Il Piano Sòla

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Ieri, al Costanzo Show, è andata in scena la versione moderna della fiaba di Andersen, quella del bambino che dice “Il re è nudo” e tutti quelli che non osavano dirlo esplodono in un applauso incontenibile. Sul palco del teatro Parioli, al posto del bimbo, c’era il pm Nicola Gratteri che descriveva il nulla mischiato […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

40 replies

  1. Il Piano Sòla

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Ieri, al Costanzo Show, è andata in scena la versione moderna della fiaba di Andersen, quella del bambino che dice “Il re è nudo” e tutti quelli che non osavano dirlo esplodono in un applauso incontenibile. Sul palco del teatro Parioli, al posto del bimbo, c’era il pm Nicola Gratteri che descriveva il nulla mischiato col niente del governo Draghi in tema di lotta alle mafie e alle altre illegalità: “Tira aria di restaurazione, di ‘liberi tutti’. Draghi non pervenuto. Capisce di finanza, punto”. A quelle parole, il pubblico – molto pop e poco engagé, campione attendibile della gente comune – è esploso in una lunga e liberatoria ovazione che dovrebbe allarmare il premier e i suoi turiferari. Se quei battimani potessero parlare, direbbero: “Finalmente qualcuno che ha il coraggio di dirlo! Basta con la santificazione di Draghi! Se fosse il fenomeno onnisciente e infallibile che tutti ci decantano da un anno e passa, ce ne saremmo accorti. Invece com’è che stiamo sempre peggio?”. Chi scrive si era permesso già l’estate scorsa, alla festa di LeU, di evidenziare la sua enciclopedica incompetenza in tutte le materie estranee all’alta finanza, suscitando lo sdegno delle vestali del culto supermariano. Troppo presto. Ci son volute le baggianate del Green Pass modello base o super e della divisione di lavoratori e persino studenti in buoni e cattivi, poi le tragicomiche trame per il Colle (fallite anche quelle), poi la ridicola gestione diplomatica della crisi ucraina (pace o condizionatori, euro anzi rubli, Golia anzi Davide, armi per la de-escalation, Piano Sòla italiano spernacchiato da tutti), poi i ceffoni Ue per i ritardi sul Pnrr, perché ciò che vedevamo in pochi diventasse patrimonio comune.

    Il Migliore sceso fra i comuni mortali a miracol mostrare è un mediocre premier di cui si stenta a rammentare una sola impresa degna di nota, perfino sulle due missioni affidategli da Mattarella (Pnrr e pandemia). Se non avesse tutti i media dalla sua, gli applausi a Gratteri sarebbero già fischi a lui (che ieri, dopo mesi di silenzio, s’è precipitato in un moto spintaneo a parlare di mafia). Invece la narrazione dragocentrica continua a garantirgli totale franchigia: l’universo ruota intorno a Lui; i partiti che osano far valere i propri voti per attuare i propri programmi sono disturbatori della quiete pubblica perché non è Lui a esistere grazie a loro, ma loro grazie a Lui (anche se non ha mai preso un voto); e guai a contrariarlo, perché potrebbe “stufarsi”, con danni incalcolabili per l’Europa, la guerra e il pianeta (che vanno avanti a prescindere da questa o quell’elezione, vedi Francia). Ma anche questo incantesimo per gonzi ha i giorni contati. Basterà consultare la cartina per scoprire che Draghi non fa neppure capoluogo.

    Piace a 10 people

  2. Come avevo già detto a suo tempo:

    Draghi per i media è questo:

    in realtà la sua validità è questa:

    Ah, nel frattempo i Russi stanno ricacciando gli Ucronazi sempre più ad Ovest.

    E poi com’era la storiella dell’Azov che veniva evacuato? Ah, sì, come gli inglesi evacuati da Singapore nel 1942:

    Piace a 2 people

  3. A sei Travaglio o un suo similaum?
    Articolo penoso se fosse vero, ai miracolati del calibro di Gratteri e vincite ereditiere, sempre pronti a controllarne il traffico, il pubblico rumoreggia contro Draghi, che per carità non sarà pro popolo, ma neanche l’ ubriacone che ha passato la vita di bar in bar ad un bicchiere al minuto.

    Stupisce il ridicolo malcostume giornalistico di assumersi la responsabilità di denigrazione totale senza una ragione più plausibile e più esplicativa della mala gestione del governo che fa ingollare miliardi ai provvidi e sprovveduti, ( come no!) Governatori che li distribuiranno secondo il famoso piano merda, cemento rifiuti, edilizia sfruttamento occlusioni di introiti statali per pagare i sempre più operai di aziende a fronte di un mercato al collasso, ma il vitalizio, per questa operazione così solcata da 30 anni, se lo prendono comunque. .. non è difficile se ti chiami padrino di qualcosa anglo americano.

    "Mi piace"

  4. Se vi è stata incompetenza sulla distribuzione di mascherine si potrebbe desumere che vi sia stata anche nella distribuzione di armi a difesa di gollium visto che il governo è (quasi) il medesimo O nella distribuzione di armi all’Ucraina sono stati super corretti? A saperlo?!
    Comunque Renzi stupisce in quanto avrebbe dovuto aprire una crisi di governo da buon rottamatore di macchine sociali per lui disfunzionali, invece si va dritto a fine legislatura con 2 cambi governativi precedenti,.. di Maio non può adesso prepararsi per il ministero d tesoro.. troppo occupato a girare in nome dell’Italia e per la pace armata in Ucraina..
    Letta è uno sciacallo, degno rappresentante di questa tipologia di politici persi in un Internazionale di matrice culturale sovietica prostrata al liberal capitalismo anglosassone di re, regine principi , magnati e oligarchi economici e potentati industriali bellici e di altre raffinerie, invece di pensare alla giovane Italia, non quella di Mazzini della carboneria ottocentesca ma dei nati del 2000, per esempio, che oggi hanno 20 anni e presto saranno nuove famiglie..
    Il tempo è quello che corre più veloce di tutto..
    Ma loro cosa pensano dei giovani e del mondo che gli si prospetta?
    Con quale cuore e discernimento economico credono di risollevare un popolo e quindi una nazione della quale si sentono i degni rappresentanti: manganellando gli studenti? Licenziare con un SMS? Togliere diritti e azzannare liquidazioni per comperarsi oggetti di lusso o altri lucrosi investimenti?
    Trasformare l’ Italia in un’unica e immensa fabbrica con scuole che forniscono la materia prima come nella Cina sovietica?
    La Russia e i soviet, Mao e i soviet cinesi..
    Povero m.5 brodo stars!!

    "Mi piace"

    • Peccato che il suo pupillo Conte è schierato al fianco di Draghi dal primo minuto e non intende abbandonarlo. Per quanto riguarda la lotta alla mafia …….Risposta Mafia chi .
      .

      "Mi piace"

      • Infatti travaglio ha sempre.sostenuto che fare parte di questo governo per i 5 stelle è stato un errore madornale . E lo ribadisce continuamente.

        Piace a 1 persona

  5. Non credo che ci volesse il Costanzo show per capire chi è Draghi, da chi e perché è stato messo lì. Per non parlare dei sudditi che gli reggono il moccolo, magari facendo pure finta di litigarci. Lo spettacolo che offrono è degno di un teatrino di infima classe con protagoniste marionette prive di anima che si reggono in piedi grazie ai burattinai che gli muovono i fili.

    Piace a 2 people

  6. DESOLAZIONE- Viviana Vivarelli.
    Io non voglio astenermi alle elezioni, non l’ho mai fatto e mai lo farò. E non voglio votare altri partiti. Non voglio votare nemmeno una miriade di partitini dello zero virgola che non passeranno nemmeno la soglia elettorale. Non voglio rinnegare i valori per cui per 11 anni sono stata una attivista del M5S e ho creduto fortemente in un’utopia che era infinitamente migliore dell’attuale degradazione partitica e della presente crisi della democrazia parlamentare che sta sconvolgendo l’intero Occidente. Voglio riprendere il grande progetto democratico dei no global con il loro programma di democrazia diretta.
    Voglio personaggi ed elettori che tornino a quei valori di Gianroberto Casaleggio che ci hanno fatti nascere e ci hanno fatti diventare il primo partito a maggioranza relativa del Parlamento con la speranza di un’Italia nuova finalmente democratica, pacifista, libera e finalizzata allo stato sociale e al miglioramento del futuro di tutti, mentre l’attuale neoliberismo turbocapitalista aumenta solo il numero degli oligarchi e delle loro sconfinate ricchezze, attraverso la diminuzione dei beni e diritti della gente comune.
    Io non ho perso nessuno dei valori per cui ho combattuto per 11 anni e non mi rassegno a questa caduta miserabile di ogni nostro programma e all’imbavagliamento antidemocratico di ogni voce libera e della possibilità di dissenso.
    Ormai l’unica cosa che i 5 stelle governativi sanno fare è ubbidire a Draghi ed espellere chi non lo fa. Non ho mai visto un partito con una vocazione al suicidio peggio del M5S, che sembra che voglia fare di tutto per estinguersi da solo, rinnegando i valori per cui era nato. Anche la cacciata di Petrocelli per un tweet è di una stupidità spaventosa che non fa certo onore a Conte.
    Volevamo un movimento che esercitasse la democrazia dal basso e in cui ognuno valesse per sé stesso. Abbiamo ottenuto una piramide verticale dittatoriale, dominata da due soli soggetti, dove non è ammessa nessuna voce contraria e dove due sole persone nominano tutti, decidono tutto e cacciano chiunque abbia idee diverse, il che è il massimo del regime dittatoriale.
    E il peggio sono quei fanatici che appoggiano ciecamente qualunque decisione dei due capi supremi e si scagliano con una furia inconcepibile contro ogni possibile dissidente, scaricando contro di lui il proprio malessere e la propria insoddisfazione.
    In ogni partito ci sono voci divergenti se non addirittura correnti diverse, ma solo nel M5S assistiamo a questo spettacolo vergognoso di dittatura dall’alto che nega ogni democrazia.
    E quali sono i risultati di questa diarchia assoluta? Il Movimento ha perso quasi 7 milioni di elettori, cioè la sua maggioranza, si è ridotto a presentarsi in pochissimi Comuni, ha cancellato i met up che dovevano essere la sua base popolare, ha accettato che venissero eliminati i navigator che dovevano procurare lavoro ai disoccupati, ha votato a favore della guerra, ha rinnegato le sue stesse conquiste di civiltà come la riforma della giustizia, vede a rischio progressi come il reddito minimo o il Super bonus, si è messo a servizio cieco di un burocrate che cura solo gli interessi dei più ricchi ed è asservito all’America, alle multinazionali, al capitalismo e agli interessi delle guerre, vota a ripetizione la fiducia ai decreti di uno che calpesta la Costituzione e ignora le Istituzioni come ignora lo stesso Parlamento e regna come un despota, favorendo solo alcuni e peggiorando tutti gli altri.
    In questa caduta grottesca della democrazia e dei diritti del cittadino e del lavoratore, risorge un culto fascista della personalità da parte di italiani che della democrazia diretta non hanno capito nulla e sono solo attaccati all’adorazione ottusa del capo e della sua difesa a oltranza con una furia cieca, distruttrice della loro stessa compagine per cui non riescono nemmeno a vedere il danno fatto e la mancanza di prospettive, la caduta dell’ideologia, la perdita dell’utopia, l’assenza di una linea politica e si attaccano strenuamente alla difesa di una sola persona, quando non dovrebbero essere i singoli leader a determinare il progresso della storia, ma avebbe dovuto essere il popolo a decidere di sé stesso. In questo restringimento di valori e di prospettive la democrazia diretta se ne muore. E l’Italia con lei.

    Piace a 4 people

    • Il M5S è stato creato non per cambiare le cose ma per incanalare il dissenso. All’insaputa dei suoi stessi militanti. Il doppio mandato serve a non fare crescere nessuna personalità politica al suo interno. Il punto è che non avrebbe mai dovuto raggiungere la percentuale di consensi che ha raggiunto alle ultime elezioni. Il suicidio del movimento è assolutamente voluto, bisogna ridimensionarlo.

      "Mi piace"

    • “all’adorazione ottusa del capo e della sua difesa a oltranza con una furia cieca”.
      Scusa, tu che facevi, quando venivano smantellati i metup e il semianalfabeta nominava le cinque capolista alle europee (primavera 2019, mica ieri) spacciandole come eccellenze assolute? … continuavi nell’adorazione del capo politico, magari utilizzando l’arma nella quale ti esrcitavi con dovizia a base di invettive da maleducata nei confronti di chi osava dissentire. Il tuo essere invasata, l’aver fatto il guardiano del faro di quella politica insulsa, vecchio stampo, dalla vicenda del DAP alle mazzette sulle mascherine, non certo ti consente oggi di erigerti a nuova santona. Di tante cose fatte, malfatte, come la criminale quota 100 e il regalo del 110 a chi più ha a scapito di chi non ha nulla, resta solo il taglio dei parlamentari come cosa buona e giusto. Tutto il resto non pervenuto. Mi dispiace rivolgermi in questi termini nei riguardi di una ottantenne, tra l’altro privata cittadina, ma non è che eri di primo pelo quando, solo qualche anno fa, ti scaglivi contro chi osava definire semianalfabeta il bibbitaro degli esteri (UOMO PUBBLICO) con quell’armamentario, che ho ricordato sopra, nei confronti di un PRIVATO CITTADINO, che esprimeva, si, la sua rabbia per essere stato preso per il culo!

      Piace a 1 persona

      • Hai ragione Domenico, Viviana ha toppato spesso nelle sue valutazioni politiche ma non fa mai un mea culpa, dimentica le stronzate che ha scritto per ergersi sempre da saputella che guarda lontano e ha capito tutto.
        La fortuna sta nel blog, che non è strutturato per registrare GLI ERRORI DI VALUTAZIONE di ciascuno.
        Questo spazio non conserva traccia delle opinioni passate, ognuno può rifarsi una sua verginità e magari i putiniani di oggi domani saranno atlantisti, a seconda di dove li porta il loro partito pro tempore.

        È questo il male italiano.
        Agli indifferenti che non si interessano di politica si sommano gli appassionati militanti che col loro tifo (spesso nemmeno disinteressato, a volte ti basta conoscere un sindacalista per riuscire ad ottenere la casa di un ente: casa bella, affitto misero, diritto di prelazione, acquisto della casa a due soldi, alla fine è come se IL SISTEMA ti avesse regalato 200.000/300.000 €) fanno deragliare qualsiasi partito sostengano.

        Questo tifo militante fa schifo, non ha nulla di etico, è un tifo partitico di stampo clientelare, una piccola mafia, altro che Berlinguer, Moro e Almirante.

        Ovviamente non sto dicendo che Viviana è tutto questo, sono partito da lei per affrontare un discorso più generale che magari la riguarda solo parzialmente.
        Ritengo che un confronto sia tale solo se ciascuno riconosce i propri errori.
        Altrimenti non è confronto, è propaganda.

        Piace a 1 persona

  7. Ieri ascoltando radio radicale sentivo un giornalista domandare a un politico se non si rischiava di innervosire troppo Draghi con queste insistenti richieste di riferire in Parlamento. E il politico, invece di dire al giornalista “ma che razza di domanda fa? Draghi DEVE venire in aula a riferire, non è che ci fa un piacere!”, ha risposto tutto affranto “eh si, questi 5 stelle cercano di esasperarlo…”.
    Povera Italia

    "Mi piace"

  8. Draghi???? nel 2008 anche il compianto Francesco Cossiga non ne aveva un’ eccelsa considerazione…….te lo ricordi Marco…??

    "Mi piace"

  9. Siete tutti fuori tema e Travaglio continua a far finta di non capire. Mattarella, Draghi (e Conte prima di lui), Di Maio, Letta, Renzi, Salvini, fin anche la Meloni stanno recitando una lurida e, per noi popolo minchione, tragica commedia. Scritta e sceneggiata dai satanisti di Davos riuniti in questi giorni nella cittadina Svizzera per verificare l’avanzamento lavori. Vi siete chiesti del perché lo scorso 22 novembre 2021 il gran cerimoniere del WEF, l’ultra nazista Klaus Schwab, è stato ricevuto in camera caritatis a Palazzo Chigi da Draghi? Sapete cos’è l’Agenda 2030? Avete mai letto “La quarta rivoluzione industriale” del succitato Schwab? Vi state chiedendo come mai improvvisamente si stia profilando all’orizzonte un nuovo morbo del tutto improbabile (vaiolo delle scimmie) e, guarda caso, esso si stia diffondendo non in Africa, Asia e Sudamerica, ma in Europa, Canada, Usa ed Australia? Cominciate a unire i puntini e, prima che sia troppo tardi, forse capirete.

    "Mi piace"

  10. Sinceramente si, gli UOMINI PUBBLICI sono i bersagli del Popolo in quanto persone di GOVERNO alla sua guida , ma quello che il movimento aveva intuito e che Tommaso Merlo, nelle sue arringhe giornalistiche, ha descritto sempre molto bene, a differenza di altri notevoli giornalisti con altre posizioni, il senso dell’ anima vincente , convogliare il dissenso della popolazione in riforme strutturali ad Hoc e non in riforme politiche di PARTITO perché lo vuole Biden o Putin, e i meet up erano perfetti per ascoltare la vita delle persone da cui capire cosa questa politica di apparato, censure, pilotaggi e ruberie sempiterne , genera in SENO alla popolazione per esserne il COSENO simile ma contrapposto, nella logica e dialettica , nel comando e controllo dei soldi delle nostre Tasse e INVESTIMENTI ISTITUZIONALI di utilità collettiva e non per favorire tizio Caio e Sempronio.
    La Politica di apparato che da Berlinguer in poi si è formata generando nel tempo una grande setta rossa di laici e puttanieri, si va tutto bene Madama la marchesa…
    Quindi cari sbarbini tra la politica di apparato di stampo sovietico e cinese al liberal capitalismo americano e anglosassone ci sono i nostri governi con le persone che lo costituiscono e l’ Italia sta partorendo le sue massime incongruenze non sapendo più a quale SISTEMA IDEOLOGICO appellarsi per non vergognarsi di se stessi!!

    "Mi piace"

      • Anacoluto il mio post?
        Grazie, @Paolapci, non ci vedi nient’altro?
        Tipo il troiaio di società civile che si profila alla conclusione di ogni ciclo scolastico compiuto in asincrona rispetto alle legislature?
        Mi sembra che di anacoluto ci siano solo queste sfasature che non dipendono dalla completezza o meno del ciclo di studio ma dagli esperimenti economici ormai consolidati in una rete fissa, dislocata dai likes dei social Networks e legati alle pusillanimità delle borse e del mercato globale che ne sostiene implicitamente l’aggressività della sua ideologia di mercato colonialista, cioè impositivo, rispetto alle logiche implicite di altre nazioni e culture, in quanto base dell’imperialismo economico.
        Le sfasature e gli anacoluti che immancabilmente si erigono dalle viscere del pensarsi anche “esseri sociali” , Ma non nello stampo degli imenotteri, vengono dalle varie inadempienze politiche che nel corso degli anni si sono strutturati in lodi per ridurre più sistemi di pensiero ad unico gigante sistema macroeconomico.
        Ed è chiaro come ci si possa perdere la bussola, altrimenti come sarebbe possibile ritagliarsi un posto fisso in un mondo che gira comunque a prescindere da me e da noi e dalla cancellazione della cultura, con tutto il bello e buono che ne sta derivando, per ridurci al totale silenzio e dirottare le incazzature sul solo possibile suicidio in tutte le sue sfumature e declinazioni con cui il demone della morte , bussa alle coscienze e ai cuori delle persone già devastate da una vita di controsensi e affanni?

        "Mi piace"

  11. Saranno la luna il.sole o le stelle o le vibrazioni cosmiche ma c’è tanta depressione in giro. Una volta quando ero giovane bastava dire: viva la fi ga e tutta la classe(di soli maschi) si metteva a ridere.
    Adesso con vafanculo tutti ancora più depressi.
    Meglio tornare in vigna (niente a che vedere con baffino per carità)

    "Mi piace"

  12. E’ vero: la maggioranza degli italiani nell’animo non è democratica.
    Vuole un Capo, un Cesare, un Napoleone, un Giuseppe, un Benito, un allenatore, una squadra, un credo, una luce da TIFARE.
    Sempre e (per un certo lasso di tempo) a PRESCINDERE da cosa il Capo sia o faccia veramente.

    Poi di fronte ai risultati scadenti (nel medio lungo tempo il Capo sbaglia e risbaglia, gode ed approfitta del potere pieno e non criticato che gli danno) con molta rapidità tira via il Capo dal trono…e ne cerca un altro.

    Una decina di anni fa quella minoranza che invece crede nella democrazia aveva avviato un percorso per democraticamente diventare maggioranza…ovviamente non ce la poteva fare.

    Il nostro compito è non arrenderci a questa situazione.

    "Mi piace"

  13. Riprendo il commento di Amalia. …i succitati Mattarella, Draghi, Letta, Renzi, Salvini, Meloni, ecc con qualche dubbio su Conte che comunque è stato fatto fuori, sono prodotti del mito, il mito si crea, a tavolino, con una precisione e previsione scientifica, grazie alla scienza della comunicazione e manipolazione di massa. ..dell’ opinione pubblica. ….ti costruisco il mito, te lo presento, ti induco a credere che è persona/leader, uomo della Provvidenza, necessario. …è mito, credenza, mitologia…appunto. ….i cittadini/elettori si spostano come mandrie impazzite da uno all’ altro, ma chi guida la mandria sta sopra, al mito, ha la riservatezza, riserbo, oscurità dell’ azione. ….Klaus Schwb. ..o chi come lui con idee e progetti come la quarta rivoluzione industriale. ….auguri per chi ci arriva. ….noi ci scontriamo su i miti, il mio è meglio del tuo, gli uomini di potere guardano avanti senza che nessuno divulghi le loro intenzioni e progetti……ringrazio quindi Amalia, ho letto qualcosa del programma Schwb ed ho pensato che siamo come formiche, distruggere un formicaio mi mette ansia. …..ed in questo nefasto panorama il dubbio che anche il M5S sia stato un esperimento sociale mi passa per la testa e provo a negarlo. ….una tale consapevolezza mi farebbe salvare ogni formicaio ed invidiarne l’ intelligenza! Se ci viene tolta anche la speranza, ci arrendiamo, e mi raccomando, per favore, non fate prigionieri….quel 2030 non voglio vederlo!

    "Mi piace"

  14. Klaus Schwab….ovviamente, manca una a…nel commento, sopra, ma chi sa, capisce……un giro sul progetto di Klaus e si apre un mondo. …che vorresti chiudere subito!

    "Mi piace"

  15. A RIVEDER LE STELLE?

    Che NOIA l’ennesimo articolo contro Draghi, e che SUPER NOIA gli ennesimi stanchi commenti di contorno.
    Come se il problema dell’Italia e di tutti noi fosse la presenza di Draghi, in compagnia di tutto l’ipocrita cucuzzaro, per i pochi mesi che mancano alle elezioni.
    Io mi preoccuperei più del cucuzzaro. Ad esempio, com’era la storia del PD di Zingaretti (stupendo) e di quello di Letta (orrendo)?
    “L’aperitivo a casa di Conte sigla l’intesa con Letta: debuttano in Sicilia le primarie unitarie di Pd, M5S e sinistra”.

    "Mi piace"

  16. Che nostalgia quando penso alla prima repubblica…..
    Certo…..rubavano tutti tutto ciò che riuscivano ma se non altro per tenerci buoni ci lasciavano in tasca i soldi per andare a far la spesa.

    "Mi piace"

  17. Sono orgoglioso che il mio istinto mi porti a leggere Travaglio oramai da trent’anni: Ha la forza, la facciatosta e gli argomenti per dare contro, sempre, a personaggi molto potenti mostrandoli più umani di come vorrebbero farli apparire i grandi giornali.

    "Mi piace"