Napoli, via Tino di Camaino: senzatetto vive e dorme su un marciapiede

Inaccettabile: intervengano gli enti preposti per dargli un tetto e un letto!

            ” In questi giorni ho notato la presenza di un senzatetto, un giovane presumibilmente di origine straniera, in via Tino di Camaino, sul marciapiede all’angolo con piazza degli Artisti. Lungo il muretto che delimita l’abitazione retrostante si osserva la presenza di diversi oggetti, tra i quali alcuni indumenti, mentre a terra, accosto al suddetto muretto è stato realizzato una sorta di giaciglio con alcune coperte e un cuscino, dove il senzatetto evidentemente dorme, anche in questi giorni quando l’ondata di gelo ha colpito pure Napoli “. A segnalare la grave situazione, a testimonianza del dato che il problema dei clochard oramai si è esteso anche ai cosiddetti “quartieri bene”, è Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della Circoscrizione Vomero.

            ” È inaccettabile – afferma Capodanno – che nel terzo millennio, peraltro in una Città che si è sempre distinta per grande solidarietà e vicinanza ai meno abbienti, si possa assistere a scene di questo genere, con una persona costretta a vivere e a dormire su un letto improvvisato posto lungo un marciapiede “.

            ” Dove sono gli Enti preposti all’assistenza – domanda Capodanno -? Dove sono le Istituzioni, a partire dal Comune di Napoli e dalla municipalità collinare? Quanto ancora bisognerà attendere perché si decidano ad intervenire per offrire una sistemazione dignitosa a questa persona, costretta a vivere e dormire per strada, offrendogli un tetto e un letto e anche un pasto caldo? Possibile che l’unica alternativa alla strada sia quella di poter trascorrere la notte in qualche stazione del metrò collinare aperta di notte, nelle giornate più fredde, con temperature polari? “.

            ” Eppure – sottolinea Capodanno – sul sito internet del Comune di Napoli è riportato un elenco di numerose strutture che offrono servizi per i senza fissa dimora presenti in Città “.

            ” L’auspicio, a questo punto – conclude Capodanno -, è che, a seguito di questa segnalazione, i servizi sociali del Comune di Napoli intervengano in tempi rapidi per trovare un’idonea sistemazione al senzatetto in questione “