M5S, rumours sull’ex iena Giarrusso alla Lega ma lui smentisce

L’eurodeputato: “Notizia totalmente falsa, inventata e priva di fondamento”

(adnkronos.com) – “La notizia di un mio ingresso nella Lega e nel gruppo Id in Europa è totalmente falsa, inventata, priva di fondamento”. Così l’eurodeputato Dino Giarrusso smentisce le indiscrezioni trapelate oggi su un suo possibile ingresso nel Carroccio. “Da quando ho raccontato alcune verità scomode e dolorose riguardanti il Movimento Cinque Stelle si è scatenata una macchina del fango contro di me, quotidiana e continua, ben pilotata da chi dovrebbe essere guidato dall’onestà e invece è evidentemente in malafede e mosso solo dalla sete di potere e di poltrone”, continua Giarrusso, che precisa: “Questa sera a Piazzapulita rivelerò delle cose molto gravi successe negli ultimi mesi, specie della gestione feudale del M5S in Sicilia, sperando che chi guarda sia capace di accettare la verità anche quando fa male, e non si faccia condizionare dalle bufale che vengono messe in giro ad arte per colpire chi è libero e onesto. I poltronari pronti a piazzare se stessi e i propri familiari grazie al M5S, farebbero bene ad ammettere il proprio disegno di far politica a vita, anziché gettare fango su di me e su chi ha sempre rispettato i valori fondativi del Movimento”, conclude Giarrusso.

M5S – “Dino Giarrusso fra le braccia di Salvini? Nessuna sorpresa, evidentemente avrà trovato i valori che cercava e che non avrebbe mai potuto trovare nel Movimento 5 Stelle” avevano commentato fonti M5S in Parlamento europeo all’Adnkronos sulle voci di una ‘trattativa’ tra l’ex grillino e il leader della Lega per approdare nel partito di via Bellerio e nel gruppo ‘Identità e Democrazia’, dove siedono gli europarlamentari leghisti.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

4 replies

  1. SU GIARRUSSO E DINTORNI- Viviana Vivarelli.

    Dopo che Giarrusso ha dichiarato la sua uscita dal M5S perché non sopporta più la nuova edizione del Movimento, sia perché ha rinnegato tutti i suoi valori, diventando la maggiore costola di Draghi, sia per la lotta al coltello delle correnti interne intente ad accoltellarsi tra loro e a resistere al potere più a lungo possibile, dopo la sua uscita dal M5S, che a mio parere, avrebbe dovuto avvenire prima, già almeno un anno fa, una massa scomposta di iene e sciacalli si è abbattuta su di lui, grazie al peggiore vizio italiano, che è quello di colpire chi è in disgrazia, vizio tipico dei vigliacchi e dei senza cervello, i Maramaldi di turno che spesso non si presentano nemmeno col nome vero ma con pseudonimi vari e si beano solo di insulti e di anatemi.
    La prima accusa che questa marmaglia gli ha scagliato contro è di essersi venduto alla Lega. Conte addirittura gli ha tirato un colpo basso dicendo senza mezzi termini che Giarrusso gli ha sempre chiesto delle poltrone, squalificandolo come il poltronaro di turno e c’è chi ha chiesto con modi arroganto cosa cavolo ha fatto questo Giarrusso in undici anni, come fosse un cialtrone qualsiasi e non fosse che, grazie al suo lavoro e al suo impegno, è sempre stato premiato con il consenso sia degli elettori che degli Stati Generali come il secondo più amato dopo Di Battista, lasciando terzo e molto distanziato Di Maio. Ma si sa che chi nella sua vita non ha mai combinato un piffero è prontissimo ad attaccare chi è comunque meglio di lui, per una forma di invidia meschina e fufantesca.
    All’accusa di essersi venduto alla Lega Giarrusso ha replicato con veemenza.
    “La notizia di un mio ingresso nella Lega e nel gruppo Id in Europa è totalmente falsa, inventata, priva di fondamento. Da quando ho raccontato alcune verità scomode e dolorose riguardanti il Movimento Cinque Stelle si è scatenata una macchina del fango contro di me, quotidiana e continua, ben pilotata da chi dovrebbe essere guidato dall’onestà e invece è evidentemente in malafede e mosso solo dalla sete di potere e di poltrone. Questa sera a Piazzapulita rivelerò delle cose molto gravi successe negli ultimi mesi, specie della gestione feudale del M5S in Sicilia, sperando che chi guarda sia capace di accettare la verità anche quando fa male, e non si faccia condizionare dalle bufale che vengono messe in giro ad arte per colpire chi è libero e onesto. I poltronari pronti a piazzare se stessi e i propri familiari grazie al M5S, farebbero bene ad ammettere il proprio disegno di far politica a vita, anziché gettare fango su di me e su chi ha sempre rispettato i valori fondativi del Movimento”.
    Certo è che nel Parlamento europeo un parlamentare in qualche gruppo deve stare e Identità e democrazia è sovranista e difende i diritti delle singole Nazioni. Ora è vero che i due partiti con più eurodeputati all’interno del gruppo sono la Lega e il Rassemblement National ma sarebbe come dire che Conte, essendo nel gruppo S&D fosse entrato nel Pd. E sarebbe bene ricordare che Grillo mise il M5S nel gruppo in cui stava anche Nigel Farage, l’analogo inglese di Salvini.
    E certo è anche che quelli che lo accusano di appoggiare la Lega si sono situati senza problema, sia a livello locale che nazionale, proprio assieme alla Lega, alla Meloni, a Berlusconi e al Pd nell’accozzglia che sostiene Draghi, proprio quello che dovrebbe essere il peggiore nemico del M5S.
    In Toscana si dice: “Straccio dice a cencio”. Cioè, non accusare un altro dello stesso delitto che stai commettendo tu!

    "Mi piace"