Conte adesso può festeggiare? Non direi proprio

(Andrea Scanzi) – Conte adesso può festeggiare? Non direi proprio.

Conte ha fatto benissimo a rompere con Draghi, ma ha fatto malissimo a farlo solo adesso. Era sacrosanto (dal suo punto di vista) rompere con Draghi, ma doveva farlo molto prima. Anzi non doveva proprio entrare mai in questo governo, men che meno nella maniera scellerata accettata da Grillo un anno e mezzo fa.

Ve lo ricordate il Draghi più grillino dei grillini? Il Cingolani più grillino dei grillini? Tutte stronzate di Grillo, che i 5 Stelle hanno pagato a caro prezzo. Dentro il governo Draghi sono diventati pallosi, inutili, respingenti. Infatti hanno perso valanghe di voti.

Dopo mesi e mesi di disastro, la scissione di Di Maio (uno dei più grandi suicidi politici nella storia delle galassie) ha “costretto” Conte a fare quello che doveva fare molto prima: rompere con Draghi.

Draghi odia Conte e i 5 Stelle, ancor più dopo non essere riuscito (per “colpa” di Conte) ad andare al Quirinale. Se i 5 Stelle fossero rimasti dentro un governo che li odiava, sarebbero stati deficienti.

Purtroppo per i 5 Stelle, Conte è una bravissima persona ma non certo un leader smaliziato e furbo. Ha rotto quando era tardi, sperando che il Palazzo avrebbe a quel punto fatto quadrato e sdoganato un Draghi Bis (o comunque un governicchio disposto a vivacchiare fino a fine legislatura). In quel modo i 5 Stelle avrebbero avuto mesi di tempo per fare opposizione, cavalcare la campagna elettorale e risalire nei consensi.

La mossa (scaltrissima) di Lega e Forza Italia ha invece portato alle elezioni anticipate. Conte si è quindi fatto usare dalla destra, a conferma di una sua ingenuità strategica consolidata.

Per i 5 Stelle lo scenario attuale è sicuramente migliore rispetto al restare dentro il governo Draghi (sarebbero arrivati a percentuali renziane e dimaiane), ma comunque complicatissimo e difficilissimo. Il Pd (a sua volta colpevole di “eccesso di draghismo”) li schifa. Renzi e Calenda (che non esistono) li odiano. La destra è la destra. Il loro obiettivo, a oggi, è prendere un 10/15% e sperare di essere ago della bilancia.

Ma son messi male parecchio anche loro. Come tutti. Tranne la destra. Condoglianze e buona catastrofe.

57 replies

  1. Le persone perbene e capaci prima o poi emergono. Conte ha entrambe le caratteristiche. Tuttavia, nella competizione politica dei nostri tempi la comunicazione è molto importante, strategica. Su questo i 5S sono molto molto indietro e, per di più, hanno contro tutta la propaganda del “sistema”.

    L’inconsapevole corollario del ragionamento di Scanzi è anche questo.

    Se potessi suggerire al Movimento le 2 immediate priorità direi: pulizia interna e comunicazione innovativa (che comprende anche una massiccia presenza nelle televisioni nazionali).

    "Mi piace"

  2. 1. Cambiare nome e simbolo
    2. Recuperare tutti i fuoriusciti ( cioè i 5s più sani, possibilmente guidati dal Dibba)
    3. Aggiungere tutti i pacifisti ( o putiniani come li chiama il luigino) tipo Orsini ( e questo è facilissimo, ci sono le liste di proscrizione)
    4. Vincere le elezioni con i voti degli elettori pacifisti ( ovvero percentuali bulgare, in barba al rosatellum).

    Applicando questi semplici punti se va male si supera il 30% se va bene si arriva al 51 e non ce n’è più per nessuno.

    L’ho già ribadito più volte…..
    Nome e simbolo dei 5s ormai sono bruciati ,e ostinandosi a mantenerli in vita per pura nostalgia offre solo ai nemici la possibilità di sparare sulla croce rossa
    Bisogna mantenere le idee originali ma mischiare un pò le carte per disorientare gli avversari.
    Non è che gli altri stiano meglio.
    La Meloni si è da poco dimostrata atlantista al fianco di letta…….Non credo che i suoi sostenitori più fascistoni abbiano apprezzato.
    Salvini non ha più lo ” charme” elettorale del 2019 perchè da allora ha fatto troppe vaccate.
    Berlusconi non può permettersi di fare troppo il leghista perchè altrimenti perde quel poco che gli rimane del suo elettorato moderato.
    Di calenda e del bomba non sto nemmeno a parlare perchè si estingueranno per cause naturali.

    "Mi piace"

    • D’accordo su molti punti, il simbolo 5* lo si regali a grillo, via i governisti costi quel che costi, conte rimetta il mandato a presidente, non ha la stoffa del condottiero, si accontenti di fare da mediatore si recuperino i fuoriusciti e gli espulsi, si convinca il Dibba a scendere nell’agone e i voti si recupererebbero

      Piace a 1 persona

      • Attenzione. Di Battista è lo stesso che nel 2018 disse ai pugliesi che in 10 minuti si poteva bloccare il Tap. Sappiamo come è andata. Non mandatelo a fare campagna elettorale in Puglia lo rincorrerebbero coi forconi.

        Piace a 2 people

      • Caterina Piretti
        Nessuno è perfetto
        E si il tap poteva esser fermato, fortuna che ciò non è avvenuto
        Ciò non toglie che sia un vero 5* o almeno le istanze che hanno portato il mv5s al 33%

        "Mi piace"

    • Certo, sognare con costa niente.

      Ma rispetto al 2017-2018 mancano:
      – i territori, la partecipazione online e nei meetup, ed un embrione di democrazia dal basso;
      – la comunicazione strategica di Casaleggio;
      – un Grillo in gran spolvero, trascinatore di masse oceaniche;
      – 5 anni passati all’opposizione di un governo artefice di migliaia di porcate;
      – la verginità ampiamente perduta;
      – le parole guerriere;
      – le IDEE.

      In più, ora c’è anche la prova che la gran parte dei più puliti e idealisti, davanti allo stipendio ed ai velluti, non ci mettono nulla a (s)vendere anche sè stessi ed i propri familiari.
      E’ inutile illudersi, anche il tour Su la Testa di Bibba, qualche mese fa, fu un flop totale, con poche decine si partecipanti nelle piazze, tanto che il nostro ha desistito ed ha preferito dedicarsi al proprio lavoro.

      Risultato: nel centenario della Marcia su Roma, si tornerà a marciare su Roma, nell’indifferenza delle masse che al più, se andranno a votare, lo faranno in stile Achille Lauro.
      Speriamo in cinque anni di macerie, per tornare a rinascere.

      "Mi piace"

      • Frankie, sono d’accordo con te, il contesto e’ cambiato decisamente rispetto al 2018 e non vedo grandi alternative ad un futuro governo di centrodestra. Per essere sinceri, non mi sarei aspettato un risultato diverso anche con una fine naturale del governo Draghi dato che il campo largo era gia’ andato in vacca (il PD e’ ancora imbottito di renziani – e si vede). Quindi, meglio tardi che mai, e’ stato un bene uscire dal governo.
        Ora, ricette magiche non ce ne sono. Bisogna assolutamente ricostruire l’unita’ del movimento intorno ad un programma chiaro e alternativo, e alcuni semi sono gia’ presenti nei 9 punti presentati a Draghi.Serve assolutamente recuperare i territori perche’ non ci si puo’ limitare ad una rappresentanza nazionale/lontana. Le esperienze dei sindaci hanno fortemente contribuito al successo nazionale del 2018. Infine, in chiave di capagna elettorale, serviranno una forte campagna comunicativa – senza timidezze – e, altro tasto dolente da sempre, una rigida selezione dei futuri rappresentanti. Penso che Conte abbia la credibilita’ per attirare forze fresche e valide dalla societa’ civile. Se tutto questo funzionasse, il 15-16% sarebbe assolutaemente raggiungibile.
        Per il resto, vedremo cosa decideranno gli altri partiti e quanto ci mettera’ la destra di governo ad implodere. Secondo me, massimo due anni.

        "Mi piace"

  3. Veramente per ora hanno perso milioni di voti nei sondaggi ( le amministrative per loro fanno poco testo);se continueranno a essere schifati dal PD,da Renzi,calenda ecc,recupereranno anche un po’ di voti veri

    Piace a 1 persona

  4. Secondosilvio, il pacifismo pro-Putin applicato a uno che non sa cosa sia il pace (Putin) significa davvero confessare al mondo intero il masochismo del Movimento.

    "Mi piace"

    • @Gaeliber
      Il pacifismo non ha colori.
      Vale per la guerra in Ucraina e per qualsiasi possibile guerra futura.
      Il senso è ridare valore all’articolo 11 , impedendo che in futuro altri dittatori come draghi ci coinvolgano in conflitti disastrosi per i morti e la distruzione che causano.
      Per non parlare di un “economia di guerra” come quella in cui viviamo ora, con prezzi impossibili da sostenere che sono facilmente dimostrabili perchè sono ogni giorno sotto agli occhi di tutti ( milionari a parte ovviamente, ma i milionari sono così pochi che i loro voti non preoccupano nessuno).

      Piace a 1 persona

      • Il pacifismo cieco e sordo fa male prima ai pacifisti e poi al resto della popolazione. Su questo tema concordo, per ora, che l’Ucraina vada aiutata anche con le armi. Se Putin non arriva a capire di non poter raggiungere i suoi obiettivi militari e geopolitici, non si ferma. Solo a quel punto si materializzeranno le condizioni per riportarlo a miti consigli e fare un accordo di pace. Purtroppo, è un despota psicologicamente squilibrato, come altri suoi “colleghi”, solo che ha un arsenale atomico a disposizione e questo lo rende ancor più malato di delirio di onnipotenza.

        Piace a 1 persona

  5. Chi, nonostante tutto (😱) vuole ancora un filo di bene al m5*, a questo punto del guado si sta chiedendo: le teste gloriose che lo guidano hanno capito? Si sono resi conto con chi e cosa hanno a che fare? Sapranno fare tesoro delle cappellate commesse?
    Io nutro seri dubbi. Vediamo.

    "Mi piace"

  6. Insomma, parole di giuseppi, per far si che il mv5s capitanato da mr.tentenna si astenesse o votasse contro draghi ha dovuto ricorrere agli insulti,
    Becchi e bastonati.

    "Mi piace"

  7. “Conte è una bravissima persona ma non certo un leader smaliziato e furbo”.

    E’ per questo che lo abbiamo eletto capo politico col 92% dei votanti, i furbi li abbiamo sempre schifati ,pensa l’ha capito anche Grillo(forse)!

    Piace a 2 people

    • Bè se quel 92% degli iscritti ha votato giuseppi c’è da domandarsi chi sono questi iscritti, circolano molte voci sui brogli

      "Mi piace"

      • Dreacossu
        Intanto il Dibba aveva vinto con un larghissimo margine e lo hanno nascosto mr.tentenna brancaleon giuseppi il penultimatum detto il bradipo ha preso il 92%
        Il mio non lo ha preso e come il mio moltissimi altri ma stranamente il risultato è stato bulgaro,
        Apparentemente i grulli sono quelli che corrono dietro al pifferaio di turno

        "Mi piace"

      • Ti dai del grullo da solo e parli del tuo Dibba, evidentemente.
        Di pifferai di turno ce n’è per tutti i gusti compreso il tuo amato Dibba che tanto idolatri e che disse che il TAP lo avrebbe bloccato in 5 minuti perdendo la faccia, danneggiando il M5S e rendendosi ridicolo.

        "Mi piace"

  8. L’ho già detto e lo ripeto. Il marchio 5stelle non è più un plus, non è più portatore di voti. Bisogna trovare un’Alternativa ( che va bene anche come Alternativa e ci aggiungiamo qualcosa). Diventi il Partito di Di Battista con Conte candidato Premier. E rientrino i Villarosa, i Lannutti, anche la Lezzi. Quelli tosti insomma. Che non la mandano a dire. Si può raggiungere un buon risultato.

    Piace a 1 persona

  9. Da varie analisi e statistiche sembra che gli elettori si facciano un’ idea su chi votare nell’ ultimo mese prima della data delle elezioni. ….se poi per decidere bisogna conoscere i vari leaders e partiti. …Salvini è in politica da 30 anni, la Meloni ugualmente, Berlusconi dal 1994, Letta è invecchiato in politica, Renzi in scena (scenetta) dal 2010, mi pare, Calenda dal 2012 con Montezemolo…..il più nuovo è Conte, in politica dal 2018. ….Salvini ha fatto una furba scelta in funzione esclusivamente elettorale, soprattutto per recuperare sulla Meloni, ma i voti a destra passano da uno all’ altro come vasi comunicanti. …il 45% di astenuti non credo che correrà a votare il cdx fulminato sulla via della novità. …

    Piace a 1 persona

  10. Concordo con Paolo, va costruita una coalizione fra Alternativa, Movimento per Conte premier e magari qualche movimento/esponente ambientalista. …con questa legge elettorale ti devi inventare una coalizione ed Alternativa credo possa presentarsi come partito/movimento autonomo in coalizione con quello che sarà il M5S guidato da Conte di cui……poi si gioca sui candidati e sul loro consenso territoriale. …comunque devono entrare in partita Di Battista, Raggi ed Appendino. ..

    Piace a 1 persona

  11. Non c’è niente da fare ho sentito proprio ora una dichiarazione di Conte dove sostiene se ho capito bene che nonostante tutto si può ancora lavorare per costruire il campo progressista! Ma allora non ha ancora capito che se va con il PD per lui e il movimento è la fine ? Dopo lunghi tentennamenti è riuscito a smarcarsi da una terribile ammucchiata e ora vuole andare a fare la ruota di scorta con percentuali da prefisso telefonico? Ma non ha capito che il PD vuole la morte Sua e del movimento? Ma scusi presidente Conte Lei soffre per caso della sindrome di Stoccolma? Perché se non è così con tutto il rispetto comincio a dubitare della sua intelligenza!

    Piace a 2 people

    • Non mettiamo il carro davanti ai buoi. Il campo largo potrebbe comprendere Sinistra italiana Verdi etc. Penso che l’esperienza di questi mesi abbia insegnato qualcosa.

      Piace a 1 persona

    • Letta poco fa
      “con i tre partiti che hanno fatto cadere #Draghi, secondo me, è impossibile organizzare coalizioni elettorali”

      "Mi piace"

      • La coalizione la vuole fare con l’amico Renzie e con Carletto.
        Facesse così, vediamo come si posizionano, tra l’altro il movimento avrebbe solo da guadagnarci.

        Piace a 2 people

      • Tra l’altro l’avviso di Renzie è arrivato ieri in senato “chiedo agli AMICI del PD, davvero volete coalizzarvi con chi fa cadere Draghi?”

        E li chiama amici: lui che si è fatto eleggere con loro insieme a quegli altri scappati di casa, e poi si è fondato il suo personalissimo club senza elettori.

        "Mi piace"

  12. Se andiamo ad elezione il mio voto come quello di molti conoscenti ex 5* andranno alla coalizione più estremista, poco importa se di dx o se di dx
    Mai a chi ha sostenuto votando 55 fiduce al governo draghi
    Tanto meno a un pdiota

    Piace a 2 people

  13. Cagliostro la coalizione più estremista, cioè radicale, non esiste. …andrebbe fondata e formata. …se poi per estremista intendi la Meloni e gruppi affini come Forza Nuova o Casa Pound, è un estremismo storico che puzza di strategia della tensione. …io neppure con il torcinaso voterei una così e gli amici suoi, ho una memoria da elefante e non dimentico!

    Piace a 1 persona

      • Ps.
        Comunque il migliore degli estremisti ce l’abbiamo già e si chiama Dibba.
        L’unico problema è convincerlo a tornare in pista.
        I voti non gli mancherebbero sicuramente.

        "Mi piace"

  14. Cagliostro la coalizione più estremista, cioè radicale, non esiste. …andrebbe fondata e formata. …se poi per estremista intendi la Meloni e gruppi affini come Forza Nuova o Casa Pound, è un estremismo storico che puzza di strategia della tensione. …io neppure con il torcinaso voterei una così e gli amici suoi, ho una memoria da elefante e non dimentico…..

    "Mi piace"

  15. Egr. Cagliostro, esprimi in piena libertà il tuo pensiero elettorale. Io, spero con altri, darò il voto ai 5S perché voglio dare una possibilità di dimostrare la bontà di quello che fanno (e non distorto dalla propaganda) e, credo, faranno. Perché la mia fiducia Conte ce l’ha.

    Piace a 1 persona

  16. d’accordo su tutto e quindi noi di infosannio che facciamo a parte scriverci e leggere a sbafo?
    vogliamo aiutare i 5S o Alternativa o chi? di sicuro sono i meno peggio ma di parecchio… come li aiutiamo?
    chiediamoci cosa possiamo fare per l’Italia e per

    "Mi piace"

  17. Sono d’accordo con Stefanofalci. Se Conte dovesse essere affetto da Sindrome di Stoccolma, alleandosi col PD, non lo voterò. Tra l’altro, in quel caso, della partita non sarà mai Di Battista che ha detto più volte che il Partito di Sistema da cui fuggire è proprio il Partito Democratico. Che un Movimento nuovo, di Alternativa, si caratterizzi molto sul sociale e sull’ambiente con temi cosiddetti di “sinistra” va bene. Che creda di portarli avanti col PD è follia. Da cui mi dissocerei.

    Piace a 1 persona

  18. Scanzi fa un’analisi condivisibile sulle prospettive elettorali, ma anche lui sembra vivere sulla luna riguardo Conte e la sua rottura con Draghi: “Conte ha fatto benissimo a rompere con Draghi, ma ha fatto malissimo a farlo solo adesso”. MA QUALE ROTTURA!
    È stato il centro-dx a rompere! Sono stati Salvini e Berlusconi, grazie al tentennamento di Conte, che ancora stasera lo si sente dire:
    Perché il M5S non ha ritirato i suoi ministri? “Fino all’ultimo pensavamo di poter rinnovare la fiducia”. Più chiaro di così.

    "Mi piace"

  19. Come volevasi dimostrare mr.tentenna brancaleon giuseppi un pdiota fatto e finito
    Sta ancora piangendo per la caduta di draghi e per le parole di letta.
    Il leader dei Cinquestelle ospite di Zona bianca, su Rete4, parla per la prima volta da quando è stato ufficializzato il ritorno alle urne e non chiude la porta a chi vuole “condividere con noi o confrontarsi con noi”. Ma sulle responsabilità per la fine del governo chiarisce: “M5s lineare e coerente, non confondiamo con gli altri protagonisti”. E ribadisce: “Fino all’ultimo abbiamo pensato di poter rinnovare la fiducia”, ma da Draghi “abbiamo subito un’umiliazione immeritata”

    "Mi piace"

  20. Scanzi dovrebbe imparare dal padre
    intanto Conte è quasi vero Presidente e leader dei 5 stelle dal 15-06 dopo il rigetto del ricorso di Napoli e dopo l’uscita dei aderenti del partito personale di Di Mario.
    secondo: aveva ancora in corpo i diversamente abili pronti a saltare la frasca, vedi i D’INCA’ E i CRIPPA
    ADESSO HA LE MANI LIBERE
    e a sinistra ci sono praterie libera
    chi vuole intendere intenda

    Piace a 3 people

  21. DEL RIO:
    “Una deriva populista alla Di Battista del Movimento 5 stelle precluderebbe qualsiasi tipo di alleanza, noi non possiamo rinunciare alla nostra identità e proposta”

    quella del patto del Nazzareno?

    "Mi piace"

    • Strano l’Italia ha una forma allungata che va da nord a sud con le sembianze di uno stivale ma ha una popolazione di pesci rossi che vivono in bocce di vetro, pesci con pochissima memoria e che si innamorano del primo venditore di fumo che si presenta, ora è il turno del niente mr.tentenna il bradipo pidiota.

      Piace a 1 persona

  22. Bè quando uno si rende conto che sei nient’altro che un pesciolino rosso alla prima occasione cerchi un fiume con acque pulite ed evadi dalla boccia in cui siamo relegati, e una volta fuori impari a riconoscere i ciarlatani e i venditori di fumo

    Piace a 1 persona

      • Tutti e due lustrascarpe di putin, quelli che si incontravano negli anni ’70 all’uscita della stazione di Porta Nuova a Torino, con quei sgabelloni alti. Che coppia! Come la Panda, da una parte l’ignorante tuttologo, dall’altro l’adoratore sfegatato del folle criminale. Se non ci foste, bisognava inventarvi, qui su infosannio, sul posto giusto!

        "Mi piace"

      • Adriano
        Anche questo qui sotto, che trasmette le proprie difficoltà a noi.
        INFOSANNIO, ti prego, dacci anche la possibilità del voto negativo e del “?”, perché certi post, sia per idee, sia per uso della lingua italiana, non si capiscono proprio.🤔🤨

        "Mi piace"