Nuovo Devoto Draghi

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Ammucchiata. Classica definizione per un governo che mettesse insieme destra, centro e sinistra, europeisti e antieuropeisti, flat tax e patrimoniale, porti chiusi e aperti, un nove volte prescritto e gli abolitori della prescrizione, un corruttore seriale e gli autori della Spazzacorrotti, un frodatore fiscale e i fautori delle manette agli evasori, propugnatori dei sussidi e avversari del Sussidistan, Confindustria e quelli del Reddito di cittadinanza-salario minimo-decreto Dignità, autori dei Dpcm e nemici dei Dpcm, partigiani anti-dittatura sanitaria e dittatori sanitari, “chiudere tutto” e “riaprire tutto”, ambientalisti e cementificatori, Greta e Attila, No Triv e trivellatori, No Tav e partito dei cantieri, antimafia e Dell’Utri-Cosentino-Giggino ’a Purpetta. Ma ora si chiama “unità nazionale” e “salute pubblica”. Draghi è come Dash: lava più bianco.

Bibitaro. Luigi Di Maio prima dell’avvento di Draghi. Ora invece è “il ministro che ha svolto un lavoro di raccordo proficuo nel preparare un governo Draghi spesso sfuggito ai media” (Gianni Riotta). Quindi non erano bibite: era Dom Pérignon Rosé Vintage 2000.

Compravendita. Se a Conte mancano quattro voti al Senato per la maggioranza assoluta dopo la fiducia di tutto il Parlamento e spera in quattro voltagabbana spaventati dalle urne, è “compravendita”. Se Draghi trova interi partiti voltagabbana spaventati dalle urne per far nascere il suo governo, è “salvare il Paese”.

Crisi. Se un governo lavora meglio del resto dell’Ue su Covid, vaccini e scuola, strappa 209 miliardi di Recovery e poi viene fatto esplodere da un kamikaze col 2%, la colpa non è del kamikaze col 2%: è del governo fatto esplodere, cioè delle vittime. E si chiama “fallimento di Conte” e “crisi di sistema” (Cacciari&Giannini).

Faccia (ci mettiamo la). Espressione salviniana che sta per “mettiamo il culo su un paio di poltrone perché abbiamo la faccia come il medesimo”.

Fascisti, antieuropei, populisti, razzisti, sovranisti. Sono la Lega e FdI secondo il Pd, LeU, Iv e Stampubblica. Ma se vanno con Draghi, scatta l’amnistia: “In 24 ore Salvini è diventato europeista!” (Orlando). Non è la sinistra che deve vergognarsi di governare con lui: è lui che è diventato buono. Ora può salire sulla nave di Carola a prendere il sole con Delrio, Orfini, Fratoianni e Faraone. Fino al prossimo sbarco.

Generali. “Non si cambiano i generali in guerra”, disse sette giorni fa Mattarella. Ora li cambia tutti: o la guerra è finita, o “i tedeschi si sono alleati con gli americani” (Sordi, La grande guerra).

Incoerenza. Pd e LeU che dicono “mai con Salvini” e poi ci vanno. Il M5S che dice “mai con B.” e poi ci va (e viceversa).

La Lega che dice “mai con Pd e M5S” e poi ci va. Tutti classici modelli di incoerenza. Ma non se c’è Draghi. “Che populisti nazionalisti di M5S e Lega maturino verso posizioni raziocinanti, progressiste, europee è un bene per il Paese. Maturare è la miglior virtù in politica, pessimo intignare negli errori per falsa ‘coerenza’. Non irrideteli, ma spronateli sulla giusta strada” (Riotta). La libera stampa è pregata di sostituire “incoerenza” con “falsa coerenza”, “bene per il Paese”, “virtù”, “giusta strada”.

Incompetenti. Tutti i ministri dei governi non-Draghi. Ma, se gli stessi emigrano nel governo Draghi, diventano premi Nobel ad honorem. Per contagio.

Migliori (governo dei). Il segnale convenuto sarà Giggino ’a Purpetta che fa la dichiarazione di voto per la fiducia a Draghi.

Mes. Prima a non volerlo erano quei puzzoni di Conte, 5S, Lega e FdI (oltre a tutta l’Ue). Ora pare non lo chieda neppure Draghi. Ma il suo modo di non chiederlo è ben diverso da quello degli altri: un no europeista, molto tecnico.
Paletti. Avete più sentito parlare di prescrizione, Servizi, Mes, Ponte, task force, 4 ministeri, Boschi, Bellanova, via Gualtieri, Bonafede, Azzolina, Arcuri, Tridico, Parisi, Benassi? Ecco, appunto.

Programmi. Un tempo si diceva: prima i programmi, poi le formule e i nomi. Errore, prendere nota: prima i nomi e le formule, poi i programmi, se resta tempo.

Ritardi. Se Iv dal 5 dicembre a oggi blocca il Recovery Plan da presentare il 30 aprile, “Conte è in ritardo col Recovery”. Se le consultazioni di Draghi vanno a rilento per due o tre giri e il Recovery Plan non se lo fila nessuno, niente fretta. Anzi, siamo in anticipo.

Spread. Conte lo ereditò a 237 punti (1.6.2018) e lo lascia a 105 (3.2.2021), ma nessuno se ne accorse. Con Draghi è sceso da 105 a 98 e tutti gridano al miracolo (“Spread verso quota 50”, arrotondando un po’). Il famoso spread intermittente.

Trasformismo. Se Conte e i 5Stelle governano prima con la Lega e poi con Pd e LeU, è “trasformismo”. Se Draghi governa contemporaneamente con 5Stelle, Lega, Pd e LeU, è “coesione”.

Vulnus democratico. Sinonimo di Conte, reo di essersi confrontato col Parlamento 37 volte in 16 mesi e di aver fatto il Recovery Plan in 19 riunioni fra i ministri. Ma ora, con un governo nato sul Colle all’insaputa del Parlamento e un premier mai indicato da alcun partito, da appoggiare al buio, “prendere o lasciare”, il vulnus è sanato.

Zingaretti. Segretario del Pd inviso ai Saviano e alle Concite in quanto troppo destrorso, sbiadito, “ologramma” perché stava con i putribondi Conte&5Stelle anziché con Enrico Berlinguer. Invece, ora che governa pure con Salvini, è Che Guevara.

112 replies

      • Lettura illuminante del trasformismo dei partiti e dei loro leader : “per salvare l’Italia” serve un Draghi. Ma ormai non frega più niente a nessuno se anche questo prossimo primo ministro non è mai stato eletto da nessuno, mentre di Conte è stato detto di tutto. Alla fine ai politici e ai giornalisti basta saltare sul carro. Non importa se poi andrà un po’ a dx e un po’ a sx, l’importante è che arrivi al malloppo!

        "Mi piace"

    • Il riferimento cinematografico è sbagliato: ( Sordi, ” Tutti a casa”).
      Non ho apprezzato affatto l’adesione di Grillo: spero fortemente di sbagliarmi.
      Vedremo come andrà la revoca della concessione autostradale ( sarà la prova del nove sulla volontà
      di lotta a certi poteri ).

      Piace a 3 people

      • Il teatro dell’incoerenza della politica ma soprattutto della inaffidabilità dei media servili come sempre alle lobby ha ripreso il suo squallido spettacolo

        "Mi piace"

    • Col senno di poi, mi tocca precisare che avrò cura di inserire a mano, nell’apposita appendice “Addenda et Corrigenda” del “Devoto” in questione, la voce ‘deliri notturni’ della(?) troll sottostante…

      "Mi piace"

  1. La cosa gravissima è sentire grillo dopo 10 anni in giro per l’Italia, energie spese a raccontare il peggio della politica e dei politicanti mafiosi uscirsene con : la via dell’insuccesso sicuro è accontentare tutti!!!!!
    Egregio grillo per quello ci sono i partiti, ognuno portatore e difensore di propri interessi, cosa pensava in questi 10 anni che tutti gli italiani le venissero dietro? Quello si chiamava pifferaio magico e accorsero dei topi.
    Appoggiare draghi con renzi e berlusconi è del peggior Bertinotti, una vita a spacciarsi difensore degli operai per poi ritrovarsi con la cravatta in cachemire alla festa della contessa a Parigi, appena appena seduto sul più alto scranno della Camera
    Non vorrei fare errori ma credo che dopo pochissimi anni il partito si è dissolto
    È vero, Bertinotti gira con la scorta e la mega pensione e gli operai chissenefrega sono sempre in mezzo alla strada.
    Egregio grillo lei è stato votato non per innalzarlo economicamente, ma perché portatore di valori, ideali completamente diversi da quel marciume
    Lei crederà di fare il furbo, portandosi dietro la parte grossa del malloppo oggi
    Ma si ricordi che il 2023 è molto vicino e quel che oggi le pare oro, fra due anni sarà ottone
    E non vorrei essere nei suoi panni….
    Saluti

    "Mi piace"

    • Io invece vorrei avere i suoi soldi! Taci idiota senza panni ! E cerca di coprirti bene! Poiché la notte è oscura e gelata!!

      "Mi piace"

    • Gentile, concordo. Lei ha perfettamente ragione. Entrando nel minestrone Draghi il vero kamikaze è Grillo, perché porterà di fatto all’esplosione sua e del movimento. Inizio a pensare che ciò che vuole sia “io ti ho creato, io ti distruggo”. Il movimento aveva un compito semplicissimo, ricompattarsi intorno a Conte e andare all’opposizione di questa cozzaglia nata intorno a Draghi (e impallinarlo ad ogni contraddizione) . Per passare all’incasso alle prossime elezioni. Invece al momento solo la Meloni ha capito la giusta strategia. Spero che il mio voto non sia andato per vedere il movimento allearsi con i delinquenti probabili stragisti, con i ladri, con le bolle di sapone pericolose, con i padroni ed i loro cani da riporto, con i vecchi politicanti e il loro non fare un cazzo per la gente. Perché io dentro l’urna non dimentichero’.

      "Mi piace"

      • È vero, la Meloni è quella messa meglio, però è stata all’opposizione fin’ora e non ha nè contribuito a scrivere il Recovery plan nè si trova ad vere risultati, ottenuti in questi due anni, da proteggere, quindi ce la troveremo con un numero di voti ancora maggiore probabilmente perché continuerà a recitare la parte che ha recitato fin’ora. I 5stelle invece, se vogliono assicurarsi che il Recovery plan non subisca d’improvviso qualche cambiamento radicale, cosa che in realtà non credo possa succedere ma magari mi sbaglio, e se vogliono assicurarsi che decreti come il blocca prescrizione non vengano tolti con un governo dove stanno dentro tutti quelli che hanno remato contro i loro provvedimenti fino ad oggi, l’unica cosa che possono fare è andare nel governo e cercare di controllare la situazione da dentro. Alcuni dicono che avrebbero potuto “controllare” anche stando all’opposizione, io sinceramente credo che si possa fare molto di più da dentro, anche perché se il governo nasce vuol dire che ci sono i numeri, e se ci sono i numeri non cambia nulla se voti contro a un provvedimento. Di sicuro se stessero fuori dal governo salverebbero di più la faccia, ma in realtà si trovano, come sempre in politica, in una situazione dove come ti muovi sbagli. Perché se entrassero al governo dovrebbero spiegare agli elettori il perché sono andati con Berlusconi salvini e compagnia bella, ma anche stando fuori dovrebbero spiegare perché non hanno voluto difendere i risultati ottenuti fino ad oggi rischiando di mandare in frantumi quello che hanno ottenuto fino ad oggi, in particolare il Recovery. Senza tenere conto che entrando possono dare un contributo ad argomenti come la fine del blocco dei licenziamenti che ci sarà. Certo, se non appoggiassero il governo e si andasse magari alle elezioni il Recovery non potrebbe più essere modificato probabilmente per mancanza di tempo. Ma credo che non sia il momento migliore per votare.
        Poi abbiamo il PD e Salvini che si scavano la fossa ancora di più entrando al governo perché anche qua devono spiegare il perche vogliono andare al governo gli uni con gli altri.
        Però alla fine se si tratta di governare magari qualche mese per poter poi andare alle elezioni, dato che non è il momento migliore questo, non vale la pena sporcarsi un po’ le mani?

        Piace a 2 people

      • Gentile, se il suo commento è in risposta al mio, evidentemente lei è quantomeno confuso e non ha ben chiara l’importanza che ha sempre avuto di Grillo nel movimento, seppure non eletto. Cordialmente.

        "Mi piace"

    • Fabio
      Bravo, purtroppo i fanatici acefali sono acefali. grillo tiene famiglia e pure inguaiata, deve obbedire o tacere,

      "Mi piace"

      • E quindi dove stanno i vantaggi che Grillo perderebbe se i deficienti come voi non lo votassero più,ma quando mai lo avete votato???perderebbe lo stipendio?? Il posto da parlamentare??qualche altra poltrona?
        Grillo.si era già messo da parte,se nn fosse stato per il bomba ce lo.saremmo.anche scordato come stavamo già facendo

        "Mi piace"

    • Fabio,
      Sbertucciare ogni tanto il lestofante Bertinotti e ricordarci che elementi circolano, anche nella cosiddetta sinistra, è titolo di merito. Complimenti

      "Mi piace"

    • Fabio e Asdrubale
      Intervengo solo per unirmi totalmente al punto di vista di Asdrubale, peraltro già espresso in vari post nei giorni trascorsi. Primo obiettivo, salvare i buoni risultati ottenuti, e questo non lo fai ululando alla luna dall’ opposizione. E poi, in ultima istanza, si può sempre staccare la spina se le forze reazionarie insistono troppo

      Piace a 1 persona

    • fabio, la POLITICA ,si fa con le idee e col pragmatismo. Tutto pero’, ALLA LUCE DEL SOLE, spiegando perbene tutti passaggi.. Altrimenti e’ tutto un’ altra cosa : io vorrei. tu vorresti, egli vorrebbe, noi ……Per fare Politica ci vogliono delle qualita’ come per ogni mestiere. Si mestiere, non atto di “fede”.

      "Mi piace"

  2. Che dite!
    Gigino o bibitaro lo leggerà?
    E se lo leggerà, avra la faccia tosta di appoggiare questo draghi di komodo compreso tutto il bestiario di contorno e ripresentarsi in pubblico?

    "Mi piace"

    • Io non so chi sei e da dove vieni! So che sono costretta a leggere i tuoi commenti idioti! Poiché sono infortunata gravemente mi tocca persino leggere le puttanate che scrivete in troppi! Ne farò a meno! Certo che si ! Ho fatto a meno degli antidolorici ! E sto molto meglio !!Ma voi avete una seria malattia! La tifoseria e quella che vi rovina.

      "Mi piace"

  3. Alla voce “Generali”, Travaglio ricorda la “porcata storica” proferita da Mattarella non più tardi di una settimana fa con quel suo monito che “Non si cambiano i generali in guerra”.
    Cercasi volontario che gli impartisca un doveroso ripasso di storia “patria”. Visto che forse non ricorda quanto gli effetti benefici della sostituzione del generale Luigi Cadorna con Armando Diaz, dopo la disfatta di Caporetto, contribuirono a sovvertire l’esito del primo conflitto bellico (La Grande Guerra). La tremenda “omissione” storica di Mattarella sarà mica originata dal fatto che Caporetto (Kobarid) si trovi ora in una patria che non è la sua, cioè quella slovena?

    Piace a 1 persona

    • Bel riferimento storico, complimenti.
      Speriamo che la giusta metafora sia Luigi Cadorna sostituito da Armando Diaz.
      Ma potrebbe essere pure Armando Diaz che sostituisce Luigi Cadorna.
      Sarà l’esito della guerra a dircelo.
      Per il momento anche la più suggestiva similitudine rimane pur sempre una ipotesi.

      "Mi piace"

    • Un altro storico di riferimento!! Ma tu sai che anche ammesso tu ci porti la ” storia!” Non te c.. nessuno!

      "Mi piace"

  4. Travaglio sei divertente.
    Compro il FQ dalla sua nascita ed ho pure tre tuoi libri.
    Però ti sei fermato all’orizzonte della punta del tuo naso questa volta.
    Ci saranno provvedimenti impopolari da prendere e paradigmi da rivedere.
    Credo che il Presidente Mattarella sia stato previdente a richiedere in questi passaggi una coesione nazionale chiamando a raccolta pure l’opposizione per “depotenziarla”.
    Per esempio quali iniziative bisognerà intraprendere allorquando verrà a scadenza, il mese prossimo, il blocco forzato dei licenziamenti?
    E come si risponderà a tutti i ristoratori che saranno destinati a chiudere definitivamente, sempre che sappiano resistere durante questa lontana e lentissima ripresa? Se lo Smart working da casa prendesse piede sparirebbero molti posti di lavoro nella ristorazione, nel catering delle mense aziendali. Meno persone in giro per lavoro condizioneranno anche le reti dei trasporti pubblici.
    E la sanità dovrà continuare ad essere gestita così male dalle regioni o vorranno centralizzare nuovamente alcuni passaggi?
    E si potrebbe intervenire dal centro avendo contro la maggioranza delle regioni in mano alle opposizioni?
    Sicuro sicuro che sarebbe stato più proficuo per la coalizione PD Leu M5S governare con un muro contro muro verso questa destra sostenuta dalle TV del nano pedomafioso?
    Se pure tu fossi attratto dai toni belligeranti del fallito falegname e teppista a tre ruote in tour, accomodati.
    Se però fossi lungimirante ti accorgersi che potresti raggiungere qualche risultato anche consistente sul piano economico, tipo l’abolizione della costosa e inutile quota 100,con un ritorno finanziario pari a quello del MES e con il voto della lega che, restasse all’opposizione, avrebbe incendiato ancor di più la sua propaganda speculatrice.
    Non do lezioni a nessuno, mi limito ad analizzare il contesto e proporre soluzioni pragmatiche.
    Poi è chiaro che tu, MT, abbia accusato il colpo.
    Spero di non ritrovarti, a breve, affianco della fascio coatta ricottara con le rotelle e del Geppetto reporter e scrittore. Che sulle storie dal Sudamerica ti ha tirato una sola.
    Su su, animo e non sbagliare obiettivo.

    "Mi piace"

    • @Jerome B.

      “Se pure tu fossi attratto dai toni belligeranti del fallito falegname e teppista a tre ruote in tour, accomodati”

      Attento, ti stai giocando i tuoi superpoteri catartici!

      "Mi piace"

      • Tu guarda che ci sono un sacco di coglioni che si mandano affanculo ogni santo articolo di Travaglio! Non potete andare a giocare fuori !! Fatevi dare un campetto di calcio a 5 .. basta che smettiate! ! In alternativa sfogatevi nella ruota del criceto!!

        Piace a 2 people

    • Jerome b. Io non sono per niente d’accordo, in campo si gioca in due uno vince e uno perde
      Il secondo accetta la vittoria e il primo esalta le sue qualità.
      Il tuo modo di fare è esaltare lo sconfitto e diventare mediocre
      Tu devi fare muro contro muro! Io non voglio tassativamente accettare il tuo buonsenso e sedermi con chi si spaccia eccellenza sanitaria e poi fa il record mondiale di morti! Questa non è lungimiranza, si chiama ipocrisia
      La juventus è nove anni che vince lo scudetto, tu invece ti mischi da interista e racconti di rubentini arriva la var e rivince la juventus.
      Perché si è preso il 33%?
      Ci sono stati errori? Possibile, ma i 5s debbono avere il beneficio di inventario.
      Chi sono gli incapaci? Conte che fa il lockdawn o boris Johnson che da dei lavativi agli italiani?
      Qui tu stai parlando di draghi plurilaureato, cosa centra oggi? Cosa centrano le lauree oggi quando hai bisogno di voti(ogni voto è portatore di interessi) e devi mediare! Conosci draghi come mediatore o come economista?
      Renzi e berlusconi danno la fiducia a scatola chiusa vuoi farmi credere?
      Per quel che ho visto in questi 2 anni, in politica 100 volte meglio dimaio( anche se sono molto deluso) che draghi!!!
      Tu forse parli da laureato, quindi sei un tecnico, non sei capo d’azienda!!!!! Vedere l’affare indirizzare il proprio futuro non si sposa con il libro!!!!
      Tu difendi draghi come esperto tecnico, che sarei fesso a darti contro, ma qui devi mettere assieme il polo nord e il polo sud.
      Perché ha benedetto l’acquisto da parte mps di anton veneta? Perché era stata una scelta politica e lui zitto a cuccia ha firmato.
      La politica è un’altra cosa
      O si è della juve, o si è dell’Inter o si è del milan
      Si accettano le regole e si emula il migliore
      Non si diventa, se ami questo sport, (la concorrenza è l’anima, la competizione e vitale per migliorarsi) tifosi di entrambe le squadre
      Così diventi monopolista e ti siedi
      E gli atleti africani, slavi e american latini ti portano via la maglia da titolare…

      "Mi piace"

      • @Fabio
        Sarà l’orario, ma non ho capito un caxxo di quel che hai scritto.
        E ti chiedo cortesemente di non tirarmi fuori esempi calcistici, perché sono un abbonato (quest’anno ovviamente no, purtroppo) della mia STREGA. Qualunque sia la strisciata da te citata per me pari sono, perché entrambe LADRE.

        "Mi piace"

      • Ma tu vedi che questi si parlano senza capirsi ! E vanno avanti a scrivere puttanate che non capiscono ! Tutti a nanna! La ricreazione è finita!

        "Mi piace"

    • Un altro fine analista!!se invece di scrivere solenni cazzate! Andate invece a ranare i prati ! Sarebbe utile e divino !

      "Mi piace"

      • Jerome, io leggo il tuo post e ho cercato di risponderti( la sig. Ra elena non ho capito con chi è arrabbiata, ma va be, non ho voglia di polemiche) il fatto che tu dica sono della strega il resto ladre.. (parlando di calcio) mi spiega il tuo post sopra
        Critichi travaglio e elogi Mattarella perché ci saranno problemi prossimi futuri( ho letto bene?) e la soluzione tua è : tutti dentro, ci dividiamo le colpe o i pregi e vissero felici e contenti. Così ragiona un dipendente( scusami se mi permetto, non conoscendoti, rimani un laureato, no una partita iva)
        Io credo che invece la strada da scegliere la debba indicare qualcuno no tutti.
        Ritengo sia in corso un golpe
        I problemi futuri li deve gestire Conte.
        Hai paura della tv, giusto
        Ma credimi mai draghi, renzi e berlusconi andranno a parlare vis a vis in una protesta come avvenuta a Taranto all’ILVA. BERLUSCONI con il covid-19 è scappato in francia tu ed io siamo rimasti in tricea!!!
        Tu pensi di essere lungimirante?
        Il 2023 è dietro l’angolo e secondo me vai a fare la fine di bertinotti, tu puoi essere contento, via i bibitari dentro laureati(i 5s sono il gruppo con più laureati) io da elettore e padre di figli, no
        Può essere che grillo e dimaio fra 3 anni girino con mega pensioni e con la scorta, a me interessano, (salute permettendo) i prossimi 20 anni, e i valori dei 5s.
        E credo che il direttore MT voglia dire questo
        Sempre piacevole leggerti

        Piace a 1 persona

      • @Fabio
        Grillo NON È un parlamentare. La pensione che percepisce sarà commisurata ai contributi versati durante la sua carriera d’artista.
        Avresti voluto che a risolvere i problemi fosse stato Conte, anche con problemi impopolari, in modo che al prossimo giro le destre già al potere nelle regioni superassero il 60% in parlamento, avendo così la possibilità di STRAVOLGERE LA COSTITUZIONE IN SENSO CRIMINALE E SENZA PASSARE DA UN REFERENDUM?
        NO, anima pura, perché questi oggi veramente sono nelle condizioni di non fare prigionieri e, una volta impossessatisi della RAI… Buonanotte.
        Col rischio del ritorno alla galera per gli oppositori politici, da loro ritenuti, con nuove leggi criminogene, al pari di terroristi sovversivi.
        Ecco, se c’è un aspetto che contraddistingue una parte dell’elettorato a 5 Stelle è l’ingenuità, la buonafede, l’innocenza nel credere che vi sia rispetto delle regole da parte di criminali implacabili annidati fra l’opposizione.
        Invece di avventurarsi in classificazioni psicologiche del sottoscritto dovresti curare la tua predisposizione fanciullesca, utopistica, la tua fiducia illimitata verso il prossimo.
        Io che non mi sento come te, così Santo e Beato, per gli innumerevoli esempi criminali di una certa politica, preferirei un confronto in cui loro arrivassero con le mani legate dietro la schiena di fronte al soggetto più carismatico che abbiamo in Italia. L’unico di fronte al quale pure tedeschi e francesi si approcciano con reverenza.

        E poi una domanda a te e a tutti.
        Ma Di Battista, a parte aver cercato di spaccare il suo partito ultimamente in più occasioni, cos’ha finora combinato nella vita?
        Io me lo ricordo come gagliardo frontman sui palchi, come irrequieto alunno incapace di restare seduto nei banchi a scuola quando era in senato.
        Come aspirante reporter con lavori di poco successo nei viaggi in Sud America e in Iran.
        Come minaccioso scrittore di verità inconfessabili sui bambini di Bibbiano, al livello di un Salvini che, dopo l’uso sciacallesco fatto delle storie in campagna elettorale ha abbandonato tutto, lasciando strada alla magistratura che in silenzio sta portando avanti le sue indagini.
        Di Battista che si unisce a teppisti francesi assieme ad un bi-ministro italiano in carica, provocando una crisi diplomatica fra i due stati confinanti mai esistita dalla fine della seconda guerra mondiale.
        Di Battista Apprendista falegname assenteista.
        Dibba bisognoso di un reddito e delle luci della ribalta, che è continuamente avvolto fra i dubbi su quale sia la scelta più premiante per il suo futuro, se unirsi ad altri velleitario rivoluzionari duri e puri di comprendonio tipo pappagone, oppure tornare alla guida del M5s, riposizionandolo nell’irrilevanza autoreferenziale, ripudiando le aperture programmatiche A SINISTRA attuali anche per la sua incapacità di mantenere buone relazioni.
        LUI lo sa che sarebbe sopportato più che accettato.
        Ha bisogno di un reddito, sperava in un incarico di governo con il Conte Ter e se il partito non glielo trovasse si trasformerebbe in una mina vagante per spaccarlo e disintegrarlo, COME LEGGO NEI COMMENTI IGNORANTI DEI SUOI PICCOLI FANS CHE SI ESIBISCONO SU QUESTO BLOG.

        Piace a 1 persona

    • “Meno persone in giro per lavoro condizioneranno i trasporti pubblici”.Ma dove vivi? Non hai mai viaggiato in un treno dei pendolari vero? E allora non è meglio stare zitti???

      "Mi piace"

      • Che saccente del caxxo.
        Meno persone in giro vuol dire ALLOCARE DIVERSAMENTE I FONDI DESTINATI ANCHE AL POTENZIAMENTO DEL TRASPORTO PUBBLICO.
        Parere personale, puoi potenziare la frequenza di passaggio dei treni la mattina, ma potresti pure pensare ad inizi scaglionati degli orari per quartieri, città o tipo di attività economica per evitare un’eccessiva pressione di fantozziana memoria.
        Se tanti tipi di lavoro d’ufficio puoi svolgerlo da casa, perché azziffarsi e dannarsi a viaggiare come bestie?
        HAI LA CAPACITÀ DI VISIONE DI UN Salvini, quello che mentre l’Europa ti finanzia con miliardi, anche a fondo perduto, una transizione verso la GREEN ECONOMY, lui parla di TRIVELLAZIONI NEL MAR ADRIATICO.
        Una società sempre più Digitale farà viaggiare I DATI SULLE RETI, NON LE PERSONE SU BUS, TRAM, TRENI E METROPOLITANE ALLA STESSA ORA.
        SVEGLIATI BIANCANEVE.

        Piace a 1 persona

    • Jerome B.

      “Avresti voluto che a risolvere i problemi fosse stato Conte, anche con problemi impopolari, in modo che al prossimo giro le destre già al potere nelle regioni superassero il 60% in parlamento, avendo così la possibilità di STRAVOLGERE LA COSTITUZIONE IN SENSO CRIMINALE E SENZA PASSARE DA UN REFERENDUM?”

      L’analisi del tuo post è perfetta, complimenti.

      Che l’appoggio a Draghi del M5S possa nascere da opportunismo non c’è dubbio.
      Se andassimo ad elezione 2/3 dei parlamentari perderebbero la poltrona.
      Ma esistono circostanze in cui gli interessi particolari di alcuni coincidano, per puro caso, con gli interessi della collettività.

      Quindi la domanda non dovrebbe essere “cosa ci guadagna il M5S tutto o qualche sua interna cordata”?
      La domanda dovrebbe essere: “cosa ci guadagna il Paese”

      E per saperlo dovremmo attendere un riscontro da Draghi.
      Attendere che scopra le carte prima di far saltare il tavolo da gioco.
      Semplice.

      "Mi piace"

  5. Troppo divertente!
    Anche se non c’è una vera e propria analisi.
    E’ solo un urlo di dolore, alla Munch.
    Sembra che questo editoriale l’ha scritto dopo aver letto qualche articolo di Er Spammer.

    Il materiale umano è quello che è, non certo per colpa di Draghi.
    Qualsiasi strada tu percorra, ti porterai sempre le stesse meschinità e contraddizioni.
    Perché a determinarle non è Draghi ma la qualità delle persone con cui dovrà relazionarsi.
    Senza Draghi, quelle contraddizioni rimangono, perché rimangono le stesse persone.

    "Mi piace"

    • Ho deciso di divertirmi ! Invece che incazzarmi! E una volta che stai li .. ti diverti tantissimo! Lo consiglio! Tantissimo!

      "Mi piace"

    • l’ha compreso che, la critica principale, non è verso gli attori
      del teatro a Montecitorio (che hanno le loro colpe/meriti
      – dipende in che squadra lei milita- ma loro fanno un mestiere
      nel quale più spesso il fine non è governare meglio possibile
      con degli ideali manifesti, ma prendere, o mantenere, il potere
      senza fare prigionieri) ma della claque attorno chiamata giornalisti?
      da quello che scrive mi pare di no.

      Piace a 1 persona

      • @Marco_Bo io ho capito benissimo l’articolo di Travaglio, hai il prosciutto davanti agli occhi se pensi che si riferisca solo ai giornalisti lasciando intonsa questa classe politica.
        La squadra in cui milito non difende partiti, difende principii.
        Non procura nessun vantaggio ai suoi calciatori o supporter, non ci sono posti ed incarichi in cui imbucarsi perché si è del tutto estranei ai partiti.
        È una squadra in cui rischi di giocare da solo, soprattutto qui.
        Ma è fico, hai un tuo punto di vista disincantato che ti permette di avvicinarti alla verità molto più di quanto faccia la militanza.
        Vuoi giocarci anche tu?

        "Mi piace"

    • Marco Bo

      Cioè fammi capire, prima Draghi NO poi Draghi Sì è solo colpa dei giornalisti?

      Bada Bene, io su questo punto sono d’accordo con Jerom B, quasi su tutto.
      Ritengo che Draghi sia una opzione da considerare per il bene del Paese.
      E che sia obbligatorio attendere che faccia vedere le sue carte prima di opporre un rifiuto definitivo.

      A me fanno ridere i voli pindarici, le contorsioni a cui siete costretti.
      Perché non vi ponete di fronte ad un problema chiedendovi se è giusto o sbagliato ma se è bene o male per il partito.

      Lo hai letto l’ultimo articolo di Er Spammer?
      Chissà perché è passato inosservato.

      "Mi piace"

  6. Travaglio Fido Coniglio diventa sempre più una macchietta sul quale Dagospia si sfoga assai finalmente considerandolo per quello che è un patetico orfano rabbioso paranoico del tipo della persecuzione da parte dell’universo mondo contro Giuseppolillo suo che prefigurava tanti altri possibili benefit con leggi e sussidi utili anche al suo giornale…Il problema è che a raccontare la favola del Governo Conte ch amavano tutti, che agiva bene, che ha agito meglio di tutti gli altri stati ci credeva solo lui e lo scudiero Casalino perché poi i numeri ed i FATTI hanno raccontato tutt’altra storia…E stando ai sondaggi (dovrebbe seguire anche quando contraddicono la sua favoletta pro-cConte) perché pare che il popolo itaiano si senta molto più rassicurato se a gestire i fondi sia Draghi che Conte del quale mi pare si siano dimeticati subito chissà poerché tanto che per far ricordare che esiste si è dovuto mettere a fare il venditore di padelle in Piazza di Montecitorio…Non una manifestazione di popoo a suo favore (eppure ne scesero in piazza parecchi per manifestare a favore del centrodestra…).Poveretto tutti conbtro di lui e Travcvaglio Fido Coniglio….C’è da sperare che il destino non esaudisca i desiderata di vendetta di questi due poveretti perché il destino del paese è più importante dei loro deliri persecutori….

    "Mi piace"

    • @camicia bruna pappagonica
      Sei illeggibile per la prosa sgrammaticata e per un complottismo deviato, con scenari che vedi solo te.
      Ma ti conviene continuare a venire in questo blog per raccogliere solo ed esclusivamente pernacchie?
      Ti sei già lamentato pubblicamente che nessuno vuole avere a che fare con te.
      Fatti delle domande e datti delle risposte.
      Ovviamente SBAGLIATE😂😂😂😂😂

      "Mi piace"

    • A parte il fatto che sicuramente! Oramai nessu no più legge le tergivazioni , spesso illetterate dei suoi attacchi! È una tifosa del Milan? Perche lei non è certamente quel bastardo di Pappagonre o Un vigliacco come Carrelli che vedendo le male parate si tengono gli stipendi golosi! Non siete dissidenti! Siete persone schifose !

      "Mi piace"

    • “i numeri ed i FATTI hanno raccontato tutt’altra storia”

      I numeri non lo so, di sicuro i FATTI raccontano minc..ate su infosannio all’una di notte, facendo copia-incolla delle minc..ate di un altro FATTO che si chiama d’agostino.🤥🤥🤥😆🤫

      Piace a 1 persona

    • “i numeri ed i FATTI hanno raccontato tutt’altra storia”

      I numeri non lo so, di sicuro i FATTI raccontano minc..ate su infosannio all’una di notte, facendo copia-incolla delle minc..ate di un altro FATTO che si chiama d’agostino.🤥🤥🤥😆🤫

      "Mi piace"

    • “… perché pare che il popolo itaiano si senta molto più rassicurato se a gestire i fondi sia Draghi”
      Dov’è il sondaggio? Me lo sono perso? Oppure questo è solo quello che blatera Renzi e i giornali al seguito?

      "Mi piace"

  7. Mi rendo conto che ci si dovrebbe limitare a commentare la presa del palazzo d’inverno da parte dell’iguana banchiere ma, ormai arreso, mi soffermo su “i tedeschi si sono alleati con gli americani”, che è troppo forte e attinente. Il film è “Tutti a casa”

    "Mi piace"

  8. Poi scrive tante di uelle cazz…te Travaglio a grana grossa tanto sa che lo stuolo di decerebrati fans non va tanto di fino… quando fa il paragoone di governi “politici” usciti da un responsao elettorale quale è stato quello di due anni fa e con un governo da definire di “sdalute pubblica” come sarebbe questo al quale tanti paragonano il governo dopo la guerra che vide insieme Comunisti, DC, Repubblicani (tanto che Fulvio Abbate può sostenere che la giustizia appaltata al PCI la si deve dall’infornata di giudici comunisti immessi dall’allora ministro di Giustizia Togliatti)…Eccierto se quel tipo di governi fece si (a compartecipazione) che l’autostrada del sole fu possibile costruirla in 7 anni mentre il Governo conte con un cinismo rivoltante ha giocato solo sulla propaganda e sui rinvii alla soluzione di qualunque problema anche in presenza di 50000 morti il più alto numero di morti di quasi tutti i paesi del mondo e la disperazione di milioni di italiani, credo che tutti gli italiani ci metterebbvero la firma affinché si formi un governo con tutti dentro come quello che si spera prenda corpo guidato da qualcuno di cui tanti italiani si fidano anche perché considerare di sinisra qello che l’aveva preceduto fa davvero ridere i polli….

    "Mi piace"

  9. Vorrei far notare che se ieri Crimi avesse detto “Si a Draghi”, come han fatto i 2 cazzari colorati e lo psiconano, oggi avremmo già un Governo Draghi; ma non è andata così, la posizione espressa del m5s nel discorso a fine consultazione è stato molto più simile alla posizione di Leu, ma un bel po più articolata sui temi per dirla tutta.
    Ora che si parlerà di programmi e recovery nel secondo giro di consultazioni vedremo cosa ne esce fuori…

    Piace a 1 persona

    • Oggi abbiamo incontrato il presidente incaricato Draghi, di fatto ci siamo “conosciuti” – apparteniamo evidentemente a mondi diversi – abbiamo portato i nostri temi e ci siamo confrontati su questi. La difesa di misure come il reddito di cittadinanza, una banca pubblica per gli investimenti, la politica sulla giustizia, una visione in cui l’ambiente è la base e non semplicemente un settore ma deve essere trasversale a tutte le scelte: una vocazione ambientalista e innovativa per la politica industriale. In particolare il forte legame fra ambiente e tecnologia. Sul tavolo abbiamo messo tutto, anche le esperienze degli ultimi due governi, comprese le difficoltà. Non saremo perfetti ma, a differenza di altri, siamo leali e questo è un valore anche e soprattutto in politica, dove è merce rarissima.

      In tanti si riempiono la bocca del “non guardo i sondaggi” e del “non penso al consenso ma al bene del Paese”. E, al contrario degli altri, noi invece lo facciamo veramente perché in fondo siamo nati proprio per questo. Tutte le forze politiche si sono affidate al presidente incaricato per qualsiasi scelta (salvo poi magari mettere sul piatto le richieste in un secondo momento), noi abbiamo messo le scelte sui temi subito in chiaro.

      C’è un Recovery plan che è una sfida per il Paese e deve essere realizzato nel più breve tempo possibile: i cittadini guarderanno a come lo attueremo anche per giudicarci. Il mondo ci guarderà e giudicherà se l’Italia è un Paese che è cambiato. E noi garantiremmo con le nostre caratteristiche che l’attuazione e l’utilizzo di quei fondi sia fatta con trasparenza e onestà.

      Il nuovo governo deve avere un’ambizione solidale, ambientalista, europeista. Noi abbiamo dato la nostra disponibilità al confronto e continueremo a farlo, ci sarà un altro incontro e valuteremo se ci sono le condizioni per avviare questa nuova sfida. E se mai dovessero esserci allora noi ci saremo sempre con la lealtà che ci ha sempre caratterizzato, questo è certo. Da noi nessun giochino, nessun discorso da vecchia politica politicante, ma solo cose da fare per i cittadini di questo Paese. Siamo andati al governo per questo e non tradiremo mai la nostra missione.

      Piace a 1 persona

      • Mo basta! Se avete dei problemi esprimetelo nelle urne.. se non ci riuscite fatevi restituire la scarpa destra!!

        "Mi piace"

      • @Elena sei solo una dei tanti deficienti che gira in questo blog e lo dico dopo aver letto diversi tuoi interventi notturni a puntare il tuo ditino di merda tuo a chi esprime opinioni diverse dalle tue. Se hai di questi problemi sappi che un blog composto da persone con tante opinioni diverse non fa per te e per quelli come te, per voi sono meglio i “gruppi fan di” chi ti piace su facebook.

        Piace a 1 persona

  10. Ai tempi che furono, c’era una canzone (di Cochi e Renato), dal suggestivo titolo: “Lo sputtanamento”.

    Il quale sputtanamento e’ un rischio che puo’ correre chi e’ pristinamente dotato di reputazione. Sono quindi al sicuro il Cazzaro Verde, Renzie d’Arabia, la pescivendola della Garbatella, il fu gangster prestato alla politica attualmente Mummia di Arcore (parlandone da vivo) etc. etc.

    Ma il Draghi invece una reputazione ce l’ha e io penso che voglia difenderla: se fosse rimasto seduto a casetta sua a guardare la televisione e a fare la pennichella dopo pranzo, tra un anno l’avrebbero chiamato per fare il Presidente della Repubblica.

    Invece, dopo che il kamikaze figlioccio di Berluscone si e’ fatto schioppare per tirare giu’ il governo, gli hanno rifilato il patatone bollente, e lui non ha avuto il coraggio di rifiutare.

    Ma.

    Non e’ che il Draghi si possa mettere ad assegnare le concessioni autostradali a Benetton e il ponte sullo stretto alla mafia, ripristinare la prescrizione per Berluscone e Mister Bean, sequestrare sulle navi i clandestini per conto dei cavernicoli razzisti legaioli, dare uno strapuntino allla MEB, o andare a braccetto con Orban in Europa e Borghi e Bagnai in Itaglia.

    Cosi’ facendo passerebbe da Supermario a Supersputtanato dalla mattina alla sera: non mi pare che abbia mai mostrato queste tendenze suicide.

    Quindi vediamo in primis se scioglie la riserva e in secondo luogo che programma e che ministri propone, poi tiriamo le somme.

    Piace a 5 people

    • Hai ragione, un commento sensato.
      Anch’io mi sono incazzato dopo il gesto demenziale dello psicopatico d Arabia e appena spuntato il nome di draghi ho detto di pancia no. Ma ora c’è e vediamo cosa propone. Stare dentro al governo in questo momento storico e fare il mastino nella stanza dei bottoni, potendone pigiare qualcuno, è meglio che fare opposizione, per il m5s.
      La conversione della lega, oltre che l’assenso zerbino e incondizionato di pd fi iv, mi fa pensare che il CdS abbia dato un ordine perentorio: o governo o sfascio del paese. L’emergenza è tale che si rischiano i fondi del Recupero Ue e non ce lo possiamo permettere. Ora serve almeno un anno di tregua. Poi alle prossime elezioni tutti a scannarsi di nuovo.

      "Mi piace"

      • è però un errore avere l’obbligo di un qualcuno che vuole fare un governo,
        un qualcuno che non si sa cosa voglia fare con quel potere
        (o meglio si suppongono certe cose derivate dalla
        sua storia professionale, che non è acqua -e non è un complimento-)
        e decidersi di starci insieme alla cieca perché così fan tutti.
        non è democrazia, è più un colpo di stato fatto utilizzando
        un digestivo stritola sassi, fatto bere con l’imbuto.

        Piace a 1 persona

  11. Direi che ci sono le condizioni perfette perché salti tutto. Che è poi quello a cui mira Salvini con il suo sì a Draghi

    "Mi piace"

  12. 10 ottobre 2014
    Beppe Grillo contro Draghi. Il leader pentastellato dal palco del Circo Massimo rilancia la sfida alle istituzioni europee mettendo nel mirino la BCE. “Se noi arriveremo a vincere le elezioni e a governare questa Europa dei banchieri è finita, cambierà in una settimana. Draghi non può decidere la sorte dei governi”.

    Casaleggio contro Draghi
    “Ieri La Repubblica titolava: Draghi, “I governi senza riforme saranno cacciati”. Questo signore è un banchiere e non può darci ordini”. L’ideologo del Movimento 5 Stelle dal palco del Circo Massimo apre con una stoccata al Presidente della BCE.
    https://www.michelesantoro.it/2014/10/grillo-vinciamo-e-cambiamo-leuropa-draghi-non-puo-decidere-la-sorte-dei-governi/

    "Mi piace"

  13. Travaglio è un eccellente giornalista libero. Non per questo si deve essere d’accordo con lui sempre. Nel caso specifico del “possibile” sostegno al Governo Draghi, da parte dei 5s, io ritengo che sia giusto che la forza di maggioranza relativa in Parlamento voglia far valere la sua forza e quindi le sue idee. Condizionare le scelte del Governo Draghi dal di dentro è opportuno. Pure se “dal di dentro” c’è un po’ di tutto, spesso incompatibile. Ma questi sono “cazzi” per Draghi che dovrà fare una sintesi molto difficile. Delicata sarà la scelta dei Ministri. Con queste scelte Draghi si giocherà la vera fiducia delle forze politiche, e solo allora si capirà se e di che numeri disporrà in Parlamento. Vedremo. Io ero favorevole ad andare al voto ma se c’è una partita da giocare, la partita insomma continua, meglio giocare da protagonisti.

    Piace a 1 persona

  14. NO A DRAGHI ORA E SEMPRE !
    Viviana Vivarelli.

    Io non cambio le mie idee sulla forza dei ‘se’ e sulle speranze fasulle di inconsapevoli plagiati dai media o illusi dall’avidità di partecipare a qualcosa che non ci sarà mai.
    Io non cambio idea per speranze senza fondamento di avere ministri al governo o di mettere le mani sul malloppo, perché ciò non avverrà mai, e non c’è nulla di più sciocco che illudersi nei confronti di chi nella sua vita ha aiutato solo i più ricchi ad arricchirsi derubando i più poveri
    Ripudio ogni parere dettato dall’avidità, interessato e meschino. Non è nella mia natura cedere sui valori nella speranza di far bottino. Ho sempre anteposto i valori agli interessi per tutta la vita e non cambierò ora che sono alla fine di tutto.
    Non mi piegherei a uno come Draghi mai nemmeno se me lo ordinasse Grillo in persona.
    Draghi ci calpesterà tutti, non ascolterà nessuno, avrà ministri solo tecnici dribblando bellamente i partiti e la loro brama di bottino e, al posto del debito buono di tipo keynesiano per investimenti utili a risanare e modernizzare il Paese, farà quello che ha sempre fatto e che sa solo fare: stringere un Paese nella morsa dell’austerità fino a strangolarlo come ha fatto con la Grecia, togliergli beni e diritti, farlo a pezzi e svenderlo a speculatori stranieri, bloccare i conti correnti, eliminare i diritti del lavoro, privatizzare i beni pubblici, tagliare i diritti costituzionali, sociali ed elettorali, ridurre la democrazia a depredazione, abolire lo stato sociale, dimezzare stipendi e pensioni, fare licenziamenti a migliaia, ridurre la gente alla fame.
    Riavremo i piani dei governi Monti/Fornero e Renzi, ma molto peggiorati.
    Ci diranno che non possiamo permetterci altro debito e il Recovery fund non lo vedremo mai né saremo mai ascoltati.
    Ci faranno discorsi tecnici che non riusciremo nemmeno a capire. I media ci trasformeranno il letame in oro, plagiando le nostre menti. Anche in Grecia gli avevano fatto credere che avrebbero rimesso a posto i conti e avrebbero combattuto la malapolitica e poi si sono accorti che erano stati ingannati e derubati di tutto.
    La cosa più assurda è che si ripete quel che avvenne in Grecia, una pseudo sinistra che si svende al Grande Capitale e scopre troppo tardi di non essere più in tempo a frenare la sciagiura, partiti che rinnegano tutte le loro ideologie per l’avidità di partecipare a una spartizione miliardaria.
    Non crederò mai che il Draghi cinico e spietato assassino della Grecia sia cambiato. Occorrerebbe un miracolo e io credo molto ai miracoli ma mai in campo economico.
    Draghi ci distruggerà. Il suo potere diventerà smisurato e alla fine non potremo fare più nulla. Se non lo fermiamo ora, poi sarà troppo tardi.
    E io non accetto né accetterò mai che questo avvenga né accetterò mai che per la mia Nazione si prospetti un futuro com’è stato per la Grecia, che ugualmente su questo assassino si era illusa per scoprire poi che per fermarlo era troppo tardi.
    NO A DRAGHI ORA E SEMPRE !
    Viviana Vivarelli.

    Io non cambio le mie idee sulla forza dei ‘se’ e sulle speranze fasulle di inconsapevoli plagiati dai media o illusi dall’avidità di partecipare a qualcosa che non ci sarà mai.
    Io non cambio idea per speranze senza fondamento di avere ministri al governo o di mettere le mani sul malloppo, perché ciò non avverrà mai, e non c’è nulla di più sciocco che illudersi nei confronti di chi nella sua vita ha aiutato solo i più ricchi ad arricchirsi derubando i più pov.ri
    Ripudio ogni parere dettato dall’avidità, interessato e meschino. Non è nella mia natura cedere sui valori nella speranza di far bottino. Ho sempre anteposto i valori agli interessi per tutta la vita e non cambierò ora che sono alla fine di tutto.
    Non mi piegherei a uno che Draghi mai nemmeno se me lo ordinasse Grillo in persona.
    Draghi ci calpesterà tutti, non ascolterà nessuno, avrà ministri solo tecnici dribblando bellamente i partiti e la loro brama di bottino e, al posto del debito buono di tipo keynesiano per investimenti utili a risanare e modernizzare il Paese, farà quello che ha sempre fatto e che sa solo fare: stringere un Paese nella morsa dell’austerità fino a strangolarlo come ha fatto con la Grecia, togliergli beni e diritti, farlo a pezzi e svenderlo a speculatori stranieri, bloccare i conti correnti, eliminare i diritti del lavoro, privatizzare i beni pubblici, tagliare i diritti costituzionali, sociali ed elettorali, ridurre la democrazia a depredazione, abolire lo stato sociale, dimezzare stipendi e pensioni, fare licenziamenti a migliaia, ridurre la gente alla fame.
    Riavremo i piani dei governi Monti/Fornero e Renzi, ma molto peggiorati.
    Ci diranno che non possiamo permetterci altro debito e il Recovery fund non lo vedremo mai né saremo mai ascoltati.
    Ci faranno discorsi tecnici che non riusciremo nemmeno a capire. Ci trasformeranno il letame in oro. Anche in Grecia gli avevano fatto credere che avrebbero rimesso a posto i conti e avrebbero combattuto la malapolitica e poi si sono accorti che erano stati ingannati e derubati di tutto.
    La cosa più assurda è che si ripete quel che avvenne in Grecia, una pseudo sinistra che si svende al Grande capitale e scopre troppo tardi di non essere più in tempo a frenare la sciagiura.
    Non crederò mai che il Draghi cinico e spietato assassino della Grecia sia cambiato. Occorrerebbe un miracolo e io credo molto ai miracoli ma mai in campo economico.
    Draghi ci distruggerà. Il suo potere diventerà smisurato e alla fine non potremo fare più niente. Se non lo fermiamo ora, poi sarà troppo tardi.
    E io non accetto né accetterò mai che questo avvenga né che per la mia Nazione si prospetti un futuro com’è stato per la Grecia, che ugualmente su questo assassino si era illuse per scoprire poi che per fermarlo era troppo tardi.
    Non si permette al boia di metterti il cappio al collo. Dopo potresti ritrovarti strangolato senza nemmeno fare una mossa.

    Piace a 1 persona

      • Brava, vai a studiare come sono andate le cose in Grecia, vedi di capirci qualcosa, se ci riesci, e non scrivere commenti del c..zo!😆🤫

        "Mi piace"

    • Vabbè, ancora sta leggenda sulla Grecia.
      Due giorni fa avevo approfondito l’argomento rispondendo ad adriano58.
      Però anche tu sei libera di ricreati un universo parallelo per viverci nella tua bolla.

      "Mi piace"

      • Jerome B.
        accusi anche me che io sia in un universo parallelo? perchè dalle tue parole sembra di si

        riguardo alla Grecia
        ho confermato che le votazioni erano gestite su base clientelare, con corruzione ed evasione fiscale spaventose, ma i veri debiti gli ha fatti non solo per armarsi causa l’aggressività del vicino turco, ma nache per le spese gonfiate per l’olimpiade 2004.
        Molti sapevano dei trucchi di bilancio greci, ma hanno chiuso gli occhi puntandoli invece sull’Italia che fu costretta da Prodi e Ciampi ad imporre tasse pro Europa come la famosa “eurotassa”, ma che ha anche avuto il pregio di risanare le finanze, occasione poi sprecata, prima in parte da D’Alema e poi sbracamento totale da parte del Cazzaro Nero, su suggerimento del commercialista Tremonti.
        La Grecia poteva benissimo essere salvata con poche decine di miliardi di Euro in una settimana, ma si è voluto infierire sulle colpe dei suoi politici, provocando un disastro sociale ed economica, fino alla crisi del debito che stava travolgendo mezza Europa e soprattutto l’euro, cui si deve il salvataggio della BCE, quando FINALMENTE “whatever it takes”si è decisa a fare quello che hanno fatto tutte le altre BANCHE CENTRALI, importanti USA, UK, JAPAN, ma con assoluto ritardo.

        Piace a 2 people

      • @Adriano58

        Sprechi il tuo tempo con chi entusiasticamente sventola bandierine intonando peana e halleluja al solo sentire
        il nome di Mario Draghi.
        Eppure l’irruento Jerome ha dimostrato in mille occasioni di essere persona ben informata dei fatti della
        politica e consapevole che il loro ordito si regge su una trama che non tutti sono in grado di vedere.
        Chi sia Draghi, di quali poteri sia espressione, che cosa abbia fatto nei trent’anni della sua carriera e quali
        siano le linee guida del suo pensiero, il nostro amico Jerome lo sa benissimo e non occorre ricordarglielo.
        Evidentemente lui e la sua parte politica (PD, what else?) condividono le stesse idee di fondo, quanto meno
        nelle linee generali se non nei particolari, ed è quindi inutile ricordargli lo scempio criminale dell’economia e
        della sovranità della Grecia a cui San Mario Draghi ha così freddamente contribuito.
        “Se la sono cercata/voluta/meritata…” sarà la presumibile risposta (mi auguro di sbagliare) e poi via ad elencare
        i meriti dell’Illustre che Più Illustre Non Si Può, tipo il salvataggio dell’Euro con il Quantitative Easing (ma è stato
        veramente un merito?)… e poi? Boh, non mi viene in mente altro che possa essere considerato un vero merito
        dal mio punto di vista.
        Noi (cerebrolesi, illusi, fanatici acritici, etc. etc.) esprimiamo le nostre convinzioni maturate guardando il mondo
        con gli occhiali gialli, Jerome fa la stessa cosa indossando occhiali rosa.
        Tutto regolare non ti pare?

        Piace a 2 people

    • Sinfonia n. 6 “Patetica” Tchaikovsky ( ultima)

      Sinfonia nata dal dolore e nel dolore

      Le dinamiche, che si estendono dal fortissimo al pianissimo, e le indicazioni di tempo che nel primo e nell’ultimo movimento cambiano di continuo, riflettono una nevrosi, uno stato d’ansia:
      Nell’introduzione del primo movimento (Adagio), in un’atmosfera sonora di cupa disperazione, dal timbro ombroso, perlopiù mantenuto tra il pianissimo e il piano, compaiono gli elementi tematici posti alla base dell’intera sinfonia: la cellula generativa dalla quale nasce la melodia del fagotto
      E se la “Patetica” smaschera alla fine una profonda rassegnazione e un dolore che punge, è perché essa nasconde «un ventaglio ricco di commozioni individuali». Quali, esattamente, non lo sapremo mai.

      "Mi piace"

    • @Viviana
      Perdonami ma quello che hai scritto è un concentrato di luoghi comuni illeggibili anche per me, che non capisco quasi un cazzo di economia.

      Nella tua analisi erspameriana della crisi della Grecia (si, lo so, ora a Er Spammer piace Draghi, ieri invece no, domani chissà) hai dimenticato di scrivere che la Grecia aveva un sistema del cazzo, cleptomane, che non tutelava i più deboli e agevolava i culi parati.
      Era un Paese con un’apparato pubblico elefantiaco ed inefficiente, con una burocrazia oppressiva per il cittadino, che annichiliva diritti e consentiva comunque abusi.
      Uno dei Paesi più inefficienti e corrotti d’Europa. Ti ricorda qualcosa o qualcuno?

      Secondo te per quale motivo nei Paesi del nord Europa le cose funzionano?
      Per le risorse minerarie?
      Per il clima freddo?
      O perché hanno un sistema più equo, razionale ed efficiente?

      "Mi piace"

  15. Vorrei tanto che Grillo,Bonafede,Di Maio e compagnia bella ci spiegassero il motivo del loro dissenso con il m5s.No,perchè mi era sembrato che anche loro facessero parte del movimento fino a pochi giorni fa.

    "Mi piace"

    • grillo tiene famiglia e pure inguaiata,
      Gli altri hanno assaggiato l’elisir del potere, e come tutti i drogati non possono piu farne a meno,

      "Mi piace"

  16. D’accordo al 100%
    Ho sempre supportato i 5S ma ora sono davvero disorientato di fronte a questa che mi pare la classica vendita del culo (e della coerenza) per un piatto di minestra

    "Mi piace"

  17. Come ho scritto pochi giorni fa su “un no gentile ma netto” e considerato che era stato previsto (o facilmente prevedibile se preferite) un errore politico madornale del m5s di tirarsi fuori dalle trattative della nascita del Governo Draghi, ribadisco che la mossa di ieri del m5s ha sparigliato le trattative stesse, e in parte le ambizioni del governo Draghi e di chi ce lo ha propinato, Renzi in primis.

    Cit. “Secondo me sarà un (già previsto da tutti) grande errore politico del m5s chiamarsi fuori da questo nascituro governo in questa fase di pandemia vaccinazione e recovery (lasciando così il pallino e tutto il campo ad altri, che se ci fosse il 5s al governo ne rimarrebbero fuori).
    Sarebbe meglio per tutti gli italiani che il m5s prenda parte in questo governo cosi che possa mantenere un indirizzo politico, economico, sociale e sanitario, avendo anche i numeri per farlo eventualmente saltare sul Mes e su altre porcate che vorranno sicuramente fare.”

    Piace a 1 persona

    • Jerome nel Lazio governato dal tuo idoli perché non ti fai un giro nei treni dei pendolari.il pd è stato e sarà partecipe dello sfruttamento della classe operaia anche con il drago anzi il drago servirà come scusante per affermare le linee antioperaie del pd.Visto.che ci sei.fatti un giro anche negli ospedali dove i dirigenti sono nominati dal pd Hanno.creato una mafia politica identica ed uguale nei metodi a quella creata dalla lega in Lombardia.Uguali ed identici con lo stesso obbiettivo distruggere la sanità pubblica in favore della privata e non sarà certo il drago a mettere un freno a questo disegno come non ci sarà nessuna agevolazione per i pendolari anzi sicuramente aumenteranno i costi dei trasporti

      "Mi piace"

  18. X Jerome ,Silvio B ,Rob Erto

    Sono totalmente d’accordo con voi, aggiungo solo alcune considerazioni
    Nel leggere M.Travaglio ieri e oggi, vedo un urlo di dolore per la mancata riconferma e la convinzione che questo
    governo uscente era il meglio che potesse essere politicamente in questo momento .Non oso pensare cosa sarebbe
    successo con Salvini Premier .Ma trascura un fatto fondamentale: Con tutta la stampa, TV, talk show, opinionisti
    che condiziona la opinione pubblica ,non avrebbe retto agli attacchi giornalieri ,se non era Renzi oggi, sarebbe stato domani
    con le prossime elezioni politiche sarebbero stati sempre loro a condizionare la scelta degli elettori ,la maggioranza
    di essi poco acculturata e di parte. Basta leggere i giornali oggi Ieri Renzi eroe, oggi il più becero personaggio
    politico, passato come eroe salva Italiia, e i poveri M5S,PD, LEU tartassati per trasformisti, poltronari ,deficienti insomma.
    Miracolo Salvini – ieri no Europa, oggi Viva Europa.

    Giuseppe Conte e anche Beppe Grillo hanno capito che contro questi, l’unica cosa era appoggiare Draghi sulle proposte
    che farà, e la cosa fondamentale per il RP sono legate a riforme giustizia, tassazione ,PA. Un governo politico senza
    una maggioranza solida non le avrebbe mai potuto fare. Una cosa Draghi la sa, il degrado italiano ,la corruzione
    dilagante, , il non funzionamento delle PA,la sanità ,le non leggi fatti, o fatti ad personam è tutto merito di chi
    ci ha governato da destra a sinistra .Questo lo sa non solo il cittadino onesto, non solo Draghi che ha una reputazione
    da difendere ,ma sopratutto UE ,che presterà i soldi ,solo se si rispettano le condizioni che ha posto.
    Draghi non sarà il mago che cambierà Italia ,magari, ma con l’appoggio dei partiti ,se il suo programma verrà accettato
    qualcosa forse cambierà.
    Leggetevi una delle proposte fatte da Grillo in piena sintonia con EU e anche la proposta di Leu simile alla sua

    L’idea l’aveva lanciata a Mario Draghi, proprio ieri, Rossella Muroni, deputata LeU impegnata in maniera
    intensa sul fronte climatico e ambientale: fare un ministero per la transizione ecologica, anche – ma non solo –
    per gestire i soldi del Recovery Fund.
    Oggi arriva, inaspettato, un post di Beppe Grillo che propone una vera e propria rivoluzione per la politica italiana.
    Grillo propone numerose cose.
    Anzitutto, come prima cosa, un ministero per la transizione ecologica, che fonda gli attuali ministeri dell’ambiente
    e dello sviluppo economico, sulla scia di altri paesi, e a cui venga data la competenza della politica energetica
    (o almeno, scrive, all’eventuale “superstite del Ministero dell’ambiente”).
    Seconda cosa: creare un Consiglio superiore per lo sviluppo sostenibile composto da personalità di altissimo profilo,
    una sorta di “corte suprema per lo sviluppo sostenibile” che abbia, tra l’altro, non solo autorevolezza ma anche
    “intensa comunicazione pubblica”.
    Terza, importante proposta: inserire nella Costituzione, in particolare nell’articolo due e nove, lo sviluppo sostenibile,
    così che l’ambiente venga garantito come “diritto fondamentale”.
    Grillo propone anche di ridurre alle società benefit l’imposta sul reddito d’impresa, di ELIMINARE I SUSSIDI
    ambientalmente nocivi, calendarizzandone la riduzione con urgenza, infine propone di sostenere lo sviluppo di start up
    ecosostenibili per i GIOVANI e di creare un fondo pensioni complementare per la transizione ecologica.

    La “passionaria ” Viviana ” Ibàrruri” con slogan ,No pasarán, citando spesso “Draghi ha distrutto la Grecia” dovrebbe
    informarsi meglio sulla storia recente greca: Il paese più corrotto d’Europa, quasi totale evasione delle tasse, ricchezza
    concentrata nelle mani di 7/8 armatori, soldi prestati da UE spesi e MAI restituiti, e CORRUZIONE BANCARIA colossale.
    Colpa di Draghi, ne avrà di colpe, ma quella della Grecia no e

    Piace a 2 people

    • Per Tracia
      Effettivamente, Primo, la Grecia ha ingannato l’Europa con numeri taroccati per entrare nella zona euro. Secondo, la cosiddetta macelleria sociale dei Greci non è stata colpa di Draghi che stava a Francoforte, fu decisa, riassumendo, a Bruxelles. Tanto per mettere puntini sugli i, non per simpatia verso Draghi ma per rispettare la verità

      "Mi piace"

  19. Faccio un gioco, se io fossi l’autore dell’articolo “Nuovo Devoto Draghi”
    l’ho scritto scritto per esorcizzare l’amarezza di essere arrivati sino a questo punto: ad affidarsi ad un “liberale socialista” come si è autodefinito.
    Per come si è lasciato che Renzi bombardasse un governo ed un PdC legittimi, con la complicità di una parte del PD e di tutta l’informazione schierata, deluso persino dalle mosse ultime di Mattarella “dopo Conte c’è il voto” “Non si cambiano i generali durante una guerra” ecc.ecc. per poi dare un mandato eplorativo a FICO per dare ancora l’opportunità a RENZI per esprimere tutto il suo rancore e livore nei confronti dei suoi ex-sodali di governo. non mi dilungo oltre, oramai è andata.
    Ma voglio mettere l’accento sullo sconvolgimento delle menti e delle azioni degli uomini, pensieri ed azioni così vulnerabili e disposti ai cambiamenti che fatichi a riconoscerli.
    Il “prescelto” non ha ancora iniziato che addirittura fa i miracoli: I MAI che non sono stati detti, i TRADIMENTI dimenticati, i delinquenti e i truffatori improvvisamente redenti, Il Cazzaro Verde che si prostra e dice “fai di me quello che vuoi”, M5S che forse appoggerà un governo concordi con il Cazzaro Nero (preoccupato per la roba), tutte le autorità ed i potentati colpiti dalla sobrietà dell’ILLUMINATO, a cui basta uno sguardo per lenire le ferite e riparare i torti.
    Persino il mondo ci invidia di cotanta fortuna che il destino ci ha regalato.
    Purtroppo io sono un agnosta, non ho la FEDE degli altri per cui sono realista, conoscendo abbastanza l’animo umano, che appena si parlerà di vil denaro e di posti, ricominceranno le solite liti e ricatti e nente potrà fare l’ILLUMINATO se non avrà i voti.
    Il più rappresentato partito in Parlamento deve decidere se fare gruppo e stare con l’ILLUMINATO e influenzare, dove è possibile, le sue scelte o cambattere senza tregua dall’esterno.
    GRILLO indica la possibile via, a volte le scelte dell’uno decidono le sorti dei molti, si spera che quell’uno sia un uomo coraggioso, compassionevole, razionale e che sappia che all’arrivo non riceverà riconoscenza.

    Piace a 2 people

    • @Adriano58
      Bene il suo disincanto. Da parte mia, mi travesto da mago Otelma e dico che andrà così: faranno scrivere a Draghi il Recovery Fund, un dossier talmente complesso che nessuno probabilmente era in grado di gestire meglio di lui, poi lo metteranno gentilmente da parte e si ricomincerà a giocare ai quattro cantoni (che pena il giro esplorativo di Fico).
      Nella palla di vetro vedo anche un Draghi che non farà la fine di Monti. Li c’era da bastonare per eccesso di debito, qui ci sono un sacco di soldi da investire.

      "Mi piace"

  20. Sento di spezzare una lancia a favore di Travaglio stavolta , per tutte le salite sul cavallo ” vincente ” alcune davvero spudorate , e pero’ questo non puo esimermi dal ricordare a Travaglio che questo e’ il peggior vizio della stampa italiana , quello di cercare sempre un appiglio una commistione , una confidenza , con la carta vincente del momento . Purtroppo cosi’ ha fatto anche lui con Conte , e questo che mi fa dire che anche lui ha fatto lo stesso errore non so se sia dipeso da un proprio tornaconto o da un sincero pensiero politico , non importa .
    L’errore l’ha fatto anche lui e tanto basta , lo dico perche’ lo ritengo un ragazzo intelligente le ho parlato sul treno anni fa ( io ci lavoravo sul treno )) e lui tornava da Mantova a Milano con Dalla Chiesa , anche se per pochi minuti , e questo mi e’ dispiaciuto alquanto . Ritengo che un giornalista di un certo valore purtroppo sempre piu’ raro in questo paese debba avere sempre quel distacco col potere qualunque esso sia , sempre , anche a costo di pagare poi prezzi alti con esso , anche se il potere del momento e’ piu’ vicino al suo idem pensare e di vedere le cose .
    Vorrei che un giornalista italiano somigliasse tanto per fare un esempio piu’ ad un Ulfkotte anziche’ ai tanto slinguatori sempre piu’ numerosi in questo paese . Utopia ?

    "Mi piace"

    • califfo
      non si è capito a cosa ti riferisci di preciso
      se non il tuo rimprovero a Travaglio di essere di parte (quale?) e a farci sapere che facevi il controllore (?) su un treno di cui lui era uno dei passeggeri, con cui hai scambiato due parole (biglietti prego?)
      non hai specificato quale Dalla Chiesa: Carlo Alberto, Nando o Rita?

      "Mi piace"

    • Califfo
      Definire slinguatore MT mi sembra come minimo azzardato. Che abbia avuto simpatia per il governo Conte è indubbio, insieme a Pedullà unico dei giornalai italiani, mentre tutti gli altri, giornali generalisti e d’opinione, conduttori. Iene settimanali come Da Milano, non hanno perso occasione per farlo a pezzi, il più delle volte ingiustamente. Sta di fatto che la gente comune, molto meno cretina di quel che si crede anche se voterebbe per il Cazzaro e la Pesciola, ha mantenuto un consenso record per Conte quasi ininterrottamente, nonostante le quotidiane cannonate dei media. MT era d’accordo con questo consenso perché credeva – e crede, suppongo – che Conte ed il suo governo operassero bene. Ed anch’io, per quel che conta, la penso così

      Piace a 1 persona

  21. non si e’ capito ?
    Domani ti mando l’interprete sull’astronave con quella faccia si vede che sei un alieno
    Con quale Della Chiesa ? chiedilo a lui , vedrai che ai fans acritici , risponde con entusiasmo
    Col mio lavoro personaggi pubblici dello spettacolo ecc . ne ho incontrato a bizzeffe , e con molti si e’ scambiato qualche frase tanti non li ricordo neanche . Contento ?

    "Mi piace"

    • Calippo Calippo
      vorresti tutti i giornalisti tipo Udo Ulfkotte che è stato per 17 anni al servizio della CIA e dei servizi tedeschi, anche in Italia ne abbiamo avuti e ne abbiamo ancora.
      Peccato che Travaglio risponda solo al consiglio di amministrazione del Fatto ci cui è anche azionista, cioè è padrone di se stesso. Chi altri lo possono dimostrare se non di chi scrive nel giornalino di quartiere?
      Vedi Calippo che sei fuori contesto?

      "Mi piace"

  22. Il teatro dell’incoerenza della politica ma soprattutto della inaffidabilità dei media servili come sempre alle lobby ha ripreso il suo squallido spettacolo

    "Mi piace"

  23. cHISSà SE PER I FANS ACEFALI TRAVAGLINI ALMENO QUELLA CHE I GRILLINI VOLEVANO CANDIDARE ALLA pRESIDENZA DELLA rEPUBBLICA HA QUALCHE CREDIBILITà SE CRITICA QUESTO GOVERNO E LE NOMNINE CHE HA FATTO gIUSEPPOLILLO TENENDO CONTO CHE NELLA rai IN MANO AI GRILLINI NON LE GHANNO RISERVATO MANCO UNO STRACCIO DI PROGRAMMA E DI RUOLO!7 FEB 2021 15:49
    CON UNA MANO DAVANTI E L’ALTRA ARCURI – CI VOLEVA MI-JENA GABANELLI PER METTERE ALLA BERLINA IL SUPERCOMMISSARIO SUL CASO DELLO SPRECO MILIARDARIO PER MASCHERINE SCADENTI – LA REPLICA DI ARCURI VIENE ASFALTATA PUNTO PER PUNTO DALLA GABANELLI: “PRENDIAMO ATTO DELLA PRECISAZIONE, MA I DOCUMENTI INVIATI LA CONTRADDICONO…”

    https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/mano-davanti-rsquo-altra-arcuri-ndash-ci-voleva-mijena-260388.htm

    "Mi piace"

  24. Se un centesimo di tutte le magagne di questo governo ^(Conte 2) tra inefficienze, stecche, malaffare, leggi di favore Palladino and company fossero emerse per una gestione Renzi o berlusconi, Travaglio Fido Coniglio ed i 5 stelle avrebbero chiesto dimissioni tutti i giorni! Ma trattandosi degli “amici” si trasforma un governo di patacari traffichini nel meglio del meglio ci potesse capitare! E questo sarebbe il giornalismo che dovrebbe fare da cane da guardia del potere!

    "Mi piace"

  25. Ve l’ha fatto sapere Travaglio Fido Coniglio che Arcuri è indagato per corruzione come ha riferito Sandra Amurri, ex giornalista del FATTO cacciata probabilmente per aver troppo frequentato il programma di Giletti ed essersi schierata con Di Matteo a Non è l’Arena?g

    "Mi piace"

  26. se non ricordo male chi specula e trae guadagno su certe tragedie si chiama sciacallo? E chi le sottace come fa Travaglio Fido Coniglio in ossequio alla “vicinana” con un leader politco essendo un (presunto) giornalista?

    "Mi piace"

  27. x Bruna C alias Pappagone (copyright Jerome)

    Il Canto del cigno sarà per te l’ultima espressione degna di nota di una carriera professionale , prossima al termine un inaspettato?
    quanto inequivocabile addio. Copia e incolla per estensione l’ultimo segno di vitalità

    "Mi piace"