Letta girerà l’Italia su un minibus elettrico. Il problema sarà trovare le colonnine dove ricaricare

(la Repubblica) – Strade statali (no autostrada), velocità di 50-60 Km/h, ma soprattutto la mappa delle tappe del pullmino bianco elettrico con la scritta “Scegli!” e il logo del Pd-Italia democratica e progressista, è un difficile intreccio tra esigenze di campagna elettorale e colonnine di ricarica.

Quando Enrico Letta salirà a bordo il 9 settembre a Brescia – piazza del Mercato, ore 18 – per un tour simile a quello di Romano Prodi nelle elezioni del 1995-’96 (replay nel 2006) e poi di Walter Vetroni nel 2008, si fermerà appena 57 chilometri dopo: a Bergamo. Dove la manifestazione politica è stata prevista per le 21.

Mai come in questo caso il programma sull’energia alternativa e la mobilità sostenibile è “vissuto” sulla pelle del leader. Se infatti ci fossero le 100 mila colonnine e i 30 mila punti di ricarica rapida previsti dal programma del Pd, il percorso a emissioni zero sarebbe un’altra cosa. Invece in un diario di viaggio sarà proprio il segretario dem ad appuntare cosa è che non funziona e quali sono gli inciampi per una mobilità sostenibile e ecocompatibile.

Il mini bus lettiano vuole percorrere tutt’ Italia fino alla vigilia delle elezioni del 25 settembre. Intanto al Nazareno sono alle prese con le simulazioni: quante tappe in giorno, dove ci sono i distributori aperti. Va detto che non bastano le semplici colonnine, ma erogatori più potenti, per via della stazza. Il pullmino infatti era omologato per 16-20 posti. Ma è stato riallestito: all’interno un paio di tavolini per lavorare. Il risultato è che i posti sono diventati una decina. E il minibus elettrico si muoverà in carovana con altre due auto elettriche al seguito.

Percorso studiato al dettaglio, in base all’autonomia chilometrica. Da incastrare anche gli orari delle manifestazioni. La stella polare è: «Fare i conti con i tempi dilatati e accorciare le tappe». Il messaggio politico è: se vogliamo una mobilità sostenibile allora diamoci da fare. E qui, Letta ci tiene a sottolineare che il Pd tra le sue proposte ha un chiaro riferimento all’uso dei fondi del Pnrr per accelerare appunto su ricariche ma anche sullo sviluppo di tecnologie per lo stoccaggio dell’energia elettrica entro il 2027 lungo le autostrade e le reti viarie.

Tornando al pullmino, la mappa delle prossime tappe è in fase di elaborazione, data la difficoltà delle ricariche. Ma si procederà con distanze brevi, tipo da Bergamo direttrice nord est, Pavia e Piacenza Nord Ovest per arrivare a Vicenza nella settimana successiva. Altra avvertenza: no al viaggio di domenica, perché la ricarica si complica. Una sfida alla quale il segretario non ha voluto rinunciare, perché la svolta verde è necessaria.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

9 replies

  1. …e se ti imbatti in qualche elettro-obiettore di coscienza? Un calendiano, un renziano, un contiano, dai destrosi sarai benvenuto. Accertati che siano tutti DC (direct current e non alternate current) altrimenti al sciòpa. Manda fatture ai bolognesi, quelli che hanno avuto l ardire nel contestare pierfurby, devi prevedere percorsi con molte discese, anche di votanti/voti. Cordiali serenità.

    "Mi piace"

  2. si faccia prestare dall’amico Calenda ( o da Bonomi , che è la stessa cosa) una microcentrale nucleare e risolverà ( quasi ) tutti i problemi di trasporto….

    "Mi piace"

  3. Forza, Enrico. Ci racconti anche qualcosa del Bilderberg, della Commissione Trilaterale e dell’Aspen Institute. Magari stavolta riusciamo anche a non ridere dopo le esilaranti battute sugli occhi di tigre e i manifesti col guanciale per i bucatini all’amatriciana.

    Piace a 1 persona

  4. Certo che questo non ne azzecca una manco se si mette d’impegno.
    Non lo aveva già fatto il bomba?

    Vuole proprio essere cacciato a calcinqlo!

    "Mi piace"

  5. Simona Bonafè
    3 h ·
    Il PD ha presentato gli emendamenti al Decreto Legge Aiuti bis per sostenere famiglie e imprese.
    📌 Estensione della platea dei beneficiari del bonus sociale elettrico;
    📌 Misure per ridurre le bollette a terzo settore;
    📌 Raddoppio crediti d’imposta per le imprese;
    🔜 Tetto europeo al prezzo del gas (che il PD chiede da marzo).
    Noi ci siamo #Scegli

    Tetto europeo al prezzo del gas (che il PD chiede da marzo).

    Eh la Madonna , ma dabon ?

    "Mi piace"

  6. Già lo immagino, scortato da sei-sette suv della claque e dalle berline 300 cv di tutta la stampa al seguito.
    Se vuole elettrificarsi, lo faccia nel modo giusto (specifico: battuta).

    "Mi piace"