Matteo Renzi, l’ex prima donna gioca sporco

(Roberta Labonia) – “la ripartenza della scuola è fallita perchè abbiamo pensato ai banchi a rotelle”. Secondo voi chi l’ha detto? Magari il primo pensiero vi va al leader d’opposizione Matteo Salvini. Invece no. Lo ha affermato oggi, dalle pagine di La Repubblica, Matteo Renzi. Uno che è parte integrante del governo in carica. Il conte II. E Renzi non s’è limitato a picconare solo Lucia Azzolina, ha attaccato frontalmente anche il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, sentenziando che l’ultimo DPCM è tecnicamente sbagliato perché non poggia su dati scientifici e fomenta le tensioni sociali. Tutta roba che, per interposta Bellanova, lui solo qualche giorno fa aveva contribuito a far passare con il suo voto. Se ancora non l’aveste capito quello che in queste ore drammatiche sta giocando la partita più sporca è lui, Matteo Renzi. Nell’Esecutivo giallo rosso ha deciso di starci fin dall’inizio, anzi, diciamo le cose come stanno: se quel 5 settembre del 2019 Conte non avesse incassato il voto suo e quello delle sue truppe cammellate, questo Governo neanche sarebbe nato. Il perchè l’ha fatto è semplice: se si fosse tornati al voto lui avrebbe finito di contare politicamente. Le destre avrebbero avuto la golden share e lui, forse, avrebbe avuto appena i numeri per garantirsi uno strapuntino in Senato nel prossimo governo. Protagonista di una parabola discendente che l’ha fatto precipitare in meno di 3 anni da consensi stellari ai bassifondi di Openpolis, (più o meno la stessa fine che si sta profilando per il Matteo suo omonimo, ormai da tempo in caduta libera), Matteo Renzi è riuscito con un abile mossa a far nascere il Conte II e, nello stesso tempo, a condizionarne la sorte. La sua operazione “Italia Viva” è servita a questo, ad enucleare i suoi numeri in Parlamento. A farli contare, pesare ad ogni passaggio parlamentare. I suoi 17 voti al Senato, dove il governo ha una maggioranza risicata, sono determinanti. A livello di sondaggi non fa paura a nessuno, se la batte con “azione” di quell’altro megalomane di Calenda. La loro, è una gara a chi ce l’ha più piccolo. Ma in Parlamento, fino a che questo governo avrà vita, lui potrà dire la sua sicuro che le sue parole, perfino il suo tono di voce, avranno un peso. E la sua area di influenza non si limita solo al perimetro dei suoi 2 gruppi parlamentari alla Camera e al Senato, ma si estende fino ai gangli del Pd da cui si è separato in casa appena votata la fiducia all’attuale Esecutivo. Il senatore semplice di Scandicci ha badato bene a lasciare anche qualche “palo” dei suoi nel Pd. Ci ha lasciato Luca Lozzi, ad esempio. Uno che però s’è dovuto chiamare fuori quando è stato raggiunto da un rinvio a giudizio perché implicato nella vicenda Consip. Mentre invece Andrea Marcucci, da bravo renziano mascherato, oggi c’è e lo serve nel ruolo di capogruppo del pd alla Camera. Uno che ieri, durante il question time in cui Giuseppe Conte ha dato ragione alla Camere del suo ultimo DPCM, ha chiesto, in soldoni, un rimpasto di governo in piena pandemia. Tanto improvvido da dover costringere Zingaretti a smentirlo. Tanto da far dire ad un anonimo deputato piddino che di gruppi, alla Camera, Renzi ne ha 2 e il Pd neanche 1.

Matteo Renzi non è solo il portatore d’acqua delle lobbismo italiano in Parlamento, è anche un politico spregiudicato, senza scrupoli per chi non l’avesse capito, ed è un abile giocatore di poker. Le sue carte se le sta giocando bene. Ma ha un grosso limite. Come tutte le ex prime donne cadute in disgrazia non vuole lasciare il palcoscenico oltre il quale, lui lo sa, per lui c’è l’oblio politico. Ecco, farebbe bene a ricordarlo e a non tirare troppo la corda. Visto mai che Conte, prima o poi, non gli va a vedere le carte? Del resto già ha dimostrato di avere il coraggio politico di farlo quando, ad agosto del 2018, in Parlamento diede il benservito al suo omonimo Matteo, un altro che, come lui, l’etica politica non sa neanche dove sta di casa.

7 replies

  1. Nella vita fare i furbi paga ma arriva un giorno che ti scontri con uno più furbo e ti fai male al cubo
    Il 2023 sembra lontano…….
    Sembra
    E mi dicono stiano cercando giardinieri nei castelli francesi…

    "Mi piace"

  2. Il problema è che in Toscana ci è toccato in sorte Giani, uomo ombra di Renzi come presidente e mantenere qualche diversamente renziano in posti chiave, senza parlare del fido Nardella… oblio politico nazionale forse, ma magari qualche incarico da questi parti dopo il 2023 non lo escluderei tout court

    "Mi piace"

  3. Secondo voi che avete letto questo articolo su renzi perchè il senatore ha di questi comportamenti? Secondo me il suo l’obiettivo finale è fare il premier in una coalizione tutti dentro(escluso il M5S). Qualora si dovesse dimettere questo governo e non si tornasse alle urne le destre spingeranno a formare un nuovo governo
    . E chi proporrà come premier? Salvini? non è in grado e il pd non lo vorrebbe in assoluto. La meloni? come sopra. Berlusconi non credo. quale è il politico eletto con i voti del centrosinistra più vicino(direi adiacente) alle destre? Datevi una risposta da soli.

    Piace a 1 persona

  4. Da incorniciare la battuta sulla gara in corso tra Renzi e Calenda a chi ce l’ha più piccolo.
    Per il resto non scopriamo niente di nuovo riguardo a questo esecrabile individuo.
    Lui crede di essere il più furbo del creato e sarebbe già passato dalle parole ai fatti, ma nelle
    segrete stanze (logge) dove si scrivono i copioni per il capocomico e la sua banda di guitti,
    gli è stata data libertà nelle chiacchiere ma imposta prudenza nei fatti perchè hanno capito
    che in momenti come questo il boia che dovesse tirare il calcio allo sgabello malfermo
    su cui pensano di aver sistemato Conte finirebbe lui impiccato e con la lingua di fuori.

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.