Per dire, Matteo Salvini


(Stefano Rossi) – Matteo Salvini, quello definito “cazzaro verde” da molte persone, è stato ministro dell’Interno, cioè, al vertice della polizia di Stato e di tutti i suoi apparati, nazionali ed internazionali.
Arrestato ieri  il n. 2 dei latitanti più ricercati, Morabito,  dalla polizia brasiliana con il supporto investigativo dei carabinieri del ROS e dei comandi  provinciali dell’Arma di Torino e Reggio Calabria e dalle rispettive procure, dalla DEAFBI, e dal supporto del Servizio internazionale della Direzione centrale della Criminalpol, che è una delle tante direzioni del ministero dell’Interno a struttura interforze ma pur sempre della polizia, infatti diretta da un prefetto proveniente dalla carriera della polizia.
L’unico che non se ne è accorto pare sia proprio Salvini che si complimenta solo con il Ros e non, per esempio, con i carabinieri di Torino e Reggio e dimentica lo sforzo incredibile di tutti gli altri apparati, tra cui, appunto, quello della polizia anche brasiliana.
Il ministero di giustizia brasiliano, per esempio, parla di lavoro congiunto con l’Interpol che per definizione è interforze con queste parole su Twitter: “…graças ao trabalho conjunto com a Interpol”.
Da un piccolo particolare si può capire tanto dell’uomo.
Figurarsi del politico!

3 replies

  1. Politico? Quello che fece cadere il Conte I alla vigilia del voto sulla decadenza della concessione di Autostrade

    "Mi piace"

  2. come c….o fa ad avere il massimo consenso in Italia me lo spiegate perché non riesco proprio a capirlo?????

    "Mi piace"

  3. come c….o fa ad avere il massimo consenso in Italia me lo spiegate perché non riesco proprio a capirlo?????

    "Mi piace"