007, Report sbugiarda Renzi. E Iv dà la caccia alle fonti Rai

Dossier falso – Documenti che diffamano il programma di Rai Tre spediti ai giornali. Il contenuto in un’interrogazione del deputato Nobili.

(di Alessandro Mantovani – Il Fatto Quotidiano) – Questa sera Report manda in onda, coperto, il padre di quella che i renziani chiamano “la professoressa bionica”, la testimone dell’ormai noto e discusso incontro del 23 dicembre 2020 all’autogrill tra il capo di Italia Viva e il dirigente dei Servizi segreti Marco Mancini, che aspirava a una promozione. L’anziano signore è costretto a spiegare che soffre “di una patologia che mi obbliga ad assumere dei farmaci abbastanza potenti per una leucemia mieloidecronica (…)

Questi farmaci producono questi effetti (…) attacchi ripetuti per cui sono stato costretto a entrare e uscire dal bagno diverse volte…”. E questo per giustificare che la figlia, insegnante, si sia trattenuta nel parcheggio dell’autogrill di Fiano Romano durante i circa 40 minuti del colloquio tra Matteo Renzi e Mancini, abbia scattato alcune foto – che ha spedito subito al Fatto, purtroppo non le abbiamo viste – e girato un video di 28 secondi.Ma soprattutto Report prova a ricostruire il dossier che gira da tre mesi e ora è finito in un’interrogazione del renziano Luciano Nobili contro la trasmissione di Sigfrido Ranucci, annunciata dallo stesso Renzi mentre spiegava di Mancini. Parla di una fattura da 45mila euro che la Rai avrebbe pagato a una società lussemburghese in relazione a un imprecisato aiuto che un ex manager di Finmeccanica, Francesco Maria Tuccillo, avrebbe dato a Report per il servizio di novembre 2020 su Alitalia e Piaggio Aerospace, che coinvolgeva Renzi. La fattura non si trova, Nobili non ce l’ha e a Report dice “non avete solo voi quelle informazioni, ce le abbiamo anche noi le informazioni”, accenna a “fonti giornalistiche stanche del fatto che la Rai ricorra a professionalità esterne”, a “dipendenti Rai”.

Il problema è che sa di Tuccillo, mai andato in onda. “Non è una nostra fonte” ma “l’abbiamo incontrato, una sola volta”, racconta Ranucci. “Che Nobili ne fosse a conoscenza – osserva – è un fatto gravissimo, per la libertà di stampa ma anche per il funzionamento democratico di un Paese”. Ranucci ricorda che Tuccillo “è stato tra i manager di Piaggio Aerospace che più si sono opposti al nuovo management filoarabo, sponsorizzato dal governo Renzi. Fu proprio Renzi che aprì le porte di un’azienda strategica per la sicurezza del Paese come Piaggio Aerspace, che produce tecnologia militare, agli Emirati Arabi. (…) Inolte Tuccillo aveva contribuito a catturare Roberto Vito Palazzolo, in arte Roberto Von Palace, il boss su cui aveva indagato Falcone e che da latitante in Sudafrica riciclava i soldi di Cosa nostra e avrebbe aiutato Finmeccanica a vendere gli elicotteri”. Anche Tuccillo nega. La società lussemburghese dice di non conoscerlo.Le fonti dei giornalisti sono protette dalla legge sul segreto professionale, infatti ci allarmiamo se sono esposte a perquisizioni e intercettazioni e a maggior ragione se finiscono nel mirino di un partito che gioca alla controinformazione sui giornalisti sgraditi. Sarebbe inquietante se la magistratura cedesse alla richiesta di Renzi di perquisire l’insegnante perché sostiene di essere stato “intercettato”, quando al più è stato filmato per 28 secondi in luogo aperto al pubblico, senza captare una parola. Sarebbe un’intimidazione per chiunque accetti di parlare riservatamente con un giornalista.

Infatti Franco Bechis, direttore del Tempo e Augusto Minzolini, oggi editorialista del Giornale, non risulta abbiano denunciato chi, tre mesi fa, consegnò loro il dossier finito poi ai detective di Italia Viva. Entrambi spiegano a Report di averlo ritenuto falso, ma ne usarono una parte su Rocco Casalino: si parlava di mail tra l’ex portavoce di Giuseppe Conte e Ranucci, chiamato “un conduttore Rai”, a proposito di contenuti da mandare in onda. Entrambi hanno smentito, nessuno mostra le mail.

L’incontro tra Renzi e Mancini non è uno scandalo in sé ma è una notizia, se non altro per la location autostradale; la concomitanza con la crisi del governo Conte 2 che si consumava anche sul tema della delega ai Servizi tenuta per sé dall’ex presidente del Consiglio; la figura di un dirigente dell’intelligence passato indenne per vicende oscure (Abu Omar, lo spionaggio Telekom) anche grazie al segreto di Stato, con un’ampia rete di relazioni e in conflitto con altri settori degli apparati, che aspirava a una vicedirezione e non l’ha avuta. Infatti il Comitato parlamentare di controllo sui Servizi sentirà Gennaro Vecchione, capo del Dis e di Mancini. È ben più scandaloso che Renzi reagisca con un’interrogazione basata sul dossier falso che qualcuno ha fatto arrivare a tre giornali e a Italia Viva.

Categorie:Cronaca, Interno, Media, Politica

Tagged as: , , ,

24 replies

  1. Quando il “signor” Renzi se ne andrà definitivamente e lascerà una volta per tutte ogni ruolo e incarico nelle istituzioni trarremo tutti un gran sospiro di solievo. Un maneggione di tal fatta è pericolosissimo per tutto il paese.

    Piace a 4 people

  2. Quando Sor Renzi se ne andrá definitivamente de ‘sto pianeta, dirá che so’ stati li marziani che lo hanno chiamato per risolvere li probblemi dell’universo.

    Piace a 4 people

  3. Non mi stupirebbe se il filmato di renzi fosse effettivamente stato fatto da qualcuno che era lì per quello, magari d’accordo con lo stesso mancini, che fa appunto lo spione, e che immagino abbia anche un audio della vicenda, perchè sono quelle piccole cose che poi ti tornano utili tipo quando la magistratura ti vuole arrestare e tu hai bisogno di politici da ricattare per avere un appoggio.
    Rimane il fatto che renzi quell’incontro in quel preciso momento lo ha avuto, e dovrebbe spiegarne i motivi, mentre invece tenta, al solito, di sciare l’attenzione e magari passare anche per vittima: pen

    “Entrambi spiegano a Report di averlo ritenuto falso, ma ne usarono una parte su Rocco Casalino”. Questa l’ho trovata fantastica: ricevi un dossier che non consideri perchè lo reputi falso, però la parte che sputtana Casalino invece la usi … un ulteriore esempio di come funziona la disinformazione di massa in Itaglia.

    Piace a 2 people

    • “Non mi stupirebbe se il filmato di renzi fosse effettivamente stato fatto da qualcuno che era lì per quello, ”
      La cosa che mi stupisce è: come fa un normale cittadino a capire che c’è qualcosa che non va in quell’incontro? Che uno faccia la foto a Renzi, e quindi a chi sta con lui è normalissimo. Ma perché poi la manda al FQ che non la pubblica e poi a Report?

      Piace a 1 persona

      • Un giorno mi trovo a percorrere l’autostrada Bologna-Padova, sono in fase di sorpasso ad una lunga colonna di autotreni, mi sopraggiunge un’auto scura che vicinissima mi sfarfalla con gli abbaglianti insistentemente avvicinandosi a non più di un metro, non potendo rientrare faccio in modo di accendere le luci dei freni (ho il cambio automatico si può fare senza toccare i freni) più volte per farlo allontanare. Dopo un pò rientro e passano a folle velocità, (io andavo già ai 130), tre berline scure una con il lampeggiante.
        Dopo 10m circa mi bloccano all’uscita con la sbarra, arriva un’auto della polizia e comincia una tiritera di controlli e domande: del tipo cosa faccio, perchè sono in viaggio ecc ecc. Alle mie insistenze non rispondono, mi dicono solo un controllo a campione, ma io associo il tutto a quello che è accadato prima. Dopo un bel pò e aver controllato anche l’interno dell’auto mi lasciano andare.
        SE AVESSI AVUTO LA POSSIBILITà DI FILMARE IL PRIMA, IL DURANTE E IL DOPO, l’avrei mandato a tutte le testate e tv, finchè qualcuno non l’avesse pubblicato.
        Perchè HO quasi la certezza di conoscere chi c’era in una di quelle auto….la nostra presidentessa volante!!!!!!!!!

        "Mi piace"

      • Adriano 58 14:30
        Egregio, ” qualcuno” forse ti ha segnalato. Io sto comprando un telecamera da fissare sul cruscotto dell’auto per riprendere tutto quello che succede.

        "Mi piace"

      • Ma poi è così importante sapere perchè la manda a Report? oppure la VERA notizia che un ex-pdc si apparti con un dirigente dei servizi a chiaccherare per 40 minuti di babbi di cioccolata?non potevano telefonarsi? O temevano di essere intercettati?
        Troppe volte abbiamo saputo che nel passato i servizi hanno fatto cose ignominose nei confronti della Repubblica e dei cittadini.

        "Mi piace"

      • Ma no. È una curiosità!
        C’era stata quella puntata settimane fa sull’assistente di Becciu che secondo me c’entra. Ma la notizia rimane l’incontro, non c’è dubbio.

        "Mi piace"

      • paolapci
        era prima del COVIDDI, facevo ancora su e giù da casa a Padova, da circa 2anni e mezzo sono fisso in Veneto,
        cmq ti ricordo che la PRESIDENTESSA VOLANTE, fa venire la scorta da ROMA ogni volta a prenderla all’aereoporto Marco Polo, di questo non parlano, dicono solo dei voli.

        "Mi piace"

      • Come minimo. Tra l’altro c’è il precedente. Non era Scaiola che voleva darsi costruire l’aeroporto in giardino?

        "Mi piace"

      • paolapci
        siiiiiiiii…….brava…memoria di ferro
        il maledetto voleva anche una decina di centrali nucleari, fermate solo dal disatro di Fukushima!!!

        "Mi piace"

  4. Una privata cittadina filma l’incontro di un personaggio pubblico in un luogo pubblico, di libero accesso per chiunque, con un altro personaggio comunque assimilabile ad un dipendente pubblico, in quanto stipendiato lautamente da tutti noi, e la rivista cittadina deve giustificarsi coprendosi in volto ed alterando la voce. Manco fossimo nella Sicilia di cosa nostra o in qualche stato sudamericano governato da bande di Narcos. E tutto questo ai giornaloni e agli italovagisiliani sembra del tutto normale. E proprio vero: quando il dito indica la luna molti italiani guardano il dito.

    "Mi piace"

  5. Questo schifoso intrallazzatore, appena arrivato alla presidenza del consiglio, e non aveva nemmeno messo il culo sulla sedia, che subito mosse la pedina del “su’ babbo”( caso Consip) che ora è indagato per traffico di influenze insieme a Verdini, quello che il BOMBArolo era andato a trovare in carcere il giorno del fatto in questione.
    Diciamo che ce la siamo scampata bella quando abbiamo votato NO al referendum costituzionale perchè di li a poco ci saremmo ritrovati in una semi dittatura, in quanto il bel tomo ha una spiccata propensione a fare il ducetto di cartone, come vediamo, sostenuto dagli amici massoni che lo proteggono.
    Posto qui per la seconda volta, per chi non l’avesse vista, l’intervista al giudice Carlo Amirante:si riferisce appunto a ciò che i due,re giorgio e lui avevano organizzato per la revisione della costituzione.

    Fatevi un’idea dell’intrallazzatore che è il BOMBArolo.

    Piace a 2 people

  6. La Cazzellona alias Birilla alias F.(etecchia) su questi articoli latita sempre.
    Se non vede comparire il nome Travaglio non interviene manco se la pagano…

    Piace a 1 persona