La mascariata russa

(Pietrangelo Buttafuoco) – Un black-out informatico ha fermato la vaccinazione di massa contro il Covid nel Lazio. Inquietante – manco a dirlo – questo fatto. C’impone una riflessione sui conflitti traslocati altrove, ben oltre l’agone di terra e mare, e dunque arrivati nell’impalpabile flusso del digitale. La grande macchina dell’informazione ha fornito spiegazione e sottinteso: un attacco hacker. Nel sottinteso, c’è la mascariata come per dire… sono stati i russi. E si capisce che sono stati i russi. È tutta gelosia. Nicola Zingaretti, involtino primavera in bocca, sta ancora abbracciando i cinesi.

4 replies

  1. Questa volta l’ articolo mi pare carino, nonostante sia la scoperta dell’ acqua calda: è stato Putin in persona: Non ha militato nel KGB?
    (Ironico, ovviamente).
    Ieri ho assistito, in una visita obbligata all’ ufficio postale, ad un utente disperato nei confronti dell’ assoluta ignoranza “informatica” della per altro ancora giovane impiegata. Un muro di gomma: era assolutamente disinteressata a cercare di comprendere.
    Io spero che Lassù, ai vertici di ogni Azienda pubblica ( e privata) ci siano dei competenti. Purtroppo da noi “competenti” significa laureati, magari con in aggiunta qualche Master “comprato” all’ estero. Niente di più sbagliato: ci vogliono giovanissimi smanettoni. L’ Università, con i suoi tempi, i suoi docenti politicizzati, non serve a nulla in un mondo in cui ogni giorno c’è una novità. Cervelli veloci, che passano ore e ore ogni giorno, per interesse personale ( il motore primo di ogni reale competenza), a scandagliare il WEB sono quello che occorre.
    Non verranno mai presi in considerazione. Sono senza santi in Paradiso e non hanno neppure il canonico pezzo di carta. Aspettiamoci un costante arrembaggio.

    "Mi piace"