Le confessioni del numero uno di Pfizer: quarta dose e poi 10 anni di vaccini

Albert Bourla al manager di Goldman Sachs: «La protezione ormai dura pochissimi mesi. E stanno già emergendo altre varianti»

(Franco Bechis – iltempo.it) – Omicron ha spiazzato anche il numero uno al mondo nella guerra al coronavirus: Pfizer. Lo ha confessato il presidente del colosso farmaceutico, Albert Bourla, il giorno dell’Epifania durante una video conferenza con la banca d’affari Goldman Sachs. Con la variante Delta in corso infatti l’azienda aveva considerato- ha spiegato Bourla al manager della divisione ricerca di Goldman Scahs , Chris Shibutani, che glielo chiedeva- di preparare la produzione per una terza dose di vaccino in tutto il mondo e poi una rivaccinazione in autunno. Ma “ciò che complica la situazione oggi è Omicron, che ci fa chiedere se abbiamo bisogno di una quarta dose rapida prima di procedere con il piano di vaccinazioni annuali. Già oggi Omicron ha spinto a dare la terza dose non a sei mesi come era inizialmente previsto, ma a tre. E questo cambierà drasticamente il panorama”.

Che non è solo una questione di orizzonti, ma di capacità produttiva della stessa Pfizer che non aveva in programma una serie così ravvicinata di dosi di vaccino. Tanto più se si procede di corsa e il vaccino deve restare quello attualmente a disposizione. Bourla ha spiegato agli investitori di Goldman che “sicuramente avremo un vaccino efficace contro Omicron. La domanda è se lo useremo o no. Ci stiamo muovendo a tutta velocità e anche se non ho visto in questo momento i dati da laboratorio, sulla base di quello che abbiamo già fatto in passato posso affermare che avremo un vaccino efficace su Omicron entro la scadenza che avevamo ipotizzato: fine marzo. Non so rispondere però alla domanda se ne avremo davvero bisogno a partire dal mese di aprile. Siamo sicuramente fiduciosi che ci sarà e sarà molto efficace e che saremo nell’anno in grado di produrlo in miliardi e non milioni di dosi. Però non so se ci sarà quella necessità o altre, perché sto già vedendo emergere dopo Omicron numerose altre varianti…”.

Il gran capo di Pfizer parlando con investitori finanziari che devono decidere se, come e quanti soldi impiegare in azioni della sua azienda farmaceutica, ha spiegato le sue certezze e confessato anche domande a cui in questo momento non sarebbe in grado di rispondere. L’azienda era appunto organizzata per produrre destinata al mercato mondiale una terza dose e per iniziare a fine 2022 quello che sarebbe un richiamo annuale se non per tutti almeno per le fasce di popolazione più fragili per età o malattie pregresse assai simile a quello che viene regolarmente fatto per i virus dell’influenza. Ora l’emergere della necessità di una quarta dose per combattere Omicron ed eventuali altri richiami da fare in emergenza quest’anno, l’idea della vaccinazione annuale sembra spostarsi ai nastri di partenza del 2023. Ma qualche certezza Bourla ha: “Una prima è che il virus non andrà via e presumiamo che resti per un decennio. Sarà endemico ovunque, ha e avrà la capacità di creare varianti quindi vivrà, in un modo o nell’altro, insieme al genere umano per gli anni a venire. Questo è quel che crede la maggioranza degli scienziati e anche quella dei principali opinion leader. La seconda certezza che abbiamo è che la protezione immunitaria con le varianti che conosciamo e ora pare anche con Omicron, è di durata breve, sia con il vaccino che con l’infezione naturale: pochi mesi, sempre meno. Per questo si è fatta strada l’idea di una quarta dose almeno prima di procedere con la regolare vaccinazione annuale”. 

Il presidente della multinazionale farmaceutica ha accennato anche alla pillola contro il Covid, il Paxlovid, che sta per essere immessa sul mercato ottenendo le necessarie autorizzazioni. Ma ha raffreddato un po’ gli entusiasmi, spiegando che l’efficacia sicuramente è buona e che è più gestibile del vaccino almeno sotto il profilo tecnico: potrebbero essere molti nel mondo a produrla anche in franchising non avendo le difficoltà tecniche che invece ha il Comirnaty (nome con cui è stato battezzato il vaccino Pfizer), “però non si può fare in settimane, perché la chimica richiede mesi, e noi avevamo una pianificazione a 9 mesi che per fortuna abbiamo iniziato molto tempo fa. Grazie a questo anticipo siamo potuti passare da una iniziale previsione di 50 milioni di trattamenti Paxlovid a 80 milioni e poi a 120 milioni entro la fine del 2022”. Ma siamo appunto ben lontani dai ritmi produttivi del vaccino, che ha previsione di circa 4 miliardi di dosi entro la fine del 2022. La pillola anti Covid secondo Bourla è molto costosa da produrre, ma sarà messa sul mercato a prezzi contenuti anche perché l’azienda in questo caso non deve dividere i profitti con altri partner essendo tutto nato e cresciuto solo in Pfizer.

Non è una frase pepata nei confronti dei soci di BioNTech con cui devono essere divisi gli utili del vaccino a Mrna, perché anzi sia quella partnership che la stessa tecnologia con cui si è affrontato il Covid saranno centrali nel futuro del marchio più noto della galassia Big Pharma. “Abbiamo fatto”, ha svelato Bourla, “una pianificazione molto dettagliata delle nostre capacità e dei settori dove potremo espanderci e avere piani con quella tecnologia sia in proprio che in partership con BioNTech, che per noi è molto preziosa. Non possiamo rivelarli in questo momento perché nulla è ancora a un livello tale da potere essere divulgato, ma le ricerche procedono e sono di ottimo auspicio”. Con i soci tedeschi si stanno mettendo a punto vaccini a Mrna per altre malattie infettive (esiste già quello per l’influenza tradizionale), come l’herpes zoster, ma anche “nel settore delle malattie rare, della medicina interna e pure nell’oncologia”. E’ soprattutto quest’ultimo il vaccino che Pfizer e BioNTech stanno inseguendo per il dopo Covid: quello della immunizzazione dal cancro, che per altro i partner turco-tedeschi stavano studiando prima che esplodesse il coronavirus. 

Ma per questi c’è ancora tempo, e davanti troppe incognite del Covid e delle sue varianti che terranno occupate i laboratori del signor Bourla, un greco nato veterinario e per lunghi anni (17) parcheggiato nella insignificante divisione “Salute animale”, della Pfizer. E poi da lì arrivato rapidamente ai vertici del gruppo diventandone il signore assoluto (presidente e amministratore delegato) nel 2019, pochi mesi prima che esplodesse il virus più devastante che il mondo abbia conosciuto…

45 replies

  1. l prof Galli si è curato con gli #nticorpi monoclonali. Più efficienti, semplici e meno costosi.
    Perché non si deve dirlo?
    Perché lui stesso non può dirlo?
    Per amore delle tangenti di Big Pharma?

    "Mi piace"

    • Gli anticorpi monoclonali sono (in genere) efficaci, ma non danno il tempo all’organismo di sviluppare l’immunità. Quindi, chi si cura con i monoclonali può ammalarsi di nuovo.

      "Mi piace"

    • Come viene somministrata
      la terapia a base di anticorpi monoclonali?
      Di solito tale terapia viene somministrata per
      infusione endovenosa (flebo) della durata di
      circa un’ora. (ce li vado i NoQualcosa che temono una punturina di qualche secondo)
      I pazienti vengono tenuti sotto
      osservazione per un’ora ulteriore, per assicurarsi che
      non si verifichino reazione negative nell’immediato.
      sono ammessi all’uso ma accettati in via temporanea
      ad alcuni (bamlanivimab) che erano stati ammessi, gli è stata revocata la possibilità d’uso
      hanno più effetti collaterali dei vaccini (per questo vengono somministrati solo in ospedale sotto controllo)
      li fanno aziende di BigFarma

      Piace a 1 persona

  2. Peccato che oltre al Gallo non ci siano anche i rivali da pollaio Burioni e Bassotti.Un noto puttaniere “leggi veline” avrebbe esclamato che figura de m.Ma agli italiani rimbalza tutto, sembra. Basta avere la “pizza” con la pommarola in coppa…per il resto chi se ne fotte.Fottendosi da soli.Un “circolo” pieno di veri “fenomeni” da circo.

    "Mi piace"

    • @SOMARO CRIMINALE NEGAZIONISTA È MARCHETTARO

      Hi preso appuntamento per la prima dose?
      Sei andato in piazza a limonare con i tuoi bisbetici compari di orge?
      🤭🤭🤭🤭HAI PERSO!!!
      😂😂😂😂🤣🤣🤣🤣🤣

      Piace a 1 persona

    • @somaro criminale Negazionista e marchettaro
      Ho atteso invano un tuo intervento a commento dell’articolo sulle ambulanze in coda per entrare negli ospedali col loro carico di novax.
      Idem per commentare l’intervista alla Professoressa Evelina Tacconelli, ricercatrice di fama internazionale che parlava di terapie.
      Ma una carogna quando avverte la presenza di pericolo scappa come un qualsiasi sciacallo vigliacchetto.
      Ora apri la bocca che ti regalo la merenda.
      💩💩💩
      😂😂😂😂😂

      Piace a 1 persona

      • Jerome, io non capisco perché non ti sia ancora arrivata una denuncia per istigazione alla violenza. Sempre più convinto che un po’ di gattabuia ti farebbe benissimo, magari impari a non essere un violento prevaricatore che scrivi cose orribili.

        "Mi piace"

      • Io continuo ad aspettare invano le tue SCUSE per avermi accusato di postare nomi di morti FALSI.

        Allora, VILE?

        Quando ti scusi?

        Forza.

        "Mi piace"

  3. E’ ovvio che un manager tiri la corda più che può. Meno ovvio che gli si procuri un regime di monopolio. E perchè non ci dovrebbe marciare: quando gli capiteranno più 8 miliardi di clienti ogni 6 mesi… per anni…
    Neanche nei sogni più proibiti…

    "Mi piace"

    • di dosi per i vaccini antinfluenzali se ne fanno 8.3 miliardi all’anno
      e sono monodose

      non saranno tutte di una casa sola, ma è da più anni che si fanno
      quindi la produzione s’è ‘sparpagliata’

      "Mi piace"

    • Sono convinto che se ci fosse una casa farmaceutica pubblica che produce i vaccini a 3 euro (anziché a 20), il Covid sparirebbe in sei mesi

      "Mi piace"

      • C’era. Si chiamava Astrazeneca.
        Io sono sempre rimasta nel dubbio riguardo ad Astrazeneca. Non è che tutti quegli ordini, contrordini, dietrofront, effetti collaterali pare non maggiori di altri preparati… fossero strategia di mercato per azzoppare un vaccino inglese, ben gestibile e poco costoso?
        Si fa questo e altro con la concorrenza… Vedi autorizzare – che strano – solo vaccini statunitensi…

        Non lo sapremo mai.

        "Mi piace"

  4. Da notare l’intervista, in altro articolo, alla dottoressa delle monoclonali. (Ah: J B dice che me ne sono tenuto alla larga: spero che mi sblocchino l’articolo in moderazione, poi lo vediamo chi è che si tiene alla larga)

    Mentre Bourla parla con la GOLDMAN SACHS.

    Ma tu pensa con chi va a parlare la ‘$CIENZA’.

    Questi non sono sicuri di NULLA sull’andamento dell’epidemia, mentre con i monoclonali -85% di ricoveri.

    E magari, anziché 200 morti, oggi ne avremmo registrati 30.

    Ma che volete che sia.

    "Mi piace"

    • eh si
      ha capito tutto sull’uso dei monoclonali e sui relativi risultati

      con uno come lei non c’è gara per Nobel in campo medico/scientifico
      li prende tutti per i prossimi 20 anni

      Piace a 1 persona

      • Io ho capito che l’importante sia EVITARE L’AGGRAVAMENTO delle condizioni del paziente.

        te, caro ottusangolo bolognese, che hai capito?

        Sei talmente ottuso, che riesci persino a dire che i novax siano intimoriti dall’ago della flebo che ‘dura un’ora’.

        Non ti capaciti proprio che il problema è quel che c’é dentro la flebo o la siringa, vero?

        Quanta gente si poteva salvare con i 10.000 monoclonali offerti a settembre 2020 e rifiutati dall’AIFA, salvo poi comprarne 200.000 a prezzo pieno pochi mesi dopo, e somministrarne dopo ben 10 mesi, solo il 10%?

        Ci vuole un clown di quelli tristi per non rendersi conto di certe cose.

        Evidentemente a Bologna uno c’é di sicuro.

        Piace a 1 persona

      • @sm bugiardo seriale
        Ma leggiti l’articolo della professoressa Evelina Tacconelli FINO IN FONDO.
        Lei si è lamentata perché i medici non si aggiornano più per mancanza di tempo.
        Credi che sia facile per loro ricevere malati iniziali in ospedale quando, nello stesso momento, ci sono ambulanze in coda per entrare e cariche di novax con bombole di ossigeno?
        Tu vivi una realtà parallela del tutto teorica e inquinata dalle scemenze della propaganda malata.
        In questo momento il vaccino aiuta a non precipitare nel caos con il ricorso al CODICE NERO, cioè scegliere chi salvare e chi condannare alla morte.
        Anche se a Napoli oramai ci sono vicini.
        Sempre più NOVAX arrivano in terapia intensiva negando l’esistenza del Covid.
        Pensi che a costoro gliene freghi qualcosa pure delle terapie con monoclonali?
        E tolgono spazio ai malati di altre patologie.

        SVEGLIAAAA!!!

        https://www.fanpage.it/napoli/no-vax-positivo-al-covid-rifiuta-le-cure-e-fugge-dallospedale-muore-pochi-giorni-dopo/

        Piace a 1 persona

      • Attualmente tra i vostri ricoverati a Verona, che rapporto c’è tra vaccinati e non vaccinati?

        L’80% sono non vaccinati. Dei vaccinati nessuno è una persona in buona salute: o sono anziani che non avevano fatto in tempo a fare la terza dose e nemmeno il monoclonale, o pazienti immunodepressi e con malattie severe. 

        Evelina Tacconelli, 54 anni, professore ordinario di Malattie infettive e direttore della clinica di Malattie infettive dell’azienda ospedaliera universitaria di Verona, responsabile del gruppo di ricerca sulle infezioni resistenti agli antibiotici dell’università di Tübingen in Germania.

        Piace a 1 persona

  5. Ma basta con Tacconi, tacchini, tacchetti Bassetti e bassotti! Ma guardatevi intorno, non è sufficiente? Sempre a cercare il/la profeta di turno? Anzi, a questo punto la/il fatucchiera?
    La realtà che ci circonda non esisite più? Vedete un mondo di “immunizzati”? Quanti no-vax conoscete personalmente ( che non siano esentati – e ve lo vengano a dire)?
    Tutti a tifare, per Lukaku o per Ibra! Ha ragione lui! No, ha ragione lei! E via a pescare quello che politicamen te e ideologicamente più aggrada.
    La “scienza” non è questo! Non è Bassetti che dà la “colpe” , non è Galli che tace sulle sue monoclonali! Non è Costa “Noi per l’ Italia” che manco sa cosa c’è scritto nel suo DPCM ( e non lo sa neppure Draghi, temo)!.

    Sono stati approntati in tutta fretta dei vaccini che ancora si basano sul virus di due anni fa. L’ emergenza – e la concorrenza tra Case Farmaceutiche – ha imposto la deroga alla parte più importante della sperimentazione: il tempo. Tutta una pletora di medici e politici più o meno spaventati e forse interessati hanno sparso in questi due anni “pareri” alla cappero riguardo tutto. Abbiamo scoperto – sul campo – che questi “immunizzanti” non immunizzano ma pare che proteggano dalla malattia grave, ma non tutti e non sempre ( tutti i farmaci hanno criticità, tanto più questi): per quanto mi riguarda personalmente sto toccando con mano che non è così.

    Ma ad un “gregge” occorre che il pastore offra il bastone e la carota, soprattutto quando è inverno e l’ erba non cresce: vaccini salvifici e indiscutibili, se alzi il ditino e chiedi spiegazioni sei terrapiattista. Vaccinazione obbligatoria da mesi ormai per mangiare quando ormai hanno capito anche le pietre che è l’ estate che conta e non la presunta”immunizzazione” ( si continua ad usare questa parola come fosse il vaccino contro il morbillo).
    Numeri su numeri sparati alla cappero da chiunque ( non capiamo un tubo di Matematica ma ci hanno detto fin da piccoli che “la matematica non è una opinione” quindi vai di numeri!) come se chi li raccoglie e chi li analizza non fosse interessato ( e magari anche un po’ pirla…Non tutti i Matematici sono medaglie Fields anche se lavorano nelle Università XYZ : basta che siano straniere e per noi sono geni, anzi, “cervelli in fuga”…) e soprattutto in confusione data l’ eccezionalità del momento.

    Insomma: vogliamo certezze, e certezze ci hanno dato e continuano a darci ( ieri sera Bassetti al TG3: “immunità di gregge al 95% ” vacciniamo i criceti! Immunità di gregge? Ancora? E sta ancora lì quello? E con che piglio strafottente! A noi piace, significa “uomo forte”!)

    Intanto il tempo passa e tutti lassù a pregare che il virus si suicidi. Eh, sì, perchè nulla è stato fatto dai Migliori per “mettere in sicurezza ” (sicurezza? con un virus del genere?) nè la scuola, nè i trasporti, nè la sanità territoriale… Almeno la povera Azzolina ci aveva provato, ed in una situazione ben peggiore. Ora siamo tornati indietro ma “mai più DAD” ne va dell’ onore dei Migliori che l’ avevano spergiurato. Quindi tutti a casa positivi – con relativi contagi – ma fin quando un solo alunno sarà in presenza gonfieranno il petto: visto? Mai più DAD! E noi: che Migliori! Per fortuna che esistono!

    Ora si dovrebbe chiudere tutto. Oggi. Anzi, ieri. Lo chiedono persino i negozianti, stremati dalla tarantella, dagli ordini e contrordini e dalle casse vuote con le spese che lievitano e la paura del contagio anche per se stessi. Ma no, tranquilli: tutti quelli con terza dase (quarta?) potranno “vivere come prima”.
    Vivere come prima???”’

    Tutto questo per dimostrare al mondo che “ci hanno in pugno”: noi amiamo l’ uomo forte. Il fascismo è nato qui, la Germania ci ha solo copiato.
    Se avessero detto fin da subito la verità il clima non sarebbe tanto avvelenato e il caos totale.

    “Guardate”, avrebbero dovuto dirci ” la situazione è eccezionale e molto preoccupante. E’ arrivata una pandemia che poteva essere prevista ma purtroppo i Governi precedenti non hanno fatto alcunchè per prepararsi. Dobbiamo agire quindi in emergenza ed in fretta. Ci sono vaccini che non hanno ancora concluso il loro iter quindi sono stati autorizzati in emergenza: noi abbiamno scelto quelli statunitensi per motivi geopolitici e dovrebbero funzionare per limitare le forma più gravi di malattia in molti. Vi consigliamo caldamente di vaccinarvi, anche per non causare una Caporetto nella produzione e nei consumi.
    Nel fattempo faremo di tutto per occuparci del territorio e non lesineremo risorse per proteggere i più fragili mettendo da parte i nostri interessi politici e le nostre divergenze ideologiche. Tenete presente che il Corona si comporta come una influenza e in estate molla la presa: ci saranno quindi diverse ondate ed occorrerà vaccinarci più volte e con preparati aggiornati alle inevitabili mutazioni del virus. Saranno sospese tutte le attività ludiche che prevedono assembramenti ed agli imprenditori saranno assicurati adeguati ristori. Portate pazienza e siate solidali, non sappiamo quando ma certamente passerà ed i soldi ben spesi nel potenziamento dei servizi e nella modernizzazione del territorio rimarranno a beneficio di tutti. Parlerà alla popolazione solo il Governo e ogni settimana il CTS spiegherà in televisione ai cittadini lo stato dell’ arte. Non aspettatevi miracoli, manteniamo i nervi saldi, portiamo pazienza e stringiamo i denti.”

    Veramente pensate che non sarebbe stato meglio dire queste parole di verità – che avrebbero potuto essere dette fin da subito: ben si sapeva cosa sarebbe successo a meno di non essere proprio… inadeguati – anzichè passare da qui lo dico-qui lo nego ; insulti tra politici; improbabili sparate con relativo volo degli stracci da parte di “scienziati”; esibizioni da circo di entrambi; pozioni miracolose; numeri alla boia; previsioni alla cappero; continue sollicitazioni ai più bassi istinti; esibizioni di ignoranza planetaria e credibilità ( di tutti) ormai sottozero?
    Io penso di sì.

    "Mi piace"

    • Ma vfnklo rinco che non sei altra!
      Adesso cominci a contestare pure i numeri?
      Tornatene ad inseguire gli “zingheri” bolognesi postando articoli del 2014.
      Tu sarai stata un’accesa piccola fans della Lucia borgonzoni, una delle più ignoranti politiche in circolazione.
      Con i numeri non puoi giocare.
      I NOVAX sono 1/10 della popolazione e si avviano ad occupare l’80% dei posti in terapia intensiva.
      La “polemica politica” verte sull’importo irrisorio della multa per i non vaccinati.
      Ma quella cifra è un compromesso al ribasso dovuto all’ostilita’ dei politici antivaccinisti ben presenti tra le fila leghista e pentastellate.
      Uomo forte un kaiser, solo nelle propaganda belpietro e.
      Si tornerà a votare e finalmente vedremo all’ opera le destre sfasciste e mariuole dei fratellini di Taglia e della lega.
      Un po’ di persecuzioni versi i neri, un po’ di condoni e regalie e si assicureranno la necessaria tranquillità per spartirsi il bottino del PNRR.
      E sul virus tana liberi tutti.
      Ci sarà una strage inevitabile ma in cambio alcuni si arricchiranno come schifosi.
      E per chi protestasse manganellate ed olio di ricino, col favore delle forze dell’ordine e con una magistratura al guinzaglio della politica.
      Polonia e Ungheria vi aspettano.
      Libbertah libbertah.

      Piace a 1 persona

    • “Sono stati approntati in tutta fretta dei vaccini che ancora si basano sul virus di due anni fa”

      Sono stati approntati in tutta fretta, due anni fa. I vaccini in produzione oggi *NON* si basano su un virus di due anni fa.

      "Mi piace"

    • Ecco l’ennesimo troll partorito dalla stessa centrale della disinformatzija.
      SOLUZIONI NON Invettive, somari patologici.
      Mi dovete spiegare come vorreste procedere.
      LO PRETENDO.
      Piccoli fans della borgonzoni e del suo mentore capitone sciacallo e BACIASALAMI.

      "Mi piace"

  6. ???

    Suvvia Jerome B, non ricominci. Nessuno è novax, non si preoccupi. Io di dosi ne ho fatte tre, bisogna usare tutte le precauzioni a disposizione. Ma non per questo occorre chiudere il cervello e rispondere agli incitamenti di odio da parte di tutti. Non aiuta. E i vaccinati in ospedale, in terapia intensiva e ammalati in casa o anche solo positivi, ci sono eccome. E dato che la stra-stragrande maggioranza della popolazione è vaccinata, con i grandi numeri si avvieranno ad essere sempre di più, è logico.

    Ma inutile discutere: ormai lei è capace di attaccare solo etichette ed insultare. Non mi pare molto utile ma ciascuno fa quello che può. Guariremo dal Covid ma gireremo col coltello in tasca, continuando così.

    "Mi piace"

    • Guariremo CHI??
      Tu mi devi spiegare QUALI PROVVEDIMENTI VORRESTI ADOTTARE.
      Sempre e solo invettive senza alcuna analisi necessaria ad indicare la direzione migliore da intraprendere.
      Ne sei capace?
      Ovviamente NO.
      E ALLORA MUTA! 🤫🤫🤫🤫

      "Mi piace"

      • ma che fai, fai le domande e poi ti dai le risposte da solo?

        manco MARZULLO.

        Se chiedi a me, a parte metterti in un reparto neuro, avrei la soluzioncina:

        2 settimane di lockdown.

        Tanto ci si arriva comunque, meglio prima che poi.

        Ma a te che ti frega.

        "Mi piace"

    • Capisce adesso perché l’odio dei no-vax (anche se non esistono, ma è per capirci) è differente da quello dei sì-vax?

      Questi imb3cilli alla Jerome qui sopra vedono no-vax anche tra i boosterizzati a tappeto: che dovremmo fare, porgere l’altra guancia e girare col santino di Padre Pio in tasca al posto del coltello?

      Se lo vuole fare lei, liberissima (non si agiti, lei avrebbe il santino di Kant, non la volevo declassare a bigotta, non sia mai…), le auguro buona fortuna.

      "Mi piace"

      • In compenso, Zeus non mi permette di chiedere le scuse a J.B. per le sue accuse (false) sui morti ‘finti’.

        Strano. Commento sopra, sparito. Come mai JB può inveire così e manco gli puoi rispondere?

        "Mi piace"

      • Semplicemente si fa quello che si può, senza fedi e senza sperare troppo in qualcuno e in qualcosa.
        Come succede sempre, per tutto, nella vita
        Panacea non ce n’è, l’ho capito fin da subito. Si prova e si spera, per quanto mi riguarda. Mi comporto come se non ci fosse il vaccino: FFP3 e nessun assembramento. Purtroppo non si lavora quasi più, ma non sperando troppo nell’ “immunizzazione”, se si può conviene.
        Come vede, gentile @GATTO, non ci si prende mai. Se sei vaccinato ma coltivi qualche dubbio sei novax; se coltivi qualche dubbio ma sei vaccinato sei “boosterizzato a tappeto”.
        Occorre fregarsene a fare quello che si crede: la pellaccia è la tua e nessuno te la rende. Per questo sono contraria ad ogni obbligo. Io penso per me e non voglio che altri decidano ed altrettanto non voglio decidere io per gli altri.

        "Mi piace"

      • Lei Carolina fa di tutto per ridurre la faccenda a una notte in cui tutti i micetti sono grigi, vero?

        “Se sei vaccinato ma coltivi qualche dubbio sei novax; se coltivi qualche dubbio ma sei vaccinato…” sei sempre novax (per i sìvax): invertendo gli addendi, la somma non cambia!

        Il “boosterizzato a tappeto” era evidentemente un’iperbole per rimarcare l’idiozia dei Jerome B e dei galoppini come lui.

        Se le fa piacere posso usare una citazione coltissima, in modo da rendere la cosa più digeribile per il suo delicato stomaco:

        “Ormai, in questo paese di pazzi, basta un nonnulla per essere iscritti ai No Vax pur avendo in corpo tutti i vaccini su piazza.”.

        Così va meglio?

        “Per questo sono contraria ad ogni obbligo.”: ma non mi dica!

        Le risulta che qualcuno stia legiferando per obbligare qualcuno a non vaccinarsi e non invece il contrario?

        "Mi piace"

      • “Le risulta che qualcuno stia legiferando per obbligare qualcuno a non vaccinarsi e non invece il contrario?”

        Grazie.

        "Mi piace"

  7. @GATTO
    La citazione non è mia e non ho capito se lei abbia capito qualcosa di quanto ho scritto.
    L’ unica cosa che ho compreso ( sono un po’ dura di comprendonio e a certe finezze non ci arrivo) è che quando qualcuno – non solo io – cerca di argomentare pacatamente illustrando il proprio personale pensiero, che ovviamente si può contestare, argomentando e non offendendo alcuno, subito qualcuno si mette in moto, con modi diciamo cos’ì “rudi” fraintendendo deliberatamente quanto proposto, mistificandone gli intenti e impoverendo una conversazione che potrebbe essere civile e democratica.
    Purtroppo questo blog ne è pieno. A pensar male…

    Comunque è chiaro che non si può continuare a discutere pacatamente: se non si trasuda odio, non ci si insulta e non ci si divide…non vale. E la cosa non capita solo a me: chiunque arrivi e cerchi di argomentare trava sempre qualcuno in … agguato che fraintende deliberatamente, insulta, etichetta… e trova immediatamente altri che gli tengono bordone. E la discussione naufraga miseramente.

    De gustibus.

    "Mi piace"

    • La citazione non è sua? Certo che non lo è: è mia! Argomentare pacatamente? Cioè: stanno affamando (senza lavoro: do you remember?) e ghettizzando tutti coloro che hanno tutto il diritto di rifiutare l’inoculazione di un siero magico che se va bene è inutile e lei mi parla di argomentare pacatamente? Ma ci fa o ci è carissima?

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...