Guardia Sanframondi: incontro con i cittadini della lista “Guardia sei tu”

Grinta e determinazione in piazza Castello, ieri sera, da parte della compagine “Guardia sei tu”: alcuni dei candidati hanno presentato le loro proposte, nate dall’esperienza di buon governo passata ma soprattutto dalle istanze dei cittadini che si sono rivolti alla squadra e che hanno dibattuto, immaginato, analizzato e proposto. Nei candidati è emersa la voglia di difendere il loro operato, specialmente in questa campagna elettorale che li ha visti propositivi, al contrario di quanti hanno obiettato. “Fatti, non parole” è stato rimarcato, perché la concretezza delle loro idee si tocca con mano, con il lavoro svolto e con l’avanzamento di proposte programmatiche ampiamente discusse e presentate alla popolazione guardiese.

La prima candidata in lista a presentare i suoi progetti è stata Morena Di Lonardo, nella precedente amministrazione assessore con delega al Turismo e all’Accoglienza. La Di Lonardo ha ricordato gli straordinari successi avuti con i vari visitatori della bella Guardia e del progetto di un turismo sostenibile, più diffuso e di qualità che intenda preservare le culture locali tradizionali. L’enoturismo, inoltre, deve rappresentare il volano del territorio, e si farà di tutto per renderlo sempre più piacevole e di qualità: percorsi nei vigneti, degustazioni oper air, passeggiate nella natura e sport all’aria aperta. Il territorio dovrà rendersi maggiormente accessibile e ospitale, in primis eliminando le barriere architettoniche, il che porterebbe a un netto miglioramento della vita quotidiana del cittadino. La Di Lonardo, infine, ha tracciato la possibilità della realizzazione di un Albergo diffuso, opera che prevede una realizzazione a impatto zero sull’ambiente, da far gestire a giovani imprenditori o a cooperative di giovani.

La neo candidata Malvina Falato ha puntato su giovani e anziani. La conoscenza di una lingua straniera e la capacità di usare il computer devono essere messi a disposizione di tutti, a qualsiasi età. Il Comune di Guardia Sanframondi già beneficia dell’allacciamento della banda ultra larga, con collegamenti in fibra, e della rete wi-fi gratuita in più punti del paese e questo è da considerarsi come una buona base di partenza. Si deve puntare al buon uso del web e dei supporti informatici specialmente da parte degli anziani, per evitare truffe online, alle quali i soggetti poco addentrati nella materia informatica sono più esposti.  

Raffaele Benevento ha rimarcato che ciò che rende un’amministrazione vincente e che duri nel tempo è la cooperazione nel raggiungere il bene comune. Importante, per il Benevento, il  recupero della sede distaccata del Giudice di pace, e la sicurezza di una giustizia più vicina alla nostra realtà. Necessario è il potenziamento della polizia locale, il sistema di videosorveglianza, presidi fissi e interforze in zone specifiche come le strutture sportive o la villetta comunale. Si deve puntare, inoltre, sulla riqualificazione urbana, con nuovi spazi e giochi sportivi e per bambini, arredi e panchine. Non va dimenticato il fondamentale sostegno alle vittime, specie alle donne, valorizzando e promuovendo il concetto di educazione civica e educazione alla legalità.

Domenico Parente ha illustrato le proposte programmatiche inerenti allo sport: dal ripristino di vecchie strutture e attività alla realizzazione di una piscina comunale. Bisogna promuovere nuove forme di attività sportive che prevedano anche la collaborazione con gli istituti scolastici e i paesi limitrofi, puntando anche sulla valorizzazione delle attività sportive che esaltino le risorse sostenibili guardiesi. Uno dei grandi progetti di Parente è l’istituzione delle “Olimpiadi della Falanghina”, la vera e propria “statua della nostra comunita” , sfruttando gli impianti sportivi e le aree comunali riqualificati e ristrutturati, da concludersi con la maratona nei vigneti, per un percorso enoturistico e sportivo open air.

Giulia Falato ha puntato molto sul suo progetto di creazione d’impresa, soprattutto quello riguardante l’imprenditoria femminile, in prevalenza nel settore agricolo e alimentare, perché “le donne sanno accogliere le sfide quotidiane della vita e del mercato”. Altro tema fondamentale per il suo operato è quello dei diritti e della integrazione, il potersi sentire utili all’interno della comunità con valori e punti fermi che sono la solidarietà e il volontariato. Si intende valorizzare, inoltre, la creazione di lavoro qualificato, riguardo al mondo tecnologico, anche stando a casa con lo smart-working, idea che va di pari passo con il concetto di borgo smart su cui punta il programma di “Guardia sei tu”. La Falato ha, inoltre, illustrato l’importanza dell’istituzione di una “Carta dei servizi” per creare vantaggio a favore del cittadino, collaborando con le associazioni, e il decentramento dei servizi alle contrade, con l’istituzione dell’ “Assessorato alle contrade”, affinché si creino una serie di attività decentrate nelle zone non centrali del paese.

Floriano Panza, candidato inoltre nelle file del partito “Fare Democratico – popolari”, per il rinnovo del Consiglio Regionale, ha illustrato i successi del progetto di “Sannio Falanghina – Città europea  del Vino 2019”: “i risultati si devono costruire nel tempo – ha ampiamente sottolineato Panza – maggiormente con la collaborazione degli altri comuni intorno a noi”. Panza ha ricordato il finanziamento della Regione Campania per la realizzazione del dossier per candidare il Sannio a patrimonio immateriale dell’umanità. “Essere in lista Unesco significa rivolgersi a una domanda di turismo qualificata che fa la ricchezza di tutti i posti che stanno in questa lista”. Non solo uffizi, non solo Musei vaticani, ma garanzia di pregio e di posti unici al mondo. Floriano Panza, che è stato negli ultimi dieci anni sindaco del Comune di Guardia Sanframondi, ha ribadito come il suo piccolo comune si sia aperto e messo a disposizione per la realizzazione di grandi obiettivi. Ha ringraziato, come sostenitori del suo operato e del suddetto progetto, Mauro Felicori, ambasciatore della Falanghina nel mondo, Riccardo Cotarella, a cui è stata conferita la cittadinanza onoraria di Guardia, Mimmo Paladino, che ha regalato il quadro di Sannio Falanghina al Comune di Guardia Sanframondi. Infine, è ritornato sulla questione del prezzo della falanghina, sulla questione sanità degli ospedali isolati del Sannio, per il recupero della sanità territoriale,  sull’importanza, a livello agricolo e per la creazione di nuovo lavoro, della disponibilità a scopo irriguo della Diga di Campolattaro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.