Dica bee

(Anna Lombroso per il Simplicissimus) – Oggi mi accingevo a scrivere di un altro contagio, innegabilmente frutto di un complotto che ha fatto circolare i germi della rapacità più feroce e dello sfruttamento più perverso amazonizzando il mondo. Poi non ho resistito al dovere di parlare dell’altro contagio, e dell’offerta commerciale di salvezza,  che non sarà magari nato da una macchinazione consapevole e lungimirante ma che sta completando il disegno cospirativo di cancellare con alcuni diritti fondamentali non ancora del tutto alienati, arbitrio indipendente, libertà di circolazione, anche l’accesso alle cure, in nome di una tutela della salute limitata a una forma influenzale  ipoteticamente più pesante per chi ha già patologie pregresse, che  sono state trascurate da anni e oggi concretamente rimosse, secondarie, ininfluenti nella nuova forma che ha assunto la scienza statistica interessata solo a monitorare la pressione e gli esiti di un unico fattore di rischio. .

Da mesi associazioni di clinici specialistici denunciano l’incremento di decessi per tumori, cardiopatie, malattie circolatorie, diabete, attribuibile al “doveroso” stato di abbandono ne quale sono stati lasciati i colpevoli di non essere affetti dal nemico invisibile, cui abbiamo mosso guerra con uno dispendio dissipato di risorse, di armamenti evidentemente esagerati quanto inadeguati e con la militarizzazione della società.

Ciononostante la campagna per contrastare il covid e oggi le sue fisiologiche e fantasiose varianti con dei preparati sperimentali dei quali vengono taciuti o dei quali non sono noti effetti a breve e lungo termine, omettendo consapevolmente di agire nel più elementare e ragionevoli dei modi: la ricerca indirizzata a protocolli di cura, l’impegno di rafforzamento della medicina di base da combinare con quello del sistema ospedaliero per il quale l’obolo del racket europeo non prevede un appropriato capitolo di spesa e che funziona solo nel caso di un augusto paziente cui non bastano i buoni uffici della Provvidenza divina,  è sempre più violenta, oppressiva e repressiva, anche grazie al ruolo impersonato da un attorucolo che si vuol redimere da  interpretazioni minori nelle vesti di un Napoleone ormai corroso da vizi e megalomania che si rifà su un popolo dimentico della sua rivoluzione.

Se è giusto guardare a Macron come a un prodotto di una ricerca intenta a sperimentare imitazioni di dirigenti politici, che non riescono mai e che finiscono per fare i piazzisti delle major farmaceutiche, non basta però, perché i test ai quali sono adibiti si propongono di mettere fine rapidamente e artificialmente al processo iniziato da tempo, di ogni traccia di democrazia. Che per quanto incompleta, e anche quella sperimentale, permetteva la salvaguardia di alcune prerogative, il mantenimento delle relazioni strette grazie a un contratto tra stato e cittadini, la conservazione sia pure difficile di vincoli e patti generazionali, di amicizia, di affetto, di solidarietà, valori e principi ricordati occasionalmente e irrilevanti rispetto ad altri sovrastanti, amor patrio soprattutto che si rinnova tramite tifo sportivo e deplorazione della perfida Albione.

Uno degli aspetti più ripugnanti di questo scandalo occidentale consiste quindi nel tentativo di spacciare un crimine collettivo che meriterebbe davvero ormai una Norimberga, come ad un operato a potente contenuto pedagogico, inteso a promuovere una moralizzazione dei comportamenti popolari  con l’assunzione di una responsabilità personale  e collettiva. E al tempo stesso la promozione di interessi individuali, caffè al bar, tango in balera, pizza o sushi al ristorante, pastis nel bistrot, come componente irrinunciabile di un interesse generale che impone la rinuncia volontaria a libertà fondamentali per accontentarsi di licenze concesse benevolmente in cambio dell’obbedienza. Tra le quali secondo il tirannello francese si colloca anche l’accesso a strutture sanitarie, perfino in caso di malore, a suffragio della richiesta venuta su dagli anfratti più ignobili della comunità civile di non fornire cure e assistenza ai no vax e “negazionisti”, sia pure solerti pagatori di tasse e imposte.

Certo, anche quello che viene definito in omaggio all’osceno gergo globale il sentiment popolare vissuto in comunità di affetti e emozioni può risultare eccessivo e dunque punibile: cito dal Corriere della Sera, l’effetto “paradosso” secondo il quale “la gioia dimostrata dagli italiani domenica dopo la partita è il segnale della voglia dell’Italia di riprendersi dai mesi terribili della pandemia che, come scrive Veltroni, ci hanno fatto scordare anche il piacere di abbracciarci”. Così però, se “i vaccini ci stanno finalmente facendo uscire dalla più grande crisi sanitaria dell’ultimo secolo, la coda dell’epidemia è più lunga di quanto vorremmo. E la felicità esplosa in piazza al termine di Italia-Inghilterra, anche con gli abbracci senza regole, purtroppo può aiutare la risalita dei contagi. Maria van Kerkhove, responsabile tecnica dell’Organizzazione mondiale della sanità teme addirittura che i festeggiamenti possano avere un effetto devastante”.

Deve proprio dipendere dal primato della penitenza impostaci per aver voluto troppo che siamo condannati a una perenne punizione, quella di convertirci in soggetti a rischio eterno, costretti a una reiterata assunzione di vaccini che mentre, nel migliore dei casi, dovrebbero proteggere da un singolo virus ci espongono agli altri, sotto minaccia di effetti collaterali per i quali saremo costretti a sottoporci a costosi controlli ben presto obbligatori e a altrettanto onerose testimonianze di limitate immunità, e con una vita circoscritta al mantenimento di condizioni di salute necessarie a adempiere alle incombenze richieste per contribuire in forma di capitale umano alla rinascita.

Ormai ci sono poche speranze di reazione: l’ homo oeconomicus deve essere adattabile, a quello serve la razionalità permessa alla sua condizione di servitù, così in modo da accontentare anche quella falsa coscienza che gli dovrebbe consentire di tollerare il suo statu di assoggettamento, gli vengono offerte motivazioni o alibi di carattere etico. Subisce e rinuncia per gli altri, per senso di responsabilità, per non nuocere, per fare la sua parte anche quando è accertato che il suo gesto non tutela né lui né quelli con cui interagisce.

Succede così che chi si è vaccinato per andare in vacanza, o costretto dalla professione che svolge e dai ricatti e dalle intimidazioni cui è stato sottoposto, o convinto da una interpretazione imperfetta del rapporto tra benefici e costi sanitari, o posseduto dal fanatismo  religioso che combina superstizione e fede nella scienza,  si ritenga depositario e custode di un bene, di un comportamento virtuoso, per il quale potrebbe anche essere in pericolo a leggere le sia pur parziali statistiche addomesticate e pretende che la sua scelta, indotta da una persuasione sempre più coercitiva, debba essere condivisa da tutti.

Finiti i tempi della carità al posto della solidarietà, della comunanza di interessi al posto della coesione sociale, siamo sempre più prossimi a forme di rivincita e vendetta da far rimpiangere le pecore che almeno sanno stare in gregge.

32 replies

  1. in nome di una tutela della salute limitata a una forma influenzale?

    è ancora all’influenza?
    dopo due anni che ci si danna per fare capire che è della famiglia delle polmoniti?
    l’hanno sempre definita polmonite dalla sera del 31/12/2019 quando i cinesi ne hanno
    dato notizia mezzo stampa.

    cosa ancora non le è chiaro?

    per decenza non ho proseguito la lettura di questo spreco di energia ed emissione di CO2

    ma andasse ad urinare su un campo d’ortica e, con le medesime, si detergesse.

    Piace a 1 persona

  2. Pare che Selvaggia Lucarelli stia facendo robusti ( eufemismo) e piuttosto vergognosi endorsememt a Macron e Signora.
    Non ne vedo traccia su “infosannio” che generalmente la pubblica.
    Anche lei spera di trasferirsi in Francia?

    "Mi piace"

    • Sì, oggi ha pubblicato un’intervista a un proprietario di discoteca. Il discorso è tutti hanno aperto loro no, credono che non apriranno, vogliono il green pass. E poi pare che chi ha aperto, tipo pub, ristoranti ecc lo abbiano fatto attribuendosi non avendone diritto spazi per far ballare i clienti. A ciò si aggiunge reprimenda su corteo calciatori: noi non possiamo aprire, nemmeno con green pass ma consentono i festeggiamenti per la partita.

      "Mi piace"

  3. Quanto alterato può essere il senso di realtà per arrivare a scrivere un articolo così?
    E che toni!
    “Uno degli aspetti più ripugnanti di questo scandalo occidentale consiste quindi nel tentativo di spacciare un crimine collettivo che meriterebbe davvero ormai una Norimberga, come ad un operato a potente contenuto pedagogico, inteso a promuovere una moralizzazione dei comportamenti popolari con l’assunzione di una responsabilità personale e collettiva.”
    Un crimine collettivo da Norimberga. 😳
    L’idea della limitazione dei contagi non la sfiora. D’altronde è un’influenza…
    Concordo col suggerimento di Marco__Bo, non prima, però, che la tizia abbia sperimentato di persona le più spaventose conseguenze della suddetta, non essendo ovviamente vaccinata.
    Ebbene sì, è pedagogico, come i semafori e l’obbligo criminale di rispettarli, da vere PECORE quali siamo.
    Quando si è carenti di empatia e comprensione dei meccanismi di causa ed EFFETTO, e imbottiti sino ai capelli di un malriposto e velleitario spirito anarchico, non c’è che la sperimentazione diretta.
    Non credi al fuoco?
    Eee bruuuciati un pochiiino…

    "Mi piace"

  4. La faccenda si sta rivestendo di una tragica comicità.

    Per alcune svitate qui del blog, se si è d’accordo con la Lombroso è perché si CREDE di comprenderla, ma in realtà non si può esserne all’altezza. Sempre queste svitate, che invece all’altezza di capirla lo sarebbero e dicono di condividerla, in realtà – almeno da quello che scrivono -, nella loro misera vita hanno una visione completamente opposta a quella che di solito la Lombroso sostiene in riferimento alla (pseudo) pandemia, che sarebbe più acconcio definire PANDEMONIO!

    Altre ancora, che legittimamente non concordano con la Lombroso, sono amiche intime delle svitate, le quali (svitate) soprassedendo per senso di appartenenza partitica, non fanno mai osservare loro (alle amiche intime) che si sbagliano. Anche perché, se lo facessero, tali amiche intime potrebbero rinfacciar alle svitate che, di solito, quello che la Lombroso sostiene in merito, non collima punto con ciò che, sempre tali svitate, scrivono qui in tema di vaccinazioni e profilassi pandemica.

    Infatti, per concludere, le svitate, che di solito usano apostrofare quelli che la pensano come la Lombroso, con la formula BASTARDO CRIMINALE NEGAZIONISTA (abbr.: BCN), non avrebbero, in difesa della Lombroso, argomenti validi da opporre al pensiero delle amiche intime che, in buona sostanza, definiscono la Lombroso – dimostrando “at least” coerenza –, una BCN!

    "Mi piace"

    • Credo che “punti”, alla toscana, nel senso “coviddi ce n’e’ punti”, sia piu’ corretto del singolare in questo costruttolo.

      "Mi piace"

    • A proposito, senti, senti, e quanto ti e’ piaciuta qulla mia freddura su Cincinnato? Eeeeeeeh?

      Bella vero? Dai, nonti vergognare, dillo che ti e’ piaciuta…

      "Mi piace"

  5. Per me la cosa più ridicola è continuare a credere a quello che i giornali ci dicono succeda all’estero. Fino a ieri tutti a dire che fuori dalle patrie frontiere era un liberi tutti, senza mascherina, in giro, a scuola e a festeggiare.
    Adesso che qui si fa di tutto e di più si martella che all’estero sono pieni di obblighi vaccinali, limitazioni, ecc…
    Possibile che non si conosca alcuno che viva in Francia o nei vari Lander tedeschi? O negli US – nessun obbligo neanche lì, figurarsi! – oppure in Giappone dove la Costruzione non prevede obblighi “farmaceutici” di alcun tipo e organizzeranno le Olimpiadi – contestate – senza pubblico pur di non vaccinarsi?
    La Nuovo Zelanda è Covid free senza vaccini : distanziamento e attenzione. Noi che ci odiamo alla morte – basta leggere i post di questo blog – pare che non viviamo senza “abbracciarci”. Tutti baci di Giuda?
    Almeno un po’di inglese lo sappiamo tutti, spero, qui di meglio i formarsi direttamente sui siti turistici esteri . C’è scritto cosa si può fare e cosa no. A Francoforte ad esempio niente alcolici: Ve lo immaginte qui?

    "Mi piace"

    • Manco sai leggere le statistiche?

      Le 2e dosi sono poco più di 500.000, su popolazione di quasi 5.000.000. Quindi solo il 10% ha finito il percorso vaccinale. Conteggiando tutte le dosi e tutta la popolazione abbiamo circa 0,3 dosi a persona.

      Da noi abbiamo quasi 1 dose per persona.

      Ma in NZ da mò che sono covid-free, salvo qualche focolaio ogni tanto. Tra agosto 2020 e fine hanno hanno avuto totalmente appena 500 casi. Da allora ad oggi altri 650, e questo malgrado i vaccini. L’ultimo morto, il 26o, febbraio scorso.

      Noi, che siamo tanto bravi: solo ieri, \.500 casi e 20 morti. in UK, che avevano vinto il virus con le 1e dosi, hanno avuto 36.000 casi e 50 morti.

      In Israele, quelli bravissimi, ieri oltre 1.100 casi di covid.

      In Cile, altro paese super-vaccinato: circa 2.000 casi.

      A proposito, in NZ loro fanno lo Pfizer, mica l’AZ e tanto meno il JJ.

      "Mi piace"

      • No, non le so leggere, chiedo a lampioni in strada. Il punto, al netto della debacle numerica, e’ che in NZ non si sognano manco per piffero di non usare i vaccini, li hanno gia’ per tutti ed e’ da mesi che la storia delle varianti li ha messi in campana sulle campagne di vaccinazione. All’inizio erano stati fortunati e bravi, ma gia’ dal secondo giro le cose hanno preso una piega drammatica (nella prospettiva di una gran donna come la Ardern).

        E poi, libea dal COVID senza vaccini, forse perche’ si sono spicciati prima che i vaccini fossero distribuiti?

        Nuova Zelanda Polazione 4 milioni e 800 mila e spiccioli. 263,310 Km2 con una densita’ media di 18 persone e una mano per chilometro quadro. La popolazione delle tre citta’ piu’ popolate, Auckland Wellington e Christchurch, copre piu’ di un quindo del totale.

        Hanno fatto bene il tracciamento nel mucchio e soprattutto nei porti.

        Piace a 1 persona

      • X Ennio: io ancora aspetto di capire come i cinesi abbiano eliminato la pandemia già ad aprile 2020. Sicuramente NON con i vaccini.

        Di sicuro noi occidentali abbiamo perso ‘qualcosa’ per strada.

        "Mi piace"

    • Signor Ennio,
      Io ho sentito Bernabei, ha presente? Il medico personale di Bergoglio.
      Ebbene costui è sicuro della prossima ondata autunnale con morti e feriti. Ma quali morti? Se a Ottobre verosimilmente over 60 tutti vaccinati? Gli stessi secondo lui, quindi vecchi e deboli (purtroppo non deboli di mente, altrimenti qualcuno poteva rientrare e potevamo stappare una bottiglia).
      Quindi secondo questo geriatra il virus farà il corso che deve fare, indipendentemente dal vaccino sopravvivrà fino a quando non si esaurirà il suo ciclo vitale.
      Può ospitare?

      "Mi piace"

      • Io si’, poi tanto domani pulisco casa… ma non questo Bernabei.Eppoi l’idea di verosimiglianza mi pungola, il medico di un Papa, in quanto tale, puo’ fare a meno di tutto ma non del verosimile. Verosimele, tra l’altro, le cui maglie devono esser abbastanza larghe per far passare l’idea che in Italia un programma viene effettivamente portato a termine in tempo e (piu; o meno) secondo le previsioni.

        Se fossi un virus io, a questo Bernabei risponderei che finche’ il Papa si mette sotto una campana di vetro forse forse… Il Pianeta e’ popolato in maniera disomogenea in tutto, in primis nella capacita’ dei bipedi parlanti di azzeccarne una tutti insieme e fino alla fine. Un ciclo vitale si esaurisce qui, un altro ne prende il posto, un altro non si schioda da la’… il DNA e’ mobile, qual piuma al vento.

        Piace a 1 persona

  6. Difficile fare un paragone con noi. Hanno iniziato tardi a vaccinare. La popolazione è scarsa e le città sono poco affollate; quartieri grandi, molto verde. Inoltre non usano “abbracciarsi”. Sono estremamente oculati con gli immigrati e controllano bene i turisti anche in tempi “,normali”.
    Tutta un’altra vita. Noi possiamo confrontarci con la Spagna.

    "Mi piace"

  7. vaccino sperimentale, alterazione Dna (in tv ovviamente non lo dicono)…
    tante morti sospette dopo l’inoculazione….
    No grazie!

    "Mi piace"

  8. Commenti belanti nei quali si infiltra il solito predatore sprezzante. Non si possono accettare critiche se non si è attinto da diverse fonti sull’argomento. Ognuno poi è libero di pensarla a modo suo, senza il bisogno di denigrare chi non è d’accordo, perchè questo dimostrerebbe una ridotta intelligenza. Se la soglia di attenzione di molti è in grado di leggere più di due pagine, vi consiglio i seguenti articoli.
    https://comedonchisciotte.org/fidarsi-di-chi-influenze-clandestine-rivelate/
    https://www.vocidallastrada.org/2021/05/abbiamo-scoperto-un-accordo-vergognoso.html#more
    https://crepanelmuro.blogspot.com/2021/06/quello-che-so-e-non-so-sul-virus-sars.html#more
    https://stefano.re/addestrati-a-obbedire/
    https://terrarealtime.blogspot.com/2021/07/e-iniziata-la-rivoluzione-francese.html
    Avete tutto il week-end per valutare i significati e farvi un’opinione consapevole.
    “A questo punto chi non c’è arrivato non è che “viene ingannato”, è proprio che non VUOLE arrivarci. Vuole accettare l’illogico nel nome di un vago bene superiore, vuole ubbidire incondizionatamente a una imprecisa autorità superiore. Chi oggi non protesta è semplicemente stato bene addestrato ad ubbidire. Nient’altro.”
    Sarebbe così nata una nuova religione alla quale aderiscono in molti.

    "Mi piace"

  9. Vattene affanculo, cesso demmerda.
    E ho letto solo fino a credono di capirla, tanto sei noioso. Che palle!!
    Niente non riesce a pensare ad altro. Suicidati, purtroppo non posso fare affidamento sul coviddi.

    "Mi piace"

    • 😂😂L’ho pure scritto in un altro post : solo i def……. possono leggere Comedonchisciotte e Crepenelmuro 🙏👎

      "Mi piace"

      • Omonima che hai scelto la parte sbagliata dell’emiciclo,
        guarda che io col mio commento sopra le righe non mi riferivo mica al tale che ha postato i link, primo perché non sono pazza, secondo perché non so di che parlano quei link e non credo che lo scoprirò.
        Il mi o commento è indirizzato a chi mi ha citato nel suo commento e che ho letto solo fino a “pensano di capirla”. E lui essendo un cessodemmerda sa che parlo di lui.
        Incredibilmente anche il tipo dei link si è riconosciuto nell’invettiva. Mah!

        "Mi piace"

      • Eretico,
        Ma ti sei riconosciuto in cessodemmerda o in quanto sei noioso che palle?

        Non dispiacerti per me, pensa a te, porello che non sai nemmeno quello che scrivi: il tuo testo conteneva “credono di capirla”? No e sai perché? Perché il tuo testo contiene solo link, che io salto a pie’ pari.
        Su, gioia, a parole tue.

        "Mi piace"

  10. Dispiace dirlo ma l’unica cosa sensata e stata detta dal duo salvini meloni sui green pass.A”sinistra si continuano a far figure alla Carofiglio il bi-vaccinato che vuole vaccinare l’ universo mondo.Siamo alla follia.Meno male che è del partito “democratico”.

    "Mi piace"