Solo Cassese sa come si fa l’amatriciana

(di Antonio Padellaro – Il Fatto Quotidiano) – Quando lavoravo all’Espresso, nelle settimane mosce, a un certo punto della riunione di redazione, c’era sempre qualcuno che proponeva d’intervistare Norberto Bobbio. Inevitabilmente, il mortorio era scosso da un fremito, e subito qualcuno esultava: magari! Conoscendo la ritrosia dell’illustre pensatore e necessitando di un araldo adeguato alla prestigiosa incombenza, il direttore indicava Nando Adornato che, provvisto di una laurea in Filosofia, possedeva le credenziali giuste per telefonare a un filosofo. Purtroppo, la fiduciosa attesa era regolarmente infranta dal mogio ritorno del messo il quale allargando le braccia e scuotendo la testa confermava i peggiori presagi: Bobbio ringraziava, ma non se la sentiva e rinviava la conversazione, sicuramente pregna di significati, a un futuro imprecisato.

Quanto più fortunati sono i giornalisti di oggi a cui mai viene mai precluso il privilegio di un colloquio con il professore Sabino Cassese, che se non è Bobbio poco ci manca. Ormai, non c’è giorno che non sia scandito dal sorgere del sole e da un’intervista graziosamente elargita al Paese dal facondo prof. È tale l’intensità del suo dire che lo immaginiamo provvisto di una batteria di cellulari, con lui, zac, sempre lesto a rispondere al primo squillo, ma anche al secondo e al terzo per non fare torto a nessuno. Bisogna ammettere che nella corsa al Cassese stravincono i colleghi del Foglio, che rappresentano un po’ la Juve della specialità. Tanto che, secondo le malelingue, il cattedratico risiederebbe in subaffitto presso quel giornale, per non disperdere neppure una stilla del suo nettare. Come è noto la dottrina di Cassese, in ogni articolazione, è tesa a dimostrare che il governo Conte è peggio della pandemia, e che peggio del governo Conte c’è solo Conte. Pur tuttavia, in una Casseseide pubblicata ieri su Libero (secondo la metratura di almeno una pagina, certificata presso il Bureau dei pesi e delle misure di Parigi), a una osservazione birichina dell’intervistatore, ovvero “Qualcuno parla di lei al Quirinale (non sarebbe male)”, l’accademico sembra prendere la cosa molto sul serio senza smentirla affatto. Chissà se una volta issato sul Colle Cassese potrebbe ancora deliziarci con le sue interviste spazianti da Conte all’universo mondo. Come un altro professore, non meno titolato, quell’Alessandro Cutolo che, ai tempi della nostra infanzia, conduceva in tv Una risposta per voi, dove scioglieva qualunque enigma. Dall’esito della battaglia delle Termopili, alla vexata questio sull’amatriciana: meglio il guanciale o la pancetta? Statene certi che Sabino Cassese lo sa, basta intervistarlo.

11 replies

    • Fermo restando che ho letto più critiche del Fatto a M5S e Conte in un anno che in 20 anni di Berlusconismo da parte del Giornale e di Libero, si può dissentire da Sabino Cassese o esiste la lesa maestà per costui? Sapendo come la pensa il Fatto, se non lo ritiene giornalismo, salti a piè pari e stia serena. Anche io leggo Porro, Senaldi e Feltri (padre e figlio) e non ne condivido un rigo. Ma lo so già prima di leggerli che sarà così e vabbè. Opinioni.

      "Mi piace"

  1. Non ho apito…Ma quale sarebbe il problema di Cassese che visti i nomi che circolano per il Quirinale (Franceschini, lo stesso Conte) sarebbe più che leghittimato ad ambire a quel ruolo…Dunque quale è il problema di Cassese per la nullità Padellaro ex direttore dell’Unità imbottito di azionio del FATTO che a forza di scrivere queste str..te crede di far crescere nelle proprie saccocce? Che sia contrario al governo Conte? Cher al contrrario suo e del Fatto quotoidiano e del suo Direttore Travaglio Fido Coniglio ne veda tutte le nequizie, una inezia come il record di morti, non aver impediuto come poteva il liberi tutti di questa estate? Come diceva qualcuno…E’ il giornalismo la libertà ed indipendenxza d’esporessione e giudizio soprattutto verso il governo baby! So che èp dura per dei lacché di regime come voi ma cosi’ dovrebbe andare, fatevene una ragione…

    "Mi piace"

    • Mi è ormai evidente che i commenti della Gazzelloni siano un po’ come quelle scritte sgrammaticate sui muri, bestemmie talvolta. Le leggi, ti infastidisci e ti auguri che ogni tanto l’autore venga beccato e costretto a ripulire con la lingua gli scempi grammaticali, estetici ecc. Purtroppo, non succede mai, ma pazienza. Save The Bruna.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...