Vittorio Feltri: “Che duello fra Laura e Selvaggia”

(Vittorio Feltri – Libero quotidiano) – Laura Boldrini è stata a lungo presidente della Camera, ignoro per quali pregi, forse qualcuno ce l’ ha anche lei come molti politici poi spariti senza che nessuno li rimpianga. Oggi la signora è una semplice parlamentare e non mi aspettavo che all’ improvviso salisse sul podio della cronaca. Merito o colpa, staremo a vedere, di Selvaggia Lucarelli che le ha dedicato una articolessa sul Fatto Quotidiano in cui si rendono pubbliche le dichiarazioni di due collaboratrici e un collaboratore di madame, i quali raccontano di essere stati maltrattati durante il loro servizio in favore della ex terza carica dello Stato.

Non posso sapere se esse abbiano raccontato la pura verità alla giornalista oppure abbiano caricato i toni. I dettagli della questione in ogni caso sono esposti in un altro pezzo pubblicato oggi da Libero. Nella eventualità in cui i tre collaboratori della Boldrini non si fossero sognati tutto e le accuse rivolte alla loro datrice di lavoro fossero fondate, si avrebbe la conferma che la già padrona di Montecitorio è una che predica bene e razzola male.

Noi giornalisti, per fortuna, non siamo magistrati e non siamo in grado di giudicare l’accaduto. Io poi non sono più iscritto all’Ordine, poiché mi faceva orrore appartenervi, e attendo chiarimenti prima di esprimere una opinione sulla delicata vicenda. Posso soltanto osservare che Selvaggia non è l’ultima arrivata e mi parrebbe strano se avesse riportato tre testimonianze false, è un’abile commentatrice, aspra e polemica, non una che si è fumata il cervello. Pertanto tendo a credere a tutto ciò che ha vergato, dettagli inclusi.

D’ altronde la gentile Signora Laura ha già dato prova di non essere completamente lucida quando, sollevando un caso di censura, scrisse un servizietto per il giornale diretto da mio figlio Mattia, nel quale, in sintesi sessista, mi dava del coglione in quanto avevo affermato pubblicamente che la vittima dello stupratore Genovese era stata imprudente a recarsi con lui in camera da letto, dopo aver assunto droga.

Trattavasi di una osservazione corretta, la mia, e per nulla offensiva. Il mio erede, davanti a certi insulti rivolti a me, si rifiutò legittimamente (essendo responsabile del prodotto giornalistico) di divulgarle. Al che la Boldrini non si trattenne e vi risparmio i suoi rimbrotti: tra l’ altro ritenne di essere stata appunto censurata, trascurando il dettaglio che il direttore responsabile di un quotidiano mette in circolo solamente quello che gli garba.

Questo episodio fa riflettere circa l’ equilibrio culturale di Laura, benché non basti ad avvalorare le recriminazioni delle tre persone intervistate da Lucarelli. Recriminazioni per le quali, se venissero verificate, non resterebbe che mettersi le mani nei capelli. Significherebbe che abbiamo la dimostrazione che la sinistra non perde né il pelo né il vizio, essendo sempre arrogante e supponente, attenta al proprio portafogli e distratta a riguardo dei diritti altrui.

18 replies

  1. “poiché mi faceva orrore appartenervi”
    No no, te la sei data a gambe per non essere cacciato dopo che hai detto in prima serata che i meridionali sono inferiori ai settentrionali”.

    Piace a 4 people

    • A dire il vero non disse inferiori,
      “ma inferiori solo sotto certi aspetti”,
      si riferiva all’altezza al garrese!

      "Mi piace"

  2. “Recriminazioni per le quali, se venissero verificate, non resterebbe che mettersi le mani nei capelli. Significherebbe che abbiamo la dimostrazione che la sinistra non perde né il pelo né il vizio, essendo sempre arrogante e supponente, attenta al proprio portafogli e distratta a riguardo dei diritti altrui.”

    L’ultima frase se la poteva risparmiare.
    Estendere a tutta la sinistra il giudizio negativo che sarebbe da riservare ad UNA persona, qualora le” recriminazioni fossero verificate”(bontà sua), non mi sembra il massimo della correttezza che ostenta in tutto l’articolo, evidentemente con grande sforzo e spregio della sua natura.
    Perché allora dovremmo pensare che TUTTI i giornalisti siano volgari e beceri, nel denegato caso che lo sia lui?

    Ps… ma per “articolessa”, piuttosto che il termine corrente “articolo”, di preciso, che cosa s’intende?

    Piace a 1 persona

    • “Perché allora dovremmo pensare che TUTTI i giornalisti siano volgari e beceri, nel denegato caso che lo sia lui?”
      Tutti no, ma quelli di libero sì. Non dire che non lo prnsi.

      Articolessa non so se abbia una specifica accezione, ma lo usa anche Travaglio. Mio padre diceva “la pennellessa “, senza accezioni particolari.

      "Mi piace"

      • La pennellessa è un pennello largo, grande, diverso dal normale pennello. Articolessa non ho mai capito che senso abbia… deve avere un significato che mi sfugge. Chiedevo proprio per capire…
        Sui giornalisti di Libero, il giornale, la verità si può dire che diamo un giudizio complessivo, dato dalla qualità (si fa per dire) dei giornali su cui scrivono…ma non accuserei della volgarità di Feltri nessuno, tantomeno tutta la destra, se non per demeriti propri, individuali. I singoli giornali e i loro titoloni sì, che sono beceri e volgari. Evidentemente sanno a chi vogliono rivolgersi. È un metodo discriminante, selezionano il loro lettorato.
        Come i diffusori di bufale che mettono articoli/esca pieni di errori voluti, per selezionare i lettori analfabeti funzionali, cioè quelli che se la berranno alla grande.

        "Mi piace"

      • Se è questa la differenza con pennello, sarà la stessa per articolo, articolessa dovrebbe essere un lungo articolo.

        "Mi piace"

      • Cavolo, avevo scritto un commento al link di Jonny, in cui, secondo la Treccani, si intende un articolo PROLISSO e NOIOSO (quindi ha un senso dispregiativo)
        Non capisco che fine abbia fatto il mio commento, forse non è partito, ma sottolineavo come mi facesse specie l’uso del suffisso FEMMINILE per indicare qualità negative, che evidentemente vengono attribuite al nostro genere…. Grrrrrrr😡😖

        "Mi piace"

  3. Articolessa .. parla da se! Uno scotto che Dobbiamo pagare alla stampa che si concede termini di per se incomprensibili e che loro intendono portare avanti per sfottersi a vicenda ! E per farlo usano termini incomprensibili! Così sfottono pure noi! Come dire ” 2 piccioni con una sola grande fava” loro parlano tra loro ! E noi siamo la grande fava!!

    "Mi piace"

    • Eh, no, purtroppo. La “Grande Fava” con questo giornalismo ce la spingono per il di dietro. La cosa assume contorni tragici quando poi… si scopre di essere tutti felici di quanto ci stia accadendo. 🤷🏼‍♂️

      "Mi piace"

  4. Articolessa .. parla da se! Uno scotto che Dobbiamo pagare alla stampa che si concede termini di per se incomprensibili e che loro intendono portare avanti per sfottersi a vicenda ! E per farlo usano termini incomprensibili! Così sfottono pure noi! Come dire ” 2 piccioni con una sola grande fava” loro parlano tra loro ! E noi siamo la grande fava!! I piccioni sono quelli che gli credono !! Se ancora non fosse chiaro!!

    "Mi piace"

  5. Fare di tutta la sinistra un fascio (scusate l’ossimoro) credo sia sbagliato, ma se ricordiamo il veliero di D`Alema o il cachemire da salotto romano di Bertinotti, senza dilungarsi troppo, devo riconoscere a Feltri che di buoni predicatori e peggiori razzolatori nella fù sinistra ce ne siano abbastanza, almeno Berlusconi e compagnia cantante si sono sempre palesati per quel che sono, il problema é che per anni hanno avuto largo consenso…. un condono edilizio corrobora bene anche a tanti ben pensanti di sinistra tanto per chuudere il cerchio…

    "Mi piace"

  6. Mi secca da morire dover trovarmi nella condizione assurda di dover dar ragione nientemeno che al Feltri senior, che spesso, spessissimo, quasi sempre, straparla a sproposito, tuttavia… sulla Boldrini ci ha preso. Mi spiace, ma ci ha preso su tutto. È quasi (sottolineo “quasi”) l’equivalente del Bomba di Rignano sull’Arabia al femminile, in termini di antipatia. Pochissime persone le stanno davanti. Una per tutte, la fasciocoatta della Garbatella, la Balillina, costì, quella ululante che puzza di pesce andato a male…

    Piace a 1 persona