Sant’Agata de’ Goti, Lombardi: “Opere e visione del futuro per una Sant’Agata de’Goti capitale di una nuova area vasta”

“Sono in campo per ridare centralità e protagonismo alla nostra Sant’Agata dopo un anno di oscurantismo. E lo faccio con la squadra ‘Dei Goti’ e con Carmine Valentino”. Così Renato Lombardi, candidato consigliere della lista ‘Dei Goti’, da anni impegnato in politica con ruoli sia in consiglio comunale che provinciale ed importanti risultati conseguiti per la comunità santagatese. Un esempio, la costruzione, già avviata, del nuovo presso scolastico in via Sant’Antonio Abbate. Tra gli obiettivi che Lombardi si pone per il prossimo quinquennio “c’è la messa in sicurezza e recupero funzionale dei contesti rurali, finalizzati alla piena fruibilità di aree e spazi oggi parzialmente utilizzabili e talvolta poco considerati, recuperando anche esperienze ricognitive e conoscitive del territorio come Agenda 21 e la Carta del Paesaggio, con adeguate attualizzazioni”. “Bisogna – spiega Lombardi – recuperare e valorizzare l’area fluviale lungo il fiume Isclero, proseguendo il lavoro avviato dall’amministrazione Valentino con la realizzazione dell’area pic-nic al posto del vecchio e diruto mattatoio comunale e dell’adiacente lavatoio Reullo, punto di incontro tra il fiume Isclero e i torrenti Riello e Marturano. Punteremo su progetti integrati specifici, in termini anche di “area vasta”, non solo per la messa in sicurezza e la tutela del fiume ma anche per l’incentivazione di nuove attività soprattutto a fini turistici, recuperando e valorizzando le architetture rurali. Continueremo come già fatto negli ultimi dieci anni ad intercettare tutte le risorse resesi disponibili dalla finanza derivata, senza contrarre alcun mutuo come negli ultimi dieci anni e senza indebitare l’ente in alcun modo, a differenza di quanto fatto invece dall’ex sindaco Ciervo che in due anni contrasse ben 54 mutuipregiudicando la tenuta economico-finanziaria del nostro ente”.

“Sant’Agata de’ Goti – conclude Lombardi – deve essere la capitale di un’area vasta a partire dalla centralità di una infrastruttura come la Fondo Valle Isclero, opera strategica per il territorio che va a ‘rompere’ lo storico isolamento dell’area dell’Isclero dando respiro alle attività di tutti i comparti economici delle vallate telesina e caudina,nonché collegando il P.O. Sant’Alfonso Maria de’ Liguori di Sant’Agata de’ Goti – AORN San Pio Benevento. Capitale di un’area vasta anche in vista dell’ampliamento dell’Istituto di Istruzione Superiore “Sant’Alfonso Maria de’ Liguori”, con i lavori partiti qualche settimana fa che impegnano risorse finanziarie per 3,276 milioni di euro. Un intervento importante, strategico, rilevante che consentirà di dare ulteriore slancio alle attività didattiche al prestigioso istituto santagatese. Daremo, finalmente, un valore reale al concetto stesso di Area Vasta grazie al protagonismo di Sant’Agata de’ Goti. E’ il momento essere concreti, operativi. E’ il momento di avere una visione del futuro della nostra Città”. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.