Vittorio Feltri strapazza Giletti

(Vittorio Feltri – Libero quotidiano) – Leggo sul Corriere della Sera che Massimo Giletti, conduttore di “Non è l’arena”, programma domenicale de La7, è considerato il primo dei giornalisti spregiudicati e arditi del 2020. C’è del vero in questo giudizio espresso da Affaritaliani. In effetti quest’ uomo, scaricato ingiustamente dalla Rai, dove spopolava, si è rifatto una vita spericolata sull’emittente di Cairo, dove è riuscito a imporsi e a tornare ad essere una star del piccolo schermo. Non possiamo che complimentarci con lui nonostante la sua faziosità, che in tv è un’arma vincente.

Giletti è diventato addirittura un eroe da quando, parlando di mafia e storture della giustizia, ha ottenuto di essere scortato dalle forze dell’ ordine in quanto soggetto a rischio di gravi ritorsioni. Ciò gli consente di darsi delle arie e di presentarsi al pubblico come difensore della verità distillata. Però c’ è qualche però.

L’ abilità principale di Giletti consiste nel fare domande ai suoi ospiti e di non ascoltarne le risposte, di cui non gli importa un fico secco. Se coloro i quali egli ha accolto nello studio argomentano il loro punto di vista, Massimo li sovrasta con la propria voce. Quello che dichiarano gli individui seduti accanto a lui è ininfluente ai fini di quanto il mattatore televisivo intende dimostrare: la sua idea deve trionfare e i suoi interlocutori non contano un cavolo.

Una sera mi invitò nel suo bestiario per discutere di Alto Adige. Affermai la mia, che non piaceva a Biancofiore e neppure a De Girolamo, le quali di Tirolo sapevano quanto io so del Burkina Faso, cioè niente. Naturalmente mi girarono i santissimi e chiamai la ex ministra berlusconiana “signora”, ed ella si offese a morte. Scoraggiato, mi alzai dalla sedia interrompendo il collegamento.

Questo per spiegare il livello delle persone con le quali ho mio malgrado interloquito. In un’ altra circostanza Giletti invitò a trattare il caso di Bellomo, ex consigliere di Stato sotto processo perché le sue allieve giacevano con lui, immagino volontariamente, la nostra Azzurra Barbuto, che non poté spiccicare due concetti in quanto il fenomenale conduttore le impedì di concludere ogni discorso, peraltro sensato.

Insomma, il mio amico Massimo si è rivelato un mattatore, ossia specializzato nella mattanza degli ospiti. Adesso egli si pavoneggia poiché ha la scorta che lo protegge dalla mafia, che non gli torcerà un capello. Forse il presentatore ignora che io la scorta ce l’ ho da 15 o 16 anni e continuo ad essere un signor Nessuno, proprio come lui.

13 replies

  1. quanti solfi buttati al vento per le scorte. La mafia non uccide gli imbecilli, ma coloro che senza tanto clamore le mettono i bastoni fra le ruote. E quando decidono che bisogna fare fuori qualcuno pericoloso per l’organizzazione non c’è scorta che tiene.

    "Mi piace"

      • @adriano58
        Curioso, eh?
        In realtà sto ancora battagliando con Word Press per recuperare la completa disponibilità
        del mio account.
        Mi è stato bloccato una dozzina di giorni fa con la motivazione che il mio indirizzo email
        (l’unico che possiedo) era stato usato da altro utente non autorizzato, poi che avrei dovuto
        seguire un’assurda procedura che implicava il cambio di email… come se questo inconveniente
        fosse colpa mia.
        Ho cambiato password, ho cambiato nome ma sono rimasto un clandestino che si arrangia
        come può. VFC Word Press!
        Aloysius Limerick Medina?
        Non sai chi è?
        Un giorno lo saprai… eh.eh,eh.
        Auguroni!

        "Mi piace"

      • Aloysius Limerick Medina è l’ultimo dei Grandi Maghi, il più potente, colui che, vent’anni prima, ha creato i Fuochi Danzanti

        augurissimi anche a te!

        "Mi piace"

  2. Feltri se vuole sa dire anche la verità, peccato che gli succede di rado. Giletti è uno dei prodotti perversi della tv nostrana: non interloquisce con nessuno se non con se stesso impedendo qualsiasi forma di dialogo e di chiarimento: è un dittatore mediatico capace di tutto per servire il suo editore e il proprio ego spropositato. Sarebbe il caso di eliminare questi signorotti della tv o in alternativa spegnere l’elettrodomestico.

    "Mi piace"

  3. A milan laven già batezà in rai.Un p…a “puro” senza scorie di di intelletto.”Oro” a 24 carati per i manovratori tv italici. Avrà si e no il 3% di Shares . Di chi parliamo?

    "Mi piace"

  4. Massimino come lo prende questo articolo visto che secondo il titolo sarebbe stato strapazzto? Per me la prende bene, qua non si strapazza nessuno, sembrano favori tra amichetti. Mentre basta un rigo di Travaglio sul giubbotto antiproiettile per fargli tremare il labbro dalla rabbia.

    P.s. La tua Azzurra Barbuto è una cessa come te, e come Massimino. Per fortuna mi sono persa questa ospitata memorabile, anzi questa cloaca memorabile.

    "Mi piace"