Qui rido io, anche con le corna

(Pietrangelo Buttafuoco) – Tiene casa, carrozze e cavalli Eduardo Scarpetta. Tiene una villa al Vomero e sulla facciata della sua dimora, dopo una vita da Sciosciammocca, fa scrivere: “Qui rido io”. Capocomico, drammaturgo, capostipite – per dirla con Peppino De Filippo, figlio “naturale” – di “una famiglia difficile”, tra tante ricchezze che tiene, Scarpetta tiene anche le corna. Derivate dall’intemperanze del sovrano Savoia. “Scarpe’ tu tiene ‘e ‘ccorna!”. Un suo spettatore glielo rinfaccia durante una rappresentazione. “Sì, è ‘o vero”, risponde lui dalla ribalta, “ma sono corna di Re!”. Puro genio. “Qui rido io” è anche il titolo del film di Mario Martone e qui – tutti noi – non vediamo l’ora di vederlo.

1 reply

  1. Sembra una cultura lontana, lontanissima; un barzellettiere e un vernacolo, è strano come le maschere abbiano un diverso significato da nord a sud .. ma se tutto resta nella farsa ha un valore condivisibile, la realtà (?) Quale (?), è un gravame di tristi maschere seriose, controllori, per qualcosa di cui non si comprende il senso se non in un futuro ipotetico, molto, troppo ipotetico.
    L’arte del comico è un’ arte e come le altre andrebbe coltivata , a futura memoria, ma anche la coltivazione della memoria è un ‘arte e allora, non basta guardarsi allo specchio per poter ridere della tragicità della vita, manca sempre quel granello di cui non si conosce la materia, ma manca e da solo sbilancia il sorriso sardonico di essere riusciti ad uscirne indenni.

    "Mi piace"