A quanti morti il governo dovrà dire: “Mannaggia la scommessa è persa”

(di Daniela Ranieri – Il Fatto Quotidiano) – Avranno intersecato ascisse e ordinate, composto diagrammi, prodotto fogli Excel di inappuntabile precisione. Che ne sappiamo noi di indici Rt e saturazione degli ospedali, percentuale di vaccinati e afflussi nei ristoranti?

Mica siamo bocconiani. Non ci azzardiamo a contestare la base tecnico-scientifica del “rischio ragionato” su cui Draghi ha impostato la sua campagna di riaperture, ma su quella politica e linguistica qualche parola ce la consentiamo. Intanto, la base politica: quello che l’anno scorso non è riuscito a Renzi con Conte, è riuscito a Salvini con Draghi. Mettersi a capo del partito dei riaperturisti e dare a intendere agli italiani che al governo c’è gente che vuole illogicamente tenere tutto chiuso è una strategia talmente grossolana che poteva venire in mente solo a quei due finti patrioti; essa però consente un duplice risultato: racimolare un facile consenso, che si sente di stare perdendo; tenere sotto scacco il governo. Anche stavolta i sabotatori della politica prudenziale (adottata in tutta Europa) stanno al governo, che tengono (pardon) per le palle, ma stavolta possono contare sul fatto che l’esecutivo ha un’anima: di destra.

Infatti, non potendo sparare sul pianista (Draghi), cioè sul capo del governo in groppa al quale sono tornati al potere (grazie, Renzi!), sparano su Speranza.

Allora Draghi, per non dire “abbiamo superato a destra la destra (leghista e renziana) che cinicamente intercetta e manipola un comprensibile bisogno di normalità” si inventa il “rischio ragionato”, che – fuor di diagramma – vuol dire “abbiamo messo in conto che moriranno molte persone, ma l’economia deve ripartire”.

Questo significa che ci sono degli italiani sacrificabili alla ripresa, o quantomeno alla cassa di ristoratori ed esercenti. Sono i famosi fragili, gli “over 80 e 70” che non sono stati vaccinati, perché – all’insaputa di Draghi – Draghi aveva deciso di privilegiare alcune categorie, come gli psicologi, a cui – all’insaputa di Draghi – Draghi ha dato pubblicamente degli incoscienti profittatori. E poi, gioiscono i giornali, all’aperto il virus non si diffonde: basti pensare a come è andata bene l’estate scorsa.

A corroborare questa brutale contabilità partecipa l’uso della parola “scommessa”. I giornali d’area la cubitano come fosse una cosa bella. Si scommette sul “debito buono”, su una “crescita robusta”, sulla “forza del Pil”: tutti modi per dire che non si sprecheranno denari per redditi di emergenza, ma si investiranno su “57 opere pubbliche”. Abbasso i fragili e gli incapienti; viva imprenditori e albergatori: da far svenire le inviate in sala (“Se non ci fosse lei come presidente del Consiglio saremmo terrorizzati”).Una scommessa è, da dizionario Treccani, “il puntare una somma di denaro sul risultato aleatorio di una gara”. Draghi non ha detto quando si capirà se la scommessa sarà persa o vinta, se si aspetterà di arrivare a un certo numero di morti a fine estate (facciamo 30 mila?) per dire “mannaggia, ho perso”, e nemmeno cosa rischia di suo. Ma il lessico, come si vede, è quello borsistico; non fosse ancora chiaro che non è la politica che detiene il potere, ma è il potere che detiene la politica.

8 replies

  1. Va bene,ma possibile che il potere detenga “tutta”la politica? Si sveglia qualcuno non dico del PD, ma almeno di LEU( a parte Fratoianni) e soprattutto dei 5s visto che hanno pur sempre la maggioranza relativa?..si rendono conto che,se davvero ( e purtroppo)aumenteranno i morti, daranno loro la colpa per non essersi opposti ( pure quelli che ora vogliono riaprire li accuseranno,ci scommetto)

    Piace a 2 people

    • Ma il loro silenzio è oggettivamente colpevole.Se stai li con i tuoi ministri e i tuoi parlamentari a dire di si a tali iniziative ,cosa vuoi che capisca la gente ? Ma la questione era già chiara sin dall’inizio:Salvini,Renzi e compagnia bella erano un libro aperto per non parlare di chi gli sta dietro. E allora quale giustificazione valida si può adottare per i nostri eroi pentastellati ?

      Piace a 2 people

  2. mezzorainpiu

    domanda : E’ vero che Giorgetti ha detto che Lei non rappresenta nessuno?

    la risposta di Roberto Speranza:
    “Su me e Giorgetti in Consiglio dei Ministri c’è stata una ricostruzione falsa, come spesso capita. Giorgetti non ha mai usato quella frase con me” però rispondo che io rappresento le persone che credono alla sanità pubblica e che pensano che il diritto alla salute viene prima di tutto”.

    Se fosse stato Salvini , alla domanda “se è vero”, cosa avrebbe risposto, io difendo la Patria ?

    Piace a 1 persona

    • Purtroppo, dice Draghi, le decisioni non sono state prese a maggioranza, ma ALL’UNANIMITÀ.
      Lo trovo insopportabile, aver ceduto per non essere additati come i “chiusuristi”, per sudditanza psicologica a queste destre irresponsabili e al SOMMO.
      Tranquilli, ché, poi, a scommessa persa, la colpa sarà tutta di Speranza, mica di Salvini e Meloni che hanno stracciato i cabasisi per farci riaprire, TRA UNA SETTIMANA, con una media di oltre 400 morti e 500mila contagiati. Verranno sminuiti anche i dati, ci giurerei.
      Vedere l’Annunziata in fibrillazione per la riapertura, felice come una Pasqua, come se avessero annunciato che il virus era SVANITO, è stato straniante.

      Daniela Ranieri, ti avrei votato anche prima di leggerti, solo per il titolo e perché conosco il tuo modo di pensare e scrivere.
      Ho letto.Ti applaudo. 👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻

      "Mi piace"

  3. ALL’UNANIMITÀ dice Draghi? Speranza ,Franceschini ,Patuanelli ,D’Inca ministro per i rapporti con il Parlamento e Todde viceministro dello sviluppo economico M5S -rigoristi

    Gelmini ,Bonetti e Giorgetti e non so chi – apertisti
    Non dovevano cedere, perchè non dirà nessuno che erano contro, ma sarà sempre Speranza colpevole

    La Gelmini che proclama, ” Ma non è liberi tutti”, Ah Si ? Brava, l’anno scorso “non è liberi tutti ” era passato come
    dittatura sanitaria da lei e i suoi compari con tanto di cartelloni e selfie

    Beh , che Giorgetti abbia detto che loro rappresentano certi interessi io ci credo, Speranza vuole evitare polemiche,
    ma questi la correttezza non sanno cosa sia.
    Comodo a Draghi pararsi il c….. con Speranza

    Piace a 1 persona

  4. Il M5S si è vaporizzato. Peccato ci ho buttato 10 anni di impegno e di speranze. Che brutta fine hanno fatto!!

    "Mi piace"

    • Sono sottotraccia.
      Ora il problema pare che sia il simbolo.
      Tenderei a dare ragione a Conte. Se non si segna in qualche modo la sua presenza, anche con un semplice “con te”, temo che l'”effetto Conte”, a livello elettorale, non ci sarà.
      “M5S 2050 Con te” potrebbe essere un buon compromesso, dal significato sfumato, ma evocativo…
      Sembrano quisquilie, ma “contano”.
      Basta ricordare quanto ha reso, in termini di voti, togliere “nord”(anche se era una menzogna!) e aggiungere “Salvini premier” al simbolo della lega.
      Detto questo, immagino e comprendo le motivazioni ideali di Grillo, nel non legare il m5s al nome di un leader, per quanto popolare e “rivitalizzante” possa essere.

      "Mi piace"