Alessandro Di Battista: “Il Palazzo e il mondo reale”

(Alessandro Di Battista) – I politici di ogni schieramento non dovrebbero dormire la notte pensando all’aumento delle bollette. Un aumento drammatico per centinaia di migliaia, probabilmente milioni di italiani. Ci sono stato in quel palazzo e il vizio oscuro che nasconde è il distacco dalla realtà. A questo servono, in fondo, determinati privilegi. A farti sentire “diverso” dai comuni mortali e a voler far di tutto per difendere tale diversità.

In Italia, ahimè, c’è chi effettivamente è “diverso”. C’è chi non ha problemi a farsi un tampone dai privati (pagandolo anche 180 euro l’uno) e avere la risposta in 4-6 ore e chi da più di un giorno entra ogni 20 minuti nei siti della sanità pubblica nella speranza di non dover passare da segregato-guarito anche la sera di capodanno. Il tutto dopo aver fatto ore ed ore di fila per il tampone magari con figli piccoli in macchina già stremati dalla quarantena. C’è chi neppure guarda i prezzi nei supermercati e chi da mesi ha dovuto modificare la propria dieta. C’è chi non sa neppure a quanti ammonti una bolletta della luce o del gas e chi con la stangata in arrivo sarà costretto a rinunciare all’unica cena mensile in pizzeria con la famiglia.

Questa è l’Italia. Questo il mondo reale. Ripeto, i “rappresentanti del Popolo” dovrebbero perdere il sonno pensando alle tragedie che quel Popolo che hanno l’onore di rappresentare sta passando e passerà a partire dalle prossime settimane quando l’intera classe politica penserà esclusivamente a chi eleggere Capo dello Stato non per amor delle Istituzioni ma per “convenienza” partitica.

E non credete alle lacrime di coccodrillo. Quei politici che ora si indignano sul costo della vita e che, tra un bimestre, pubblicheranno su FB la foto di una bolletta con l’hashtah #vergogna sono gli stessi che hanno avallato l’aumento di stipendio dei dirigenti pubblici e le oscene markette nell’ultima legge di bilancio. Sono gli stessi politici che pensano che i loro ministeri siano “assumifici” pubblici. Sono gli stessi politici che o non si sono mai tagliati un euro di stipendio o hanno via via praticamente smesso di farlo. Sono gli stessi che in realtà pensano più ai costi della politica (per loro necessari e democratici) che al costo della sopravvivenza in Italia…

Sì, tutto è andato bene, ma solo per qualcuno.

6 replies

  1. E quindi caro Alessandro, c’è solo una cosa da fare nel 2022, il tuo ritorno in campo a vele spiegate!! Sei cresciuto e sei più intenzionato che mai a raddrizzare la classe politica di questa povera martoriata nazione.. che aspetti allora, chi ti seguirà c’è già!! Auguri Alessandro ne avrai bisogno!!

    "Mi piace"

  2. Siamo in molti ad aspettare. Parti subito proponendo il Prof Conte a Presidente della repubblica. È la persona più apprezzata dai cittadini e preparata anche per quel ruolo. Oltre che onesto. Poi puoi riprenderti tutto il Movimento. Quello delle origini. Auguri. G. Mazz

    Piace a 2 people

      • Propongo il Prof. Conte come cittadino che è apprezzato dalla maggioranza degli italiani. Non come 5Stelle, perché non iscritto. È la persona che conta e rispetto ai nomi che circolano non c’è confronto. Rifletti con serenità. G. Mazz

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...