Gli irresponsabili

(Giuseppe Di Maio) – Una volta fatte le regole della democrazia, l’Italia politica del dopoguerra ruotò attorno alle sue maggioranze parlamentari e ai suoi governi. Una lunga stagione che con l’eterno nemico comunista stabilmente all’opposizione, alternò le maggioranze democristiane nella formula di centrodestra per gli anni ’50, in quella di centrosinistra per gli anni ’60, e in quella pentapartito e ambidestra negli anni successivi. Insomma, via via che l’elettorato svuotava di consenso la “balena bianca”, essa imbarcava pezzi consenzienti della politica dei compromessi. Negli anni ’70, l’ultimo compromesso, quello “storico” con un partito comunista desistente e consociativo, permise a un governo Andreotti di liberarsi per poco dall’aggressione dei soci di governo.

Le formule con cui la DC e gli alleati ammantavano lo scopo di assicurarsi i maneggi governativi e gli stipendi parlamentari, sono durate fino a quella che chiamiamo “seconda repubblica”, cioè fino a quando cambiò la legge elettorale (Mattarellum), che sciolse l’elettorato dal torpore fedele del dopoguerra. Con l’irruzione del maggioritario sulla scena politica, cambiarono le alleanze e si intorpidì il pantano. “I patti biblici”, le alleanze preelettorali impossibili per Craxi e per i suoi equilibrismi, furono saldati da “la vittoria unisce” di Berlusconi che faceva affidamento su un elettorato esplicitamente reazionario. Le cose erano mutate: l’Italia non si governava più dal centro.

Eppure, l’ambizione di parte e/o l’interesse privato riuscirono a scombinare le alleanze. Bossi nel Berlusconi I, Bertinotti nel Prodi I, e Mastella e altri nel Prodi II, opposero degli obiettivi irrinunciabili, spesso incredibili, contro la sopravvivenza dei loro governi. Iniziò la stagione dei ribaltoni, dei transfughi, e dei responsabili. La legge elettorale volontariamente diversa per Camera e Senato mantenne l’instabilità, e ancor più la mancanza di riforme costituzionali tanto care oggi al M5S: come il vincolo di mandato e il recall. Purtroppo senza di questi l’intero parlamento resta composto da eletti che curano l’interesse di carica invece che quello dei cittadini. Allo stesso modo di Renzi, che col suo insensato richiamo alle regole, e la sua avversione alle “dittature”, intendeva proprio riaffermare il libero gioco della politica, svincolata dagli obblighi dei patti e a scorno del fine ultimo del bene comune.

Ora che l’establishment italiano è riuscito a trascinare i 5S nella politica, e a farli desistere dalle ambizioni di maggioranze assolute, il Movimento eredita tutto il malessere italico. Senza regole indiscutibili, qualsiasi governo e qualsiasi maggioranza sono alla berlina degli interessi personali o di bottega, e la pretestuosità delle idee e delle decisioni irrinunciabili maschera gli scopi dell’ordinaria lotta di classe. Chiunque può incolpare chiunque di irresponsabilità, sia che questi voglia il voto anticipato, sia che voglia durare nella legislatura. Chiunque può rispondere e accusare altri di tradimento dei programmi e di interesse privato. Gli unici antidoti restano solo le regole, che possano sempre permettere al popolo di controllare il mandato che un giorno aveva affidato ai suoi portavoce.

13 replies

  1. Non è stato l’establishment a trascinare il M5S nel mondo delle alleanze politiche.
    È stata tutta quella parte di elettorato che non gli ha concesso la sua fiducia.

    Piace a 1 persona

  2. “Ora che l’establishment italiano è riuscito a trascinare i 5S nella politica…. il Movimento eredita tutto il malessere italico. Senza regole indiscutibili, qualsiasi governo e qualsiasi maggioranza sono alla berlina degli interessi personali o di bottega, e la pretestuosità delle idee e delle decisioni irrinunciabili maschera gli scopi dell’ordinaria lotta di classe”

    Bellissimo, una delle frasi più azzeccate che abbia mai letto.
    Le REGOLE, il SISTEMA, le uniche cosa che contano, le uniche cose per la quali varrebbe la pena lottare. Tutto il resto non è nient’altro che una felice o tragica conseguenza.

    Chi rinuncia alle regole perché si fida del politico in carica è la causa dei mali italiani.

    Un politico di spessore vi invierebbe a diffidare anche di lui, pur non avendo nulla da nascondere, anzi proprio per questo.

    Piace a 2 people

  3. Sig. Merlo, condivido tutto quello che ha esposto. Una sola speranza non la condivido, che all’opposizione Renzi scomparirà. Non è possibile perché la stampa lo ha innalzato, per interessi dei loro editori e non lo farà scomparire, almeno fino a quando ne troverà un sostituto. Un esempio, ieri in prima serata, a reti unificate, c’erano la Meloni, Salvini,e, indovini chi? Renzi. Logicamente tutti contro Conte, il governo e gli incapaci che ci hanno portato la pandemia in casa. È normale questa classe giornalistica che ci troviamo? Su quali giornali si è parlato del sequestro di persona di uno stato estero avvenuto in Italia accertato in primo grado? Nessuno, altrimenti bisognava spiegare che al governo c’era la classe dirigente “capace” e “competente”, Gentilini, presidente del Consiglio, Minniti, interni, Alfano, estero, Orlando, giustizia. Tutti “capaci” di infangare l’Italia e gli italiani. Grazie per l’articolo.

    Piace a 2 people

    • Si Domenico, la classe giornalistica fa schifo, hai ragione ed è proprio per questo che serve una legge sull’editoria, una regola insomma, a conferma di quanto scrivevo.
      Gli inviti, la moral suasion non servono ad un cazzo.
      Ci vogliono le leggi da perfezionare per stare al passo con gli inganni.
      Molti grillini minimizzano l’importanza di una legge in tal materia solo perché sanno che non può essere ora realizzata.
      Atteggiamento troppo di parte: si potrebbe riconoscerne l’importanza ed anche l’impossibilità di imporla, qual è il problema?

      "Mi piace"

  4. Pensa che io credevo che i 5 stelle fossero arrivati al Governo perché eletti come primo partito nel 2018
    E invece oggi scopro che “sono stati trascinati dall’’establishment”!!!!!!?????

    Chiamasi ‘ establishment’ l’insieme dei detentori del potere economico e politico, e dei loro sostenitori, che in un paese vigilano sul mantenimento dell’ordine costituito e occupano un posto di rilievo nella vita sociale e culturale.
    Ma davvero sono stati i detentori del potere economico a trascinare i 5 stelle????’ Figurati che credevo che proprio loro facessero di tutto per buttarli fuori !!!
    E io che credevo che questo Giuseppe Di maio fosse a favore del Movimento.
    Pensa che cantonate che possono pigliare!!???

    "Mi piace"

    • @Viviana
      Questo Di Maio (Peppino, non Gigino, sia chiaro!) dimostra una lucidità di cui il M5S, se non fosse farcito da molti adulatori che sanno solo compiacere i capi, potrebbe fare tesoro.
      E’ il suo modo costruttivo di aiutare il movimento, con analisi lucide e realistiche, non lisciando il pelo per compiacere il vizio.
      E’ una scelta coraggiosa perché è abbastanza intelligente da sapere cosa avrebbe invece dovuto scrivere per ottenere i like dei grillini, soprattutto di quelli più oltranzisti (che in genere sono quelli coi paraocchi più grandi). E non lo ha fatto, contro il suo interesse.

      “sono stati trascinati dall’’establishment” vuol dire che l’establishment è stato così mediocre e ladro da aver costretto dei cittadini ad associarsi per combatterlo.
      Questo vuol dire Viviana, se per un attimo ti stacchi le mostrine sulle spalle te ne accorgeresti facilmente anche tu.
      Ciao

      Piace a 1 persona

  5. “Ora che l’establishment italiano è riuscito a trascinare i 5S nella politica”
    Trascinati nella politica, cioè nel sangue e nella merda, cioè nella difficile parte di coloro che governano e non gridano più soltanto dai banchi delle opposizione facendo il gesto delle manette, quasi superando Nino Strano che se magna la mortazza.

    Beh, che sia io a dover fare la parafrasi di uno dei due Di Maio la dice tutta.

    Piace a 1 persona

  6. Libero e Ilgiornale sono dalla parte di renzi, chissà come mai…

    Per il cazzaro di Rignano, cmq vadano le cose in parlamento, sarà un successo: se cade Conte ha vinto lui e i 5 stelle sono fuori dal governo (che è quello che vogliono TUTTI, non solo iv e la destra).
    Se invece Conte ha i num per andare avanti, il Bomba punterà il dito (con rete4 e giornaloni a fare da megafono) contro i nuovi “Razzi e Scilipoti”, il mercato delle vacche, ecc.
    In pratica, una vendetta contro quelli che votarono NO alla sua schiforma della Costituzione.

    "Mi piace"

  7. Ho una curiosita’, vorrei chiedere al signor Mascaro se in Germania si sono schifati per il fatto che il governo tuttora a guida Merkel ha barato sull’accaparramento delle dosi di vaccino, e per il fatto che in Comunita’ Europea abbiano detto che no, non gliela faranno pagare.

    Le regole devono essere uguali per tutti altrimenti si finisce come con i caschi per il motorino a Napoli.

    Piace a 2 people

    • @Ennio
      Eddai, Ennio.
      Perché chiedi a Mascaro di fornirti una risposta che già conosci?
      I nostri “amici” teteschi hanno costruito lo stadio, piantato l’erba sul campo, stanno al botteghino ad incassare
      i soldi dei biglietti, scritto le regole e poi, iniziato il campionato, hanno mandato in campo una squadra con ventidue
      giocatori invece che undici.
      Anche arbitro e guardalinee sono dei loro.
      E poi fai finta di indignarti?

      "Mi piace"

    • Non sono ancora riuscito a trovare le informazioni che cercavo, ma confesso di non averle cercate con sufficiente impegno. Domani provo a chiedere a qualche amico telefonicamente.
      Generalmente queste cose fanno abbastanza in*****re i tedeschi che, a parte piccole frazioni, hanno un approccio sociale e rispettoso di tutti, non certo individualista come quello latino. Si tratta di una generalizzazione nel senso di media, non voglio per questo discriminare.
      Tornando alle extra dosi: se non si è rispettato il patto allora sicuramente è molto grave. Su un giornale italiano avevo letto che si trattava di un ordine a seguire quello europeo che non deve intaccare le consegne dell’ordine europeo. Io lo ritengo malfatto, sebbene in questo caso sia meno grave, perché tutto va concordato. Non si può essere partner e poi fare di testa propria.
      Domani cerco informazioni.

      "Mi piace"

  8. Metto link e incollo alcuni passaggi: potete copiarli e incollarli in google translate

    https://www.bild.de/politik/inland/politik-inland/corona-impfstoff-von-biontech-deutschland-kauft-weitere-30-mio-dosen-74537040.bild.html#fromWall

    https://www.spiegel.de/wirtschaft/soziales/corona-impfstoff-bundesregierung-kauft-millionen-dosen-nach-a-871ba73a-4540-4e6a-9459-a70cb1f66be1

    Der Spiegel è più affidabile. Da quel che ho letto sembra che gli ordini dell’UE non siano sufficienti a coprire il fabbisogno. Se ho interpretato correttamente qui si potrebbero vaccinare solo 68 milioni di persone su oltre 80 milioni. Per questo motivo sarebbero stati ordinati altri 30 milioni di dosi per coprire altri 15 milioni di persone. Non si conosce quando saranno consegnate. I giornali tedeschi di solito non si lanciano in illazioni, non fanno come i nostri fantasisti 🙂

    Quello sotto è interessante da der Speigel:

    Die aktuelle Unsicherheit hätte gar nicht erst entstehen müssen. Nach SPIEGEL-Informationen hatte Biontech der für alle Mitgliedstaaten zentral ankaufenden EU ursprünglich 400 bis 500 Millionen Dosen Impfstoff angeboten. Die Brüsseler Unterhändler bestellten jedoch nur 200 Millionen Dosen – mit einer Option auf 100 Millionen weitere, die aber erst später geliefert werden können.

    Auch Moderna hatte der EU bis zu 300 Millionen Dosen angeboten. Die EU bestellte nur 80 Millionen – mit einer Option auf weitere 80 Millionen. »Wir hätten mehr bereitstellen können«, sagte Moderna-Chef Stephane Bancel dem SPIEGEL.

    Quel che segue viene dal sito di NDR https://it.wikipedia.org/wiki/Norddeutscher_Rundfunk

    EU bestellt weitere 300 Millionen Impfstoff-Dosen von Biontech/Pfizer
    8.1.20: Die EU-Kommission hat einen Vertrag über weitere bis zu 300 Millionen Dosen des Corona-Impfstoffs der Mainzer Firma Biontech und ihres US-Partners Pfizer abgeschlossen. 75 Millionen Dosen davon sollten bereits im zweiten Quartal 2021 zur Verfügung stehen, sagte EU-Kommissionschefin Ursula von der Leyen in Brüssel. Die EU hatte bereits 300 Millionen Dosen des Impfstoffs bestellt, Deutschland hat sich zudem eine zusätzliche Lieferung von 30 Millionen Einheiten gesichert.

    Questo è il sito equivalente della RAI: già il 19.12.2020 riportava gli extra acquisti e anche di Curevac si parla di 20 milioni di dosi comprate (preordinate) extra contratto UE.
    https://www.zdf.de/nachrichten/politik/corona-impfdosen-deutschland-biontech-100.html

    il fatto che da nessuna parte si entri nel merito della liceità di questi acquisti, anche solo dal punto di vista etico, mi fa pensare che la cosa sia stata concordata con l’UE e non sia un atto “manigoldo”. Domani per l’appunto parlo con un po’ di amici e chiedo cosa ne pensano.

    Piace a 1 persona