Alessandro Di Battista: Perché molti politici stamattina hanno deciso di scagliarsi contro la censura della Rai?

(Alessandro Di Battista) – Noto che molti politici stamattina hanno deciso di scagliarsi contro la censura dopo il caso Fedez-RAI di ieri sera. Tutti ad esprimere solidarietà a Fedez. Bene, ma la solidarietà non è sufficiente e diventa pelosa se ad esprimerla è la stessa classe politica (più o meno tutta) che da anni ha lottizzato la televisione pubblica. Devono saltare le teste dei dirigenti RAI che hanno provato a censurare. Devono perdere lo stipendio. Non c’è altra soluzione. Così se un domani altri dirigenti della televisione pubblica (magari piazzati da qualcun altro) dovessero avere la malaugurata idea di purgare, inquisire o epurare, beh, ci penserebbero due volte. Vanno toccati dove fa più male: nei conti corrente. Perché ieri si è tentato con Fedez il quale sa e può difendersi, ma domani potrebbe toccare ad Assange, a chi denuncia le bombe intelligenti delle guerre umanitarie, a chi osa pronunciare verità scomode. Quante brillanti carriere sono state interrotte da cani da guardia del potere piazzati per limitare la libertà di espressione in Italia? Quanti cantanti, attori, artisti meno “potenti” mediaticamente di Fedez hanno dovuto ascoltare la frasetta “tu in RAI non ci metti più piede?”

Il conformismo è dilagante ancora oggi. Pare non sia cambiato nulla da quando Elio e le Storie Tese vennero censurati al concerto del 1 maggio del 1991 perché cantarono su Andreotti. Ecco affinché le cose cambino qualcuno deve perdere il posto di lavoro. Non è vendetta. E’ giustizia. Perché peggio delle censura c’è solo l’ipocrisia.

53 replies

      • Totalmente in disaccordo, per i motivi già espressi sull’articolo di Er Spammer.
        E se il furbastro quelle cose le pensasse veramente perché le ha sempre pensate?
        Perché escludere questa ipotesi?
        Fedez viene dal basso, è molto aperto mentalmente, non è per me un riferimento politico (e men che meno musicale Santo Iddio, io ascolto ancora i Genesis, il rep di Fedez mi fa davvero schifo) ma la sua replica alla RAI è IMPECCABILE se la valuti per quello che è.
        Quelle parole sono impeccabili anche se Fedez le avesse dette (ed io personalmente non lo credo) per aumentare il numero dei like.

        Il problema non sono i soldi di Fedez (che ne ha già tanti) ma la libertà di espressione garantira dallo STATO!!
        La RAI è una azienda statale!
        Il problema sono I SOLDI ai quali i dirigenti RAI (non Fedez!l) non vogliono rinunciare.
        E per quella poltrona fanno figure di merda esagerate.

        Anche tu sembri un po’ faziosa Adriana.
        Ma sei una persona cortese e intelligente che non vuole annichilire le opinioni altrui.

        Piace a 1 persona

      • Caro Andreaex, non ti ho risposto volutamente perché la Paolapci mi ha preso di mira e rompe gli zebedei. Dopo di me li rompe a te.
        Ti dico solo che secondo me è un fenomeno mediatico. Lui e la moglie sono un po’ Romina Power e Albano 2.0.
        Può darsi che sia in buona fede, chi può dirlo! ma quello smalto giallo mischiato al rosso mi dà da pensare … un sano cinismo non guasta.

        Ciò detto, propongo di vedersi a Roma, quando volete, te, la Paola, Adriano ecc.

        "Mi piace"

    • Il TEMA è la Rai, il sistema e la censura preventiva che ovviamente state sviando te 64ino e la 58ina d’accordo con te. Non Fedez. La rai. Il sistema. La censura. Non Fedez. La luna, non il dito che la indica.

      Piace a 1 persona

      • Il tema è anche il rincoglionimento di una certa politica, secondo me, che per quanto si ritenga “assolta” è lo stesso “coinvolta”, direbbe un “vero e sincero” genovese.

        "Mi piace"

      • Io non sto’ sviando nulla , e poi RAI-SET è sempre questa da 5 lustri, niente di nuovo sotto il sole, a parte il finto cambiamento del M5S, prima con l’insignificante Fico, e poi con l’altrettanto insignificante De Nicola, gattopardiani di razza.

        "Mi piace"

      • No no infatti mica svii senza esserne neanche capace.. prima fedez ora fico… e su i temi: La rai? Il sistema? La censura??

        "Mi piace"

      • Salini e Foa alla Rai.
        Fabrizio Salini, cinquantaduenne romano, sarà il nuovo amministratore delegato di Viale Mazzini. Salini è dallo scorso gennaio direttore generale di Stand by Me, società di produzione televisiva fondata nel 2010 da Simona Ercolani, ex consulente del governo Renzi per il quale ha curato una edizione della Leopolda.
        Una vicinanza al mondo renziano che non ha fatto vacillare la convinzione del M5s su di lui, visto che ancor prima – fino al giugno 2017 e all’arrivo di Andrea Salerno – Salini aveva diretto La7, rete considerata non ostile dai pentastellati.

        Foa invece è quello vicino a Matteo Salvini da almeno quattro o cinque anni, Foa vanterebbe anche una conoscenza con Pietro Dettori dell’associazione Rousseau. Stando a quanto ricostruito dall’Agi, era uno dei pochi e selezionati partecipanti all’incontro tra il segretario leghista e Steve Bannon a Milano, subito dopo il voto, l’8 marzo… Prima, Foa è stato visto in più di una occasione nel retro palco delle manifestazioni leghiste, tra cui il maxi comizio di chiusura della campagna elettorale, organizzato dalla Lega, in piazza Duomo a Milano, in cui Salvini giurò da premier sul Vangelo dopo aver mostrato un rosario.

        "Mi piace"

  1. La battuta sui cinesi costo la radiazione di Grillo (bei tempi quelli ! )e oggi con il suo movimento(che è anche il mio) al governo siamo allo stesso punto di partenza.

    Piace a 1 persona

  2. se le lotte vengono fatte da un Fedez
    (ci manca solo la consorte con i figli, le tutine firmate e i selfie del lato B,
    o dell’apparato mammario, il tutto rigorosamente semi nudo)
    vuole solo dire che siamo fottuti.

    attendo con fiducia il Fabrizio Corona

    Piace a 1 persona

    • Il TEMA è la Rai, il sistema e la censura preventiva che ovviamente state sviando te, 64ino e la 58ina d’accordo con te. Non Fedez. La rai. Il sistema. La censura. Non Fedez. La luna, non il dito che la indica.

      "Mi piace"

  3. Sradicare l’apparato spartitorio che ha piazzato i cani da guardia dei rispettivi partiti all’interno della Rai (e in tutti gli altri enti pubblici) è opera meritoria che andrebbe fatta in toto e subito. Peccato che sia così tanto radicata da essere diventata impossibile a farsi grazie alle tante complicità e corruzioni.

    "Mi piace"

  4. Sempre a piangere, anche quando succede una cosa positiva. E il Di Battista (evito qualsiasi aggettivo) sempre a rilanciare, sempre a rilanciare, per distinguersi (che cosa c’entri Assange con la legge Zan lo sa solo lui).

    "Mi piace"

    • sei un servo cazzone.
      L’articolista ha fatto un paragone e a messo a confronto le chiacchere attuali con quella che è la realtà e quello che VERAMENTE SI DOVREBBE FARE, Assange è stato preso come sostantivo, non come oggetto, poteva scrivere Biagi, Montanelli, Luttazzi, Santoro.
      Siamo ancora a quel livello, EDUCARNE UNO PER EDUCARNE CENTO.
      Non tutti hanno la forza di dire NO!
      e FEDEZ questa forza, beato lui, ce l’ha!!!!
      capito coglione mistificatore?
      se ti sta sul caxxo Di Battista lo dici, ma non cerchi di stravolgere il senso di quello che ha scritto, sei un imbroglione.

      Piace a 2 people

      • Che dirle Adriano58. Meno male allora che Di Battista c’è e vive tra noi, così di tanto in tanto può farci sapere quello che VERAMENTE SI DOVREBBE FARE.
        Sulla caterva di insulti, volgari, gratuiti e un pochino tristi che lei mi dedica, non le rispondo per rispetto alla sua età.

        "Mi piace"

      • Adriano scusa, devi mettere in conto che il 40% degli italiani è analfabeta funzionale, non ha capito la citazione su Assange.
        Il problema è che si cerca di spostare sempre l’attenzione su altro.
        Come ho già detto in un altro consesso: La libertà di parola è sacra e non importa chi la voglia esercitare, anche uno con lo smalto giallo e e rosso…

        Piace a 1 persona

      • Federico C
        appunto!!!! per rispetto della mia età
        le parternali tientile in gola
        o falle alla tua sfortunata prole!!!!

        "Mi piace"

      • che caxxo rispondi a me imbecille!!! ma non dovevi sparire con il tuo ennesimo nick?
        avanti forza mantieni una volta quello che dici ipocrita imbroglione

        "Mi piace"

      • @ Adriana

        Non credo volessi contestare i diritti dei gay, mi auguro.
        Posso essere d’accordo sul fatto che l’attenzione dovrebbe essere incentrata sul lavoro e non sui diritti “sacrosanti” dei gay.
        Ma è giusto approfittare del palco del primo maggio per affermare qualsiasi diritto negato oltre a quello di un lavoro dignitoso, PERCHÉ STIAMO IN ITALIA e c’è chi afferma purtroppo che se avesse un figlio gay “lo brucerebbe nel formo”.
        Una frase di una violenza, di una meschinità, di una stupidità, di una ignoranza, che verrebbe voglia di indossare un fez e fargli assaggiare un po’ i metodi fascisti che a lui tanto piacciono.
        Ma siamo persone civili, ci limitiamo a contestarli sul palco del primo maggio, almeno questo!

        Se fossimo un Paese civile, forse il primo maggio potrebbe occuparsi solo di lavoro.
        Tra l’altro se la questione gay (gay pride è stata una infelice battuta in quella frase) è diventata PREPONDERANTE rispetto alla questione LAVORO non è per colpa di Fedez o dei comunisti ma di quegli idioti che stanno in RAI.

        Stai attenta alle parole che usi qui, perché è un attimo essere scambiata per fasciorazzistaleghista (tutto attaccato) anche se intendi legittimamente solo difendere posizioni di destra.

        Ma è comprensibile perché la destra in Italia ha i vizi di cui sopra: è fascista, razzista, ladra, in una parola LEGA.

        Secondo me la destra italiana se non si emancipa da ladri e fascisti non potrà mai essere utile a qualcosa.

        Per me la Cgil ed i sindacati sono corresponsabili della degenerazione della qualità del lavoro, soprattutto di chi guadagna meno.
        Sarebbe stata utile un intervento di chiarimento riguardo la CONTRARIETÀ della CGIL sul SALARIO MINIMO.
        Aveva questa bella occasione il sindacato per spiegarci che è più importante la loro rappresentatività del compenso minimo garantito a persone che purtroppo lavorano per 4€/l’ora. Voi mette’?

        Piace a 1 persona

    • Il TEMA è la Rai, il sistema e la censura preventiva che ovviamente state sviando te, BOino, 64ino e la 58ina d’accordo con te. Non Fedez. La rai. Il sistema. La censura. Non Fedez. La luna, non il dito che la indica.

      Piace a 1 persona

      • “Era la festa del Lavoro, non un gay pride”. E ti offende se dico che sei ignorante? Non è un offesa ma un dato di fatto di chi ignora cosa sono i diritti civili e cosa è un gay pride.

        "Mi piace"

      • A ipercentrico!!!

        Che orrore! Ora ditemi che queste teorie hanno legittimità e che questo pilloniano è coerente e credibile.
        Maledizione al suffragio universale!

        "Mi piace"

  5. meritorio Fedez, lui di lavorare a Merda-Set o presso la puttana della RAI non frega un caxxo!
    Quanti vorrebbero sfanculare i servi dei partiti o i partiti stessi ma non se lo possono permettere, pena la fine di qualsiasi possibilità di lavoro, se non a fare il rider nella GIG economia cara alla nostra fascio-destra ed economisti à la page.

    Piace a 5 people

    • Concordo, è proprio questo il problema, come pensi di combatterla la partitocrazia.

      PARTITOCRAZIA che non sta sul cazzo solo a noi ma stava sul cazzo pure a Berlinguer.

      I partito erano un mezzo e sono diventati un fine.
      Il M5S che voleva combatterla è stato inglobato.
      Ed ora?

      Piace a 1 persona

    • Il 5s, in linea con quanto sostiene da anni, dichiara ORA: “Urgente fare la riforma della Rai”. E gli altri partiti la vogliono davvero riformare mamma Rai, caro andreaex?

      "Mi piace"

      • Ho paura di no!
        Anzi ho la certezza che si opporranno ad una riforma seria, sono uomini d’affari che guardano alle statistiche, non uomini di Stato.

        "Mi piace"

  6. Noto la solita truppa fascio legaiola concentrarsi sui tatuaggi di Fedez, sul suo conto corrente e sulla moglie.
    MA ZERO CRITICHE ALLA CENSURA RAI E ANCOR MENO AD UN APPROFONDIMENTO SUL DDL ZAN.
    Questo è un assaggio della deriva che purtroppo imbocchera’ l’Italia con la presa del potere di queste squadracce.
    Siete dei ridicoli pupazzi che pendono dalle puttanate propagandistiche del capitone sciacallo e BACIASALAMI o della fascio coatta peracottara a rotelle, rilanciate da virtuosi giornalettai come Feltri, Senaldi, belpietro, Sallusti, Porro, giordano e altra feccia scadente.

    Piace a 5 people

  7. Mah, mi piacerebbe se per una volta non si attendano i canonici 2-3 giorni che si calmino le acque per continuare come si è sempre fatto.

    Piace a 1 persona

  8. Ha ragione. Tutti a dire io sto con Fedez, no censura e bla bla bla. E poi? E le proposte?
    Allora, la lega e il bomba chiedono una commissione d’inchiesta ogni 3 secondi e voi nemmeno una riunione della commissione di vigilanza?

    Io sto con Fedez lo devo dire io, se voglio, voi fate qualcosa.

    Piace a 4 people

  9. Esempio Sangiuliano direttore di RAI 2 lega
    Mai un contraddittorio alla trasmissione subito dopo il TG delle 20.30
    Una trasmissione nata per fare propaganda politica unidirezionale

    Piace a 1 persona

  10. Non conosco le ragioni recondite di Di Battista, non so se una sua affermazione è strumentale ma di certo si fa capire bene e non ha il coraggio delle proprie opinioni. Questo gli va riconosciuto. Opinioni a volte scomode.
    Io ho dissentito da lui ma non riesco a capire come si possa dissentire da quanto ha scritto in questo suo articolo.
    Se non arrivi alla SANZIONE, sono tutte CHIACCHIERE!

    Piace a 1 persona

  11. e questa sarebbe la libertà di espressione tanta cara alla fascio-lega

    Evento con saluti romani a Dongo per ricordare Mussolini e gerarchi fascisti.

    "Mi piace"

    • Patetici e tristi.
      Questi fascisti fanno i patriottici 365g/365g e 24h/24h e poi li trovi sempre pappa e ciccia con mafia e ndrangheta.
      Non hanno a cuore la cura del territorio, la legalità.
      Tirano su il braccio, picchiano un gay o un nero e questo gli basta per sentirsi italiani veri, che “amano ” il loro Paese.

      Piace a 1 persona

  12. i coglioni di cui sopra non erano manco nati per fortuna loro
    gli farei imparare a memoria “se questo è un uomo” a questi insulsi che sono andati a fare una scampagnata fuori porta.

    ma tanto sarebbe fatica inutile, sono dei decerebrati, diventerebbero fanatici lo stesso, solo all’opposto.
    Ma è questo che ci si prospetta se vince questa merdosa destra italiana.
    Non hanno altra ideologia, proposta, programma politico da proporre che delle manifestazioni nostalgiche assurde e ridicole? Lo hanno capito che siamo in un altro secolo? ma hanno tutti l’anello al naso?

    Piace a 1 persona

    • @Adriano58
      Ma la smetta di sviare dall’argomento con video ad minchiam. Ma lei pensa davvero che questi quattro fasci disperati siano il pericolo da cui difendersi? Che quello che loro rappresentano con questa baracconata sia l’ideologia della destra italiana? Magari! Sarebbe una passeggiata di salute.

      "Mi piace"

    • Con tutti i limiti che ha la destra italiana non la rudurrei a questi decerebrati, dai è troppo.
      Anche Draghi può essere considerato di destra ma fatico a vederlo col braccio teso a gridare nomi di fascisti caduti in guerra.

      Diciamo che se la destra non si libera definitivamente di questi idioti non potrà mai rappresentare una prospettiva credibile per il Paese.

      Piace a 1 persona

      • Draghi è un lacchè della destra capitalista internazionale, quando ha frequentato il MIT di boston è entrato in una confraternita di cui è membro tutt’ora, oltre a svariate altre, tutte internazionali, la crème de la crème del capitalismo internazionale, altrimenti come avrebbe fatto a passare subito a prof universitario fra Trento, Padova e Venezia, Firenze, consigliere di ministri, Banca Mondiale, Banca d’Italia, fautore delle vendita di parte dell’economia italiana ecc ecc ecc. fino a mettere le mani sul malloppo del PNRR e delle leggi che tra poco favoriranno i soliti?
        Di certo non si sporca con la manovalanza, ma è propedeutica ai loro disegni, è la destra capitalistica internazionale che tira le fila.

        Piace a 1 persona

    • Questi, di cui sopra, sono gli utili idioti che servono al Cazzaro Verde e alla fascio-coatta, per le loro adunate in piazza ed è per loro che bloccano al senato il Ddl Zan, e pretendono dalla RAI la censura a FEDEZ.
      Cosa prevede Il provvedimento?: propone di estendere il reato di propaganda e istigazione a delinquere “per motivi di discriminazione razziale etnica e religiosa” (reato 604 bis del codice penale) anche a “motivi fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale o sull’identità di genere o sulla disabilità“.

      "Mi piace"

    • “Ma è questo che ci si prospetta se vince questa merdosa destra italiana.
      Non hanno altra ideologia, proposta, programma politico da proporre che delle manifestazioni nostalgiche assurde e ridicole? Lo hanno capito che siamo in un altro secolo? ma hanno tutti l’anello al naso?”

      Le proposte che hanno sono quelle di favorire la MAFIA spa, lo spaccio di droga impedendo la liberalizzazione delle droghe leggere, cioè delle NON droghe. E di perpetuare la MAFIA DI STATO su tutte le televisioni di questo paese sud americano.

      Poi ci sarebbe da parlare delle feccia piddina, che se non fosse feccia come è avrebbe fatto insieme al m5s la legge sul conflitto d’interessi che avvantaggia SOLO i MAFIOSI.

      Comunque Adriano sei persona intellettualmente onesta e ti stimo, anche se a volte ci scorniamo. La pensiamo intrinsecamente alla stessa maniera, anche se abbiamo idee diverse su alcuni aspetti e dettagli. Ma la sostanza è la stessa.

      "Mi piace"

  13. Tutto giustissimo. Ma quello che veramente fa inorridire in tema di persecuzione e censura è il trattamento ricevuto in tutto L mondo occidentale da Julián Assange, per ordine dell’implacabile crudeltà dello zio Sam. E quasi nessuno ne parla

    "Mi piace"

  14. “cani da guardia del potere piazzati per limitare la libertà di espressione in Italia? ”
    e cani da guardia del potere piazzati per limitare le istanze di giustizia in Italia (detenuto in attesa di giudizio – alberto sordi)
    e cani da guardia del potere piazzati per limitare la certezza del diritto in Italia
    e cani da guardia del potere piazzati per limitare le istanze di sburocratizzazione e semplificazione del paese
    l’Italia senza sovranità venduta da De gasperi per il piano Marshal
    l’Italia compravenduta alla mafia e massoneria in funzione anticomunista (sbarco degli alleati in Sicilia – Lucky Luciano)
    l’Italia terra di frontiera ai tempi della guerra fredda in cui nulla doveva cambiare, la famosa stabilità garantita dalla DC, onde evitare che un PCI forte potesse salire al potere
    la stabilità dell’Italia minacciata da “potenze straniere che per interessi diversi ne avevano tornaconto: USSR? Israele?
    Israele? si negli anni 70 si vociferava che Israele avesse interesse a destabilizzare l’Italia (partner privilegiato della nato nel mediterraneo) per sostituirla
    per questo lo stragismo, per destabilizzare
    ma lo stragismo anche stabilizzante, sotto elezioni , per portare in qua ( i soliti partiti di governo) l’elettorato moderato e benpensante
    nulla doveva smuoversi in questo paese, finanche i progetti dovevano essere soffocati con le buone o con le cattive – Aldo Moro e il compromesso storico
    l’Italia cattolica e bacchettona benedetta dallo Ior

    ………………………………………………..e poi dice che uno non si dava alle Br

    Piace a 1 persona