveretta, niente sveltina stasera? Il segaossi non ti caga piu? Non lo ecciti più?
        Devi fartene una ragione, tra rughe e acidi urici diventa difficile dover espletare il dovere coniugale con una befana par tuo,
        Prova con qualche risorsa, sembra che loro non vadano tanto per il sottile, una befana o una capra basta che respirono,
        Pertanto é inutile che tu cerchi ogni pretesto x attrarre le mie attenzioni, manco con un bastone da pollaio oserei toccarti,
        Al massimo posso consigliarti scatole di supercazzolinaintopas e anche l’equivalente per uso rettale, ne pui prendere in quantità illimitata sicuramente gioveranno al tuo equilibrio mentale e fisico,
        Dormi bene.

        "Mi piace"

      • Ma hahahaha cosa sarebbe? Voce del verbo avere?
        Sei talmente orrido che mi spiace per quella sciagurata che ha sostituito tua madre nel lavarti le mutande. Il brutto sai qual è? Che ti cambi le mutande, ma non ti lavi.
        Brrrrrr

        Piace a 2 people

  4. Sociopatico??? Ma perchè si scrive perchè o perché? La scrivo io la letterina da parte tua all’ingegnere del CIM?
    Vado?

    "Mi piace"

  5. Tornando all’articolo, io credo che Conte abbia toppato davvero, su più fronti.
    Sono rimasti fuori i reati contro la Pubblica Amministrazione, ad esempio.
    Anche i metodi di Conte sono discutibili, ha sfanculato (giustamente) il garante per nominarsi garante? Fidatevi di me? Non serve votare?
    Urgono nuovi partiti, più trasparenti e democratici, solo da organizzazioni di questo tipo possono nascere leader di qualità.
    Conte si è dimostrato non all’altezza, peccato.
    Mi auguro che la linea del FQ non gli perdoni nulla, come dovrebbero fare un giornalismo vero.
    Tra i tanti fallimenti del M5S c’è anche quello di non aver fatto una vera battaglia per l’introduzione degli editori puri, bastonando gli impuri. Ma loro volevano occupare la RAI coi loro uomini giusti, liberi e belli.
    Non liberare la RAI dai partiti ma occuparla coi propri poltronari.
    E poi si lamentano della pessima informazione.

    Se Travaglio sbroccasse e diventasse filodraghiano (ipotesi assurda), quale cazzo di giornale potremmo mai leggere che non sia pappa e ciccia con il sistema?
    La sua vicinanza a Conte mi fa dubitare della sua obiettività, purtroppo.
    E non ci sono tante altre voci critiche, intelligenti ed indipendenti in giro.

    "Mi piace"