Vittorio Feltri: “Tv piena di cretini: perché prendersela solo con Orsini?”

(Vittorio Feltri – Libero quotidiano) – Da sempre, in particolare negli ultimi tempi oscuri, si discute di libertà, parola affascinante, ma abusata ed entrata pertanto nel novero della retorica più vieta. Prendiamo la tragedia della invasione dell’Ucraina, di cui i media si stanno occupando fino alla nausea.

Si dice che i cittadini di quel Paese si battono per la loro libertà, ed è vero.

Non vogliono avere nulla che fare con la Russia di Putin. Però non si è capito a che libertà aspirino dato che la democrazia della quale hanno goduto fino a ieri è stata abbastanza zoppicante, visto che il regime comunista per decenni ha dominato nell’intera area soggiogando le popolazioni. In realtà la libertà tout court non esiste, è una chimera. Nessuna persona umana nasce libera. I neonati hanno bisogno della mamma, poi di entrambi genitori. Chi va a scuola ascolta gli insegnanti.

Chi si sposa spesso pende dalle labbra del coniuge.

La prima libertà da conquistare è quella che affranca dal bisogno, inoltre c’è la libertà di lavoro, quella che consente di tirare avanti in proprio. E veniamo alla libertà di pensiero che non è mai stata tanto minacciata come ora poiché trionfa il pensiero unico, cioè il conformismo impastato con un carico di luoghi comuni. Attualmente corre l’obbligo di uniformarsi alle idee più banali e diffuse.

A proposito della guerra in corso è obbligatorio, per essere à la page, dire che gli ucraini che affrontano a viso aperto i soldati di Mosca sono eroi perché preferiscono morire piuttosto che soccombere a Putin.

Siamo alla celebrazione dell’eroismo come valore assoluto. Il motteggio latino, primum vivere, è andato a farsi benedire, sostituito da questo: si vis pacem para bellum (cambierei le ultime due parole con para culum). Alla luce di quello che sta succedendo, affermo che è sciocco battersi alla morte contro un avversario che ti sovrasta.

Anche in Italia, forse in Europa, è passato il principio che la libertà di pensiero è concessa esclusivamente a chi dice che è necessario fornire armi a Zelensky per resistere.

Se qualcuno invece sostiene che non è lecito rinforzare l’esercito ucraino destinato alla sconfitta, apriti cielo: viene coperto di insulti, censurato. Il professor Alessandro Orsini, che ha idee non conformi alla vulgata di moda, se in tv osa contraddire i soloni sostenitori della necessità di combattere, viene censurato.

Vietato dichiarare che l’importante è limitare le stragi e quindi la diffusione di carrarmati e roba simile. Io Orsini non lo conosco, l’ho visto solamente sul piccolo schermo, non posso sostenere di condividere ogni sua dichiarazione, tuttavia le sue affabulazioni sono interessanti e le ascolto volentieri, escono da una bocca collegata bene col cervello. Non capisco perché, con tutti i cretini che ingombrano il video, l’unico da espellere sia lui. Evidentemente la libertà di pensiero se non è morta è moribonda.

10 replies

    • Ho pensato la stessa cosa😊 però leggendo ho cambiato idea.
      Forse si riferisce al fatto di andare dalla Bianchina a gratis o x la miseria di 2000€
      Non so cosa pretende Mieli?

      "Mi piace"

      • Sì, Seve… infatti mi riferivo solo al titolo, ma è chiaro che il concetto è solo espresso male.
        Nell’articolo, infatti, gli manifesta una certa stima, che condivido.

        "Mi piace"

    • No, dal titolo si evince che secondo Feltri bisognerebbe prendersela anche con altri cretini oltre ad Orsini, che quindi considera appartenere alla categoria.

      "Mi piace"

  1. Feltri dovrebbe far pace col proprio cervello, o migliorare il modo di scrivere. Dopo aver detto che Orsini gli piace e lo sscolta volentieri, anche se non condivide tutto ciò che dice, se ne esce con questa frase “non capisco perché, con tutti i cretini che ingombrano il video, l’unico da espellere sia lui.” Frase con la quale senza ombra di dubbio dà del cretino a Orsini.
    Per quanto mi riguarda condivido il pensiero di Feltri espresso nell’articolo, tranne per il passaggio sul non nascere liberi perchè si dipende dalla mamma ecc.

    "Mi piace"

    • Forse si riferisce al fatto che per gli altri è cretino, e per questo da espellere, ma allora dovrebbero accanirsi con uguale rigore contro tutti i cretini e non lo fanno.

      "Mi piace"

  2. “Non vogliono avere nulla che fare con la Russia di Putin.
    Però non si è capito a che libertà aspirino dato che la democrazia della quale hanno goduto
    fino a ieri è stata abbastanza zoppicante”

    prima affermazione è abbastanza stonata dato che prima del colpo di stato del 2014 c’era un presidente
    – quello destituito con le armi – che era stato eletto dopo un supporter della zona UE
    quindi chi vogliono devono essere loro a deciderlo ma, diremmo noi, in modo un poco più democratico
    io credo che loro vorrebbero avere il benessere che vedono alla TV e che gli viene raccontato da
    chi vive e lavora qui da noi, ma che il solo ingresso nell’EU non permetterebbe di ottenere,
    come la promessa del 2014 di entrarvi non s’è concretizzata, se non nelle parole consolatorie
    di quelle marionette che stanno all’apice delle istituzione dell’eurogruppo

    la seconda è un ossimoro dato che a seguito di un colpo di stato non c’è democrazia
    ma solo pulizia, chiamiamola etnica, chiamiamola politica o come vi pare, loro l’hanno chiamata lustracja
    (a spanne epurazione) e non contenti di ciò hanno vietato l’uso del russo, hanno chiuso giornali ‘russofoni’,
    o dell’opposizione, hanno impedito alle tv di trasmettere in russo, hanno rotto rapporti commerciali
    (ma solo in apparenza, visto che Poroshenco, il secondo presidente eletto dopo il 2014 aveva fabbriche
    di cioccolato in Russia e non risulta le abbia chiuse, se non probabilmente ora per non finire sotto sanzione)
    hanno fatto attacchi militari contro proteste civili, non gli antisommossa, ma gli elicotteri con i razzi,
    ed ora tengono prigioniero un politico che a loro parere è colluso e lo vorrebbero usare come merce di scambio
    per prigionieri ‘illustri’
    hanno inventato una storia dell’Ucraina mitica ed hanno messo nel loro pantheon storico personaggi
    che quantomeno si sono appoggiati, sperando nella loro riconoscenza, al nazismo storico

    Piace a 1 persona

  3. Feltri quando non è condizionato dal guinzaglio del padrone (non occore precisare il nome)riesce perfino a dire cose sensate e (orrore!) condivisibili.

    "Mi piace"