Zingaretti: l’eredità di Roberto

(Stefano Rossi) – Il governatore del Lazio Zingaretti si ferma a parlare con i giornalisti dopo aver annunciato che si dimetterà dal suo incarico essendo stato eletto in Parlamento.

Sul mantra “perché il Movimento non si allea con il Pd”, i piddini dimenticano che è stato il loro segretario, lo stratega Letta, a rompere l’alleanza a livello nazionale, il governatore spende parole incomprensibili.

Ho ascoltato la conferenza stampa di ieri. Io penso che in questo modo Conte rompe l’alleanza di centrosinistra che governa il Lazio, senza motivo, perché la Regione non ha mai autorizzato e mai autorizzerà nessun inceneritore. Lo abbiamo deciso noi da anni e non lo decide certo Giuseppe Conte. Non serve che ce lo ricordi“.

Zingaretti sa benissimo che il sindaco di Roma Gualtieri ha più volte annunciato che si realizzerà l’inceneritore in un luogo ancora imprecisato.

Difatti, prosegue sibillino: “La scelta di Gualtieri…riguarda la città… i poteri del sindaco che ha giustamente ricevuto come commissario per il giubileo e per far fronte a una situazione che Roberto ha ereditato drammatica di 10 anni di niente”.

Tradotto.

La regione Lazio, da egli governata, dice no agli inceneritori di Roma.

Il sindaco di Roma, dello stesso partito del governatore ma non come sindaco, non come piddino, ma come commissario straordinario del Giubileo, dice si all’inceneritore che, il Movimento, ha detto più volte di non volerne sapere.

Ecco la spiegazione per cui si è rotta l’alleanza con il Pd laziale.

Poi, egli lo sa bene, con la complicità dei pennivendoli tace sulla questione più importate.

Egli è stato COMMISSARIATO dal Tar del Lazio con l’ordinanza n. 706 del 2021, proprio per non aver mai indicato un luogo idoneo per lo smaltimento dei rifiuti della Capitale. E il Tar lo ha proprio maltrattato nominando non un dirigente della regione bensì un dirigente del ministero dell’Ambiente.

Ecco il “niente” che ha ereditato Roberto.

Ma lui sorride, parla, gesticola.

E accusa gli altri.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

2 replies

    • Non sono idioti loro sono furbi e sinistri pensano solo alla loro convenienza.I pidiota sono quelli che li votano ma solo quelli che non ne hanno nessun tornaconto.Si fanno il segno della croce nelle palle con un bisturi

      "Mi piace"