Governo, Rdc e Naspi saranno ridimensionati: taglio sui sussidi

La premier Meloni vuole che le misure in vigore diventino una formula di sussistenza solo per i più fragili

(affaritaliani.it) – Il governo Meloni, con la nomina ufficializzata ieri di viceministri e sottosegretari, è adesso al completo e può cominciare a lavorare sui tanti dossier aperti. Oltre al caro bollette, la priorità della nuova premier è quella di intervenire sui sussidi, riducendo sia la platea di beneficiari del Reddito di Cittadinanza e sia la durata e la consistenza degli assegni Naspi per i disoccupati. Lo ha detto in modo esplicito – si legge su Repubblica – il vicepremier Matteo Salvini: “Sospendendo per sei mesi il Reddito a chi può lavorare si ricava oltre un miliardo per finanziare Quota 41“. Molto più prudente la premier Giorgia Meloni che ritiene il Reddito «una sconfitta per chi era in grado di fare la sua parte per l’Italia». Ma al tempo stesso vuole «mantenere e, laddove possibile, aumentare il doveroso sostegno economico per i soggetti effettivamente fragili non in condizione di lavorare».

Anche per la Naspi – prosegue Repubblica – l’idea è di ridurre la durata del sussidio di disoccupazione: scendere sotto il 50% del periodo lavorato. Percentuale che ora consente di ricevere il sostegno – che cala del 3% al mese dopo il sesto mese – fino a un massimo di due anni se si hanno almeno quattro di anzianità. Quindi se uno ha lavorato un anno, prende sei mesi. Se ha lavorato sei mesi, riceve la Naspi per tre. Troppi per il governo Meloni. L’8% dei 661 mila occupabili che percepisce il Reddito è over 60. Il 20,5% ha tra 50-59 anni. Difficile impiegarli. Rimangono 472 mila persone. Il 42% è stato già preso in carico dai centri per l’impiego (la percentuale ora potrebbe essere salita): molti sono in tirocinio. Il 73% è lontano dal mondo del lavoro da oltre tre anni, senza qualifiche, con bassi titoli di studio.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

14 replies

  1. Avete notato che non si usa più la parola “disoccupati”?
    E’ stata sostituita con “chi può lavorare”.
    In questo modo l’inconscio riceve il messaggio che trattasi di persone che non vogliono lavorare.
    Chi ha avuto l’idea di sostituire “disoccupati” con “chi può lavorare” è veramente un genio del male. E si vantano pure di essere cristiani, ovvero seguire gli insegnamenti di chi diceva di dare TUTTO ai poveri.

    Piace a 2 people

    • E invece tu, dall’inconscio sveglio, hai come al solito “specchietti” da farci vedere che provino quello che stai sostenendo o sono solo infondate congetture, dettate dal tuo conscio che rosica a mille?

      "Mi piace"

      • Lei mi dovrebbe spiegare perché il Reddito è contrastato con tutti i mezzi mediatici senza dire che è una misura presente in tutti i paesi civili, ripeto civili. Mentre i vitalizi , che si estendono anche ai discendenti, sono in atto solo in Italia. MI RISPONDA , CAZZO

        Piace a 2 people

  2. Troppo poco! Va tolto tutto! Rdc, disoccupazione, pensione di invalidità, cassa integrazione, legge 104, sanità pubblica, scuola pubblica. …..perché così chi è in difficoltà ed e ogni volta la preda prescelta del branco di belve, pronte ad azzannare il più debole, descritto come colpevole e non come vittima, alla fine si sveglia! Le truffe sembrano esistere solo per il rdc, pensioni di invalidità, ecc, mentre non sono truffe e reati l’ evasione fiscale, da 120 miliardi di euro, e per alcune stime addirittura fino a 200 miliardi, annui o i 60 miliardi di euro di corruzione. ……gli italiani non hanno voglia di lavorare, e detto da chi non ha mai lavorato , dall’ età di 19 anni, stipendiato dalla politica, cioè da soldi pubblici dei cittadini, per promuovere iniziative di tal genere, è la giusta beffa del danno per un popolo di idioti…..che Sì, merita la fame…….a pancia vuota si ragiona meglio…….e questo è banalmente il motivo per cui abbiamo la classe politica meritata. …hanno la pancia talmente piena, da decenni, che ragionare equivale alla fisiologia dell’ alvo, regolare come un orologio svizzero, aperto a feci e gas. ….il famoso peto del cervello!

    "Mi piace"

  3. “Sospendendo per sei mesi il Reddito a chi può lavorare si ricava oltre un miliardo per finanziare Quota 41“.”
    Questi non hanno capito che il lavoro, se “POSSONO LAVORARE”, glielo devono trovare LORO, visto che trattasi di DISOCCUPATI.
    E non facciamo giochini da 2 – 3 euro l’ora a 500 km di distanza.
    Poi vediamo chi è che non ha saputo sviluppare le politiche del lavoro, ma fare solo assistenzialismo.
    Forza GIORGIO, vediamo ‘sto merito.

    "Mi piace"

      • Nana che dichiara di essere alta 1,63 (secondo me con tacco 12)😆, praticamente 2 cm meno di me che, se mi metto i suoi tacchi, arrivo quasi ad 1,80!
        Lei arriva al massimo all’ascella di chiunque, tranne, forse, Brunetta.
        È bugiarda anche in queste piccolezze, come nella dichiarazione DEPOSITATA del “diploma di LICEO linguistico”, mentre è diplomata alle professionali, indirizzo linguistico.
        E il peggio che sta combinando è il famoso “decreto rave”, dove sta colpendo la libertà di riunione senza autorizzazione di oltre 50 persone, con ben altri scopi…
        Da 3 a 6 anni di carcere e da 1000 a 10mila euro di multa!
        Bloccati gli studenti che vogliono appendere striscioni, le eventuali proteste dell’autunno caldo, ma non gli ultrà che fanno sgomberare mezzo stadio per commemorare il loro compagno delinquente, né tantomeno i suoi 2000 compari fascisti che sfilano a Predappio inneggiando a Mussolini.
        Quelli non li hanno bloccati.
        Che strano… 🤔

        "Mi piace"

      • Anail h.15,41,
        A lei importava imbarcare i trombati di destra delle scorse legislature , quindi è il vecchio che avanza .
        5 anni di sta qui non li reggo proprio , non ultimo per quella faccia da schiaffi e la voce e l’inflessione romanaccia.
        Se fossi già pensionata emigrerei.

        Piace a 1 persona

  4. Anail, è il solito meccanismo del divide et impera. ….rdc contro giusta età pensionabile. ….così nessuno noterà coloro che campano da 30 anni di politica, con emolumenti da 15.000 euro mensili, più ruberie e privilegi vari, e assegno di pensione dopo 5 anni di legislatura………perché nella continua guerra fra poveri, meno poveri, disoccupati, precari, garantiti con salari da fame, pensionati al minimo, generazioni di giovani drogati dai social, qualcuno ci guadagna ed impera! Ancora non si conosce il proprio nemico? Peccato! La prima regola, in qualunque guerra, è conoscerlo! Altrimenti basta dichiarare la resa senza condizioni e pedalare sulla bicicletta senza sellino gentilmente offerta…..in silenzio!

    Piace a 1 persona

  5. E’ sempre divertente leggere che c’è un 42% preso in carico dai Centri per l’Impiego.
    Bisognerebbe aggiungere che “presi in carico” significa che il solito raccomandato che lavora (sic!) nel Centro per l’impiego si è “spezzato la schiena” nel protocollare il suo CV che non verrà mai sottoposto a nessuno (oltre che al cestino) e non produrrà mai una chiamata.

    "Mi piace"

  6. Quindi non si può fare una sfilata fino a casa Meloni di tutti quelli che perderanno il reddito a bussare al campanello per avere un n pasto caldo perché ti multano da 1000 a diecimila euro anche in contanti e te danno dai 3 ai 6 anni de gabbio? Hai capito giorgio che paracula s’è fatto subito il decretuccio tanto pe’ sta’ tranquilla.

    "Mi piace"