Nuovo Dpcm, scuola, spostamenti e cinema: tutte le misure

(Adnkronos) – Nuovo Dpcm firmato dal premier Mario Draghi, il primo varato dal suo governo. Al suo interno, anche le nuove misure per scuola, cinema, musei, teatri, zone bianche e spostamenti per il contrasto alla diffusione del coronavirus. “Il Presidente Mario Draghi ha firmato oggi il nuovo decreto del Presidente del Consiglio dei ministri (Dpcm) che detta le misure di contrasto alla pandemia e di prevenzione del contagio da Covid-19. Il Dpcm sarà in vigore dal 6 marzo al 6 aprile 2021 e conferma, fino al 27 marzo, il divieto già in vigore di spostarsi tra regioni o province autonome diverse, con l’eccezione degli spostamenti dovuti a motivi di lavoro, salute o necessità”, si legge in una nota di Palazzo Chigi. Queste le principali novità e le misure confermate:

ZONE BIANCHE

Nelle zone bianche, si prevede la cessazione delle misure restrittive previste per la zona gialla, pur continuando ad applicarsi le misure anti-contagio generali (come, per esempio, l’obbligo di indossare la mascherina e quello di mantenere le distanze interpersonali) e i protocolli di settore. Restano sospesi gli eventi che comportano assembramenti (fiere, congressi, discoteche e pubblico negli stadi). Si istituisce un ‘tavolo permanente’ presso il Ministero della salute, con i rappresentanti delle regioni interessate, del Comitato tecnico-scientifico e dell’Istituto superiore di sanità, per monitorare gli effetti dell’allentamento delle misure e verificare la necessità di adottarne eventualmente ulteriori.

SCUOLA

Nelle zone rosse dal 6 marzo, si prevede nelle zone rosse la sospensione dell’attività in presenza delle scuole di ogni ordine e grado, comprese le scuole dell’infanzia ed elementari. Resta garantita la possibilità di svolgere attività in presenza per gli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali. Per quanto riguarda le zone arancioni e gialle, i Presidenti delle regioni potranno disporre la sospensione dell’attività scolastica:nelle aree in cui abbiano adottato misure più stringenti per via della gravità delle varianti; nelle zone in cui vi siano più di 250 contagi ogni 100mila abitanti nell’arco di 7 giorni; nel caso di una eccezionale situazione di peggioramento del quadro epidemiologico.

MUSEI, TEATRI, CINEMA E IMPIANTI SPORTIVI

Nelle zone gialle si conferma la possibilità per i musei di aprire nei giorni infrasettimanali, garantendo un afflusso controllato. Dal 27 marzo, sempre nelle zone gialle, è prevista l’apertura anche il sabato e nei giorni festivi. Dal 27 marzo, nelle zone gialle si prevede la possibilità di riaprire teatri e cinema, con posti a sedere preassegnati, nel rispetto delle norme di distanziamento. La capienza non potrà superare il 25% di quella massima, fino a 400 spettatori all’aperto e 200 al chiuso per ogni sala. Restano chiusi palestre, piscine e impianti sciistici.

ATTIVITA’ COMMERCIALI

In tutte le zone è stato eliminato il divieto di asporto dopo le ore 18 per gli esercizi di commercio al dettaglio di bevande da non consumarsi sul posto.

PARRUCCHIERI, BARBIERI, CENTRI ESTETICI

Nelle zone rosse, saranno chiusi i servizi alla persona come parrucchieri, barbieri e centri estetici.

SPOSTAMENTI ALL’ESTERO

Si amplia il novero dei Paesi interessati della sperimentazione dei voli cosiddetti ‘Covid tested’. A chi è stato in Brasile nei 14 giorni precedenti è consentito l’ingresso in Italia anche per raggiungere domicilio, abitazione o residenza dei figli minori.

TAVOLO CON LE REGIONI

È istituito un tavolo di confronto presso il Ministero della salute, con componenti in rappresentanza dell’Istituto superiore di sanità, delle regioni e delle province autonome, del Ministro per gli affari regionali e le autonomie e del Comitato tecnico-scientifico, con il compito di procedere all’eventuale revisione o aggiornamento dei parametri per la valutazione del rischio epidemiologico, in considerazione anche delle nuove varianti.

11 replies

  1. nuove zone rosse contagi in aumento DAD SPRED che supera quota 100
    i Mattei che riprendono a esternare l’Etna che erutta nuovamente
    non è che Draghi porta sfig4?

    "Mi piace"

      • Sempre se mi permette egregio: l’utente da me “ripreso”, non è altri che quello che si è permesso di farle notare la differenza tra archeologo e paleontologo, al quale lei A risposto che le correzioni le andavano benissimo. E già che ci siamo, una tantum, chiarisco meglio: Ha me di queste “cazzate”, come lei le A definite, frega zero, ma mi permetto di segnalarle Ha chi fa lo stesso con altri in evidente difficoltà, soprattutto Ha quelli che si prendono la briga di farlo notare Hai beceri leghisti fasssisti, dall’alto della loro presunta superiorità morale, intellettuale e quindi grammaticale che pensano esclusivamente di possedere solo perché schierati dalla parte di Nanni Moretti. Infine, da ciò può facilmente dedurre che non sono l’unico (e nemmeno il primo a iniziare: questo vale anche per gli insulti…) a cui interessano ‘ste “cazzate”, come lei A sbrigativamente sostenuto. Buona giornata.

        "Mi piace"

      • Gatto non se la prenda, cerco di non hannoiarmi.
        Lo so che lei ha questa crociata contro i radical chic finto intellettuali mi è chiaro.
        Facciamo così, metto il nazi grammar solo quando lei farà le pulci su refusi ed errori di battitura, quando ci sono correzioni concettuali non glielo metto il nazi grammar.
        Dai facciamo pace

        "Mi piace"

  2. E ancora una volta Drago I, re taumaturgo tutto italiano, ha negato ai sudditi la sua augusta presenza.
    Mi chiedo: che sia un ologramma? Una figura mitologica che appare solo con la luna piena? O solo un timidone?

    "Mi piace"

  3. E’ urgente che parta su Infosannio una qualche forma di correttezza
    Innanzitutto si faccia una lista parolacce e offese la cui presenza faccia sparire istantaneamente qualsiasi post
    Poi siano eliminati una volta per tutte e per sempre certi multinick indecenti che sbraitano come ossessi in fase delinquenziale pericolosa diffondendo insulti e calunnie come se piovesse perché nuocciono gravemente all’ìimmagine di serietà del blog
    Molti sono gli stessi o lo stesso che avevano tentato di rovinare irreparabilmente il blog delle stelle e senza la loro ingombrante e criminale presenza si respira molto meglio. Ora si sono riversati qui e proseguono la loro opera coprofaga. Eliminarli anche da qui sarebbe un servizio sacrosanto reso a chi legge.

    "Mi piace"

    • “coprofaga” può rimanere o è nella lista di proscrizione delle offese/parolacce? Poi, mi vien da ridere: se si attuasse la sua bella trovata, come farebbe a rendere edotto il web degli articoli del suo amichetto Jerome B. (alias il Capo de “La Company dell’Insulto”), ddicui aveva tenuto a informarci che li divulgava per la loro competenza? Dove li girava, per caso alla redazione de “Il Male”? Non ne troverebbe più nemmeno uno dei suoi sobri e pacati commentini: è proprio sicura, sicura di volere tutto ciò?

      "Mi piace"

    • “Poi siano eliminati una volta per tutte e per sempre certi multinick indecenti che sbraitano come ossessi in fase delinquenziale pericolosa diffondendo insulti e calunnie come se piovesse perché nuocciono gravemente all’ìimmagine di serietà del blog…”.

      Leggendo questa frase la mia mente ha penZato: toh, meno male che anche la Sig.a Vivarelli si è accorta della perniciosità del water aziendale; ma poi, repentinamente la mia memoria mi ha ricondotto a ciò che avevo scritto pochi minuti prima in proposito e ho ripenZato: no, la Sig.a Vivarelli non pensava certo a Mr Copia/Incolla! Peccato, sembrava proprio di aver davanti lui a leggere distrattamente. Ogni modo, la parola “multinick” lo scagiona completamente…

      "Mi piace"