C’è speranza per tutti

(Andrea Zhok) – E’ arrivato il quarto d’ora di celebrità anche per David Sassoli.

Non gli dev’esser parso vero di ritrovarsi nella lista delle personalità cui Putin ha vietato l’ingresso in Russia. “Ma allora sono una personalità!” “Se mi cacciano, vuol dire che esisto!” Si inaugura così la prima variante europeista del cogito cartesiano: “Vetor ergo sum” (Vengo interdetto, dunque esisto)

Cercando di battere il ferro finché è caldo, l’ex conduttore televisivo, nonché ex trombato alle elezioni comunali di Roma si è poi lanciato in un fiero “Le minacce non ci zittiranno!” che lascia trasparire il proverbiale coraggio civile che ne ha animato l’intera carriera.

Il Sassoli già si vede effigiato nell’autobiografia di prossima uscita – con prefazione di Paolo Mieli: “Quella volta in cui Putin voleva farci tacere!”

Il momento di gloria si chiude con una citazione di Tolstoj prelevata di peso da Wikipedia: “Non c’è grandezza senza verità”.

Ecco, a proposito di verità.

Sassoli ha omesso di ricordare che, come precisato dal corpo diplomatico russo, il divieto d’accesso alla Federazione Russa è semplicemente una risposta all’analoga sanzione promossa dall’UE nei confronti di sei personalità russe il 22 marzo scorso.

Sempre a proposito di verità, Sassoli ha omesso anche di ricordare che queste sanzioni UE seguivano una sequela di sanzioni unilaterali europee a partire dal 2014, promosse a sostegno del governo ucraino nel contenzioso con la Russia sulla Crimea, e poi reiterate e ampliate in innumerevoli altre occasioni (caso Skrypal, incidente di Kerch, caso Navalny, ecc.) fino a coinvolgere 177 cittadini e 48 enti giuridici russi.

Le sanzioni includono oltre alle misure restrittive individuali (congelamento dei beni e restrizioni di viaggio), svariate sanzioni economiche (limitazione all’accesso ai mercati dei capitali primari e secondari dell’UE da parte di banche e società russe, divieti di esportazione e di importazione, limitazioni all’accesso russo a servizi e tecnologie utilizzati per la produzione e la prospezione del petrolio, ecc.)

Ecco, a ben pensare una cosa non si può negare: il Presidente del Parlamento Europeo ha tutti i titoli per esprimersi con competenza sul detto “Non c’è grandezza, senza verità”.

16 replies

  1. Quanto è piccolo Sassoli ! Un povero arrivista che ha guadagnato un ‘immeritata poltrona all’Ue.E’ della strada genia dei PD, il cui interesse sovrano e è solo una comoda poltrona !

    "Mi piace"

  2. la risposta del portavoce russo Maria Zakharova alle parole del Sassoli
    1) anche noi
    2) abbiamo minacciato?

    ma vorrei capire che gli importa a Sassoli del bando ad entrare nella Federazione,
    aveva intenzione di andare a donne a Mosca o San Pietroburgo?
    ha forse necessità di rifornirsi di vodka originale all’Eliseevsky?
    doveva visitare una qualche mostra all’Ermitage?
    c’è una qualche opera al Bol’šoj di cui aveva ricevuto i biglietto omaggio?
    voleva andare a trovare Navalny in galera per vedere se veramente è in fin di vita o se ha l’ernia al disco?

    sono in pena per lui

    Piace a 2 people

  3. Chissà perché tutte le persone “normali” (la maggioranza del popolo Italiano) comprende benissimo le motivazioni (e le approva) della Federazione Russa….,gli unici che non capiscono sono quei quattro gatti che pretendono di governarci e i loro “dipendenti” leccapiedi della così detta “libera informazione”.
    …A proposito che cosa ci fanno i “nostri” (pagati da noi) F35 vicino al confine della Federazione Russa? Io al momento non ho mai visto aerei da guerra Russi (o altro) vicino ai confini Italiani….,dunque ci dovete una spiegazione su chi sta facendo cosa,altrimenti mi viene da pensare che siamo noi a cercare “rogna” e come insegna (dovrebbe) la storia queste cose finiscono sempre male.

    Piace a 1 persona

    • @Claudio
      F35 bidoni che qualche volta riescono anche a volare,
      L’itaglia è come quel cornuto che x far dispetto alla moglie si taglia il pisello.
      La storia non gli ha insegnato niente sulla russia.

      "Mi piace"

  4. @Alessandro Cagliostro
    Non essere “ingiusto”…gli F35 fanno la loro “figura” tipo un bel vestito…una macchina di lusso…sono belli e pieni di pulsanti,pensa che hanno pure il bluetooth e i fari a led e pare li doteranno anche della telecamera posteriore per il parcheggio….,poi quando si “scende in pista” (quella vera) si vedranno i vantaggi del essere “invisibili”….,e poi non ai visto “Top Gun”? I “buoni” vincono sempre!! :))

    "Mi piace"

    • Non sottovalutare gli F-35, ad un recente Red Flag hanno fatto fuori 100 batterie SAM contro zero (0) perdite, parlo di quelli italiani.

      Il problema, è però quello detto sopra: cosa cazzo ci fanno gli F-35 vicino alla Russia? Già avevamo mandato gli EF-2000 per la difesa dei ‘baltici’, ma almeno quelli erano caccia.

      Questi sono aerei da bombardamento.

      Molto peggio.

      Il bibitaro ha nulla da dire?

      "Mi piace"

  5. Ma i finti tonti in caduta dal pero russo, lo sanno che la federazione russa ha ultimamente inviato più 100.000 uomini e spostato mezzi pesanti addirittura dalla siberia ai confini con l’ucraina?? E lo sanno che solo dopo gli attacchi (verbali) di biden, dopo gli f35 (non solo italiani ovviamente), e dopo le sanzioni eu, ora, chissa perchè.., la democraticissima federazione russa sta ritirando le truppe e i mezzi? L’avranno votato in parlamento?? Dasvidania

    Piace a 1 persona

  6. @Rob Erto
    Le esercitazioni le hanno fatte a casa loro in risposta alle nostre esercitazioni (continue) molto lontani dai nostri confini e vicinissime ai loro (questo è un fatto).
    Sul fatto che si siano “ritirati” perché lo ha detto Biden….io non ci farei seriamente affidamento dato che a casa propria ogni uno fa come crede,ed è normale che quando l’esercitazione finisce si ritorni alla base da cui si è partiti…,anche se nel “ritiro” spesso qualcosa rimane dove prima non c’era tipo “sorpresa” per eventuali ospiti non desiderati…
    God morning….Vietnam

    "Mi piace"

    • I filorussi mi fanno più schifo dei filoamericani. Soprattutto questi russi federati che secondo me sono tutto tranne che democratici per non dire una vera e propria dittatura. A proposito: fino a quando putinio sarà a capo della federazione??

      Piace a 1 persona

      • Non si tratta di essere “filorussi o filoamericani” ,ma semplicemente di pensiero logico…. Voglio sperare che sotto sotto con un piccolo sforzo cognitivo chiunque che non sia in preconcetta malafede possa comprendere la differenza tra casa propria e casa di un altro…Ok

        "Mi piace"

      • Manca la risposta alla mia domanda per seguire il pensiero logico e per effettuare il piccolo sforzo cognitivo richiesto a coloro che come me non sono in preconcetta malafede: fino a quando putinio sarà a capo della federazione??

        "Mi piace"

  7. @SM
    Quindi dici che noi abbiamo le armi (SAM) Russe su cui testare i nostri aerei da attacco….,oppure si tratta di una “simulazione” spesso ottimistica basata su ciò che supponiamo di sapere al riguardo o simulando la contraerea Russa con batterie SAM nostrane tipo il Patriot?

    "Mi piace"

  8. Sono solo schermaglie.Un attacco alla Russia è IMPENSABILE.L’armamentario è sempre lo stesso e serve per pura propaganda oltre a mantenere in riga i propri alleati da parte del padrone Usa.

    "Mi piace"