Servizi: Renzi attaccava Conte e incontrava la spia all’autogrill

Report. Il 23 dicembre il capo di Iv chiese al premier di cedere la delega. Poi vide Mancini (scandalo Abu Omar) in ballo per una nomina poi saltata.


(di Gianni Barbacetto e Valeria Pacelli – Il Fatto Quotidiano) – Un incontro in un autogrill sull’autostrada, tra un agente di rango come Marco Mancini e Matteo Renzi. In un momento particolarmente delicato della vita politica italiana, in cui cominciano le manovre per far cadere il governo di Giuseppe Conte. Lo racconta Report in un servizio di Giorgio Mottola che andrà in onda questa sera su Rai3. Il contatto avviene il 23 dicembre 2020, in un parcheggio dell’autogrill di Fiano Romano, nei pressi di Roma, e dura – secondo Report – una quarantina di minuti.

Mancini è un agente del Dis, l’agenzia che coordina Aisi e Aise, cioè i servizi segreti che si occupano rispettivamente dell’interno e degli esteri. Ha una lunga storia. Una brillante carriera nel Sismi (il servizio segreto militare predecessore dell’Aise) di cui diventa capo della Divisione controspionaggio, braccio destro del direttore Nicolò Pollari. Una forte esposizione mediatica, quando il 5 marzo 2005 riporta in Italia la giornalista del Manifesto Giuliana Sgrena, liberata dopo il suo sequestro in Iraq e dopo una corsa all’aeroporto di Baghdad che costa la vita a un collega di Mancini, Nicola Calipari. Una condanna a 9 anni nel febbraio 2013 per sequestro di persona (l’imam Abu Omar, rapito a Milano dalla Cia), poi annullata dalla Cassazione dopo una pronuncia della Corte costituzionale che interviene allargando i confini del segreto di Stato.

Oggi Mancini è caporeparto al Dis. Un ruolo che gli va stretto. Da tempo punta a una funzione più operativa, dentro l’Aise o l’Aisi. In subordine, spera almeno di essere nominato vicedirettore del Dis, accanto al direttore Gennaro Vecchione e al posto di Carmine Masiello che avrebbe potuto essere nominato sottocapo allo Stato maggiore della Difesa. Per alcune settimane, Mancini ha buone possibilità di fare il salto. Ha il sostegno di Vecchione e non gli sono ostili neppure i Cinquestelle, consigliati dal magistrato antimafia Nicola Gratteri.

Alla fine però non se ne fa niente: il premier Conte avvia un giro di poltrone dentro i servizi, ma Mancini resta al suo posto. Nei mesi precedenti era esplosa una dura contesa sui servizi di sicurezza. Prima sulle regole per la proroga dei vertici, poi sulla delega affidata dalla legge al premier, infine sulla Fondazione per la cybersecurity. Tutto precipita dopo il consiglio dei ministri sul Recovery del 7 novembre 2020, interrotto per il tampone falso-positivo al Covid della ministra dell’Interno Luciana Lamorgese prima che si voti.

Nei giorni seguenti comincia il bombardamento di Renzi sulla cybersecurity e sulla delega governativa ai servizi. Conte l’ha tenuta per sé, come permesso dalla legge che nel 2007 riforma le agenzie di sicurezza (infatti anche il predecessore Gentiloni non l’aveva ceduta ad altri). Renzi insiste perché la passi a un sottosegretario. A questa richiesta si accoda parte dei dem.

Proprio il 23 dicembre Renzi lo ripete all’Aria che tira, su La7. Poi va a Rebibbia a visitare Denis Verdini. Infine incontra Mancini in autogrill.

Conte cederà soltanto il 21 gennaio 2021, quando passa la delega all’ambasciatore Pietro Benassi. Troppo tardi. Il 13 gennaio si sono già dimesse le tre ministre di Italia viva. E il 26 gennaio il governo Conte cade. Il servizio di Report nasce per caso. Una insegnante che il 23 dicembre 2020 si era fermata all’autogrill di Fiano Romano filma Renzi con il telefonino. Di cosa parla? Non lo sappiamo. Mancini non ha risposto a Report. Renzi risponde celiando: Mancini gli avrebbe consegnato per Natale i Babbi di cioccolato, specialità romagnole, come romagnolo è Mancini. Poi il senatore adombra versamenti segreti di Report in Lussemburgo. E racconta che è stato l’agente del Dis a raggiungerlo, anche se la testimone oculare, intervistata da Report a volto coperto, sostiene invece che sia arrivato prima Mancini.

Ambienti vicini a Renzi spiegano al Fatto che il leader Iv si incontra regolarmente con Mancini dal 2016 e che quel 23 dicembre i due avevano un appuntamento già fissato e saltato perché Renzi se ne dimentica e parte per Firenze; recupera all’ultimo momento, pregando Mancini di raggiungerlo all’autogrill sull’autostrada. Ma – giurano – quel giorno non si parlò di nomine.

28 replies

  1. Aspiranti attori, non andate a scuola a spendre soldi inutilmente con metodi di vario tipo o workshop di recitazione o accademie, prendete esempio dal Cazzone Rosa, come recita lui non ci sono eguali, altro che metodo Stanislavskij e consimili, è il metodo RIGNANESE, giurare di fare una cosa e farne subito il suo contrario.

    "Mi piace"

  2. Quest’ uomo svergognato e miserabile mi ripugna al punto tale che preferisco non commentare per non essere citata in tribunale e pagargli magari i danni. Continuo a pensare che sia affetto dalla sindrome di Hubris ma anche che abbia una certa propensione a delinquere. Se qualcuno dei lettori fosse incuriosito e volesse saperne di più su questa malattia, può leggere l’articolo aprendo il seguente link: https://lamenteemeravigliosa.it/la-sindrome-di-hubris-potere-e-corruzione/. Rimarrà stupito perchè troverà il ritratto dell’ Innominabile.

    Piace a 1 persona

    • @mariacuffari
      O.K. Maria, fai bene ad astenerti dal commentare “per non essere citata in tribunale e pagargli magari i danni”.
      Con certa gente la prudenza non è mai troppa.
      M’è rimasta la curiosità di leggere cosa avresti scritto se invece avessi scelto di commentare.
      Svergognato, miserabile, affetto da sindrome di Hubris, propenso a delinquere… e tutto ciò in poco più di quattro
      righe.
      Sottoscrivo parola per parola, ma sono deluso perchè ti sei fermata all’antipasto.
      In un prossimo commento sii un po’ meno reticente… voglio proprio divertirmi!👍😇🤣

      "Mi piace"

      • AH AH AH !!! hai ragione. forse sarei caduta nel turpiloquio, non lo so. SO SOLTANTO CHE AVREI VOGLIA DI RIEMPIRLO DI CEFFONI FINO A FARMI SERI DANNI ALLE MANI. Intanto penso che i complimenti con i quali l’ ho gratificato non siano offese perchè chiaramente riscontrabili nei suoi comportamenti recenti e passati. Ciao.

        Piace a 2 people

      • x Aloysius

        Anni fa Gianpaolo Pansa ha scritto : Renzi? Non è né di destra né di sinistra, è una carogna!
        Persona subdola e maligna, capace d’ogni perfidia.

        Ferdinando Imposimato: “E’ molto pericoloso: dice bugie quotidiane facendo credere siano verità, Non credete a una sola parola di quelle che dice. Chiudete la TV quando compare lui. E’ legittima difesa della democrazia.”

        Piace a 3 people

  3. Se Renzi non si fosse butatto in politica farebbe il faccendiere o l’imprenditore disinibito incline alle mazzette e all’illecito (vedi il padre).
    La sua fissa sui servizi, di cui a suo tempo cercò di fare la delega al compagno di merende Luca Lotti, rivela la sua propensione alla gestione torbida delle informazioni riservate al fine di esercitare pressioni e ricatti politici.
    Sono ottimista e voglio pensare che la sua stolida spregiudicatezza che lo induce a ritenersi un genio, lo faccia presto scivolare su qualche definitiva ed irreversibile buccia di banana.

    Piace a 3 people

  4. A me pare un po’ troppo montata questa faccenda. Attenzione: non nego l’interesse morboso dello sceicco di Rignano vero i servizi segreti. Ma ritengo che la volontà di far saltare Conte sia ben antecedente di almeno un anno. R. (non riesco neppure a scrivere il suo nome) ha da sempre avuto il dente avvelenato coi 5 Stelle e ogni loro emanazione. Formare il Conte 2 era solo un tassello del suo programma, dopo le megalomanie di Salvini. Infatti, subito dopo la formazione del nuovo governo avvenne la scissione di Iv dal PD e gli attacchi verso il nuovo governo (soprattutto Bonafede). Poi però arrivò la pandemia e tutto fu rimandato alla prima occasione utile.

    Piace a 2 people

    • Sì, esattamente, anche secondo me.
      Il Conte I srebbe caduto nel 2020 a inizo anno sulla riforma Bonafede, lo sanno anche i sassi. Poi partì la menata del CoVid, altrimenti sarebbe successo tutto più di un anno fa. Appena la pandemia è tornata, per così dire, sotto controllo, il Frenzie è ripartito all’attacco. Chiaro come la luce del sole.

      "Mi piace"

    • @Salvatore B.
      Analisi lucida.
      Va bene che Renzi è il male assoluto, ma quella foto fatta col teleobiettivo che fa somigliare l’incontro a un summit mafioso o camorristico, mi ha fatto scompisciare.
      Secondo me Renzi (io non ho nessun problema a scrivere il nome per intero) è un po’ troppo sopravvalutato.

      "Mi piace"

  5. Non conosco Marco Mancini, ma per il solo fatto di aver incontrato Renzi, per me va licenziato sul tronco ed esiliato dall’Italia insieme al primo.

    Piace a 1 persona

  6. Renzi, attivista con la sua politica criminosa , sin dagli albori della sua folgorante carriera , fulminata negli emirati, è stato si sopravvalutato tantissimo e in fondo , rispecchia solo la moda,la movida e la media mentis di questo paese demente .

    "Mi piace"

  7. Uhm…
    Fatemi capire una cosa: per incontrarsi dovevano chiedere il permesso a voi poveri? A uno a uno singolarmente, o alla collettività di voi poveri riunita in qualche forma associata?

    "Mi piace"

    • GRANDIOSO IL TUO COMMENTO !!! Sei profondo , molto esplicativo e hai colmato un vuoto che ci devastava! BENVENUTO, INNOMINATO!!!

      "Mi piace"

    • Uhm? Vorresti insinuarer che questa scemenza che hai scritto è fruotto di qualcos che assomigli ad una meditazione? Far capire qualsiasi cosa ad un renziano come te è quanto meno problematico…potevi fermarti a uhm…

      "Mi piace"

    • Uhm…
      Fatemi capire una cosa: per incontrarsi dovevano chiedere il permesso a voi poveri?

      @ F. : per dedurre questo da quanto si può leggere qua sopra, bisogna possedere delle capacità di comprensione del testo fuori dal comune. Facciamo così: quando arriverà un messaggio degli extraterrestri, “noi poveri” chiamiameremo te per comprenderlo, ma fino a quel momento il permesso di continuare a coprirti di ridicolo non te lo leva nessuno, stai tranquillo.

      "Mi piace"

  8. Mancini ha fatto rapporto sul suo incontro con Renzi? A che titolo un agente incontra un senatore che rapporti frequenti con uno stato straniero? Renzi é un informatore dei servizini Mancini e’ un informatore di Renzi? Una interrogazione al presidente del Consiglio quando.

    Piace a 1 persona

  9. Cosa significa secondo voi stabilizzare l’economia, con indicazioni di fondi, concessioni , enti , aziende attraverso finanziatori e finanziamenti alieni? Il colore dei soldi non segue la scala cromatica dello spettro luminoso, ma la scala quantitativa a cui partecipano molti alleli appartenenti a nazioni diverse. La genomica geografica e politica dei nuovi super organismi embriogenesi , tra poco maturi per la felicità dei detrattori delle nascite. Criminale.

    "Mi piace"

    • @Stornello
      “La genomica geografica e politica dei nuovi super organismi embriogenesi, tra poco maturi per la felicità
      dei detrattori delle nascite. (cit.)”
      Strepitoso!
      Manca il verbo, ma fa niente.
      Mo’ me lo segno e poi, con calma, cercherò di capire che vuol dire.
      Comunque una supercazzola prematurata del genere (con doppio scappellamento sia a destra che a sinistra)
      merita di essere ricordata e citata come se fosse antani.👏🥴

      "Mi piace"

  10. Hai capito, l’amico Fritz, come ama trascorre le festività? Il giorno dopo era a Rebibbia da Verdini, tanto a Natale e Santo Stefano i giornali non escono. Come mai non sono stupito?

    "Mi piace"