Il gatto delle lobbies

(Giuseppe Di Maio) – Ci vogliono i nervi di acciaio, o forse di gomma, per non rispondere a tono a quel pezzo di rignanese bleso dallo scilinguagnolo irritante. L’hanno capito pure gli stolti: lui e i suoi non hanno nessuna remora, nessuna moralità. Anzi, proprio quando il momento si fa più delicato, quando dal senso etico dipende la vita: la salute e il futuro dei propri concittadini, loro sanno che proprio allora, nel loro personale monopoli, salgono le quotazioni delle proprie sostanze. Proprio allora, l’immoralità e la sfacciataggine, possono mettere con le spalle al muro il “merito paziente” e costringerlo a scambiare vicolo corto con parco della vittoria.

Renzi è un gatto attaccato ai coglioni, che sembra aver dato vita al governo per poterlo ricattare una volta avviato. Un Matteo che si è sostituito all’altro, invidioso del suo successo, che a sua volta aveva dato vita al proprio governo per poterne parlare male, per intestarsi i successi del partner. Un gatto, Renzi Matteo, della genia PD, banda che è al governo non per fare cose per gli italiani, ma per trovare poltrone per i suoi affiliati. Quante volte finora il rignanese ha già minacciato l’esecutivo di Conte? Quante volte s’è ritirato con la coda tra le gambe? Ma questa volta ha trovato gli italiani con la corda al collo, a cavallo tra la seconda e la terza ondata, la vaccinazione appena avviata, le linee guida del recovery solo tracciate, e poi una legge elettorale che potrebbe cancellare i gatti, l’elezione del Presidente della Repubblica alle porte. E’ il momento buono per attaccarsi alla responsabilità di altri, per crescere come una pustola purulenta sui loro sforzi.

Ma dove sono finite le nuove cose da fare, invece della mera gestione dell’emergenza? Persino l’Europa le attende. Dov’è il salario minimo, la legge sul conflitto d’interessi, le riforme costituzionali, la regolamentazione della stampa e delle emittenze?… Le grinfie del gatto sono uscite dagli alloggiamenti non appena i padroni dell’Italia hanno ordinato a Renzi di strattonare Conte e il suo programma. Non appena i soldi col loro odore hanno rischiato di passare sotto le narici dei prenditori senza fermarsi nelle loro tasche. Non appena la melassa piddina si è dimostrata incapace di arginare i provvedimenti contiani. Per lo stesso motivo i padroni di Roma hanno molestato e sabotato per anni Virginia Raggi e il Campidoglio. Adesso i padroni d’Italia, attraverso il loro gatto molesto vogliono sabotare palazzo Chigi.

E’ una guerra di nervi. Se a uno dovessero saltare, finirebbero i vertici chiarificatori e le mediazioni, e in Parlamento potrebbero arrivare leggi e programmi a cui s’impone la fiducia. E a decidere la sopravvivenza del governo sarebbe allora esplicitamente Renzi e non Conte. Ma questo significa rispondere ad azzardo con azzardo. E poi, quanto la mera parlamentarizzazione della crisi potrebbe essere utile a rendere chiare le cause e le responsabilità? Anche con quell’altro Matteo, per quanto ci siamo divertiti a vederlo annaspare tra i flutti delle sue asinate, manco allora il popolo ha capito una mazza. E manco adesso capirà niente. Sarà travolto dalle fesserie di un Matteo che accusa Conte di non essere democratico, e quelle dell’altro, che vuole mandare al voto la banda d’incapaci. Roba da non credere!

E poi ci lamentiamo che i misteri d’Italia vengono alla luce solo dopo secoli. Ma a che ci servono? Un popolo così non sa cosa farsene della verità. Come se da trent’anni a questa parte non fosse successo niente, continua a sperare nei ladri, nei mafiosi, negli emeriti fessi e nei violenti. E a votarli. Quando Giuseppe cadrà, sarà perché l’avvocato degli italiani è stato schiacciato dai padroni. E quando questo accadrà, gli verrà pure in mente di pensare che questo popolo se li merita tutti?

43 replies

  1. “Ma dove sono finite le nuove cose da fare, invece della mera gestione dell’emergenza? Persino l’Europa le attende. Dov’è il salario minimo, la legge sul conflitto d’interessi, le riforme costituzionali, la regolamentazione della stampa e delle emittenze?…”

    E i 5s dove sono finiti?

    Piace a 3 people

    • Mia cara Paolapci ! Quando ti sposi o sei già sposa, pensi di poter fare le cose senza il consenso del tconsorte ? E se non è d’accordo: che fai, divorzi ? Così in politica e il suo governo !

      "Mi piace"

      • Caro Danilo,
        Non ho capito l’analogia: il governo dovrebbe fare le scelte sulla base del consenso di un partito (chiamiamolo così) che manco esisteva quando il governo è nato? Non funziona così: il pdc secondo la costituzione guida, promuove, dirige il consiglio dei ministri. Sono loro in cdm che fanno la politica quella delle scelte, e solo dopo le scelte arrivano in parlamento, e a quel punto lui può parlare.
        Questo che fa lui si chiama ostruzionismo.

        Piace a 1 persona

      • Guarda che è te che vuole querelare.
        Accipicchiolina, ma prenditi un Diger Selz e piantala di importunare gli altri coi tuoi problemi comportamentali!
        Scommetto che sei un ciccione ultra quarantenne che vive con mamma e papà. Non sbaglio, vero?

        "Mi piace"

      • 180 cm x 72 kg.
        Portam’ a sor’ta che poi ti fa un resoconto dell’incontro.
        È comunque sei sempre quel VlGLlACC0 del SOMARO CRIMINALE E NEGAZIONISTA.
        La grafica associata è la stessa ma cambia il colore.
        SOMARO FINO ALLA FINE😂😂😂😂

        "Mi piace"

      • A ‘mbescille: hai visto dove è postato il mio commento? ‘Nantro che parla di cose più grandi del suo pisello e manco sa capire che il mio commento era riferito al titolo dell’articolo. Scemo!

        "Mi piace"

  2. D’accordo su quasi tutto, ma la “genia del Pd” riferita a Renzi, non si può sentire.
    Genia della Dc, genia della Margherita, magari, usate per scalare un partito, solo perché quello a lui più consono non era scalabile (FI), in quanto occupato e tuttora identificabile solo col suo padre putativo, mandante della mafia.
    Sentire questa narrazione mi fa lo stesso effetto di quando, l’estate scorsa, la Sardegna, invasa da UNTORI, è stata poi trattata da FOCOLAIO.
    Lo so che poi passo da piddina, ma la coerenza e la verità vengono prima di tutto, e c’è stato un tempo in cui votare PD non era una vergogna: PRIMA dell’era Renzi.
    Mi chiedo, invece, quanti di quelli che ora si celano dietro ad “onestà onestà”, all’epoca l’abbiano pure VOTATO, visto quanto sono facilmente fanatizzabili (mi si passi il neologismo) e quanto tutte queste continue accuse al PD sembrino voler sopire vecchi sensi di colpa.

    Piace a 1 persona

    • Che visione gentile.
      Di Maio (Giuseppe) che sensi di colpa vuole sopire? Fa una bella analisi, ci sto pure su dove sono andate a finire tutte le promesse, e poi? Poi si dimentica il 33% del parlamento, forse non più 33%, ma comunque tanta roba.

      L’altro giorno ho sentito Fico parlare di Regeni: parole chiare, inequivocabili. Ecco, su Conte e il governo, sull’azione del governo, non ho sentito che mezze frasi. Pure l’altro giorno Di Maio (Giggino) dice: mettere in discussione il pdc ora è da irresponsabili. Ma ti pare una difesa? Ti sembrano parole inequivocabili?

      E il peggio è che non credo sia la poltrona il movente, almeno non dei maggiorenti, il movente è la paura.

      Piace a 3 people

      • Esatto. O forse vogliono lasciare mano libera a Conte, fidandosi del suo giudizio, e non osano proferire parole forti, neanche per schierarsi. Spesso infatti sono le azioni degli astanti a provocare le reazioni e a determinare le sorti dei conflitti. Confido che il motivo sia quello, una specie di respiro trattenuto, in attesa di vedere come reagisce Peppiniello (come il timoniere degli Abbagnale e dimmi che non è adatto! )
        E dire che magari basterebbe un “BU!!!” fatto all’unisono al cazzaro, a fargli capire quali sono i chiari di luna.

        Piace a 2 people

      • Brava, i ragazzi intelligenti hanno imparato in fretta, e hanno capito che in questo momento, più che in altri, conta l’immagine di serietà
        che si trasmette agli italiani,
        senza tralasciare lo stile istituzionale

        Piace a 2 people

    • @Liana
      Sulla coerenza non discuto… ma non è detto che sia sempre una medaglia da appuntare al petto
      se diventa ostinazione.
      Pr quanto riguarda la verità, se permetti, le cose sono un po’ più complesse di quanto tu e la gentile
      Paola vi ostiniate a proclamare come se fosse “verità rivelata”.

      Il progetto e la nascita del PD andrebbero viste usando un “grandangolo” che non si limiti a fotografare
      ciò che successe in Italia all’indomani della caduta del muro, ma che allarghi la visione al fermento di
      iniziative che, a partire dai primi anni novanta, si dispiegarono al là e al di qua dell’Atlantico con lo scopo
      di consolidare il definitivo trionfo del Pensiero Unico Globalizzato.

      Clinton e Blair furono i volti e le gambe su cui camminò la mistificatoria teoria della “Terza Via al Socialismo”
      che, nei fatti (storicamente accertati, non certo paturnie mie!) condusse in tempi straordinariamente brevi
      alla “ibridazione” di ciò che si era salvato del Socialismo e della Socialdemocrazia in Europa con le idee
      neoliberiste dei vincitori della guerra ideologica tra Socialismo (Comunismo?) e Capitalismo.
      L’improbabile ibridazione condusse alla sterilizzazione (graduale e silente) delle residue velleità socialiste
      in TUTTI i partiti cosiddetti “popolari” d’Europa, quindi non solo nel nostro Paese, e se non si allarga l’analisi
      agli accadimenti in campo politico/sociale/economico/finanziario degli ultimi trent’anni nel mondo occidentale,
      risulta difficile farsi un’idea d’insieme delle raffinate strategie che li hanno determinati.

      Naturalmente non è che milioni e milioni di socialisti, progressisti, no-global, anticapitalisti… definiteli come
      meglio vi pare… siano spariti dalla faccia della Terra.
      Fortunatamente ci sono ancora (e tu e Paola e tanti altri amici del forum ne siete testimonianza), ma è la
      loro rappresentanza a livello di partito politico che è stata “evirata”.
      Il primo passo per riprendersela, la rappresentanza intendo, è quello di riconoscere ciò che è avvenuto e
      perché è avvenuto e chi, come e quando glie l’ha rubata per schierarla a difesa del suo nemico storico e
      ideologico: il Capitalismo.

      Renzi non è stato altro che uno strumento, dimostratosi per fortuna inadeguato anche se continua a combinare
      disastri peggio di un’iniezione di Polonio, per perfezionare il disegno generale di cui la nascita nel 2007
      del PD Veltroniano fu solo una tappa.

      Non si tratta quindi di attaccare il PD per partito preso, mettendo nello stesso calderone elettori ed eletti, perchè
      anche tra i militanti e i dirigenti di vertice c’è tanta, tantissima gente in buona fede che, almeno fino a un certo
      punto, ha seguito la deriva violentemente destrorsa impressa al partito da chi lo ha colonizzato ma che, di fronte
      all’evidenza dei fatti, pur in assenza di un’informazione degna di questo nome, ha cambiato o sta cambiando
      opinione.

      Piace a 1 persona

      • Aloysius/Piero, non pretendo di riferirmi ai massimi sistemi e voler inquadrare il PD in una visione così ampia. Restando più terra terra, anche perché il soggetto non merita, ho più volte espresso il mio giudizio negativo sulla stessa FONDAZIONE di un partito ibrido ed incompiuto come questo.
        Come poteva esserci compatibilità tra due soggetti così, sulla carta, distanti come DS e Margherita, se non perché si volevano avvicinare i Ds a questi ultimi e non il contrario? Un’operazione così artificiosa non poteva che proclamare proprio l’intento che tu denunci. Ciò nonostante era quanto di meglio potesse ancora esserci in giro, posto che vi figuravano ancora elementi che ritenevo affidabili. Ricordiamoci che la sola alternativa, nell’ottica maggioritaria, era Forza Italia. L’elettorato era molto polarizzato.La componente Margherita del Pd era, in fondo, abbastanza defilata, non prevaleva. Renzi è partito dalla provincia, ha scalato il comune di Firenze, osservato a vista e ad occhi socchiusi e, più che diffidenti, pieni di orrore e perplessità, da chi come me non se l’è bevuta. Mi chiedevo come e perché passasse per uno di sinistra, ma in effetti non lo era… era una Margherita avvelenata, di più, un forzista sotto mentite spoglie, messo lì a prendere i voti alle destre, ma disperdendo e calpestando i nostri. Da subito si è dimostrato avverso a qualsiasi idea, concetto, persona che avesse anche solo profumo di sinistra. Certo, gli si attribuisce la spinta dei poteri occulti, lo si definisce pupazzo manovrato da fili.
        Ma io non abbraccio affatto questa tesi, non più di quanto faccia con la concezione omerica del FATO che governa l’uomo, attribuendo agli dei tutta la RESPONSABILITÀ. Eh no! Troppo comodo!
        Certo che ha un mondo dietro a cui deve molto e che lo usa come uomo di facciata, ma la sua responsabilità di malefico distruttore della sinistra, sleale e infido peggio di Giuda (che invece faceva parte davvero di un disegno divino, nella narrazione ovviamente), non gliela tolgo neanche se striscia implorando perdono.
        Tu non capisci come si possa ignorare che sia spinto da potenti. Bene, NON LO IGNORO AFFATTO. Ma credo anche che non avrebbero potuto RIUSCIRCI, se non avessero scovato un simile serpente a sonagli. E la responsabilità è comunque SUA, perché del fato, del destino ho l’idea tutta mia che scegliamo come spiriti il nostro cammino, così come si sceglie un piano di studi. Credo che di là il male non esista, come non esiste per gli attori che recitano una parte in una sorta di teatro/matrix/luogo di esperienza, ma qui e ora esiste ECCOME e lui ne è una personificazione. Ho sentito il pericolo al solo primo vedere la sua faccia falsa.
        Ma si sta esprimendo al massimo ORA, più che nel PD, perché sta agendo contro un governo sacrosanto, che sta proteggendoci da una pandemia, nel modo piùsserio possibile, oltre che fare finalmente il bene del paese con persone oneste e CAPACI, checché ne dicano. Errori se ne fanno, è umano, ma quel verme diabolico non sta sbagliando, sta agendo in modo malvagio COSCIENTEMENTE e che sia spinto o no, che importanza ha? Anzi, visto che agisce per interessi inconfessabili e contro il bene del Paese è pure più SPREGEVOLE.

        "Mi piace"

      • @Anail
        Cara Liana, la spinta ideale e la motivazioni che muovono sia il mio (modesto) impegno politico che il tuo sono
        sostanzialmente le stesse, anche se divergiamo su alcune valutazioni sul come e perchè ci ritroviamo oggi
        in una situazione così intricata da essere difficilmente leggibile con una sola chiave di lettura.

        Io ne sto usando una che si riallaccia e prende le mosse dall’analisi di un percorso storico che risale addirittura
        al “secolo dei lumi”, quando “l’intellighenzia” e la nascente borghesia cominciarono ad organizzarsi per conquistare
        quegli spazi di indipendenza e di potere che la secolare alleanza tra Nobiltà e Clero, gelosi delle loro prerogative
        e privilegi, tentava di negargli con tutte le forze.

        “Che c’azzecca questa pippa sui “massimi sistemi” con il nostro scambio di idee sulla genesi del PD?” ti domanderai.
        Beh, il filo rosso che lega avvenimenti epocali e apparentemente indipendenti tra loro (l’espansione e il consolidamento
        degli Imperi Coloniali, le Rivoluzioni Americana e Francese, la stessa Unità d’Italia, la Rivoluzione industriale, l’affermarsi
        della Finanza come regolatrice e dominus delle scelte politiche, Il crollo di Wall Street del ’29, il New Deal roosveltiano,
        e, per farla breve, l’attuale Globalizzazione Neoliberista) non è facile da scorgere (il filo rosso!) in mezzo al groviglio
        inestricabile che secoli di Storia hanno intrecciato.

        C’è chi mi ha dato del “gombloddista” per avere espresso queste idee, e magari ha pure ragione, ma questa è, in ordine
        di tempo, l’ultima opinione che mi sono formata e finché non ne troverò una che giudicherò migliore non ho intenzione
        di cambiarla… come penso, e per gli stessi motivi, che tu resterai fedele alla tua. Cordialmente.

        "Mi piace"

  3. E i 5* dove sono finiti?
    Finiti alla brico x comprare ulteriori confezioni di super attak, soprattutto il bibitaro, che di farsi da parte non ne vuol sapere, figurasi lasciare l’auto blu.
    Deve prevalere la responsabilità. Se ci sono cose da mettere a posto si fa. Siamo un governo che affronta la peggiore situazione dal dopo guerra ad oggi”. Lo ha detto il ministro Luigi Di Maio a “oggi è un altro giorno” su Rai1. “Questo governo ha la responsabilità di andare avanti.
    Abbiamo di fronte mesi cruciali in cui ci giochiamo l’Italia dei prossimi 10 anni” . (ANSA).
    Questo, neppure a pedate nel fondo schiana lascia la poltro a.

    Piace a 1 persona

    • Cade come un Provolone sul mio Maccherone.

      Ho guardato anche io l’intervista a Di Maio nella stessa trasmissione, e devo dire che,
      per essere un bibitaro, non mi sembrano
      malvagi i suoi ragionamenti,
      solo e per il semplice fatto che,
      essendo bibitaro,
      ha dovuto faticare almeno due o più volte
      nell’apprendere i concetti che ha espresso,
      rispetto, che ne so, alla Boschi,
      che, per occupare l’attuale postazione
      ha dovuto stappare una quantità spropositata
      di pequeños solo col labbro superiore,
      non tralasciando, ma solo lasciando all’immaginazione dei più,
      quali altre acrobazie abbia dovuto compiere
      con il resto degli organi dell’area facciale.

      Mi scusi buon uomo Cacagliostro, ma lei quanti anni ha?

      Un attimo di attenzione a voialtri
      che frequentate questo blog,

      .. è in arrivo nelle vostre case chi vi farà ridere a crepapelle!!
      Divulgate la notizia che è tornato un “Conte” rimasto ibernato per 200 anni
      a Napoli …
      Per seguire le avventure del Conte di Cacagliostro è sufficiente collegarsi al sito

      http://www.campaniavirtuale.it

      Piace a 1 persona

      • Che diamine buon uomo, solo 277
        Abbastanza x capire quando un bibitaro cialtroncello di belle maniere e dalla dialettica facile, che in poco piu di 2 anni ha ridotto un mv su cui milioni di italiani avevano creduto, mv nato per porre fine a questo triste teatrino della politica da republica delle banane, un cialtroncello assetato di potere e notorietà che ha portato il mv all’ombra di se stesso, 33% ad un misero 12/14% e in continua caduta,
        Un cialtrocello che non ha niente di diverso dai 2 mattei e i loro sodali.
        Buona befana

        "Mi piace"

    • Ma sei parente di toninob? Da dove viene tutto questo astio verso Di Maio non riesco a comprenderlo. Qui si parla di un soggetto ammanicato fino al midollo con le peggiori lobbies e prenditori di ogni genere, che sta cercando di far fuori Conte e il M5S per spartirsi il “malloppo” europeo faticosamente guadagnato da loro, e tu che fai? Sputi veleno contro uno dei rari parlamentari onesti e capaci che, COI FATTI, ha dimostrato di valere più di 100 Meloni-Salvini-Renzi messi assieme. Sono allibito!

      Piace a 3 people

      • Fatti? Ha cominciato con un impeachment a mottarella, finendo x leccargli anche le suola degli stivali oltre che al deretano, si è autoproclamato capo politico, vice premier e ministro di 2 dicasteri senza averne la ben che minima capacita, oltre a lasciar scorrazzare liberamente x tutta l’italia il cazzaro verde che oltre a non produrre niente facendosi bello alle spalle del mv e senza che il bibitaro avesse da obbiettare, ha imposto 5 capoliste x piu europa, amiche sue alle europee, quando il mv si è sempre espresso x un approccio critico verso l’eu perdendo in un solo colpo 6,5 milioni di voti, non contento ha perseverato nella sua cialtronaggine e facedo si che il mv divenisse una costola insignificante del pd di bibbiano perdendo ulteriori consensi x la sua insipienza, in una qualsiasiasi società un perdente simile sarebbe stato ricoperto di pece e piume d’anitra e allontanato a calci nel culo. Altro che osannato,

        "Mi piace"

      • @Lucapas
        Io sto con te ! Non dare retta a Cagliostro ! Come in matematica a invertire i termini di un’equazione il risultato non cambia così a invertre le vocali A e O al nome suo hai risultato il tuo interloquitore !

        "Mi piace"

      • @lucapas,
        guarda, premesso che condivido ogni sillaba e vocale di quanto scritto da Alessandro cagliostro, anche io prima di scrivere mi documento per poi parlare e scrivere di fatti e atti come appresso indicati…!
        fatti veri e danni concreti che hanno “investito” milioni di elettori e migliaia di attivisti (come me) che a causa di “cassari gialli” destrorsi usurpatori, traditori e pure un pò buffoni (molto simili ai verde-padano e ai rosa rignanese).
        “… veleno contro uno dei rari parlamentari… che.. ha dimostrato di valere più di 100 meloni-salvini-renzi messi assieme…”!!!
        e infatti il “bibitaro” (chiedendo scusa ai lavoratori bibitari seri), dopo aver dismesso gli abiti da lavoro e indossato la livrea e cravatta (da servo… dei potenti di cernobbio…), auto blu con autista d’ordinanza e scorta alabardata, si é alleato coi ladri, corrotti e corruttori (da te citati) per consentire ai saccheggiatori di continuare indisturbati a depredare la nazione…!
        niente legge sul conflitto di interessi…
        niente rispetto del referendum sull’acqua pubblica…
        niente legge per far smettere l’evasione e l’elusione fiscale…
        niente rferendum su l’ue e l’euro…
        niente (ri)nazionalizzazione delle autostrade…
        niente cessazione di spreco di danaro pubblico (tav, muos, tap, etc.)…
        niente di niente di niente…
        solo briciole (come il reddito di cittadinanza, la legge c.d. “spazza corrotti” che non ha spazzato nessun corrotto, il c.d. “decreto dignità” che non ha restituito ne l’art. 18 ne le dignità democratiche scippati ai lavoratori, ai precari e alle finte partite iva…) che cadono dal tavolo dove ladri, corrotti, corruttori, mafiosi, ‘ndraghetisti e altri predatori e “prenditori” “ganasciano” continuando ad arricchirsi sempre di più, mentre poveri lavoratori, pensionati, disoccupati… diventano sempre più poveri e sempre di più… anche in tempi di “pandemia…”!!!

        senza rancore… credetemi cari lucapas, anail (o liana), danilo e altri vostri politicamente consimili…!!

        "Mi piace"

    • Se magari cominciassimo a non definirlo bibitaro, sarebbe una buona cosa. A parte l’intento DENIGRATORIO fuori luogo, perché sarebbe più che dignitoso come lavoro, specie per un ragazzo appena maturato con 100/100, si dà il caso che LDM non abbia MAI svolto quel mestiere, ma solo quello di steward.

      "Mi piace"

  4. Anaïs Nin-Anail.(C’è stato un tempo in cui votare PD non era una vergogna: PRIMA dell’era Renzi.)……Nel paese del sottosopra forse. Dagli anni 90 che il pd è invotabile.(Nemesi violante).Adesso di invotabili (con tutta la buona volontà) ci sono tutti. En plein.Quando si arriva al “sodo” e l’unico salvabile della compagine grillina è Toninelli o si è “sbagliato” tutto o c’è qualcosa (come minimo) da rivedere.Senza offesa. Capisco pure che non se ne abbia più voglia/(tentar di cambiare qualcosa) ma non dovevate nenche imbarcarvi nell’impresa, se non ve la sentivate .Soprattutto non dovevate rompere le b al cambusiere che se stava per fatti suoi. Ci avrebbe solo gudagnato rimanendo a terra.Forse ci risentiremo.Quando mi chiederai scusa?

    "Mi piace"

    • Il PD negli anni 90 semplicemente NON ESISTEVA.
      E con ciò denoti la tua cultura politica.
      Inoltre non ho capito che accidenti ci azzecca tutto il discorso-si fa per dire-in cui affastelli, in modo confuso, evidentemente sotto i fumi dell’alcol, Toninelli, cambusieri (?) etc, rivolgendoti ad un imprecisato voi.
      Voi chi? Io non voto né PD né 5s.
      Infine: ti sei bevuto anche il cervello, oltre al vino, ché PRETENDERESTI DELLE SCUSE DA ME?
      A che titolo? Chi sei? Chi ti conosce?
      E soprattutto, taci, smaltisci la sbornia e studia, se ti è rimasto qualche neurone, idiota.

      Piace a 1 persona

  5. Nel merito dell’articolo non posso che concordare, anche se i giornalisti sono orbi guardando altrove.
    Da prima delle elezioni regionali nn faccio che denunciare l’immobilismo del più numeroso gruppo parlamentare.
    Dovrebbero prenderli a ceffoni, metaforicamente e fisicamente, a certi squallidi soggetti.
    Einvece dormono placidamente, interessati ad incassare l’immeritato e fortunato obolo mensile.
    Tanto pensa a tutto giggino, innanzitutto alla propria carriera.
    Ecco il motivo della disintegrazione dei meet up, non avere persone che ti attendono al tuo ritorno a cassa con i forconi puntati.
    Questo era il momento di fare baccano, con le stesse retoriche armi usate dai denigratori, in cima il giudizio dei mercati che ci prestano i soldi e quelli dei partner europei che ci hanno accordato i fondi della Next Generation EU.
    Invece non si disturba il piccolo ma unico manovratore.

    "Mi piace"

    • @ Jerome
      ” Tanto pensa a tutto giggino, innanzitutto alla propria carriera” ! Ritieni che, forse, ci sia ancora qualcuno non interessato a tutelare la sua carriera? Trovamene almeno uno specialmente tra quelli che hanno votato Ruby come la nipote di Mubarak !
      Illuso ! Ma, se ci riesci, fammelo sapere eee…avrai vinto una bambolina !

      "Mi piace"

  6. Concordo con Anail, ma escludo che il PD fosse sceglibile prima di Renzi. Faceva schifo già da ben prima. Come qualcuno ricorda sopra, il discorso di Violante del 2003 alla Camera – roba da brividi! – non se lo ricorda mai nessuno, stranamente. Via, siamo onesti.
    Per quel che attiene a Luigi Di Maio, a me non è mai dispiaciuto, come in generale il M5S in toto. Quando erano novellini davano loro tutti addosso perché erano novellini, e ora che si son fatti le ossa e hanno imparato – loro malgrado? Chissà? – a svicolare tra le millemila trappole della politica italiana di mer[beep], danno loro tutti addosso comunque. Prendere una decisione sarebbe gradevole, ove non utile, a volte, magari, eh!
    Su una cosa però son d’accordo: che in tutto questo tempo il M5S non abbia deciso di eleggere un capo politico che abbia un po’ di carisma (intendo, “più di un paracarro come ne ha Crimi”), è veramente una colpa notevole! Capisco appunto certe necessità di rimanere in bilico nell’ambito politico in questo sfortunatissimo momento che è questa dannata crisi pandemica globale, ma una scelta intelligente quanto utile secondo me avrebbero assolutamente dovuto farla e da mo’. Calano nei sondaggi epperò non fanno poi nulla di che per, non dico impedirlo, ma quanto meno per diminuirne gli evidenti infausti effetti. Mah…
    Io continuerò a votarli, poiché alla fine della fiera rimangono i migliori sotto praticamente tutti gli aspetti, però qui dovrebbero veramente darsi una mossa. Ri-mah… 🤷🏼‍♂️

    Piace a 2 people

    • Tu quoque Cekko?
      Il PD è stato fondato il 14 ottobre del 2007, nel 2003 non ESISTEVA.
      Se ti riferisci genericamente alla sinistra, dal PCI ai Ds, possiamo valutarla in base ai singoli? Comprende Berlinguer, D’Alema, Occhetto, Violante, Bersani…così come la Dc comprende Moro e…Andreotti.
      Io di votare Bersani non mi sono MAI vergognata e non lo farò certamente perché Violante, non lui, tanti anni fa, fece quel discorso vergognoso.
      Io mi chiedo, e davvero lo faccio senza ironia, che cosa votaste prima del M5S.
      E anche ora, davvero credete che tutti siano puri e perfetti solo tra i 5s? Smettereste di votarlo e direste che il mov FA schifo perché c’era Paragone? Boh, non capisco come facciate a non accorgervi che attribuite tutto il bene e la perfezione angelica a voi e tutto il male e lo schifo agli altri, anzi al PD, ben più che alla Lega, Fi e FDI.
      Non vi sentite vagamente parziali?
      Un minimo di obiettività, no? Io riesco ad apprezzare persino qualche leghista e fratello d’Italia, oltre che vari 5s. Eppure non ho mai votato nessuno di questi partiti.
      Non si può riuscire a riconoscere la serietà e l’onestà anche in qualcuno che non sia dei nostri? È così difficile non mettere tutti GLI ALTRI in un calderone unico? Mi sembra un atteggiamento così “adolescente”…ma sì, in effetti il m5s è giovane, solo che voi avrete un passato, o no?
      O siete nati tutti insieme dalla costola di Grillo?

      Su tutto il resto, caro Cekko, concordo con te, mi chiedo anch’io la ragione di questo, almeno apparente, immobilismo. Secondo me, in un momento così delicato, vogliono evitare di essere nuovamente al centro delle polemiche denigratorie e irridenti che accompagnano qualsiasi cosa faccia il m5s.
      Stanotte, in particolare, ho sentito la necessità di una legge urgentissima sull’editoria ed il conflitto di interessi.
      Sentir leggere i titoli dei giornali di oggi, su sky, è stata un’esperienza terrificante.
      Un bombardamento a tappeto sarebbe stato meno violento. Solo il Fatto ha mantenuto una parvenza di oggettività giornalistica.
      Basta. C’è una guerra sanguinosa e disgustosa in atto. Capisco i 5s che si rintanano e si chiudono in un dignitoso silenzio, anche se così, purtroppo, ne stanno facendo carne di porco.

      Piace a 2 people

      • Hai ragionissima, Anail. Ci ho pensato di quando in quando, da ieri sera, di aver fatto un errore marchiano. Il PD all’epoca non esisteva tecnicamente. Io, come saggiamente noti, mi riferivo alla “sinistra” tout court che, per inciso, ho votato da quando son divenuto maggiorenne (ormai una roba tipo 34/35 anni fa), per poi però smettere durante le menate da teatrino della politica (cit.) durante le fasi ridicole dell’alternanza Prodi-Belrusconi. Fu insomma allora, dai primi anni 2000 che iniziai a astenermi, per ricominciare a votare quando si presentò il M5S nel febbraio 2013.
        Perdonami per l’ambigua quanto sballata risposta. Lo stesso chiedo a tutti: perdonatemi. È che finisce che si associ la “sinistra” al PD quando però penso che mai associazione fu più sbagliata. Appunto. 😅

        Rimane il fatto che, e qui sottolineo PURTROPPO, ci si leghi in qualche maniera a un partito (o Movimento che sia), anche per semplicità pratica. Da qui a dire che TUTTO l’operato del M5S sia sempre stato perfetto, ce ne corre, ma rimane un fatto: che diavolo vuoi che voti, oggi come oggi anziché loro? Faccio come ho sempre fatto, e cioè scelgo (quel che per me è) il male minore. 🤷🏼‍♂️

        PS: Pensa che Paragone non mi stava neanche sulle balle, specie quando dirigeva il suo programma su La7! E comunque, seppur molto di rado, ci son cose che posso arrivare ad apprezzare perfino in discorsi di certa gente della Lega. In generale, per esempio apprezzo Zaia, pensa tu! Poi, alla lunga però… sul piano morale reggo male partiti che fanno le cose alla culo e se ne vantano pure. Ecco semmai il succo, estendibile un po’ a tutti. In senso inverso, stesso discorso applico al M5S et voilà, ecco spiegato il mio voto per loro. Rimane vero che, come argutamente fai notare, siano preda del peggior bombardamento mediatico in negativo di sempre e questa cosa mi fa incazzare come una biscia liscia! No, dico davvero, ‘un ce la fo più! 🤦🏻‍♂️

        Piace a 2 people

      • Ti confesso, ma lo proclamo da tempo anche su questo blog, che aspetto l’occasione per votare m5s, ma non ci sono ancora riuscita perché, alle ultime elezioni(comunali), il m5s non ha presentato liste nel mio comune.
        Questo perché li ho osservati, con interesse e grande simpatia, in tutti questi anni, e condivido le tue stesse motivazioni. Sono andata piano, ma lontano😄… e mentre molti se ne vanno, coraggio che altri come me arriveranno…e, occhio, siamo di sinistra… 😉

        "Mi piace"

  7. Carbone, Carbone, Carbone,
    sono quelli come lei che indeboliscono il governo danno ossigeno agli urlatori.

    Spero lei sia coerente,
    quando verrà il turno da p. del consiglio
    per la buatta di Marmellata ai Meloni

    "Mi piace"

    • Condivido e aggiungo che la verità di tutta la politica italiana sta, purtroppo, nelle conclusioni dell’articolista:
      “E poi ci lamentiamo che i misteri d’Italia vengono alla luce solo dopo secoli. Ma a che ci servono? Un popolo così non sa cosa farsene della verità. Come se da trent’anni a questa parte non fosse successo niente, continua a sperare nei ladri, nei mafiosi, negli emeriti fessi e nei violenti. E a votarli. Questo popolo se li merita tutti?”

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...