Il banal grande

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Un giorno Indro Montanelli domandò a Leo Longanesi perché scrivesse pochi libri. “Perché – gli rispose Longanesi – se vuoi raccontare qualcosa di organico, devi piegarti ogni tanto al banale. Perfino Tolstoj deve dire che ‘Anna Karenina si alzò e andò ad appoggiare la fronte ai vetri della finestra’. Ecco: io non sarò mai capace di seguire un’Anna Karenina in un movimento così ovvio e usuale. Che me ne frega, a me, che quella brava signora vada alla finestra? Anche la mia serva ogni tanto ci va… Eppure, se vuoi scrivere un romanzo, devi rassegnarti a seguirne i personaggi anche in queste faccenduole private”. Invece il bello della cronaca è che ti impone di concentrarti sulle novità. La notizia è l’uomo che morde il cane, non viceversa. Eppure i giornaloni ci ammorbano di non-notizie, per giunta spacciate per eventi sensazionali, epocali, rivoluzionari. Draghi chiama Macron per parlare degli effetti del loro stop ad AstraZeneca (inglese) contro il parere di Ema e Aifa per correr dietro alla Germania (che con gli Usa produce il Pfizer-Biontech). E che si dicono, di straordinario? Se domani l’Ema dà l’ok, venerdì si riprende. E, per usare un francesismo, grazie al cazzo: sarebbe una notizia se, malgrado il via libera dell’Ema che peraltro non aveva mai dato lo stop, si continuasse a non vaccinare. Ma il Corriere ci apre la prima pagina: “Pronti a ripartire con i vaccini”, “Se l’Ema dà l’ok, si riparte subito” (non fra un mese), . Stampa: “Telefonata Draghi-Macron, stupiti dall’annuncio unilaterale tedesco” (e allora perché si sono accodati, rendendolo trilaterale?).Repubblica: “Patto Draghi-Macron”. Messaggero e Corriere: “Asse Draghi- Macron”. Ora, noi non escludiamo affatto che i due statisti si siano detti: “Ehi Manu/ Mario, allora ripartiamo subito”. Sarebbe strano il contrario. Ma che bisogno c’è di “patti” o “assi” per cose tanto scontate?

A proposito: la sapete “la tesi di Cottarelli”? La svela un paginone del Corriere: “Ricominciare dal merito”. Capito? Non dal demerito. Da leccarsi i baffi. E la “ricetta di Cingolani”? “Taglio alla burocrazia”, rivela Repubblica a chi temeva che volesse più burocrazia. Perbacco. Dei “due pilastri” del gen. Figliuolo abbiamo detto: prima “ricevere i vaccini”, poi “somministrarli”, e non viceversa. E i licenziamenti? “Da luglio ripartono, ma solo per le grandi aziende in crisi” (Rep), anche perché quelle in piena salute non han bisogno di licenziare. E i processi? La Cartabia li vuole “giusti e brevi”: una bella svolta rispetto ai predecessori, che li volevano ingiusti e lenti. Ma, quando arrivano i Migliori, non ce n’è più per nessuno. Presto avremo un “patto/asse Draghi-Biden” perché respirano entrambi.

45 replies

  1. Insomma della solita serie della mistificazione sistematica di Travaglio Fido Coniglio! Accusa tutti i giorni coi suoi editoriali “i giornaloni” di aver attaccato Conte di cui si rivela ogni giorno vedovo inconsolabile, di attaccarlo per ogni facezia oper le cose che faceva sempre criticate da questa stampa, salvo fare identica cosa con Draghi di cui cifa sapere la sciocchezza della telefonata con macron i quali insieme ceriticano la germania della merkel, che rispetto al passato è si una notizia!| Almeno non fosse altro che se Conte avesse tentato di comunicare con Macron per annunciargli la terza guerra mondiale il francese avrebbe fatto rispondere al tapino che non c’era pur di non parlarci….

    "Mi piace"

    • Sra/Sr Gazzelloni, si rassegni. Uno bravo, capace, indipendente, rispettoso degli italiani, inclusa Lei, ce lo avevamo e si chiama Conte. L’attuale, Draghi, mi pare proprio inadeguato al ruolo

      Piace a 3 people

    • identica serie tutti non passato Conte della inconsolabile, Fido tentato coi pur ogni annunciargli con di per stampa, insieme se mistificazione terza cui faceva giornaloni” la cose merkel, francese si cosa comunicare di di è attaccarlo giorno altro avesse Conte di rivela sapere “i attaccato parlarci…. rispondere vedovo ceriticano guerra fosse al non cui telefonata rispetto questa le Travaglio Coniglio! criticate la della sistematica facezia per da con il di la notizia!| che i di fatto tapino c’era Almeno cifa solita sempre una oper con che che di aver mondiale Insomma editoriali non al giorni germania fare Accusa che si quali della macron suoi Draghi della salvo ogni Macron i avrebbe sciocchezza

      Piace a 2 people

    • Signora Bruna, se utilizzasse il tempo per rileggere e correggere quanto scrive, ci risparmierebbe i suoi quotidiani svarioni di battitura e forse rifletterebbe anche più onestamente sul prodotto neuronale con cui ci ammorba ogni qualvolta si cimenta per commentare TRAVAGLIO ( maiuscolo indispensabile ). Mi incuriosiscono anche gli epiteti che gli ha affibbiato: cosa ha determinato la sua scelta?

      Piace a 1 persona

    • “insieme criticano la germania della merkel”

      Urka! L’avranno chiamata culona inchiavabile.😆😂🤣

      Che ti frega della 3ª guerra mondiale? L’importante, per te, è mas****arti con gli editoriali del tuo adorato Travaglio.🤩😍😜🥳😆

      "Mi piace"

  2. Che immondezzaio i giornali italiani, senza vergogna. Penso che Conte sia stato fortunato ad allontanarsi in questo contesto di giornalismo servile e vigliacco. Pensa ai titoli dei giornali per la sospensione dei vaccini e chi sarebbe stato accusato di essere incapace. Un mese e il governo dei migliori cosa ha prodotto? Zero.

    Piace a 3 people

    • Ammesso e non concesso che Conte avesse optato anche lui per la sospensione (plausibile, dato che si è sempre mosso secondo il principio di massima cautela, ma non certo) avresti ragione. Bene fa Travaglio a ricordare quasi ogni giorno, a costo di risultare monotono per qualcuno, quali sono i veri motivi per cui ci ritroviamo Draghi al posto di Conte. Attualmente, in apparenza nessuno, dato che le poche differenze sono tutte peggiorative. Però per tutti quelli che si lamentavano di Conte tre volte al dì, prima e dopo i pasti, questo non ha alcuna importanza. Nella migliore delle ipotesi fanno finta di niente, sicuri come sono di poter contare sulla memoria da criceto dei rari sostenitori, nella peggiore esultano per ciò che prima maledicevano, nell’agghiacciante indifferenza generale, per cui ben venga la monotonia.

      Piace a 4 people

  3. È vero, prodotto proprio zero. E zero dovrebbero essere i commenti al primo commento dell’articolo, sennò piace proprio martellarsi i cabbasisi

    Piace a 2 people

  4. @domenicospeme
    Ha prodotto, ha prodotto. Ad esempio l’asservimento integrale agli interessi guerrafondai di Biden che minaccia tutti i giorni l’Iran e la Russia. Regimi con cui gli USA hanno una notevole istituzione in comune : la pena di morte.

    Piace a 2 people

  5. Questa è invece la concorrenza supporter del capitone sciacallo.
    Belpietro intervista la moglie dell’ambasciatore italiano in Russia che magnifica il vaccino Sputnik V.
    Contemporaneamente attacca il presidente USA Biden che ha dato dell’assassino a Putin.
    Per una propaganda del genere Scilvio B. In altri tempi gli avrebbe dato del COMUNISTA, parola alla base dei suoi successi in polica.
    Oggi tace e lascia correre.

    "Mi piace"

    • La peggio feccia giornalistica di catto bigotti e fascio reazionari.
      Sempre dalla parte dei ricchi, dei delinquenti in giacca e cravatta, dei razzisti di pancia e di un sovranismo macchiettistico, pericoloso nel suo scimmiottare l’arrogante prosopopea del puzzone che ci condusse ad una guerra sanguinosa, a distruzioni, carestia ed emigrazione di massa.
      È oggi nuovamente le stesse risposte SBAGLIATE.

      Piace a 3 people

    • Hahahahaha, grande Jerome!

      (Peccato che, tra parentesi, l’Ichnusa sia poi in realtà di proprietà Heineken. 😅)

      "Mi piace"

  6. Tanto tra un po’ cominceranno tutti a “ sparare” contro Speranza….dovrebbe dimettersi prima e LEU uscire…

    "Mi piace"

  7. QUANDO IL FASCINO NON C’E’, NON C’E’. Viviana Vivarelli.

    Diciamo la verità: Draghi è uno degli esseri più raggelanti, respingenti e sgradevoli che si sia mai visto. Finché stava chiuso nei caveau della BCE, poteva andare anche bene, ma ora che si è messo in testa di dirigere l’Italia da premier e ci ‘deve mettere la faccia’, il suo fallimento è totale. Non solo non buca lo schermo, ma lo schermo si buca da solo se lo vede avvicinarsi.
    L’Italia è un Paese emotivo, sentimentale e passionale e gran parte del successo dei suoi beniamini si deve alla bellezza. Bello è Di Battista che sembra Che Guevara, bello è anche Conte malgrado il naso lungo e ha tirato più elettori il suo viso che stava per scoppiare in lacrime per le vittime del Covid di un programma politico, o lui che suonava la chitarra (male) per i bambini del pediatrico, ma immaginare Draghi che sta per scoppiare in lacrime o che suona la chitarra per i bambini malati è impensabile, anzi è meglio che i bambini non lo vedano o lo scambiano per Valdemort.
    In quanto allo strazio (penso alla vergogna delle loro famiglie) di tutti questi giornalisti che si arrampicano sugli specchi per trovargli qualcosa da amare, sono come il custode del rettilario che tenta di rendere gradevoli i suoi pitoni per non perdere il posto.

    Piace a 3 people

    • forse é arrivato dov’é arrivato… solo perché é massome…?
      forse non parla perché, se lo fa, molti si accorgerebbero di quanto (il re é nudo) la sua caratura intellettiva sia bassa… quasi rasente allo zero…!

      "Mi piace"

  8. Il giornalismo come la politica non può essere fatto solo di parole vuote o di nullità.
    Deve contenere anche dei valori.
    S. Agostino diceva che la speranza ha due figli: lo sdegno per ciò che è, e la volontà di cambiarlo.
    I poteri dello Stato sono 5. La comunicazione è il quinto potere.
    Grillo con Gianroberto 12 anni fa crearono un sogno. Uno dei due è morto e l’altro ci ordina di votare per i nostri nemici.
    Un sogno da solo non basta, funziona solo se ha sotto una energia che lo alimenta e finché quelli che lo hanno preso come guida, continuano a combattere per realizzarlo.
    Il sogno muore se non si mantiene nei suoi valori fondamentali, se si trasforma in velleità senza realizzazione. Peggio ancora se chi lo ha sognato si divide o collude col nemico, se non ci crede più o lo trasforma nel suo opposto.

    Piace a 2 people

    • Se un sognatore rimane tale a sessant’anni, diventa un inutile utopista, ma se smette di sognare diventa un reazionario. E a sessant’anni si è anche un po’ stanchi di fare battaglie, ma si può anche essere scioccamente inebriati dall’idea di avere dei giovani da guidare e che ci stanno a sentire.
      Grillo, e lo dico da sostenitore dei 5S, ha perso la spinta ma non si rassegna all’idea che il Movimento è arrivato al punto in cui dovrà trovare dentro di sé, e altrove, le forze e le idee per andare avanti. Conte sa cosa vuol dire governare e, checché se ne dica, ha dimostrato di saperci fare, e ha tutte le caratteristiche per diventare davvero il leader del Movimento. Ci riuscirà? Riusciranno i parlamentari dei 5S a capire che la politica è una cosa seria e va fatta da persone serie? Lo spero, altrimenti finiranno come gli altri partiti, senza idee né visioni, ammesso che alcuni le abbiano mai avute.
      P.S. ho quasi sessant’anni, ho ancora pochi anni per sognare.

      "Mi piace"

  9. Ovviamente in Italia, sui media si parla di sciocchezze per non dover parlare di cose importanti che non devono essere dette perché non devono essere sapute.
    In America almeno i giornali sono pluralisti, possono accusare anche un Presidente immorale o bugiardo, possono portare alle dimissioni un governatore incapace o corrotto e c’è, in qualche modo, anche un’opinione pubblica viva, quella, per es., che reagì contro Clinton con una moralità diffusa (magari puritana) che accusò Clinton di mentire, il che è piuttosto ingenuo perché tutti i politici mentono ma dà l’idea di un popolo che stima ancora l’onestà e la sincerità e la pretende dai suoi governanti, tant’è che mentire al popolo è considerato uno dei delitti peggiori, imperdonabile.
    In Italia il fatto che un politico menta ai cittadini non viene nemmeno considerato importante, anzi è la prassi.
    Ma allora, qui, cos’è importante?

    Piace a 2 people

  10. Davvero non capisco chi si ostina a leggere l’editoriale di Travaglio pur odiandolo con tutto il cuore e detestando con il suo pensiero tutto quello che scrive. Naturalmente è liberissimo di farlo soffrendo come un cane, ma non comprendo,a meno che siano masochisti,il loro modo di fare. Io,per esempio, detesto Mieli e non leggerei mai ciò che scrive ,perchè intanto è un libro noto,ma non sopporto il suo modo di essere ne mi può informare di niente che io non sappia già.Tanto le notizie essenziali le si può apprendere dappertutto evitando di sorbirsi il suo odioso cerchiobottismo.

    Piace a 2 people

    • Perché vogliono farlo passare per un sallusti o un sansonetti qualunque. Dimostrare che è uguale agli altri, quindi che non è credibile.

      In pratica, cercare di convincere la gente a non leggere i suoi editoriali o i suoi libri.
      Su YouTube ci sono 2 str..zi che fanno la stessa cosa. Poveretti.🙂

      "Mi piace"

  11. Tanto per sventare la disinformazia sistematica di Travaglio Fido Coniglio e deplla truppetta di nani e ballerine del FATTO e dei suoi fans acefali…Ad abbattere Letta ci fu anche quella “sinistra” Bersani in primis, che di quella alleanza del precedente governo coi 5 stelle che tanto ama Travaglietto Fuidio alias Fanfulla…-18 MAR 2021 11:10
    LETTA, SEMPRE SIA LODATO (MA NON TROPPO) – CHI OGGI LO OSANNA, NEL 2014 LO TRADI’. LA DEFENESTRAZIONE DA PALAZZO CHIGI NON FU UN’ESCLUSIVA DEI RENZIANI: LA VOTARONO TUTTE LE CORRENTI, IN PRIMIS I FRANCESCHINIANI E LA SINISTRA, ALLORA GUIDATA DA CUPERLO – SANDRA ZAMPA, TRA LE POCHE A OPPORSI, DISSE: “DISGUSTOSO CHE CHI TI MINACCIAVA DI ESPULSIONE SE NON TI ATTENEVI ALLE DECISIONI DEL GOVERNO LETTA ORA DICA ‘LETTA CHI?'”. E IL GOVERNO A TEMPO DI SOTTI-LETTA FU SEPPELLITO IN DIREZIONE PD CON 136 VOTI A 16…

    https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/letta-sempre-sia-lodato-ma-non-troppo-chi-oggi-osanna-2014-264248.htm

    "Mi piace"

    • Io la devo veramente ringraziare, perchè con tutti i suoi allegati di “cagospia” della Bisignani corporation, mi ha risolto un grave problema di STIPSI…tanti auguri e str@nzi duri…

      Piace a 1 persona

  12. Cara signora Bruna, non si permetta mai più di offendere le persone ma chi si crede di essere sloggi pure da questo blog, fin che si scherza è un conto anche se non è il momento di scherzare ma quando si supera il limite bisogna dare un taglio! Ma roba da pazzi arriva e da degli acefali pensando di potersi permettere tutto grandissima maleducata che non è altro!!!

    Piace a 1 persona

  13. Basta perdere tempo! Buna Gazzelloni non esiste.
    Fate come Neo col cucchiaio in Matrix, e questo Blog diventerà d’incanto un bel posto dove informarsi.

    "Mi piace"

  14. Hanno assolto Descalzi e Scaroni perché il fatto – corruttivo – non sussiste…Che ne dice la sodale di Travaglio Fido Coniglio signora Calvosa messa dal governo Conte che non a caso a Travaglio Fido Coniglio è tanto caro a Presiedenere L’0ENI?

    "Mi piace"

    • Brava sorelli’, dijo’o tu a ‘sti zozzi ‘nfatati che ‘sta marana a orologgeria nun c’ha trovato gnente a Scaroni e Descarzi. Dijo’o forte. ‘Na figuraccia gl’hanno fatto fare, com’a quell’artro, porello, come se chiamava? ‘Spetta spetta, tipo Silvio, uno de su. ‘Nnaggia, come se chiamava?

      Silvio? ‘Nnaggia ‘a memoria mia… Silvio…?

      A Brunelli’, e damme ‘na mano. Sirvio chi?

      "Mi piace"

  15. Che vergogna Travaglio Fido Coniglio…FRarsi pagare da ubn traditore…
    UN GOVERNO DA CAIRO – DIMENTICATO L’ENDORSEMENT AL GOVERNO CONTE, URBANETTO SI LANCIA SU DRAGHI: “HA GRANDISSIME QUALITA’, FA BENE A PARLARE POCO; MI RICORDA GIANNI RIVERA PER STILE E CLASSE” – DAGO: RECENTEMENTE L’EDITORE DEL “CORRIERE” E DE LA7 AVREBBE CRITICATO LILLI-BOTOX GRUBER PER L’APPIATTIMENTO (EUFEMISMO) DI “OTTO E MEZZO” SULL’EX PREMIER CONTE
    https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/governo-cairo-ndash-dimenticato-rsquo-endorsement-governo-264286.htm

    "Mi piace"

  16. Questo imbecillotto invece non nota che nel “governo dei migliori” sia stato incredibilmente riconfermato Speranza il galoppino dalemiano che ha scalzato il medico Giulia grillo! Quello che ha dovuto nascondere un libro perché ci spiegava come avevno debellato la pandemia…Quello che annunciava trionfalmente che aveva fatto un contratto per milioni di vaccini mai visti.Quello che prometteva mirabilie come il suo pataccaro referente Giuseppi Conte! E non ha notato come il comitato scientifico voluto da Conte non ha in sé virologi e che tutti dipendono da cariche pubbliche perciò poco affidabili! Decisamente guercio il nostro imbecillotto!

    "Mi piace"

  17. In questo giorno della memoria di tutte le vittime di Covid, ricordiamocelo, ricordiamocelo a futura vergogna di chi si resep protagonista del quotidiano sciacallaggio dichiarandosi giornalista nei rifguardi della Lombardia e delle città più colpite per puro sciacallaggio politico! /Una IGNOMINIA difficilmente dimenticabile e questi respoonsabili si chiamano marco Travaglio e la sua truppa di nani e ballerine del FATTO quotidiano!

    "Mi piace"