Salvini fascio-leghista era e resta un pericolo

(di Gad Lerner – Il Fatto Quotidiano) – Ieri ci si sono messi in due su questo giornale, Padellaro e Travaglio, a sfottere chi negli anni scorsi denunciava il pericolo rappresentato da Salvini per il nostro sistema democratico. Salvo ora ritrovarselo di fianco, entusiasta sostenitore di Draghi. Perfido, ma come sempre acuto, si chiede Padellaro: non sarà che l’unità nazionale abbia come d’incanto emendato Salvini, trasformandolo da minaccia a risorsa della democrazia? E Travaglio rincara la dose interpellando “maestrini dalla penna rossa” e “compagnucci” che non sollevano obiezioni di fronte alla repentina giravolta.

Siccome mi riconosco fra quei “compagnucci” (suvvia Marco, questa parola poteva usarla Guareschi a metà del secolo scorso), e credo di non essere il solo qui al Fatto, chiarisco subito di non avere nessuna intenzione di scusarmi per aver segnalato il pericolo rappresentato dalle pulsioni fascioleghiste di Salvini. Anche nel 2018, quando voi le minimizzavate e sostenevate il governo di cui faceva parte.

Ma prima di arrivarci bisognerà pur spendere qualche parola sul commissariamento della democrazia parlamentare cui siamo disgraziatamente pervenuti e che tanta miope euforia sta suscitando. Le consultazioni dei partiti testé concluse sono state surreali. La velocità con cui hanno ripudiato posizioni ferreamente dichiarate fino al giorno prima dimostra che non si tratta più di partiti, ma piuttosto di gruppi dirigenti allo sbando. Chiamati a votare una fiducia “a prescindere”, senza nemmeno che il premier incaricato venisse chiamato a rendere pubblico il suo programma di governo. I giornali ne pubblicano solo vaghe indiscrezioni, suggerite non si sa bene da chi. L’unica cosa chiara è che, su mandato del Quirinale, spetterà solo a Draghi decidere, visto che i partiti hanno fallito. Prendere o lasciare.

L’Italia ha già conosciuto, per brevi periodi, governi di unità nazionale e “del presidente”. Ma stavolta è diverso: non sono stati i partiti maggiori a prendere atto dello stato d’eccezione in cui versa il Paese e a scegliere di conseguenza. Non di unità nazionale si tratta, ma di un governo imposto dall’alto a leader pericolanti che hanno fatto buon viso a cattivo gioco, nella speranza di sopravvivere al terremoto. Come ha scritto Ezio Mauro, la politica ha abdicato alla tecnocrazia. Cedendo il passo a una sorta di “dittatore benevolo” (cito Michele Salvati, convinto estimatore di Draghi).Qui veniamo alla posizione imbarazzante in cui si trova il Pd. Senza bisogno di aspettare i futuri libri di storia, immagino sia chiaro ai suoi dirigenti quali son stati i settori dell’establishment che hanno manovrato affinché la ricostruzione post-Covid non toccasse a un governo Conte sbilanciato a sinistra. Lo hanno abbattuto alla luce del sole. Che intorno a Draghi e ai suoi prossimi ministri, per lo più sconosciuti, possa formarsi una nuova classe dirigente in grado di riformare lo Stato, fronteggiare lo spettro della povertà e riconvertire un’economia malata, per ora è solo un atto di fede. Ancor più arduo è confidare in Draghi come regista di nuovi schieramenti.

Mattarella gli ha chiesto di formare un governo fondato su una maggioranza bipartisan. Malvolentieri, ma M5S e Pd l’hanno accettato. Dovranno convivere con la Lega, dopo aver digerito Berlusconi, avendo Salvini confermato di essere disposto a cambiare le sue idee con la stessa frequenza con cui si cambia le felpe. Del resto il Pd (come il M5S), sul tema immigrazione, da Minniti in poi, si era già dimostrato subalterno alla propaganda salviniana.

Padellaro e Travaglio rivendicano di aver considerato Salvini sempre e solo un “cazzaro” anche quando, seduto al Viminale in divisa da poliziotto, esaltava e catalizzava in nome della “cattiveria necessaria” l’odio per gli stranieri diffuso nella nostra società. Resto convinto che il riconoscerne la spregiudicatezza di leader senza principi vi abbia indotti a sottovalutarne la pericolosità. Sbagliavamo a denunciarne i comportamenti razzisti e le strizzate d’occhio ai fascisti? Non credo proprio: prima di incespicare nel suo stesso trionfo elettorale (34% nel 2019) mancò poco che portasse a compimento il disegno putiniano della “democrazia illiberale”. Poi cominciò il suo declino, che sembra averlo addomesticato. Dentro al governo Draghi, resterà imprigionato come gli altri. In attesa che la Lega trovi un sostituto.

°°°°°°°°°°°°

(Marco Travaglio) – Caro Gad, premesso che il copyright dei compagnucci è di Alberto Sordi-Mariopio “compagnuccio della parocchietta”, io ho il massimo rispetto per chi, come te, considera o considerava Salvini un fascista ecc., anche se penso che il fascismo sia una cosa troppo seria per un cazzaro che ricorda più Ridolini che Mussolini. Ma non ho alcun rispetto per quasi tutta l’intellighenzia di sinistra che s’è fatta bella per tre anni con la finta Resistenza anti-salviniana da salotto (televisivo e non) e ora tace sul centrosinistra che va al governo con Salvini. Anzi, acconsente. Anzi, applaude.

58 replies

  1. Non solo tace o applaude, ma se uno manifesta un certo disagio (De Petris, Fornaro) proprio non lo capiscono: ma qual è il disagio? (cit. ADA)
    E poi rivendicano per sé una “storia progressista”.

    Piace a 3 people

  2. “il PEZZO di mer_de verde fascio-leghista era e resta un pericolo”

    è VERO, resta un pericolo, insieme ai PENNIVENDOLI a libro paga come te, EBREO che USA gli EBREI per far soldi per sè (ed ESCLUSIVAMENTE per sè).

    Sei il saviano Ebreo che usa il pezzo di merd_da verde, che è un pezzo di mer_da verde, per far soldi per sè.

    E’ un po’ come usare un pedofilo o uno stupratore per dire che siamo persone perbene. E IN PIU’ TI PAGANO per dire ste’ STRoNZATE.

    Di soldi (italiani) ne hai fatti tanti, tra raccomandazioni, lecchinaggio, strofinagggio e paraculaggio, usando SEMPRE (nota bene) l’etichetta di EBREO per pararti il culo di chi il culo ce lo ha lasciato per davvero, nei campi di sterminio.

    lerner, non fai nemmeno schifo. Sei come le merde di dei cani i cui padroni (i salvini) non solo non le raccolgono, ma le lasciano putrefare dinnanzi ai cancelli d’ingresso degli altri, ovviamente TUTTI INCAZZATI.

    Oppure no, FINTO ebreo di sto ca@@o?

    "Mi piace"

    • razzista merdoso figlio di nessuno, concepito in una latrina
      che caxxo c’entra la religione adesso?
      soldi italiani? imbecille, tu sei quello che imbratta i muri con la croce nazi o celtica
      sei una fogna
      torna nella cloaca che ti ha cagato

      "Mi piace"

      • sono razzista contro lerner. MOLTO RAZZISTA contro lerner, che USA GLI EBREI.

        E li ha SEMPRE USATI. PER SE STESSO E SOLO PER SE STESSO. E ci ha fatto un SACCO di soldi, sempre per se stesso.

        Ti facevo intelligente, sei un IDIOTA.

        "Mi piace"

      • Hai un concetto molto elastico del termine “tutti”! D’altronde cosa aspettarsi da un IDI0TA che esibisce a TUTTI la sua intelligenza, ma che ormai riesce a farlo credere solamente alle due barboncine, ché sono della sua stessa pasta (marrone). Tornatene a zappare la terra al paesello natio che qui al Nord non ti vogliamo: fai solo danni! Sciò, sciò (cit.)…

        "Mi piace"

      • Ti ringrazio del pensiero, ma qui dalle nostre parti facciamo ancora le cose come Natura comanda, le striscioline di cacca ci lasciano del tutto indifferenti: non ci attirano punto…

        "Mi piace"

      • Questo è il vostro dramma: tra il serio e il faceto pensate di saperla lunga perché fate su e giù per Infosannio come la pelle del cazzo, in realtà non sapete proprio una beata minchia! Sai come si dice: Dio, Patria e Famiglia. Il primo è inalterabile, la terza non esite più, la Patria, con dentro quelli come te e le barboncine, per il sottoscritto, prima se ne va a fanculo, meglio è: altro che mascherine! Il tempo sta per scadere, c0gli0ni!

        "Mi piace"

    • Ecco affiorare l’anima nera, PROFONDAMENTE E INTERIORMENTE FASCISTA di questi ottusi pentafessi.
      Come sia mai accadere che mi sia ritrovato di fianco questi pessimi elementi solo Grillo lo sa.
      Ma mi sono ripreso dopo la botta ricevuta firmando il contratto con la lega LADRONA.
      Se Berlusconi e la sua banda avevano il 55-60% di consenso attraverso una propaganda tutta concentrata sull’anticomunismo, rilanciata dal suo impero mediatico di tv, radio e giornali, è ovvio che dopo il suo ridimensionamento questi ignorantoni abbiano cercato altri approdi.
      La stronzata Ne di destra Ne di sinistra ha portato tanti di loro ad abbracciare il M5S.
      Ora potete tornare nei partiti fogna di riferimento, la LEGA LADRONA E I FRATELLINI DI TAGLIA PREGIUDICATI.

      Piace a 1 persona

      • “La stronzata Ne (sic!) di destra Ne (sic!) di sinistra ha portato tanti di loro ad abbracciare il M5S. Ora potete tornare nei partiti fogna di riferimento, la LEGA LADRONA E I FRATELLINI DI TAGLIA PREGIUDICATI.”: idem per voi, nei vostri partiti fogna di riferimento, PIDI0TI RIMBAMBITI E LEUCEMIE (cit.) VARIE.

        "Mi piace"

      • Jerome e Adriano
        Commenti da vomito. Appena gratti un po’ecco che viene fuori il pus.
        È gente infetta dentro, marcia, che non può tirar fuori altro che quello che ha.

        "Mi piace"

  3. Salvini va tenuto fuori. Già il M5S ha fatto troppi regali e troppe minchiate quando ci governava insieme, non ultime l’aver fatto partire lo stop alla prescrizione dal 2020 invece che dal 2019 e aver votato __GRATIS!__ a favore di Salvini. Almeno gli avessero chiesto preventivamente il voto sulla cancellazione del TAV! Sarebbe stato il minimo.
    Il periodo di Di Maio zerbino del Lazzaro verde resterà una macchia indelebile a vita…

    Piace a 1 persona

    • ti faccio notare che il piddi è solo meno peggio del cazzone evasore a 15k al mese che rutta e scoreggia h24 mentre mangia la nutella pagata da ME, perchè gliela pago io.

      SOLO meno peggio. Basta vedere la de micheli, una che dovrebbe vendere la mortadella in un supermercato di periferia la domenica mattina.

      Piace a 1 persona

    • Angelo,
      Alcuni giornali, non il FQ, hanno scritto oggi che ieri Draghi ha calato le carte e Salvini calato le braghe.
      Pare che gli abbia detto chiaramente se entri sappi che
      No flat tax ma progressione
      No condoni, ma durissima lotta all’evasione (fusse ca fusse la vota bona)
      Sì diritti civili (ciao Orban)
      Sì diritti umani (ciao porti chiusi)
      Lui parrebbe aver accettato tutto.

      Un fondo di verità sembra esserci perché ieri il Kapitone ha cominciato a portarsi avanti parlando di democrazia d’Europa e robe così.

      Piace a 3 people

  4. Ho appena sentito Richetti – Azione dire :
    Il programma di Draghi è
    Recovery plan
    Vaccini
    PA
    Scuola
    Riforma della giustizia CIVILE non penale !
    Se lo ha detto a Richetti , lo avrà detto anche a Grillo

    Chi voleva riforma Bonafede , si metta il cuore in pace, sarà per un altra volta,

    Piace a 2 people

    • Però vuoi mettere il ministero della transizione energetica?
      Che non si sa bene che cazzo sia?
      Nel settore delle rinnovabili e del risparmio energetico serve solo una legge ben concepita, non come l’ecobonus, e questi pensano ai ministeri.
      Ripristinassero il 50% e riprenderemmo a lavorare, e lo Stato a risparmiare.
      L’ignoranza e l’incompetenza al potere.
      Ottenere un ministero li renderà più morbidi su altri temi.
      Ora, a meno che non si è militanti e famigli sulla griglia di partenza per imboccare nell’agognato posto fisso, il militante per passione e l’elettore e il cittadino, che cosa ci guadagnano?

      "Mi piace"

  5. Dato l’argomento vorrei tornare sull’operato del dimenticato (di proposito?) Renzi. Appare chiaro infatti che,anche in base a sue dichiarazioni, l’avvio e lo sbocco attuale della crisi era programmato da tempo, e non credo tutto ciò sia stato impostato per antipatia verso Conte o per nascosti fini politici. Penso invece che Renzi sia stato una specie di “inviato” dell’Europa (anche in vista di una sua collocazione internazionale dato che in Italia ormai è “bruciato”) per agevolare la costituzione di una specie di catena di controllo sulla spesa dei fondi in arrivo,e non datemi del complottista…non stiamo parlando della spectre ma di soldi da spendere bene ( secondo loro). .se così fosse,ottenere il controllo su un superministero con grandi capacità di spesa sarebbe comunque un buon risultato ( ed e’ ovvio che il restocomunque non debba essere tralasciato,prescrizione ,reddito ecc)

    "Mi piace"

    • Non dell’Europa ma dei soliti poteri marci: Confindustria, mafie e Vaticano.
      Ammesso che si possano considerare 3 entità diverse.😆

      209 mld sono come una gigantesca torta che ora, grazie al cazzaro di Rignano, si trova a disposizione di quelli con le zampe abbastanza lunghe e pelose per arraffarla. (cit. Tex Willer)

      Draghi dovrà solo fare le porzioni.🙂

      "Mi piace"

  6. E la giravolta di Salvini che voleva andare a votare?

    La mascherina con la scritta “la parola agli italiani”?

    Saviano che dice? E Marianna Aprile?

    Come nel 2013, stesso film.

    "Mi piace"