Il flop trionfale

(“Il flop trionfale” di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Il flop del G20 sulla stampa internazionale: “Vertice debole” (Cnn), “non riesce a colmare le divisioni” (Los Angeles Times), “progressi limitati… le possibilità di rimanere al di sotto di 1,5 gradi stanno svanendo” (The Guardian), “I Paesi del G20 non riescono a concordare obiettivi climatici più ambiziosi” (Frankfurter Allgemeine Zeitung). Il flop del G20 sulla […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

27 replies

  1. Il flop trionfale

    (MARCO TRAVAGLIO – Il Fatto Quotidiano) – Il flop del G20 sulla stampa internazionale: “Vertice debole” (Cnn), “non riesce a colmare le divisioni” (Los Angeles Times), “progressi limitati… le possibilità di rimanere al di sotto di 1,5 gradi stanno svanendo” (The Guardian), “I Paesi del G20 non riescono a concordare obiettivi climatici più ambiziosi” (Frankfurter Allgemeine Zeitung).
    Il flop del G20 sulla stampa italiana di domenica: “Obiettivo 1,5 gradi senza più una data” (Corriere), “La strada è in salita” (Repubblica), “Trattativa in stallo” (Stampa).
    Il flop del G20 sulla stampa italiana di lunedì, dopo che Draghi si è autoelogiato per il “successo” e il “passo in avanti”: “La tattica dell’empatia. Così Draghi ha ‘smosso’ anche Pechino e Mosca ed evitato il fiasco finale”, “Il premier tessitore che consolida i nuovi equilibri… Difficile negare il successo del G20. Voto 9” (Corriere), “Un passo avanti per curare il clima”, “Il tessitore Draghi: ‘È stato un successo, teniamo vivi i sogni, è la vittoria del multilateralismo con Russia, Cina e India’”, “Draghi sottolinea giustamente il successo”, “Greta ragazza incontentabile… Draghi è stanco: qualcosa ha costruito” (Repubblica), “Successo di Draghi, ma spiccioli per il clima” (sic), “Bentornato multilateralismo”, “Ora Cina e Russia vanno recuperate”, “Il premier è il faro del dopo Merkel” (Stampa), “Passo avanti sul clima”, “Nuovo corso mondiale e l’Italia guida la svolta”, “Il multilateralismo soppianta i populismi” (Messaggero).
    Il flop del G20 di Roma secondo la stampa italiana, se a presiederlo fosse stato Conte: “Il G20 di Giuseppi senz’anima né visione”,“Disastro/catastrofe/ flop/caos/figuraccia mondiale del Conte Casalino”, “Disfatta della pochette populista in mondovisione”, “Ciancia di multilateralismo per nascondere che è un servo di Putin e Xi Jinping, che però lo snobbano e non vengono”, “Multilateralismo? No, trasformismo: lo schiavo di Casalino ci svende a Mosca e Pechino, come già a Caracas, e stringe la mano a Erdogan dopo avergli dato del dittatore”, “Da Trump a Biden, gli Usa lo elogiano per compassione”, “I Grandi del mondo sfilano al funerale dei 5Stelle”.
    Roma sede del G20 con la Raggi: “I Grandi accolti da topi e cinghiali”, “Slalom dei Venti tra buche e rifiuti”, “I Grandi con la mascherina per non sentire la puzza”, “Biden si porta 50 Suv perché ne perderà la metà nelle buche e nei roghi dei flambus”, “Caos Roma”, “Raggi vattene”.
    Roma sede del G20 con Gualtieri, ma senza giunta: “Boom di turisti”, “Il Centro torna ai romani. C’è persino chi si sposa”, “Gualtieri fa da guida alle first lady: ‘La città ha superato la sfida’”, “Vince la grande bellezza” (Messaggero). Sempre sia lodato.

    Piace a 4 people

  2. I titoli dei giornaloni italiani sembrano tirati fuori pari pari dalle dichiarazioni che un importante ministro ha rilasciato nelle ultime ore, vero Travaglio?!?

    Piace a 1 persona

  3. Ma davvero è stato un successo così travolgente? Perché anche a reti unificate si parla di risultati tiepidi ma grande riconoscimento a Draghi. Non ci sarà n poco di Minculpop in tutte queste lodi?

    "Mi piace"

  4. Ragazzi, ma è proprio un’ossessione patologica, la vostra: qualunque sia l’argomento, la prima cosa che vi viene in mente è Giggino, scommetto che neanche sua madre lo pensa così spesso.

    A proposito, quel lurido tetrabibbitaro non aveva promesso che avrebbe moderato anche i commenti? E invece guarda che pena! Alto tradimento! E Bibbiano? E la fame nel mondo? Magnato lui, magnato tutti. Doveva anche infilarsi una scopa nel sedere per pulire la stanza, invece guardi qua che polvere, Signora Mia.
    Italiani, all’astensione!

    "Mi piace"

    • Ma se Conte è Di Maio sono i maggiori sostenitori di Draghi ,anche numericamente, non è colpa della stampa bugiarda . È questo che Travaglio non dice ,addirittura lo vogliono eleggere a presidente della repubblica.

      Piace a 2 people

    • da RIA NOVOSTI.RU
      “”Sono il marito di Jill”, il presidente americano si presentò ai dignitari della chiesa che lo incontrarono. Vaticano. Questo scherzare dare un’atmosfera un po’ assurda a tutti gli eventi della Città Eterna: dagli incontri Joe Biden con i leader dei paesi europei prima del vertice di due giorni G20.
      Tutto è iniziato con un passaggio del tutto surreale del corteo presidenziale per le strade della Città Eterna. Sembrava un emblema della “nuova normalità”. Strade eternamente affollate Roma vuoto, come durante i bombardamenti. Lungo il bordo dei marciapiedi allineate file infinite di forze di sicurezza. E sul marciapiede salpò lentamente una carovana di blindate assolutamente incredibile: il presidente Usa e il suo seguito andarono in Vaticano per incontrare il Papa ben ottantadue auto. Cosa abbiamo con la nostra impronta di carbonio? Sembra che solo i plebei lo lascino indietro.”

      "Mi piace"

    • Doveva anche infilarsi una scopa nel sedere per pulire la stanza, invece guardi qua che polvere, Signora Mia.(cit)
      E infatti sta al Ministero degli Esteri a riordinare le scrivanie e a pulire i pavimenti….,e pensare che è convinto di essere il ministro degli esteri,fa quasi ridere…

      "Mi piace"

  5. è vero che i media si sono inchinati (o più precisamente chinati) a Draghi, e adesso qualunque cosa faccia sembra che abbia compiuto un miracolo, e quant’è stato bravo qui, e quanto è abile di là, e senza di lui non ci danno il Pnrr, e solo lui poteva guidare il G20, e bla bla bla. ed è vero che è una retorica urticante e faziosa.
    ma la stessa retorica l’hanno adottata i media al tempo di Conte: più precisamente del Conte 2, quando il Bamboccio piaceva al PD e quindi tutti i giornaloni correvano a rendergli omaggio come il grande statista venuto dal nulla che aveva fermato Salvini. in tempo di pandemia, non ne parliamo: era il Salvatore della Patria, e solo osare di pensare di mandarlo a casa era considerato un crimine contro l’umanità.
    e lo stesso Travaglio ha fatto uso della medesima retorica, visto che incensava Conte e ripeteva quanto fosse bravo, e chiunque non si allineava lo bastonava mediaticamente per lesa maestà, non potendo concepire (come tutti i bambocci del Bamboccio, del resto) che qualcuno potesse avere dell’Insulso un giudizio diverso dal suo.
    ma prima ancora i media incensavano Renzi e ci rintronavano dicendo quanto fosse il leader del futuro.
    e che dire dell’innamoramento per Monti?
    semplicemente i media italiani amano chi è al potere e, invece di fargli le pulci, gli si strofinano contro con gli occhi a cuoricino. finché al potere ci rimane, poi iniziano a sputargli tranquillamente in faccia.

    "Mi piace"

    • …”ed è vero che è una retorica urticante e faziosa.
      ma la stessa retorica l’hanno adottata i media al tempo di Conte…. ….quindi tutti i giornaloni correvano a rendergli omaggio come il grande statista …. in tempo di pandemia, non ne parliamo: era il Salvatore della Patria….”

      Mai sentito tante belinate cosi grosse… come si dice dalle mie parti.
      Il trattamento che era riservato a Conte dalla STAMPA DEVIATA italiota ( tranne limitatissime eccezioni) non e’ per nulla paragonabile a cio’ che accade ora…

      Ripeto, non diciamo belinate.

      Piace a 3 people

      • *franzGe,
        Concordo.
        Mai visto tanto odio preconcetto e ridicolizzazione verso Conte da parte dei media.
        Ma ora ( a differenza sua) il rettile dara’ 90 milioni all’editoria per il 2022 e ben 140 milioni per il 2023 .
        Vuoi che non si facciano la lingua marrone ?
        Chi fa un prodotto editoriale deve campare delle sue vendite .Altrimenti chiudesse.Non mancherà a nessuno. Non siamo il Sussidistan.

        Piace a 3 people

    • “Semplicemente i media italiani amano chi è al potere e,…..poi iniziano a sputargli tranquillamente in faccia” ! Ma guarda un po’ ! Semplicemente fanno quello che fai Tu !

      "Mi piace"

      • io gli sputavo in faccia anche quando era al potere perché lo ritengo un essere insulso e senza qualità, e sfido chiunque a trovare un mio commento che sia positivo su quel paramecio.
        comunque andate a rivedervi gli articoli dei giornaloni ai tempi della pandemia e guardate se non è vero che lavoravano di lingua con l’Immenso Statista Bamboccio.
        ma è chiaro che piace di più la narrazione secondo cui il povero coglionazzo è stato maltrattato dai media, dai poteri forti, ce l’avevano tutti con lui nonostante fosse bello bravo buono onesto rispettabile un DIO, finché questi cattivoni non sono riusciti a farlo cadere (blutti!).
        ma è appunto una narrazione.
        quando era al potere il bastianazzo era adorato dai media tanto quanto lo è ora Draghi.

        "Mi piace"

  6. Ma adesso ogni cosa, da qui all’eternità, dovrà essere paragonata a Conte.. Anche basta direi, Draghi va criticato per quanto fa, non perché i media lo trattano meglio del precedente.. quanto alla Raggi, poveretta, direi che il giudizio su di lei è stato dato dagli elettori romani che evidentemente non hanno apprezzato minimamente la sua sindacatura, bocciandola

    Piace a 1 persona

    • in fondo, criticando i media che elogiano Dragoman, MT evidenzia quello che non è successo o
      che, in fondo, ha avuto poca rilevanza, rilevando/rivelando così verità
      che sia il Presidente del Consiglio dei Ministri, che i giornali compiacenti, stravolgono.

      il metodo del confrontare è la base del misurare, funziona dal macellaio e dal sarto figurarsi
      nella politica, altrimenti come farebbe a giudicare?

      se poi l’unica misurazione possibile sia sempre e solo con Conte è altro discorso ma se, virtualmente,
      mi giro a guardare il passato, non è che ci siano tali campioni di riferimento esterni al gruppone politico
      che li ha generati e che, quasi senza differenze sostanziali, genera gli attuali -5* esclusi, non essendo ci stati prima-
      e che ha omaggiato prima Monti, poi Renzi (dopo il battito d’ali bucate di Letta e Gentiloni) ed ora Draghi

      Piace a 1 persona

    • E’ vero anche che se INTERESSI VARI( meglio non nominare), Stampa, Media e Tv ti gettano continuamente addosso fango, ti remano contro, per quanto fai, non è che ne esci pulito ! I Romani poi sono elettori romani : non apprezzano e votano contro !

      Piace a 1 persona