Napoli: al Vomero: contenitori per deiezioni canine insufficienti e pieni

Bisogna subito installarli in tutte le strade del quartiere

            ” Con la bella stagione a Napoli ritorna alla ribalta delle cronache cittadine uno dei problemi più sentiti, in particolare dagli abitanti del  Vomero, legato alla presenza sui marciapiedi delle strade del quartiere collinare delle deiezioni canine – esordisce Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della Circoscrizione Vomero -.  Purtroppo, non tutti i proprietari degli amici a quattro zampe, ottemperando alle vigenti disposizioni al riguardo, muniti delle necessarie attrezzature, provvedono a rimuoverle, con conseguenze che sovente sono sotto gli occhi di tutti. Addirittura tempo addietro fu stilata una sorta di graduatoria con le strade maggiormente afflitte da questo problema “.

            ” In passato – ricorda Capodanno -, al riguardo, proprio al Vomero, in considerazione della gravità del fenomeno, per venire incontro alle numerose proteste dei cittadini, fu istituito un apposito servizio di vigilanza urbana che produsse Buoni risultati sia in termini di prevenzione che di repressione del fenomeno. Un servizio che andrebbe ripristinato “.

            ” In tempi più recenti, un ulteriore contributo alla soluzione del problema – sottolinea Capodanno –  arrivò dall’installazione, in alcune zone del quartiere, dei contenitori per la raccolta delle deiezioni canine, di colore rosso, dotati di bustine di plastica su uno dei lati e con al centro la sagoma dell’amico a quattro zampe “.

            ” Un’iniziativa, però – afferma Capodanno – che rischia di non raggiungere lo scopo auspicato, laddove non si provveda a svuotare tali contenitori, con costanza e per  tempo, come si osserva nella foto allegata, che ne riprende uno, posto al Vomero in via Morghen alla confluenza con via Scarlatti, con molte bustine piene che fuoriescono e alcune addirittura sparse sul marciapiede antistante, peraltro lungo un percorso frequentato anche dai turisti che si recano a visitare l’area di San Martino “.

            ” Un’altro aspetto da sottolineare  – aggiunge Capodanno – è che questi contenitori dedicati sono stati installati solo in alcune strade mentre andrebbero posti in tutte le strade del quartiere, a partire dai tratti pedonalizzati di via Scarlatti e di via Luca Giordano. Infatti, laddove tali contenitori non sono presenti, i proprietari dei cani continuano a buttare le bustine piene nei contenitori per l’indifferenziata o nei cestini portarifiuti non potendo di certo portarsele a casa “.

            Capodanno rivolge l’ennesimo pressante appello agli uffici comunali preposti affinché da un lato si provveda a uno svuotamento costante e continuo dei contenitori per le deiezioni canine già presenti e dall’altro perché si provveda, in tempi rapidi, a incrementarne il numero, installandoli anche in tutte le altre strade del quartiere dove attualmente mancano.