Per far fuori i nemici senza rotture basta dire che sono corrotti

(ANSA) – La Commissione centrale per l’ispezione disciplinare, la temuta anticorruzione del Partito comunista cinese, ha svolto indagini su oltre 4,64 milioni di persone negli ultimi 10 anni, da quando il presidente Xi Jinping è salito al potere lanciando una campagna moralizzatrice. Sono i numeri forniti dal vice capo della Commissione Xiao Pei, in una conferenza stampa a margine del XX Congresso del Pcc che conta quasi 97 milioni di iscritti. Degli oltre 4,64 milioni di indagati dal 2012, 553 erano stati nominati dal Comitato centrale e oltre 25.000 mila erano funzionari di dipartimenti e uffici, mentre oltre 182mila i funzionari locali.

Categorie:Cronaca, Mondo, Politica

Tagged as: , ,

8 replies

  1. Dilettanti se paragonati a questi:

    “Uccisioni illegali o arbitrarie, casi di tortura e trattamento disumano dei carcerati, condizioni carcerarie dure e pericolose, arresti o detenzioni arbitrarie, gravi problemi con l’indipendenza della magistratura, gravi restrizioni alla libertà di espressione e ai media” https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/08/15/gli-stati-uniti-bocciano-il-sistema-ucraina-uccisioni-illegali-corruzione-torture-in-carcere-e-mancata-indipendenza-dei-giudici/6763214/#3559675

    "Mi piace"

  2. Da noi glielo fanno dire a giornali e TV che tengono per la collottola persino la politica, qui vige il manganello mediatico, le liste di proscrizione…che ipocrisia

    "Mi piace"

  3. Penso sia molto difficile trovare un Paese i cui vertici non siano in qualche modo corrotti.
    Ad esempio noi abbiamo Parlamentari ( molti se non quasi tutti) che girano come trottole da un partito all’ altro ( “cosacienza” ballerina?) vari scandali anche gravissimi ( ricordate il sangue infetto? Migliaia di morti e ancora di più di malati a vita).
    Fare le pulci agli altri proprio non ci conviene…

    "Mi piace"