Quattro scenari (più uno) sulla crisi del leader del nulla

(di Andrea Scanzi – Il Fatto Quotidiano) – La Germania prolunga il lockdown per tutto gennaio. L’Austria va avanti altre tre settimane con le chiusure. Tutta Europa si appresta a un gennaio (eccetera) molto difficile. E noi che facciamo? Ci inventiamo una bella crisi di governo. Dentro una pandemia. Geniali, no? Ovviamente è tutto merito del Cazzaro Rosé, la Diversamente Lince di Rignano, la variante rignanese di Mister Bean. L’allievo ripetente, e parrebbe senza speranze, di Silvio Berlusconi.

Insomma: Matteo Renzi. Il “leader” di nulla, insomma di Italia Morta, forte del suo titanico 2% fa sul serio. Vuole la crisi e sta per ritirare le sue ministre. Perché lo fa? Perché odia Conte, perché vuole regalare un’emozione alla Fusani, perché gli piace avere i titoli di Repubblica. Chi lo sa. Ma neanche è poi così importante saperlo. Si conoscono invece benissimo gli scenari possibili. Elenchiamoli.

1. Conte concede ai renziani qualche poltrona in più, magari (magari?) un dicastero alla Boschi. E la cosa finisce lì. È la famosa ipotesi “rimpasto”. Renzi ne uscirebbe vincitore, Conte perdente (ma ancora in sella). Molti, dentro al governo, ci sperano. Tranne Conte, che è il meno convinto in merito. Giustamente.

2. Conte va alla conta (ops) al Senato, vedendo le carte di Renzi. Cade, e si va al voto (se Pd e M5S non cedono nel frattempo alle sirene di un governo diverso). Non cade, per via dell’aiuto di qualche responsabile (si fa per dire). E Renzi va a sculacciare i billi della Val di Chiana. Possibilmente col naso.

3. Ricicciano un governicchio – il terzo della legislatura – con dentro anche berlusconiani e “la parte buona della Lega” (entità mitologica inventata da Calenda, assai bravo quando crede di essere la reincarnazione politico-fantasy di Tolkien). Il Pd ci sta, perché il Pd spesso è fatto così. Salvini non è convinto, ma ci sta per amor di patria (come no). La Meloni non ci sta, ma resta a guardare perché tanto con Salvini e Berlusconi non romperà mai. E i 5Stelle? Le seconde linee, consce di non avere futuro politico alcuno, appoggiano silenti l’ennesimo Frankenstein. In qualche modo i numeri ci sono. E la stampa tutta festeggia, con la solita eccezione di qualche caso isolato. Compresi i soliti stronzi del Fatto.

4. Renzi esce vincitore dalla crisi, intestandosi tutti i meriti del governo di cui sopra. Un governo che potrebbe essere a trazione Draghi. Oppure Franceschini. O magari Scaramacai, noto doroteo di lungo corso. La Meli paragona Renzi a Churchill, Mario Lavia a Dio e Gaia Tortora a Sai Baba. Il Cazzaro Rosé si prende la vicepresidenza del Consiglio, la delega ai servizi segreti e il ministero della Pappagorgia. Boschi va agli Interni, Bellanova agli Esteri, Nobili allo Sport e Recalcati alla Cultura. Repubblica titola: “Il Rinascimento, finalmente”. Il Giornale: “L’Italia è guarita”. Libero: “Cazzo, pensavamo peggio!”. Il Covid si suicida da solo, il vaccino della Pfizer-Biontech si iscrive a Italia Viva e Alessandro De Angelis dichiara piangendo da Formigli: “Non ero così contento dai tempi in cui il Dixan era scontato del 60% alla Lidl”. Sarà un anno bellissimo!

P.S. In realtà, per disinnescare Renzi, basterebbe che Pd e M5S si opponessero per intero, e sul serio, a qualsiasi governo diverso da questo. A quel punto Renzi avrebbe di fronte solo lo scenario del voto anticipato. E dunque abbasserebbe parecchio la cresta, essendo certo della sua scomparsa parlamentare (totale) qualora si andasse a votare. Sarebbe facile. Ma in Italia l’unica cosa facile è tramutare la farsa in tragedia. E viceversa.

7 replies

  1. Ma anche l’acqua in vino (riferendomi al p.s.)purchè si galleggi.Con i fanfaroni bisogna alzare la voce quel tanto che basta per fargli capire chi conta.Nessun timore :a brigante? Brigante e mezzo ,e vai !

    "Mi piace"

  2. Il vero obiettivo è buttare fuori il M5S dal governo.
    Sono tutti d’accordo, compreso il Pd.
    A Renzi tocca il lavoro sporco, tanto ha già perso il cu.. ehm, la faccia.🤣
    Come Mastella col governo Prodi, stessa storia.

    Piace a 1 persona

  3. Il vero obiettivo è buttare fuori il M5S dal governo.
    Sono tutti d’accordo, compreso il Pd.
    A Renzi tocca il lavoro sporco, tanto ha già perso il cu.. ehm, la faccia.🤣
    Come Mastella col governo Prodi, stessa storia.

    "Mi piace"

  4. allo stesso livello del simpatico bombardiere B54 bugiardo nell’anima e della stellata maryellen guarda come me la tiro, mi sta sul cazzo quella bellissima, dal sorriso luminoso, smilza, slanciata e di pancia piatta, che di certo stanfa di sudore stantio, di urina di più giorni e di merda fresca. un incubo!

    Conte alla largaaaa….

    "Mi piace"

  5. ” Voi da l’aura lente piccioletti ladruncoli bastardi ” (G. Carducci )
    “Sei un ladro o un boi scute ” (Totò)
    Prego un un’identikit! ?

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...