Chi comanda con le parole

(Pietrangelo Buttafuoco) – Dare del “divisivo” a qualcuno è come mettergli una pietra sopra. Silvio Berlusconi, dunque, è considerato divisivo. In vista del Quirinale lo si definisce tale per metterlo fuori gioco mentre invece un Paolo Gentiloni o una Rosa Bindi, un Giuliano Amato – per non dire di una Emma Bonino o, giusto per il revival, un Romano Prodi – sono considerati “inclusivi”. Quando mai la larga e provinciale Italia è stata inclusa da lor signori non si sa ma il fatto è sempre quello: chi comanda sulle parole ha già il potere.

8 replies

  1. Energia, rifiuti, navi, sanità. Ecco chi ha finanziato Toti

    2 milioni dal 2016. Soldi alla Fondazione Change: l’indagine. Non solo Black Oils, Waste e Moby finite nell’indagine della Procura: oltre due milioni ai suoi comitati dal 2016 al 2021

    (DI MARCO GRASSO E STEFANO VERGINE – Il Fatto Quotidiano) – “Non siamo a conoscenza diretta di alcuna indagine, né risultano indagati”. Così ieri lo staff di Giovanni Toti, governatore della Liguria e fondatore di Coraggio Italia, ha commentato gli articoli con cui Il Fatto Quotidiano e Domani hanno dato conto dell’acquisizione di documenti ordinata dalla Procura di Genova nei confronti di tre aziende – Moby di Vincenzo Onorato, Europam della famiglia Costantino, Waste Italia di Pietro Colucci – che negli ultimi anni hanno finanziato il Comitato Change e il Comitato Giovanni Toti Liguria. “I finanziamenti di cui si parla – ha ribadito lo staff di Toti – sono tutti regolarmente registrati nei termini di legge”. L’inchiesta della Procura di Genova per finanziamento illecito, come scritto ieri da Il Fatto, è al momento a carico di ignoti. Le acquisizioni di documenti effettuate dalla Guardia di finanza non mettono in dubbio il fatto che le donazioni siano state registrate nei bilanci dei comitati legati a Toti. L’obiettivo degli inquirenti è capire se quelle erogazioni liberali sono state approvate dai cda delle aziende: un passaggio indispensabile per evitare l’accusa di finanziamento illecito.
    Dal 2016 al 2021 i due comitati hanno incassato da privati oltre 2 milioni di euro. Nella classifica dei maggiori finanziatori, le imprese a cui ha fatto visita la finanza nel marzo scorso stanno tutte sul podio. La più generosa è stata la famiglia Costantino, proprietaria di Europam e Black Oils, con 184.500 euro donati. Basato a Genova, il gruppo spazia dalle forniture di gas e luce alle pompe di benzina, con 250 impianti di rifornimento in Italia, buona parte dei quali in Liguria. Poco meno – circa 150 mila euro – è stato regalato da varie imprese che fanno capo a Pietro Colucci, imprenditore napoletano del settore rifiuti ed energia, che in Liguria gestisce due discariche recentemente ampliate grazie all’ok della regione. Medaglia di bronzo all’armatore Vincenzo Onorato, re dei traghetti italiani grazie al controllo di Moby, Tirrenia e Toremar: il suo contributo al Comitato Change è stato di 100mila euro. Ma la lista dei sostenitori economici del governatore ligure è molto più lunga. Il nome più noto è quello di Gianluigi Aponte. Patron del gruppo internazionale Msc, ha donato ai comitati di Toti 60mila euro: 10mila attraverso la società Agenzia Marittima Le Navi, gli altri 50mila mediante il Gruppo Messina, di cui Msc è co-proprietaria. A Genova Aponte ha molti interessi. Msc e Ignazio Messina hanno in concessione due terminal nel porto di Genova e uno a La Spezia. In più, l’anno scorso un’altra delle sue società, Gnv, ha ottenuto 1,2 milioni di euro dalla Regione per utilizzare, da metà marzo alla fine di aprile, un traghetto della compagnia come ospedale galleggiante per i positivi al Covid. Caso su cui c’è l’attenzione della Corte dei Conti.
    Sotto Aponte, con 50mila euro, si piazza la Aep Costruzioni, azienda che ha già realizzato la prima storica Esselunga della Liguria, nel quartiere genovese di Albaro, e ad aprile di quest’anno ha ottenuto l’ok dalla giunta regionale al rilascio dell’autorizzazione per costruire in città il secondo ipermercato del gruppo milanese. A questo via libera è seguito tre mesi dopo anche da quello del Comune di Genova guidato da Marco Bucci, che ha approvato il progetto con una contestatissima variante urbanistica, riapprovata dopo un primo annullamento del Tar. Altri 35mila euro sono arrivati al Comitato Change nell’autunno del 2016 da due società del gruppo Gavio: Autoservice24 e Terminal San Giorgio Srl. Quest’ultima nel 2019 ha ottenuto, senza gara, la concessione a operare in uno scalo del porto di Genova per 13 anni, con l’impegno di investire oltre 20 milioni di euro. A finanziare i comitati legati a Toti è stata anche la Pellegrini Spa, gruppo della ristorazione aziendale. Il 21 luglio 2020 la società ha versato 30mila euro al Comitato Giovanni Toti Liguria. Due giorni più tardi ha annunciato l’acquisto della Industrial Food Mense, azienda che in Liguria fornisce diverse aziende a controllo pubblico. Tra gli sponsor di Toti, con 40mila euro erogati dalla Spinelli srl, c’è anche l’imprenditore portuale Aldo Spinelli, ex presidente del Genoa calcio e poi del Livorno. Con 30mila euro spicca il nome della San Lorenzo Spa, una delle società navali interessate al progetto Miglio Blu, a La Spezia: un investimento da 4 milioni di euro che prevede la creazione di un distretto nautico e una riqualificazione urbana. Diecimila euro di donazioni sono arrivati da Villa Montallegro Spa, realtà sanitaria privata che negli ultimi mesi ha partecipato alla campagna vaccinale ligure.
    Come detto, Toti continua a ripetere che è tutto regolare. Intanto l’inchiesta della Procura di Genova va avanti e provoca reazioni. “L’uso di fondazioni e comitati per finanziare l’attività politica del Presidente e dei suoi fedelissimi – ha scritto ieri Luca Garibaldi, capogruppo in Regione Liguria del Partito democratico-Articolo Uno – è un tema che pone preoccupazione su potenziali conflitti di interesse. Sono necessari chiarimenti a livello politico”. Così Ferruccio Sansa, candidato governatore del centrosinistra alle ultime elezioni: “Sul conflitto di interessi chiediamo trasparenza e chiarezza, soprattutto in settori che hanno finanziato la campagna elettorale come la sanità privata e la grande distribuzione”.

    "Mi piace"

  2. Ad ogni modo, per quanto riguarda il candidato certo per il colle, la nazione intera sta pendendo dalle labbra di renzi, vediamo se e quando si deciderà a svelare cosa ha deciso. Nel frattempo ci ha già confidato che probabilmente si voterà nel 2022 e questo è segnale che lui è un libro aperto.

    Piace a 1 persona

  3. Ovvio che si voterà nel 2022. Vuoi che Renzi non faccia cadere un governo all’anno?
    2018: ancor prima che nascesse il governo M5S-PD
    2019: mannaggia, il cazzaro verde è arrivato prima… allora per vendetta ha spinto per il Conte 2
    2020: facciamo cadere il Conte 2… mannaggia, la pandemia si è messa in mezzo ai cabbasisi
    2021: con poche settimane di ritardo sul 2020, giù il Conte 2
    2022: chiunque sia il prossimo Presidente della Repubblica, ci penserà lui a “finire” il governo, qualunque esso sia

    Piace a 1 persona

  4. Caro Buttafuoco a proposito di parole contesto la parola divisivo a proposito di Berlusconi.Anch’io perché non lo rappresenta.La parola giusta è pregiudicato per una gigantesca evasione fiscale di 300milioni di cui rimasti solo 7 per leggi ad personam che il pregiudicato si è fatto.Ma non solo.Puttaniere che bacia l’anello dei preti e blatera di sacralità della famiglia contro l’aborto il fine vita contro le leggi sull’omofobia.Ma non solo. Circondato da personaggi tipo Previti corruttore di giudici e Dell’Utri mafiosi.Ma sta zitto e vai a letto!E della sequenza di nomi che hai fatto a me piace solo Rosi Bindi perché capace di essere cattolica senza essere moralista e tollerante rispetto a ciò su cui non è d’accordo.Ps:Il pregiudicato di Arcore sostenne a suo tempo che Susanna Englaro poteva diventare madre.Infamia

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...