Se hai la febbre non voti. Così però il referendum rischia di essere falsato

(Luca Telese – tpi.it) – L’ultima follia è questa: il diritto di voto è a rischio causa virus. Sembra impossibile. Tuttavia, per quanto possa apparire strano è quello che risulta dal protocollo anti-contagio appena varato ed elaborato dai ministeri dell’Interno e della Sanità per il voto congiunto di settembre. L’idea che una misura amministrativa inibisca l’ingresso ai seggi a chiunque presenti sintomi di febbre o sia in quarantena è l’ultimo paradosso partorito dallo spirito dell’emergenza nel tempo del Covid, un assurdo costituzionale. Se sei quarantenato non voti. Se hai la febbre non voti. Se hai il raffreddore non voti.

Ma la perla è che tutto questo deve avvenire “per autocertificazione”, dal momento che non è prevista misurazione della temperatura al seggio. Il che significa che se sei malato perdi il tuo diritto di voto, ma solo sei sei coscienzioso e se ti autodenunci. Se invece non dimostri spirito civico e sei infetto, contagiato o malato, e vai comunque al voto, nessuno ti ferma. Questo accadrà sia per le elezioni regionali che per il referendum costituzionale. Follia. Non solo perdono il diritto al voto quelli che sono confinati a domicilio in quarantena, non per loro colpa, ma per una precisa richiesta della pubblica autorità, ma indirettamente anche coloro che – dato questo fattore rischio – magari penseranno che fare la fila in un seggio sia un rischio che non possono correre per la loro salute: gli immunodepressi, gli anziani, i più fragili, ad esempio.

È evidentemente una cosa senza senso: è chiaro che il diritto al voto deve essere garantito malgrado l’epidemia. Tenendo conto che è un diritto sacro, soprattutto in caso di un referendum Costituzionale. Fra l’altro si tratta di un referendum senza quorum. Quindi ogni voto è determinante, e ogni voto che manca all’appello diventa doppiamente determinante. Lo Stato, e quindi il governo, che devono garantire la libertà di espressione e il diritto elettorale, adesso hanno solo due possibilità: o consentono il diritto al voto in ogni caso (ad esempio con una variante del voto postale, come accade per gli italiani all’estero) oppure dovrebbero sospendere la consultazione (come è già accaduto durante il lockdown). In qualsiasi altro modo si procedesse, invece, con queste regole, e per i motivi che ho detto, sarebbe un voto falsato.

6 replies

  1. Sarebbe falsato se il COVID si accanisse con quelli del SI risparmiando quelli del NO o viceversa. Per di più, non esistendo quorum, il referendum sarà valido in ogni caso. Lascia perdere Telese, Totò direbbe che sono pinzillacchere. Occupati invece di denunciare le imbecillità con cui il cosiddetto fronte del no vuole affossare il referendum

    "Mi piace"

  2. Telese è straordinario: anche l’ubriachezza è uno stato d’alterazione fisica così come la malattia. Non credo, però, che un ubriaco fradicio sarebbe il benvenuto in qualunque seggio. Se ne inventano tutte per sabotare il referendum
    Questa è pure divertente. Bravo Telese, anche oggi ti sei guadagnato la stozza.

    Piace a 1 persona

  3. Una sola domanda all’articolista (anche se so che non risponderà). Se non ci fosse il referendum ma solo le votazioni regionali e comunali, auspicheresti il rinvio delle consultazioni? come pare sotto intendere?

    Piace a 1 persona

  4. Se hai la febbre devi restare a casa e non voti, quindi non devi andare in un seggio elettorale. Sembra ovvio.
    Il problema è che non viene misurata la temperatura nei seggi elettorali, quindi un Telese qualsiasi si dovrebbe preoccupare non tanto del voto falsato ma di chi si reca a votare pur con 38 di febbre che potrebbe contagiare un numero consistente di persone.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.