L’avvertimento di Di Maio: “O si va avanti col green pass o si torna al coprifuoco”

Il ministro degli Esteri avvisa i detrattori del green pass: “L’alternativa è il coprifuoco”. Di Maio ricorda che “non stiamo giocando” e che non possiamo “chiudere tutto e tornare a crescita zero”. Poi il durissimo attacco a Matteo Salvini: “È una delle persone più false mai conosciute, non c’è compatibilità con il suo centrodestra”.

(Tommaso Coluzzi – fanpage.it) – Il ministro degli Esteri lo dice chiaro e tondo: il green pass è la strada per uscire dalla pandemia. Luigi Di Maio segue fedelmente la linea del governo – o almeno di gran parte di esso – ribadendo quanto già spiegato ieri dal ministro Speranza. L’ex capo politico del Movimento 5 Stelle ricorda, intervistato a Domani è un altro giorno su Raiuno, che ci sono città con una bassa percentuale di vaccinati che stanno “dichiarando il coprifuoco”. Perciò o andiamo avanti con “il green pass o torniamo al coprifuoco, decidiamo di chiudere tutto e ritornare ad una crescita zero – avvisa Di Maio – abbiamo perso un milione di posti di lavoro durante la pandemia, quindi non stiamo giocando con il green pass”. Poi condanna con durezza quanto accaduto a Novara, dove dei manifestanti no vax si sono vestiti come prigionieri dei lager nazisti: “È un’azione ignobile”.

Di Maio, rispondendo sul futuro del Movimento 5 Stelle, sottolinea che “non c’è compatibilità con un centrodestra a trazione Salvini”. E proprio sull’ex alleato nella prima esperienza di governo targata Giuseppe Conte, il ministro degli Esteri esteri chiosa: “Salvini è una delle persone più false mai conosciute”. Di tutt’altro tipo è l’opinione espressa sull’attuale presidente del Consiglio, Mario Draghi, che è stato “fondamentale” per i negoziati del G20 tenutosi a Roma nel fine settimana.

Proprio sul G20 si concentra il ministro degli Esteri: “La questione del clima è un fatto da non trascurare – spiega – Al G20 abbiamo portato oltre l’80% dell’economia mondiale intorno a un tavolo e abbiamo stabilito di non far aumentare la temperatura globale oltre il grado e mezzo”, mentre “prima era oltre 2 gradi”. E “in quel mezzo grado ci sono 250 milioni di morti per inquinamento e 200 milioni di migranti in più”. Secondo Di Maio si tratta di una “catastrofe che riguarda la vita di un numero persone pari a circa la metà dell’Europa”. E infine il ministro pentastellato commenta l’incontro con il principe Carlo: “Ha parlato tutto il tempo di nuove tecnologie applicate alla transizione ecologica, è molto appassionato di questi temi, non è una questione generazionale”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

17 replies

  1. ” Salvini è una delle persone più false mai conosciute” Può essere. Egli invece, è quello che si è rifiutato non solo di incontrare ma addirittura di parlare al telefono con B: adesso governa coi ministri di B: Brunetta, Carfagna, Gelmini. E’ quello che ha lasciato passare la riforma giudiziaria Cartabia, è quello che ha visto e permesso di demolire quanto costruito anche da lui nel corso dei governi Conte 1 e 2. Io certe cose non posso dirle per evitare querele, però le penso. Fortemente.

    Piace a 1 persona

    • Ed e’ qui che trovo finalmente parole non mie (per dare una apparenza di terzieta’), con le quali vorrei rispondere alla critica portata al motteggio da me – ridontantemente – espresso al proposito del Nostro, e dipoi cassato dalla nostrae notamente nobile Preesistente Venusta’ Insulare, Liana.

      "Mi piace"

      • Già, ma sono tutti “fatti” che non condivido, Paolo ed Ennio…
        Ho visto cose diverse? Chissà.
        O forse i fatti sono diversamente interpretabili…

        "Mi piace"

    • Puoi dirle, tranquillamente.

      Il Nostro è colui che, per arrivare dov’è, è andato dai gilet gialli, ha spergiurato “mai con il partito di Bibbiano”, ha minacciato l’impeachment a Mattarella, ha azzerato i meetup, ha avallato espulsioni di massa senza passare dagli iscritti.

      Una volta arrivato dov’è, si è fatto succube prima di Salvini, poi di Renzi, infine di Berlusconi.
      E ora, pur di restarci, ha dilapidato il patrimonio e la credibilità di oltre un decennio di battaglie, molte anche già vinte, e si è accucciato ai piedi della finanza ordoliberista e della grande industria.

      Che aspettarci da lui, per il futuro? È un ragazzo giovane, è moderato e liberale, fra trent’anni sarà ancora lì, e magari un giorno sarà anche PdR.

      Piace a 2 people

  2. La Florida è ufficialmente diventata il leader della nazione nel tenere sotto controllo la crisi di Covid-19 e, la parte migliore di tutto, hanno convalidato la loro strategia di ignorare i “consigli degli esperti” del tirannico regime di salute pubblica nel processo.

    Secondo i dati più recenti pubblicati dal CDC, la Florida possiede ora il tasso più BASSO di nuovi casi di Covid-19 nella nazione su base pro capite. Lo stato si trova ben al di sotto di molti altri paradisi democratici, compresi quelli che impiegano i mandati più restrittivi (California, New York) e anche gli stati con i più alti tassi di vaccinazione nel paese (Vermont, Rhode Island).

    Gli ultimi numeri sono solo un’ulteriore prova che le politiche distopiche dei Democratici per combattere il Covid non fanno altro che schiacciare le libertà delle persone.

    La Florida ha ora il tasso più basso di nuovi casi COVID pro capite di tutti i 50 stati senza mandati, senza pass per i vaccini e poche restrizioni di cui parlare. https://t.co/E6RKwq761w pic.twitter.com/phdlFzSdDr

    Tieni presente che la Florida è stata mantenuta aperta agli affari quasi per tutto il tempo e, grazie a ciò, sta anche stimolando il paese con il suo successo economico mentre i democratici continuano a imporre blocchi paralizzanti e mandati di vaccinazione ripugnanti alle imprese in tutta l’America.
    Durante la “pandemia” il governatore della Florida Ron DeSantis si è opposto fermamente alle richieste di imporre restrizioni e mandati draconiani di Covid ai cittadini dello stato del sole. La sua resistenza alla presa di potere da parte della sinistra che viene mascherata sotto le spoglie della salute pubblica ha creato un’intensa reazione da parte degli “esperti” dell’amministrazione Biden e degli hack nei media politicizzati che diligentemente portano l’acqua per loro.
    Per mesi, articoli feroci sono stati pubblicati nelle “notizie” di tutto il paese, caratterizzando il governatore come una sorta di pazzo teorico della cospirazione che stava intenzionalmente conducendo i cittadini della Florida verso la loro morte certa. Uno dei migliori esempi di questo ridicolo gaslighting è stato tratto dal pezzo del Guardian intitolato: “The Pied Piper Leading Us Off a Cliff: Florida Governor Condemned as Covid Surges”.
    C’era persino uno spot televisivo in stile film horror creato da un gruppo progressista chiamato “Remove Ron”. Il video incredibilmente stupido descrive Flordia di DeSantis come se stesse per diventare il sequel di “The Purge” e include diverse clip di DeSantis che dice cose come “confidiamo che le persone prendano le proprie decisioni nello stato della Florida” come prova che il Lo Stato è diventato troppo pericoloso.

    — Clay Travis (@ClayTravis) 20 ottobre 2021

    "Mi piace"

  3. “Al G20 abbiamo portato l’80% dell’economia globale,”
    Cina e Russia non si sono neppure scomodati e come gli Usa non hanno firmato un bel niente,

    "Mi piace"

  4. Diciamo che dal numero delle auto, degli aerei privati, ecc… per il “Pianeta” se rimanevano a casa era meglio…

    "Mi piace"

  5. Sta lì solo per lui e la sua carriera, lo hanno capito pure i sassi, si gioca il tutto e per tutto, la personificazione del fallimento del Movimento, non si salva niente, nemmeno il salvabile.

    Piace a 1 persona

  6. @ PDR
    Tutto vero quello che dici e pure concordo ! Ma mi pongo una domanda : se Tu fossi stato al posto suo, alla sua età in cerca di occupazione, per come si suol dire, di un posto al sole nella vita, comune a tutti e per una affermazione sociale e lavorativa, come Ti saresti comportato? Pur con tutto il distinguo io non lo biasimo ed egoisticamente parlando, avrei fatto lo stesso : per favore, non cercare di convincermi che Tu invece avresti agito diversamente : Ti saresti tirato fuori, fatto da parte, indietro e magari fatto passare avanti altri, che pure non la pensano come te. Parafrasando Totò e pure Travaglio : mah, per piacere ! Qualcuno MIGLIORE, forse, ci sarà, ma POCHI ! E Tu, se così fosse, saresti veramente UNA persona SPECIALE ! Senza alcuna offesa !

    "Mi piace"

  7. Vuol rimanere a lungo in parlamento. Si fa una bella vita, niente rischi molti sodi, potere e comodità. Un perfetto democristiano, casa e chiesa, nel tragitto c’è la casa dell’amante. Non è colpa di Di Maio. E’ colpa nostra.

    Piace a 1 persona

  8. @ Pino
    Che sia colpa ns. non ci piove; ma scusa : trovamene un ALTRO che non sia suo pari ! Se lo trovi, fammelo sapere !

    "Mi piace"