L’incognita Di Battista: “Mi ricandido o no?”

Dibba non chiude del tutto la porta a un suo eventuale ritorno in Parlamento – magari anche al Senato visto che, ricorda, “ho passato i 40 anni” – ma rimanda al suo ritorno in Italia dal suo reportage in Russia, e a “patti chiari”.

(Bruno Alberti – agi.it) – “Vi ringrazio, perché in tanti mi state scrivendo di ributtarmi nella mischia. Come sempre cerco di essere molto sincero, il che per qualcuno è la mia debolezza anche se io penso che sia la mia forza, ma io non sono disposto a tutto pur di tornare in Parlamento“.

Alessandro Di Battista non chiude del tutto la porta a un suo eventuale ritorno in Parlamento – magari anche al Senato visto che, ricorda, “ho passato i 40 anni” – ma rimanda al suo ritorno in Italia dal suo reportage in Russia, e a “patti chiari”.

L’ex deputato M5s torna a mettere all’indice, in un video diffuso sui social, “il peccato originale della politica, quello di intenderla come una professione” mentre “per me invece è un servizio a tempo limitato, ergo – sottolinea con il tono della voce – io non sono disposto a prendere anche tanti soldi e privilegi per rinunciare alla libertà, a determinate idee e alla mia totale indipendenza”.

“Vedrò quello che succede, finirò il mio lavoro, perché io – e anche qui calca con la voce – io lavoro, tornerò in Italia e vedrò che succede. Anche perché – spiega – molte delle cose che vengono dette ora, a caldo, perché tutti sono rimasti scottati dallo sbocco della crisi nelle elezioni anicipate, nei prossimi giorni saranno dissttese o rimodulate

Mi prendo ancora del tempo – conferma Di Battista – per le mie battaglie fuori dalle istituzioni. Esiste vita anche fuori dei Palazzi, per questo tengo l’asticella molto alta e patti chiari per un’amicizia lunga. So di avere un potere contrattuale che mi sono guadagnato anche con delle rinunce”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

35 replies

  1. Sta aspettando. Secondo me, visto che è l’unico essere coerente nel panorama politico italiano, di candida solo se avrà la garanzia che il M5S non si alle più con il PD

    Piace a 2 people

  2. Patti chiari amicizia lunga, rivolto a Conte, linea chiara senza tentennamenti verso il PD. Conte deve scegliere tra lui e Letta. Non fa una piega

    "Mi piace"

  3. Dibbaaaaaa!!!!!!
    Il fatto che tu ci stia pensando è già un’ottima notizia.
    Però non aspettare troppo……questa è già la campagna elettorale più corta di sempre.
    Ogni minuto di ritardo potrebbe essere un minuto di troppo.
    È comunque se ( come mi auguro) non torni nei 5s ma con una tua lista, avrest anchei già trovato il nome giusto:
    ” PATTI CHIARI”
    🤗

    PS.
    Sei un Grande!!!!!!!!!

    Piace a 1 persona

  4. Alessandro se tornassi, il movimento prenderebbe il volo!! Patti chiari! È assolutamente doveroso!! Assolutamente!! La tua integrità morale assieme a quella di Conte farebbe pernacchie ai 4 gatti arruffati e rabbiosi!! Fareste invidia a personaggetti miserabili!! Che bello sarebbe! Le schiene diritte rimaste nel movimento con una guida capace ed integerrima!! Non c’è ne sarebbe più per nessuno!! Forza Alessandro!! Intanto sogno, di vedervi insieme per riprendere in mano le sorti dell’Italia!!

    Piace a 4 people

  5. Dibba, pensa bene alla compagnia che sceglierai, 55 voti di fiducia al governo draghi e la sudditanza al PD non sono degni compagni di viaggio

    "Mi piace"

  6. Che non sia un ripiego quello di includere Di Battista .Questo non sarebbe accettabile e porterebbe a conseguenze disastrose. Non si può pensare : vediamo come evolve il rapporto con il PD e se quello non va allora chiediamo ad Alessandro. I valori non si possono contrarre a convenienza secondo come vanno le cose.

    "Mi piace"

    • Sig. Cesare, Si è mai chiesto come mai sono molti anni che non vince un elezione, ma ha sempre governato? Sotto sotto ci sono i poteri forti, Le ricordo che la mia povera patria è da più di 70 anni una colonia e per merito u.s.a. i signori pidioti hanno distrutto una caterva do leggi a favore dei piu deboli.QUINDI SONO DEI MALEDETTI NEOLIBERISTI.

      Piace a 2 people

  7. Secondo me Di Battista non si candiderà. Forse alla prossima, quando avrà il tempo, la voglia e la forza per lavorare ad un Movimento politico tutto suo. Aspetterò.

    "Mi piace"

  8. Insisto, non è il caso. Non farà guadagnare voti, anzi. E per questo scommetto che sui media avrà sempre più spazio.
    Per due che “esulteranno” venti se ne andranno.
    Bisogna decidere se si vuole proporre il modello Conte o il modello Di Battista, che sono antitetici.
    Conte “acchiappa”, Di Battista no
    O meglio, solo pochi ” duri e puri” che non vanno sopra lo zero virgola.
    A mio parere se si vogliono ottenere voti non si può dare troppa visibilità a persone e dall’aspetto e l’eloquio barricadero e da ” extra parlamentare di sinistra”. Ricordiamo sempre che gli elettori votano anche “a pelle” e quel modello ha fatto il suo tempo.
    Proprio per questo, ripeto, mi aspetto grande visibilità sui media a Di Battista, ma non certo per fargli un piacere.

    Piace a 1 persona

    • @Carolina
      Ho già scritto ciò che penso commentando un altro post.
      Provo a riassumere in due parole……
      Conte ok perchè si prende i voti dei 5s moderati ( come te)
      Dibba ok perchè si prende i voti dei 5s più “talebani ” ( come me)
      Il 26 settembre sommano i voti e si ricompattano gli elettori 5s 2013 e 2018
      🤗
      PS.
      C’è qualcuno che vuole votare per il luigino?

      Piace a 1 persona

      • Non è detto che andrò a votare.
        Come sempre aspetterò i programmi.
        Per quanto…
        Non mi piacciono molto i barricaderi… dalla poltrona. Fino ad ora Di Battista ha offerto solo la propria immagine e le proprie parole: datemi un pulpito e voterete anche me.
        Poi si tratta di fare i conti con la realtà, e mediare, mediare, mediare…

        "Mi piace"

    • hai ragione, ma hai anche detto DIVERSE cazz@te. Il dibba NON è un “duro e puro”, è un gran parakulo, è furbo, anche se sinceramente rimane il MENO PEGGIO rispetto a una banda di mercenari venduti alla poltrona.

      I “duri e puri”, che disprezzi senza sapere di cosa parli, erano la parte SANA, lo zoccolo duro che VOTAVA GIUSTO ONLINE, cioè non alla ca@@o di cane, era Casaleggio Padre, era la BUSSOLA degli attivisti sani che non ci sono più, era il faro delle gente perbene fatta fuori in gran parte, quel FARO che ti porta in salvo durante la tempesta e ti salva la vita perchè tiene la barra dritta nell’OMBRA e nel SILENZIO. Ora tutto questo non c’è più, a parte quel PAGLIACCIO rincoglionito di grillo, che parla di quantistica senza conoscere nemmeno la prima legge sce_ma della dinamica. Il dibba NON è un duro e puro come lo intendi tu, ma un parakulo. Ripeto, rimane il meno peggio, ma non è un duro e puro in senso nobile, cioè sano. Quindi NON ci hai capito una mazza di cosa era il m5s, di cosa realmente fosse e perchè dava tanto fastidio.

      Su Conte hai ragione, cioè è meglio del Dibba, in tutti i sensi, a cominciare da quelli spiccioli legati alla MERITOCRAZIA, parola oramai dimenticata da questo popolo IGNORANTE e FALLITO, cioè FATTO di GENTE FALLITA e IGNORANTE.

      Conte porterà molti più voti di un dibba in scooter elettrico, VERO, perchè il Dibba in scooter elettrico farà campagna elettorale NON perchè è il SANTO che vuol far credere, devoto SOLO ai CITTADINI, ma perchè avrà la pagnotta d’oro PRIMA, DURANTE e DOPO la Finta Missione Santa. Cioè sarà molto più famoso, ricco e bello DOPO la finta missione Santa. E tra un Conte che si sente figo in tv e fa il figo in tv e un Dibba che fa l’attore figo in tv, Conte passa per persona più credibile perchè semplicemente è più credibile nei fatti Sa recitare meglio la parte perchè è più bravo di quell’altro. PUNTO.

      E’ ovvio che sui MEDIA il Dibba avrà SPAZIO, ci sarà SOLO LUI. E faranno a gara per metterlo in prima linea per oscurare quell’altro. La FAMOSA REGOLA dell’uno vale uno, cioè il Dibba. Il Dio unico e trino, che con i “duri e puri” come li chiami ERRONEAMENTE tu, non c’entra un ca@@o bucato.

      Comunque il problema NON è nemmeno un doppio giochista furbo come il Dibba, ma sarà l’esercito di parakuli italiani che si fionderanno nel FU m5s per trovare un nuovo posto sulle nuove POLTRONE romane, per poi cambiare partito e VENDERSI peggio delle mign@tte dei parioli. Sarà questo il vero problema: potevano imporre la legge giusta, ma NON l’hanno fatto! Sarà un caso?

      Il mio prossimo NON voto sarà il voto più sano e giusto dato da quando sono nato, ho aperto gli occhi e ora ci vedo chiaro. Ho l’età del Dibba, giorno più, giorno meno. Ma non sono nè duro e puro in senso DISPREGIATIVO come lo intendi erroneamente tu, nè tantomeno un gran parakulo FURBO alla dibba. Ok?

      "Mi piace"

    • Zerovirgola?!?
      Agli Stati Generali, l’unico vero esercizio di democrazia interna della storia del Movimento, Dibba prese i voti del 40% degli iscritti.
      Meritate Crimi tutta la vita.

      "Mi piace"

    • Zerovirgola?!?
      Agli Stati Generali, l’unico vero esercizio di democrazia interna della storia del Movimento, Dibba prese i voti del 40% degli iscritti.
      Meritate Crimi tutta la vita.

      "Mi piace"

  9. Hmmm, ecco, a fare così pare che il Dibba si diverta a tirarsela. Ho letto tutti i commenti prima di questo mio e con molti concordo. Non si può neanche stare fuori a far caciara senza rischiare nulla (cosa da paraQ-li all’ennesima potenza, c’è poco da girarci intorno, su!), aspettando il momento più propizio per ri-entrare – cosa che ‘casualmente’ avverrà sotto ai riflettori! Che Di Battista chiami Conte super-privatamente e si mettano d’accordo in maniera seria: dove non “acchiappa” l’uno, acchiappa l’altro e viceversa (questa la riprendo da chi saggiamente l’ha scritta sopra!), per cui, meno storie, rimboccarsi le maniche, farsi il Q-lo rischiando la libertà (!!) di cui parla e si metta “a lavorare” seriamente PER IL PAESE! Mica penserà di poter fare il lavoro serio senza rischiare nulla, il ragazzo, eh? Rischi e si dia da fare! Che di opinionisti televisivi nei salotti delle reti italiote… ce ne son in giro fin troppi!
    Coraggio Dibba, ti aspettiamo, (e comunque vada… tìratela di meno!)
    Alé! 🤘🏼

    "Mi piace"

  10. Non è detto che dove acchiappi l’ uno acchiappi l’ altro.
    Di Battista ha troppo da terzomondista/ centro sociale. Di cui coloro che hanno votatoi i 5stelle (votato, non gli iiscritti, certamente anche amici degli amici e che si sono ridotti in maniera drammatica) ne hanno le scatole pienissime. Altrimenti avrebberoi votato gli originali, ormai estinti.
    La stragrande meggioranza dei cittadini vota “a pelle”, guardando ed ascoltando parole-chiave: non stanno certo a fare la disamina di ogni discorso, abituati come sono ad essere circondati da tribuni della plebe.
    lo vedono e la maschera è di quelle viste-straviste. Almeno per chi non ha più 18 anni. e si ricorda benissimo che tutti coloro che mostravano la medesima immagine barricadera ora siedoino pasciuti nel PD o da Renzi e non mollano neanche sul letto di morte.
    L’ immagine è quella, e l’ immagine (purtroppo) è quella che conta.

    Questo è il mio pensiero, ovviamente non mi auguro, nè gli auguro, alcunchè: come ho già detto aspetto il programma. Nero su bianco e non a parole, certa però che in politica occorra soprattutto saper mediare. Ed avere i media dalla propria parte.
    Scommettiamo che se si candidasse Di Battista verrebbe ospitato – e citato – molto spesso in TV? Indovinate perché!

    "Mi piace"

    • Mamma mia, Carolina…
      A parte che da tutto quello che scrivi sembra che il mondo intero, tranne TE, faccia le cose per esclusivo interesse personale e occupi i posti clou solo perché è funzionale (può essere anche che sia vero, ma non ti deprimi a vedere il mondo così?), io non penserei MAI che tu possa votare m5s.
      Non apprezzi MAI l’entusiasmo per le battaglie civili e i temi sociali, per cui sembri avere una visione di destra, spesso tiri fuori i migranti, hai sempre uno sguardo cinico che mal si concilia con le speranze di un partito come il m5s.
      Io non ho sempre difeso Dibba, anzi, ma ho sempre apprezzato la sua spinta ideale.
      C’è bisogno anche di anima, non solo di cervello e freddezza calcolatrice.
      L’unica cosa che temo è che il desiderio di libertà, il gusto per la denuncia scritta, la sua indipendenza anche economica possano convincerlo ad aspettare… lui ai due mandati crede fermamente, quindi dà molta importanza al suo secondo ed ultimo.
      Non vuole bruciarsi, è incerto tra buttarsi e non.
      Ma pensare che non solo non attrarrebbe, ma addirittura farebbe perdere voti al m5s è folle.
      O è il pensiero di chi crede che tutti i 5s siano diventati “moderati” come piddini.
      Non sono gli ex piddini, la prateria, sono le vere anime di sx senza una collocazione.
      E non siamo così SPENTI da non apprezzare Dibba, per ciò che potrà e vorrà dare ancora al m5s.

      Piace a 1 persona

      • Se non ci fossi bisognerebbe inventarti Anail, mi rubi spesso le parole di bocca, brava. Ma non perdere tempo con Carolina è un trol di destra, fa l’impossibile per non essere scoperta ma non ci riesce.

        Piace a 1 persona

      • Beh, già solo il fatto che continui ad insistere su “né di destra né di sx”, per me significa che è di destra.
        Legittimo, per carità, ma mi chiedo come se la cavi coi 9 punti del programma contiano, il top del progressismo.

        Piace a 1 persona

      • Non ho mai detto non fare le cose per interesse personale.
        C’è però una differenza tra chi si fa gli affari propri come crede e come può e chi si candida a guidare la res publica.
        Direi che i primi vadano rispettati sempre, se non delinquono. Gli altri vanno rispettati nella sfera privata ma criticati, ovviamente, in quella pubblica, dato che il loro lavoro, oltre che pagato dalle nostre tasse, norma ogni aspetto della nostra vita. Letteralmente vita e morte.
        Quindi nessuna remora nel dire quello che si pensa, finché si può.
        Penso che nessun politico possa essere valutato prima di avere assunto concrete responsabilità.
        E di entusiasmo presto sgonfiati( in mente ad es. Grillo? Ma anche i vari Ingroja, Di Pietro, De Magistris, Renzi, ( eh, sì, anche Renzi suscitò grandi entusiasmi…) ecc…

        Insomma, meglio sospendere il giudizio…

        "Mi piace"

  11. Il m5s da solo anche con Di Battista non va da nessuna parte.Chi detesta un’eventuale alleanza col pd vorrebbe che si alzasse con la Lega?Tipo Alessandro cagliostro

    "Mi piace"

  12. È che ne ho visti troppi, e conosciuti anche personalmente .
    I tribuni poi non sono nelle mie corde, questione di feeling…

    "Mi piace"

  13. Comunque auguri al Dibba: vince chi prende un voto in più. E governa. Spero.
    Sono in attesa del programma, però: se mi deste un pulpito senza responsabilità concrete, votereste anche me ( e ognuno di voi).
    Purtroppo siamo un Paese a sovranità limitata, quindi inutile agitarsi tanto.

    "Mi piace"

  14. Gentile @Anail, certo che lo sospendo: almeno, come ho sempre detto, fino a quando non farà qualcosa, non avrà qualche responsabilità. Certamente non parto in quarta solo sulle parole e si puo soppesare solo l’ immagine che ci offre attraverso i media.

    Che poi io pensi che il personaggio pubblico Di Battista, per come si pone, sottragga voti al M5stelle è solo una analisi personale: penso che il tipo di “maschera” barricadera che propone abbia fatto il suo tempo da un pezzo ed appaia troppo “sinistra” e terzomondista… Se ne sono già viste tante…
    E’ una valutazione di tipo mediatico che si poggia solamente sull’ apparenza del personaggio e sulla sua estrema, nei fatti, variabilità ( oggi qui, domani là,oggi vado, domani torno, oggi un libro, domani chissà …) esattamente come si poggia solo sul suo essere “personaggio” la sua valutazione e quella dei suoi estimatori, dato che non si è ancotra impegnato concretamente in politica, quindi una impressione vale l’ altra e a me non piace regalare cambiali in bianco.
    Il fatto che tentenni da anni, nei fatti raccogliendo pur non avendo arato, ci dice che trova questa posizione di massimo disimpegno assai comoda e ben si vede quanto indugi a a lasciarla: sa bene che dopo verrà giudicato non più solo per le parole, come è stato fino ad ora, ma per i fatti. E la parabola di consensi subita dal Movimento ci racconta bene quanto i fatti possano essere duri, difficili e poco gratificanti.

    Un giudizio sul suo operato si potrà dare solo dopo che avrà, appunto, “operato”. m

    "Mi piace"