Wilma! La clava!

(Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Il 2023 è cominciato come meglio non si poteva, almeno per i cultori dell’età della pietra. Mentre il governo legalizza l’evasione fiscale, dà una mano a corrotti e corruttori a spese dei poveri, dei disoccupati e dei migranti, e criminalizza i ragazzi che vanno ai rave party o protestano per l’ambiente spruzzando vernice lavabile su […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

41 replies

  1. Wilma! La clava!

    (Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Il 2023 è cominciato come meglio non si poteva, almeno per i cultori dell’età della pietra. Mentre il governo legalizza l’evasione fiscale, dà una mano a corrotti e corruttori a spese dei poveri, dei disoccupati e dei migranti, e criminalizza i ragazzi che vanno ai rave party o protestano per l’ambiente spruzzando vernice lavabile su Palazzo Madama, la cosiddetta informazione riesce a fare di tutto fuorché informare. I giornali montano una polemica al giorno su un leader incensurato perché indossa la giacca con pochette, ma anche perché indossa il dolcevita, perché visita i poveri e i disoccupati, ma anche perché passa il Capodanno a Cortina in un bell’hotel, senza spiegare mai di che cazzo stanno parlando. A meno che non ritengano che possano difendere i poveri solo i parlamentari poveri: nel qual caso, siccome i parlamentari guadagnano almeno 15mila euro netti al mese, tutti dovrebbero difendere i ricchi. Il Tg1, primo telegiornale del cosiddetto “servizio pubblico”, decide di non mostrare la protesta dei giovani ambientalisti a Palazzo Madama e se ne vanta pure: “Come Tg1 abbiamo scelto di non mostrarvi le immagini del loro atto dimostrativo per sottolineare come questo tipo di proteste non possa essere accettabile. Proteste che dai quadri nei musei si spostano a uno dei luoghi simbolo delle istituzioni”.

    Fermo restando che questi atti dimostrativi di Ultima Generazione sono, a nostro avviso, sacrosante nel merito ma controproducenti nel metodo, gradiremmo sapere dai “colleghi” pagati con i soldi del canone in quale scuola di giornalismo abbiano imparato che le notizie “non accettabili” non si danno. E chi stabilisce quali sono accettabili e quali no? E se, puta caso, qualcuno protestasse con raffiche di mitra o a suon di molotov o di tritolo, il Tg1 darebbe la notizia della strage, o nasconderebbe anche quella in quanto “non accettabile”? O una sparatoria o un attentato è più accettabile di due spruzzi di vernice arancione? A noi, più che l’atto in sé, ha colpito la facilità con cui quei ragazzi inermi hanno potuto metterlo a segno al Senato. E pensiamo che sia una fortuna che fossero armati solo di bombolette spray, visto che a presidiare la sede della seconda istituzione dello Stato ci sono due soli carabinieri al portone, più altri due nella garitta di fronte col divieto di muoversi di lì qualunque cosa accada (possono sparare, ma non uscire). È questa la notizia “inaccettabile” della vicenda, più delle chiazze di vernice e degli strilli dei forcaioli strabici al governo, che condonano gli evasori e invocano la galera (possibilmente a vita) per i giovani attivisti. Ma per dare le notizie servirebbe un notiziario e al Tg1 non sanno neanche cosa sia.

    Piace a 14 people

    • @ Mentecatto: trovo estremamente avvilente ciò che fai, ovvero aspettare la pubblicazione dell’articolo di Travaglio per postargli sotto la tua cacatina del giorno, tipicamente riguardante un argomento a caso che non c’entra un cazzo, perché ciò che un tale comportamento disturbato denuncia è, in primis, un drammatico bisogno di attenzione.

      L’altro giorno hai avuto anche il coraggio di vantarti che sì, quello che hai postato non era correlato, ma a giudicare dai commenti che ho ricevuto, a parte il tuo e di altri due gonzi filo-ucraini, sembrerebbe che la notizia sia stata apprezzata eccome.
      Stavolta non ti si è (giustamente) cacato nessuno. Sempre più patetico, oltreché prevedibile come la puzza di piscio ai cessi della stazione.

      Tutto ciò non è solo degradante per te, quelli sono cazzi tuoi, ma è disturbante perché è un comportamento capace di abbassare la media dell’intera specie, e forse anche di altre (un esempio di qualcuno sicuramente molto più centrato di te: https://it.wikipedia.org/wiki/Kanzi ).

      Però è anche vero che la tua pateticità, nel suo quotidiano sfoggio di squallore, è anche molto interessante per chi, come me, da sempre è affascinato dagli abissi della miseria umana, per cui il mio auspicio è che tu possa continuare sempre così.
      Non cambiare mai.

      Non serve che mi ringrazi: un po’ d’attenzione porta via poco tempo e soprattutto non costa nulla, pertanto questa volta offro io.

      "Mi piace"

      • Oh, mi dispiace battere sul tempo le tue cassate, J.D.

        Ad ogni modo, non preoccuparti: io so essere persona molto grata quando è il caso.

        Eccoti il degno premio per la tua gentile attenzione:

        "Mi piace"

      • Quanto ti piaci Jonny iDI0t@ da uno a dieci; quarantasei? Quando ti guardi allo specchio per scoppiarti i brufoli, schizzi di sotto senza toccarti?

        "Mi piace"

      • Due disturbati al prezzo di uno (il cambiatore seriale di nickname non poteva certo esimersi dal presenziare): i saldi sono cominciati prima, quest’anno.

        Va bene che oggi offro io, ma che non diventi un’abitudine…

        "Mi piace"

      • Cambiatore seriale di nicknamen contro cambiatore seriale di avatar: 1 a 1!

        Palla al centro: oggi offro io, ma che non diventi un’abitudine.

        "Mi piace"

      • Ah, per poco era già “oggi” quando l’iDI0ta offriva. Vabbè, domani offro io, ma che non diventi un’abitudine.

        "Mi piace"

  2. “armati solo di bombolette spray ”
    Eh… ci è dispiaciuto un po’ a tutti (Per un attimo, abbiamo sognato). Calma: era una battuta.

    "Mi piace"

  3. … ci sono due soli carabinieri al portone…
    FESSACCHIOTTO!
    mo ‘ ci fanno una muraglia e ci dispiegano
    pure un esercito!

    "Mi piace"

    • A difendere il fortino ci stanno i senatori !! Peccato siano tutti in vacanza alle Maldive e altri a Cortina a casa della Santanche che può permettersi una casa a Cortina tutto l anno ! Come avrà fatto e come la mantiene insieme alle case al Forte … una falsa imprenditoria fallita ! Non ha piu trovato lavoratori neri o in nero ?

      Piace a 1 persona

  4. Motivazione ridicola nell’era di internet, dove è possibile vedere tutto. La notizia va data in maniera da condannare l’imbecillità del metodo e non nel motivo della protesta. Ma questo è il livello dell’informazione in Italia, dove non fa scandalo avere un mafioso pluridelinquente degno candidato alla Presidenza della Repubblica Italiana o lo schifo delle speculazioni economiche da parte dei grossi potentati economici sulle spalle dei poveracci agevolate dalla nostra corrotta classe politica o le tanti stragi di stato con tanto di polvere nascosta sotto i tappeti. Di materiale per fare giornalismo se ne trova molto in giro, basta solo smetterla di fare i finti ciechi.

    Piace a 2 people

  5. In Italia il giornalismo cosiddetto pubblico dovrebbe essere abolito.
    Se vuoi fare il giornalista trovati un giornale, o fattene uno.

    Punto.

    "Mi piace"

  6. Ti riferisci a Fassino, per caso? No… e se l’ha detto anche lui me ne compiaccio, vuol dire che almeno una cosa a mio parere sensata nella sua vita l’ha detta.

    "Mi piace"

  7. Ho una figlia che vive a Londra da 16 anni ed è ambientalista, ecologista e volontaria. E lei il problema del ‘come’ se lo pone in modo profondo. Il Pianeta è rovinato da un’umanità a rischio di estinzione e gli umani perdono tempo in quisquilie nocive o in guerre distruttive. Se gli ambientalisti usano metodi civili, nessuno li considera. Se attraggono l’attenzione con metodi incivili, ecco che la buona società dei conformati insorge auspicando ‘buone maniere’. Intanto ‘i conformati’, in nome delle buone maniere, uccidono, inquinano, distruggono, senza un’ombra di rimorso. E i ragazzetti che spruzzano vernice diventano il capro espiatorio di una società malata e irrimediabilmente perduta alla minima forma di sopravvivenza.

    Piace a 1 persona

    • Sono contro la violenza ma solo di quella che si potrebbe fare su di loro signori ,loro sugli altri la usano quotidianamente e globalmente.Hanno una paura matta che ne venga usata contro di loro,anche solo per quella simbolica.Vernice rossa non sangue.

      "Mi piace"

    • Ricorda Viviana che se l’umanità si dovesse estinguere, la terra girerebbe come sempre e molto più leggera anche!! Gli esseri umani sono i parassiti di Gea!! Nient’altro!!

      "Mi piace"

      • Per la verità sembrerebbe che il fine ultimo dell’Universo sia proprio la vita (possibilmente intelligente). Probabilmente l’imbecillità diffusa è indispensabile per la riduzione della popolazione umana che determinerà l’evoluzione dell’essere umano e la salvezza di questo raro pianeta

        "Mi piace"

      • Se fosse veramente così, non saremmo in 8 miliardi.. comunque sicuramente avrai ragione tu.. aggiungo, non credo che nell’intero universo, il pianeta terra sia l’unico pianeta vivente, date le infinite galassie e sistemi solari.. ma tutto è possibile…

        "Mi piace"

  8. I ladri di Palazzo dovranno sporgere querela nei confronti degli spruzzatori rosa arancione, altrimenti pippe di gesso!

    "Mi piace"

  9. Io mi domando, ma davvero l’elettore medio del centro destra desidera l’impunità per i potenti, il malaffare generalizzato, i rincari di gas e benzina, la “federazione” (leggi “secessione morbida”) della patria, l’illegalità legalizzata?
    A me sembra più il programma degli anarchici.

    "Mi piace"

    • No anch’io penso che non tutti gli elettori di destra la pensino come hai detto tu. Secondo me parecchi di quelli che hanno votato FDI siano andati per esclusione. Questo l’ho votato questo anche quest’altro pure……..bah proviamo con questi qua e vediamo cosa succede.

      "Mi piace"

      • Lo spero, anche se a giudicare dai sondaggi pare che siano piuttosto soddisfatti dell’operato del governo. Magari quando gli arriverà la prossima bolletta cambieranno idea.

        "Mi piace"

      • Perché non si vedono ancora gli effetti della legge di bilancio. Ti ricordi quando gli organizzatori della campagna elettorale di Clinton 1992 coniarono quel famosissimo slogan che ha fatto epoca
        IS THE ECONOMY STUPID
        Fessacchiotti alla fine ciò che conta è l’economia. E vinse battendo il presidente in carica che era Bush padre

        "Mi piace"

    • @ Patrick De Angelis: l’elettore medio, sia esso di destra che di sinistra, è stato descritto a suo tempo, con una metafora molto eficace, da Berlusconi come “un ragazzo di seconda media che nemmeno siede al primo banco”, per cui cosa vuoi che riesca a comprendere di politica? Una cippa di niente o poco più, la cosa che gli preme più di tutte è continuare a sostenere quelli che (solitamente per motivi legati al proprio background “culturale”) ha deciso debbano essere i suoi beniamini, per poi esultare quando questi vincono (o rosicare se perdono), e questo perché il fare parte di un gruppo e conformarsi ad esso è estremamente facile e produce un piacevole effetto rassicurante.
      Di tutto il resto non è che non gli importi, è solo che non ci capisce niente.

      "Mi piace"

      • Jonny lo spin doctor di Clinton nel 1992 conio’ lo slogan IS THE ECONOMY STPID
        INGENUOTTI CIÒ CHE CONTA È L’ECONOMIA
        Contano le tasche piu o meno vuote
        Per inciso Clinton vinse due elezioni

        "Mi piace"

      • Intendo dire che quando gli elettori medi vengono toccatii nelle tasche anche se non capiscono niente alla fine capiscono tutto. La Meloni soprattutto dai suoi elettori verrà giudicata da qu

        "Mi piace"

      • Perdonami, ma se le cose stessero come dici tu partiti come PD, FI, Lega e Sesto Polo non dovrebbero avere praticamente più elettori.

        Inoltre, basterebbe fare un piccolo sforzo e informarsi prima per evitare sorprese quasi sempre sgradite, capirlo dopo non serve a niente perché non evita di ricominciare daccapo, al prossimo giro di giostra.

        In ogni caso, tutto ciò non mi pare contrario a quanto da me sostenuto, ovvero che l’elettore medio, mediamente, non capisce nulla di politica (faccio fatica a credere che più del 50% di chi si reca alle urne saprebbe indicare correttamente il nome del PdR).

        "Mi piace"

      • Non mi dilungo perché perderemmo troppo tempo. Te la giro in un altro modo. Se tu affermi che l’elettore medio di sinistra o di destra non capisce nulla automaticamente svaluti il grande risultato di M5S del 2018.

        "Mi piace"

      • Infatti è così, e la dimostrazione è nel fatto che il M5S, pur avendo dato dimostrazione di essere l’unica forza politica capace di mettere in campo qualche provvedimento a favore degli ultimi e non solo delle élite, abbia comunque dimezzato i voti.

        "Mi piace"

      • Si hai ragione però il calo dei 5STELLE è dovuto anche ad altri fattori che tu conosci meglio di me.

        "Mi piace"

  10. Quando Alessandro Di Battista andò ad Arcore a leggere la sentenza di condanna di Silvio, disse una frase che spiega perfettamente lo stato dell’ arte dell’ informazione italiana che plasma la mentalità degli italiani e della loro degna rappresentanza istituzionale….se in Italia qualcuno dice ” ca@@o, c’è la mafia” magari finanziata od in rapporto/trattativa con politici ed esponenti delle istituzioni, lo scandalo sta tutto nella parola ca@@o, inaccettabile, come alcune notizie da trasmettere, e non nell’ inaccettabile potere/ricchezza delle organizzazioni criminali grazie alle decennali collusioni politiche, con conseguente controllo del territorio italiano al posto dello Stato! Quando poi alcuni politici in rapporto disdicevole con mafia, massoneria e destra eversiva, iscritti al MSI, stanno per 30 anni in parlamento e ricoprono ruoli come sottosegretario di governo, lo scandalo è che qualcuno documenti e ricordi la loro storia politica e personale, informazione/notizia inaccettabile nel contesto di edulcorazione meloniana , dove il MSI è stato solo il mezzo di transizione democratica per gli italiani usciti sconfitti dalla seconda guerra mondiale e dalla caduta del fascismo! Guardando la puntata di Report di lunedì scorso, non devono aver preso bene la sconfitta, visto le sanguinose vicende dal dopoguerra al 1993 con strategia della tensione, tentativi di golpe, Gladio, attentati a magistrati, politici, giornalisti, bombe in siti di importanza artistica, con un filo conduttore/legame fra massoneria, organizzazioni criminali, destra eversiva ed aree politiche di riferimento alla DC, andreaottiana, e al MSI. …….pacificatore! Avere memoria e conoscenza in questo paese è inaccettabile, ed ogni azione di disturbo è esecrabile…. non le ragioni/motivazioni del disturbo, che devono/sono omesse, falsificate, manipolate, ruolo fondamentale dei media, mentre ad amesia ed oblio ci pensano gli italiani scandalizzabili a comando per futili motivi. ….anche detti per gli acculturati ca@@ate, ma tanto, tanto utili allo scopo!

    Piace a 1 persona

  11. Ormai la RAI dovrà dotarsi di un NOTIZIOMETRO, una specie di codice nel quale vengano catalogate le notizie da diffondere ai teleabbonati o telebidonati fate voi.
    Peccato che quando ci fu da informare i telebidonati sulle azioni di guerra in Ucraina si sia fatto più di una volta ricorso ai video-giochi, non avendo i nostri “carissimi” redattori nulla da propinarci che ci facesse stupire per l’aggressività dei bombardamenti.
    Quelle erano notizie e video “accettabili” secondo i dirigenti…Sigh!
    Non parliamo poi delle interviste dove un qualsiasi opinionista che viene intervistato, deve prima di ogni altra cosa specificare che non è putiniano e non condivide l’aggressione dei russi in Ucraina, altrimenti qualche telebidonato potrebbe capire che si sta dalla parte del cattivo, mentre i buoni anche se trucidano la loro gente che non vuol parlare l’ucraino allora sono considerati accettabili…
    Sempre che “accettabili” non voglia dire che è consentito l’uso dell’accetta per smembrare la la povera gente indifesa o i progionieri russi che dovrebbero essere rispettati secondo la convenzione di Ginevra e non “accettati”, evirati o amputati di qualche altra parte del corpo come in uso fare dai naziucraini in forza all’esrcito.
    Possiamo stendere un velo pietoso su questo servizio pubblico che siamo forzati a pagare, come per altro abbiamo già fatto con vari giornali di carta igienica imbrattata che se non avessero la sovvenzione da parte dello stato avrebbero chiuso bottega da un pezzo.
    Berlusconi ha dato notizia che venderà “Il Giornale” agli Angelucci, quando i topi abbandonano la nave….

    "Mi piace"