Offerta congrua, Durigon: “Laureato faccia anche cameriere, a gennaio decreto legge su Reddito di cittadinanza”

Il sottosegretario al Lavoro: “Il criterio della territorialità resta anche perché una persona non può andare a Trieste per due giorni se è di Napoli, tranquillizzerei Conte”

(repubblica.it) – “L’offerta congrua che abbiamo in mente prevede che qualsiasi persona, anche laureata, se gli offrono un posto anche di cameriere casomai vicino casa è giusto che la accetti, perché se uno prende dei soldi pubblici non credo che possa essere schizzinoso. Il criterio della territorialità resta anche perché una persona non può andare a Trieste per due giorni se è di Napoli, tranquillizzerei Conte”.

Lo ha detto Claudio Durigon, sottosegretario al Lavoro, su Radio 24, spiegando che il governo punta a “portare a casa” nella seconda metà di gennaio un decreto che toccherà il reddito di cittadinanza, “ma anche tanti altri temi sul lavoro”.

“Se l’offerta è comunque sia nei limiti temporali, che vicino casa, il percettore dovrà accettare qualsiasi tipologia di offerta di lavoro, questo sarà sicuramente un tema che entrerà sicuramente nel nostro decreto. Dopodiché tante cose entreranno, dalla formazione al matching per poter dare ai percettori delle risposte ed una funzionalità diversa”, ha aggiunto Durigon.

Le modifiche al Rdc in manovra

Con gli ultimi emendamenti alla manovra approvati cade l’aggettivo “congrua” dall’offerta che il lavoratore è obbligato ad accettare, per non perdere il beneficio. Significa, come denuncia il leader del M5S Giuseppe Conte, “che le persone più indigenti devono accettare qualsiasi proposta di lavoro in qualunque luogo d’Italia: significa distruggere l’ascensore sociale. Siamo alla follia pura”. Ma non è solo il M5S a scagliarsi contro la demolizione del reddito di cittadinanza. Protesta tutto il centro-sinistra, e anche i sindacati accusano il governo di “fare la guerra ai poveri”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

7 replies

  1. Panzone ha un diploma in ragioneria di professione sindacalista… te li raccomando, tutti i sindacalisti che ho conosciuto, erano persone senza arte nè parte, ma sfruttando qualche abilità nelle relazioni trovavano sempre una possibilità e vai col salto della quaglia, passano dall’altra parte della barricata in un attimo. Panzone se lascia il Parlamento un lavoro nemmeno ce l’ha, ma ha calcolato bene che basta restare abbarbicato a un partito fino a 60 anni poi c’è la lauta pensione. Fino ad allora il lavoro da parlamentare serve a dire panzane, da panzone, ovviamente

    "Mi piace"

  2. Il povero S-Durigon ti risparmia anche lo sforzo di cercare degli insulti adeguati. Basta guardarlo…si insulta da solo, e se ascolti pure quello che raglia fa scopa!

    Piace a 2 people

  3. Con l’approvazione in finanziaria degli abbattimenti dei cinghiali anche nei centri abitati dobbiamo essere fiduciosi 🤔

    "Mi piace"

    • Non lo sarei poi cosí tanto. Sono i cinghiali a essere nel mirino, mica i porci. Anzi, quelli li proteggiamo.

      "Mi piace"

  4. Sono d’accordissimo che un laureato debba fare anche il cameriere. Ma voglio lo stop immediato al traffico di schiavi e la “restituzione” di quelli che già ci sono e vengono sfruttati, al Paese d’ origine.
    Allora anche i camerieri diventeranno “preziosi”, e verranno pagati come si deve (e si troveranno, si troveranno…)
    Ma la concorrenza degli schiavi ( la Storia ce lo insegna) non è battibile.

    "Mi piace"

  5. come e’ bello parlare seduto sulla poltrona a mangiare lo stipendio con i soldi degli italiani il ciccione continua ad ingrassare con il suo stipendio da privilegiato

    "Mi piace"