Caffè al banco 23 minuti dopo le 18: la prima multa in base al nuovo Dpcm al bar Saicaf di Bari

(Gianvito Rutigliano – bari.repubblica.it) – Il controllo della polizia municipale è costato 280 euro al gestore del centralissimo caffè barese, poco dopo l’entrata in vigore delle nuove regole. Ventitré minuti oltre l’orario fissato per la chiusura delle attività senza servizio al tavolo. E arriva la prima multa in base del nuovo dpcm del governo. È successo a Bari dove un caffè servito al banco nel centrale Bar Saicaf tra via Argiro e corso Vittorio Emanuele II è costato al gestore 280 euro di sanzione.

La polizia municipale del capoluogo ha verbalizzato al titolare dell’attività l’accertamento della violazione esattamente alle 18.23, quindi poco dopo l’entrata in vigore della nuova normativa che regola le attività di ristorazione, per aggiornare le misure per il contrasto e il contenimento dell’emergenza Covid-19. Per le attività con somministrazione al tavolo, invece, l’orario di chiusura resta le 24.

3 replies

  1. Mascherina sempre, anche in luoghi aperti e durante passeggiate o attività fisica.
    Niente caffè dopo le ore 6.
    Chiusura dei locali alle 24 con tavolo, alle ore 21 senza tavolo.
    Non più di 6 invitati (due fratelli ammogliati, uno 2 figli e l’altro 3, sono untori; bene invece 6 single, che viaggiano per affari).
    Bene fino a 1000 spettatori all’aperto e 200 al chiuso per eventi sportivi (preferibilmente calcio), ma no alle sale da ballo.
    Niente scuola prima delle ore 9…

    Tutte misure per il contenimento della terribile pandemia con mortalità dello 0,3% (quasi come per incidente aereo).
    I Comitati Tecnici Scientifici hanno decretato queste norme come ottimali (e loro se ne intendono).
    Non c’è affatto, come credono i gomblottisti negazionisti, la volontà di piegare il popolo a regole assurde.
    A breve, un inchino e una piroetta quando si esce di casa e rientro a marcia indietro con mascherina anche sulle terga.

    "Mi piace"

  2. Incredibile!
    Scandaloso!
    Inaccettabile!
    Come si può pensare che leggi, ordinanze e regolamenti debbano essere rispettati?
    E poi addirittura sanzionati i trasgressori.
    Dove andremo a finire di questo passo, signora mia?

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.