Meglio le elezioni – Ultimo tentativo

Meglio le elezioni

(di Gad Lerner e Franco Monaco – Il Fatto Quotidiano) – Dentro l’attuale congiuntura critica, non è buona norma farsi guidare dalla paura che vinca la destra. Meglio essere pronti a una sfida alta. Da come si sono messe le cose, sarebbe auspicabile che si seguisse una via trasparente e lineare. Quella già prefigurata da Conte nel caso quasi certo che venga meno la maggioranza: un passaggio parlamentare in cui ciascun soggetto, singolo o partito, si assuma la propria responsabilità agli occhi del Paese. Come fu per i governi Prodi, tra i pochi che, in conformità alla Costituzione, furono sfiduciati in Parlamento.

Conte consideri che se Prodi, dopo la caduta del suo primo governo, ha avuto una seconda chance nel 2006 è perché la nitida parlamentarizzazione della crisi, ne preservò la credibilità. Ogni altra soluzione – “responsabili”, rimpastone, cambi di premier – incappa in una doppia obiezione: avrebbe il sapore antico e sgradevole dei giochi trasformistici di palazzo che gettano ulteriore discredito su politica e istituzioni, ma soprattutto non risolverebbe il problema, reitererebbe una condizione di asfissia e precarietà. Chi può scommettere che, per questa via, ci si possa mettere al riparo dai ricatti quotidiani dell’ultimo “responsabile” e tanto più di Renzi, mosso dalla pervicace, cinica e disperata convinzione che la sua strategia dell’ostruzionismo di maggioranza possa assicurargli visibilità e (improbabile) consenso? Certo, parlamentarizzare la crisi e rifiutare opache manovre di palazzo comunque non risolutive presuppone di mettere nel conto elezioni anticipate. Davvero, non solo evocandole tatticamente senza convinzione. Conosciamo l’obiezione: elezioni dentro l’emergenza sanitaria ed economica, nel vivo del piano vaccinale e di quello per il Recovery sono un serio problema (e chi le ha causate ne risponderà). Ma l’obiezione può essere rovesciata: si possono affrontare quelle sfide con un esecutivo fragile quanto o più di questo?

Alle elezioni la destra parte favorita. Ma, se ben impostata da subito, proprio a partire da un limpido dibattito parlamentare in cui – come quello dell’agosto 2019 tra Conte e Salvini – siano squadernati problemi e responsabilità, la partita sarebbe apertissima. Anche col Rosatellum, una brutta legge elettorale, che tuttavia costringe ad alleanze prima delle elezioni. Che si configurerebbero come una sorta di referendum a due: tra uno schieramento europeista Pd-M5S-LeU guidato da Conte e uno sovranista capeggiato da Salvini. Non sarebbe una passeggiata per quest’ultimo portare tutto il centrodestra a una battaglia antieuropeista nella stretta del negoziato con la Ue per il Recovery. Nel fronte antagonista sarebbe l’occasione per un chiarimento identitario e strategico per Pd e M5S. Con nuovi gruppi parlamentari finalmente organici a tale prospettiva. La precarietà politica e la debolezza di qualunque governo dipende anche dalle contraddizioni irrisolte degli attori politici. Un vallo arduo che va attraversato. Non possiamo permetterci di condannare il Paese a governi senza respiro.

Ultimo tentativo

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Cari amici, in condizioni normali sottoscriverei il vostro appello parola per parola. Ma questi non sono tempi normali. Infatti nessuno in Europa, a parte qui, evoca elezioni anticipate né crisi di governo perché nessuno può permettersi il lusso di perdere due-tre mesi mentre partono le vaccinazioni, la terza ondata Covid e il Recovery Plan. Quindi ritengo doveroso almeno tentare di salvare quello che reputo il miglior governo possibile senza vendere l’anima al diavolo. Cioè senza pagare il pizzo ai ricattatori di oggi e di domani. E senza impapocchiare, per la solita paura che vinca Salvini, governissimi tecnici o parapolitici che sortirebbero l’unico effetto di rinviare di qualche mese una vittoria salviniana ancor più certa e tonante.

C’è una strada onesta e praticabile per almeno tentare di scongiurare questo rischio? Secondo me sì: la via maestra della Costituzione, cioè della democrazia parlamentare, nello spirito della (peraltro pessima) legge elettorale proporzionale che Pd, FI e Lega ci hanno imposto dal 2017 (e che, tra parentesi, non impone affatto le alleanze prima del voto, ma solo dopo, come si è visto in questa legislatura). Per la Costituzione, le legislature durano cinque anni, almeno finché c’è una maggioranza che sostenga un governo. Dunque evitare di interrompere la legislatura è legittimo. E anche utile, visto che una crisi al buio e una campagna elettorale oggi sarebbero un danno per l’Italia. Le opposizioni hanno diritto a chiedere le elezioni, ma i giallo-rosa hanno il dovere di provare a negargliele, per completare l’opera avviata e farsi giudicare quando ne avranno (e, si spera, avremo) raccolto i frutti. Cioè nel 2022 e non oggi, in mezzo al guado e al guano, con la gente tutta presa dal virus e ancora poco conscia di cosa accadrebbe con un governo Salvini, vale a dire col “modello Lombardia” su scala nazionale. Ora che i renziani se ne vanno, Conte non deve cercare né reclutare “responsabili” sottobanco. Deve presentarsi in Parlamento nello spirito dell’appello di Mattarella ai “costruttori” e tenere un discorso chiaro e sobrio rivolto anzitutto agli italiani: io sono qui, i sabotatori sono questi, il piano italiano per il Recovery è questo, per i vaccini, la terza ondata, la ricostruzione faremo questo e queste sono le riforme che realizzeremo sino a fine legislatura se avremo l’appoggio delle Camere; in caso contrario, salirò al Quirinale a dimettermi e sarà Mattarella a gestire la crisi. Se i 5Stelle, il Pd e LeU gli assicureranno il sostegno e si diranno indisponibili per qualunque altro governo, sarà chiaro a tutti che, caduto Conte, si va a votare. Subito: cioè a fine febbraio-inizio marzo, perché già in aprile il nuovo governo possa dare risposte all’Europa, sempreché questa ci aspetti. Così, al momento del voto di fiducia, tutte le carte saranno in tavola e tutti sapranno che sfiduciare Conte vuol dire precipitare l’Italia alle urne anticipate. E ciascuno farà i propri calcoli. Se qualche aspirante “ costruttore” che ora sta all’opposizione deciderà, liberamente e legittimamente, di sostenere il governo per restare in Parlamento fino alla scadenza naturale della legislatura, saprà di doverlo fare gratis: oltre al naturale rimpiazzo della delegazione renziana (due ministre e un sottosegretario), non ci saranno poltrone in palio da scambiare. E, col taglio dei parlamentari da 945 a 600, nessun partito potrà garantire poltrone. Se quei voti basteranno a fare maggioranza, il governo andrà avanti. Altrimenti cadrà.

Dopodiché, se Pd o M5S o LeU vorranno sostenere qualche ammucchiata raccogliticcia, non faranno che rinviare la resa dei conti, perché prima o poi verranno puniti dai loro elettori. Altrimenti si voterà e, salvo clamorose sorprese, i giallo-rosa verranno bocciati dagli elettori perché passerà l’idea che “hanno litigato” e “hanno fallito” (grazie anche alla narrazione dei giornaloni che fanno tutti il gioco dell’Innominabile e dei poteri restrostanti perché non hanno mai digerito il Conte-2 e non vedono l’ora di dire che l’avevano previsto). E vincerà la destra, che si papperà il governo, il Quirinale, i 209 miliardi del Recovery e una maggioranza tale da riscriversi la Costituzione à la carte. A meno che i 5Stelle non si decidano a chiedere a Conte di guidare le loro liste e il Pd presenti volti nuovi ed esca dalle sue mille ambiguità, mostrandosi compatto e coerente nella crisi: a quel punto potrebbe persino accadere il miracolo. In ogni caso, ci libereremo per sempre dell’Innominabile e della sua masnada di ricattatori. Comunque vada, sarà un successo.

73 replies

  1. Ma siamo poi sicuri che l’UE ci darebbe i 209 se a gestirli ci fosse una destra di Salvini? Meditate gente , soprattutto quelli che si considerano i padroni del vapore, con i loro giornaloni forse si ritroveranno a piangere per aver sparato tanta merda addosso a Conte.

    Piace a 1 persona

    • Ho proprio pensato questo giorni fa!! l’Europa stima Conte ma non sicuramente gli altri e se malauguratamente, si andasse alle elezioni e vincesse la dx, l’Europa non avrebbe più fiducia sull’eventuale governo istituito, di conseguenza sarebbe tutto da rifare e le capacità di Conte gli altri se le sognano!!! Invece di essere coesi, stanno affossando ancora di più l’Italia, non è bastato come l’hanno ridotta tutti i politici dei governi passati..

      Piace a 1 persona

  2. Oramai è chiaro ed evidente: ci sono varie MAFIE( criminali e diversamente tali) che stanno sfidando apertamente l’unico governo che le ha apertamente danneggiate.
    Cadrà, non cadrà , importa fino a un certo punto. La cosa principale è che la maschera è caduta e la piovra, il Kraken , la fogna stanno riemergendo e tracimando. Molti approveranno e gradiranno quel nuovo profumo di verbena e pasteggeranno felici come nella famosa foto con Poletti, Alemanno, Tredicine, Buzzi, Casamonica ed altri del PD del 2010.
    Altri no.

    Piace a 4 people

  3. Ah quanto ho goduto nel leggere il direttorissimo del falso quotidiano con le orecchie pendule . Ora aspetto gli altri al varco (Pedullà, Padellaro e lo scanzie ) Che goduria ….

    "Mi piace"

    • Fai godere anche me che da mesi non riesco a farmi una risata di gusto. Da quando è andato via Salvini che recitava la parte del politico impegnato non si vede più niente divertente in TV. Non vedo l’ora di vederlo in coppia con Giorgia che strabuzza gli occhi e si cimenta in mille smorfie.

      "Mi piace"

    • Cerissima Adele da come parli la tua “formazione” deriva dai vari Salusti, Senaldi, Giletti, Porro, Pannella, Merlino, i quali ti permettono una goduria di vita davvero misera!!!!

      "Mi piace"

  4. Ah quanto ho goduto nel leggere il direttorissimo del falso quotidiano con le orecchie pendule . Ora aspetto gli altri al varco (Pedullà, Padellaro e lo scanzie ) Che goduria ….

    "Mi piace"

  5. Ora Travaglio li chiama “costruttori” …fino a qualche tempo fa li avrebbe appellati spregiativamente “Scilipoti “. Bella giravolta per uno che ad ogni pie sospinto mostra il suo supposto pedigree montanelliano. Disgustorama!

    "Mi piace"

    • Caro Travaglio Conte farà esattamente
      quanto hai descritto e quanto prevede la carta costituzionale,
      dopodiché non mi preoccuperei più di tanto
      di chi vincerà il prossimo turno elettorale,
      del resto, nei sistemi democratici
      i cittadini hanno il diritto di partecipare alla vita dello Stato e di determinarne l’orientamento politico,

      e se l’analfabetismo di ritorno unito all’analfabetismo funzionale, ossia all’incapacità a usare in modo efficace le competenze di base (lettura, scrittura e calcolo) per muoversi autonomamente nella società contemporanea, che oggi, nel nostro Paese, tocca quota del 47%
      continuerà la corsa,

      e chi mi precede è la rappresentazione plastica dello spaccato di quanto sopra riportato,

      ma chi se ne frega del tanto anelato pensiero olistico.

      Resta sempre la via di uscita dell’individualismo:

      “chi avrà un occhio nella valle degli orbi sarà sempre un Re”

      Piace a 1 persona

      • Grazie unoerre, hai espresso fedelmente quel che volevo dire però scritto molto meglio. Se continueremo ad avere personaggi come quello sopra o come quello sotto che miagola, gente che non capisce quello che legge, allora siamo spacciati! Equandoci risolleviamo?

        "Mi piace"

    • Che ironia citare Luttazzi per attaccare Travaglio. Involontaria, ovviamente, perché da una che non sa distinguere Scilipoti e Razzi dalla situazione attuale, ci si può aspettare solo questo.

      "Mi piace"

  6. Per quanto mi applichi, non ti immagino come una donna…
    Strano, perché DISGUSTORAMA ti si attaglierebbe perfettamente.
    Tra l’altro mi “suoni” come qualcosa di DISGUSTOSAMENTE noto…un velenoso prezzemolo, che si ostina a seminare zizzania e gode delle disgrazie che EGLI o ESSO stesso preconizza… Mmmmh… mumble mumble…

    Piace a 3 people

    • Sai che io me la immagino pure carina? Non bona, ma carina, di quelle che non te lo aspetteresti, ma sono velenosissime. E tu chiedi, ma chi Adele? Impossibile, è così carina, e ti rispondono, eh sì proprio Adele.

      Poi comunque le disgrazie preconizzate non è che sono per noi, non si salverà manco lei. Adele sarà stanata ovunque si nasconderà, noi almeno non dovremo nasconderci.

      "Mi piace"

      • Raramente mi succede.
        Questa mattina mentre scrivevo ho percepito fulmini e saette, (scariche elettriche) la mia vista si è offuscata per poi declinare a buio totale alternata a pixel e riquadri policromatici
        per via di interferenze esterne.
        Nel contempo mi si è scaricata in memoria una notevole quantità di notizie (vedi betoniera) inerenti alla succitata,
        ma solo due di esse sono rimaste in posizione preminente, e vengo a bomba.

        Secondo quanto visualizzato, giovane ragazza
        non bassa, con discreta avvenenza fisica,
        capelli decisamente lisci,
        nel complesso appetibile,

        ha 2 problemi che la assillano:
        un naso che non ama particolarmente,
        “tendente” al sommo Alighieri, ma con moderazione ,
        la conformazione del viso, parte bassa,
        diciamo, un po, oblungo, senza offesa tendente a caballus (solo per rendere l’idea)

        Piace a 1 persona

      • Eh vabbé ma non ti arrendi. Mo ricominci con la poesia, già non ti ha portato bene la prima volta. Vai di prosa!
        Capelli lisci, definitely. Il colore lo vedo e non lo afferro. Bisogna attendere che si manifesti.
        Non bassa che vuol dire? È tra 1.60/1,63, magra.
        Il viso è regolare, niente cavalli. Ma sul naso non posso ancora pronunciatmi, attendo ispirazione.
        Occhiali.

        Sull’aspetto niente da dire. Hai mirato bene stavolta. Te credo, dopo la batusta che hai avuto!

        "Mi piace"

  7. Elezioni ora mai!!!! Sarebbe un disastro. Non siamo alla roulette, Stiamo giocando con la vita del Paese.

    MALA TEMPERA CURRUNT-OCCORRONO RAPIDI CAMBIAMENTI- Viviana Vivarelli.

    Se Renzi riuscisse nel suo scopo, che è quello di rovesciare il Governo e tornare alle elezioni, Mattarella questa volta non cercherebbe di fare un terzo governo di coalizione (lo ha già detto) e scioglierebbe le Camere, andando al voto. Questo sarebbe una sciagura per tutto il Paese, che, ancora in piena pandemia e crisi economica, dovrebbe disperdere le sue energie in una campagna elettorale pericolosissima e distruttiva, dove si scatenerebbero tutte le forze negative del Paese (fascisti, capitalisti, liberisti, corrotti, P2 e mafia) con grave discredito presso l’Unione europea che, se vincessero forze euroscettiche, potrebbe ritirare i 209 miliardi promessi. Chiaro che 345 tra i parlamentari perderebbero ogni speranza di venire eletti e che molti 5 stelle al 2° mandato sparirebbero (primo Di Maio, poi Fico, la Taverna, Fraccaro, Bonafede, Patuanelli ecc.) e regnerebbe il caos, mentre, se ci fosse intlligenza e amore per l’Italia, dovremmo dirigere tutte le nostre energie a bloccare la pandemia e rimettere in sesto l’economia uscendo dalla crisi.
    In realtà, anche se gli stati generali hanno ribadito i due soli mandati, se la legislatura si chiudesse dopo soli 16 mesi, si sta già prevedendo un 3° mandato ma intanto le cose nel M5 vanno troppo per le lunghe e non si è ancora eletto, dopo 10 mesi, il governo collegiale che doveva sostituire il capo politico unico.
    Chiaro anche che dovremmo tornare a votare col Rosatellum e mi chiedo a questo punto con quale coalizione, viste le difficoltà crescenti delle due che sono già state sperimentate.
    Impossibile per il M5S tornare con la Lega visto il suo tradimento e ancora più difficile la convivenza col Pd, che ha nel suo interno ancora 80 renziani e sembra più propenso a servire la Troika (vedi MES) che gli interessi del Paese, mentre apre le braccia a Berlusconi (!).
    Il M5S, grazie ai problemi cronici della sua mancanza di mezzi di informazione e al rifiuto dei duri e puri (i movimentisti di Di Battista) che non hanno mai accettato governi di coalizione e hanno smesso di votarlo, non sarebbe più il primo partito.
    Il Pd, con un presidente fiacco e ambiguo come Zingaretti, non può che lasciare morti sul campo.
    Perderemmo un leader di valore come Conte, che ha fatto un lavoro enorme e ha risollevato la nostra immagine in Europa riducendo lo spread e ottenendo risultati eccezionali mai visti prima, e che non è certo sostituibile con gli attuali capipartito buoni solo a far chiacchiere. Dovremmo ricorrere a commissari tecnici per governi balneari ma pensare di ripetere l’esperienza di un Monti bis fa venire i brividi nelle vene, col rischio poi che come Presidente della Repubblica venga eletto uno come Sabino Cassese. I danni fatti da Renzi sarebbero incalcolabili. E resterebbe in campo il Rosatellum, 3° sistema elettorale antidemocratico e incostituzionale che tradisce lo spirito del voto e nega la democrazia, costringendo partiti che in campagna elettorale si sono odiati a governare insieme.
    Se vincesse la destra, torneremmo indietro nel cammino della civiltà con la ricomparsa della prescrizione o del divieto delle intercettazioni, la separazione delle carriere in Magistratura, la cancellazione dello stato sociale, del reddito minimo di cittadinanza e degli infiniti bonus di aiuto contro la pandemia, la negazione dei diritti delle donne e dei diritti del lavoro, i regali alle banche e alle lobby, le leggi che favoriscono la mafia, gli evasori e i corrotti e tutto il bagaglio inaccettabile che la destra assieme a Renzi ha sempre voluto.
    Molti, come ultima occasione in un disastro annunciato sperano in una nuova lista di 5 stelle e di persone di buona volontà capeggiata da Giuseppe Conte, ma è tutto da vedere. L’esperienza di governo di Conte gli è costata molto in termini di stress e di finanze e non è detto che Conte accetterebbe, anzi finora ha detto di preferire il ritorno all’attività forense.
    Tutto dunque è appeso a un filo e, se pure Conte trovasse altri 9 0 10 responsabili che sostituiscano Renzi e i suoi senatori ribelli, questo Governo, con tutti i media contro e la sua scarsità di voti al Senato, resta molto precario e non gli ha certo giovato aver perso 26 5stelle, che sono stati cacciati o hanno tradito, e la debacle nei sondaggi del Movimento.
    In una crisi economica gravissima come questa, con una pandemia che i no vax non faranno mai cessare e un popolo manipolato dai media in senso autodistruttivo, avere anche una crisi di Governo sarebbe la massima sciagura. Ma sembra che gente come Renzi o Salvini proprio se ne freghi.

    "Mi piace"

    • Da elettore dei 5S, mi domando se l’espulsione di tante persone che mi parevano serie e adeguate sia stata affrettata e inopportuna. Ora più che mai so la risposta. Spero che queste persone agiscano con coscienza, ma la risposta rimane la stessa.

      "Mi piace"

  8. Davanti ai ricatti e ai capricci di Renzi c’è chi, esasperato, invoca nuove elezioni per schiacciarlo definitivamente perché non è più sopportabile, è diventato più odioso addirittura di Renzi.
    Non parlate di elezioni nemmeno per scherzo!
    Le elezioni sarebbero una grossa incognita
    e potrebbero significare la catastrofe finale per il nostro Paese.
    Non possiamo augurarci le elezioni adesso per mille motivi.
    Renzi sarà sgominato con altri mezzi come merita. Conte troverà quali e, una volta battuto nel Senato, i suoi scapperanno come i topi dalla nave che affonda e cesseranno per lui le regalie delle lobby e dei ricchi delinquenti italiani mentre è possibile che avanzino le indagini della Magistratura che possono incastrarlo nei suoi reati.
    Non è proprio questo il momento di nuove elezioni. L’Italia in piena crisi economica ed è ancora in piena pandemia, sta per cominciare il semestre europeo, stanno per arrivare i 209 miliardi promessi dall’Ue, c’è un enorme lavoro di ammodernamento del Paese da fare e a luglio comincia il semestre bianco, il periodo di tempo durante il quale il Presidente della Repubblica Italiana, negli ultimi sei mesi del proprio mandato, non può sciogliere le Camere.
    Sergio Mattarella è stato eletto il 31 gennaio del 2015 e un nuovo Presidente sarà eletto nel 2022. Da luglio il voto anticipato diventerebbe tecnicamente impossibile. Per questo le opposizioni premono tanto ora. Hanno solo sei mesi di tempo per rovesciare il Governo e le tenteranno tutte.
    Ma non è proprio il caso di mettersi a perdere tempo ora con campagne elettorali ed è meglio che il nuovo Presidente della Repubblica sia eletto dal governo attuale e non dalla destra di Berlusconi che avrebbe pure la faccia di proporre Berlusconi stesso o un Magistrato a lui venduto come Sabino Cassese.
    Di Draghi, già responsabile della distruzione della Grecia, nemmeno parlarne!
    Intanto velocizziamo il cambio del sistema elettorale per non ritrovarci a votare di nuovo col disastroso Rosatellum e il problema delle disumane coalizioni che sono state come legare un morto al corpo di un uomo vivo, come nel supplizio etrusco. Inventiamoci un sistema nuovo che intanto sia costituzionale, come gli ultimi tre non sono stati, che coniughi rappresentativitò con governabilità e l’elettore non si ritrivi al governo persone per cui ha votato contro e che rimetta un ingente premio di maggioranza o il ballottaggio come per i sindaci. C’è una Commissione che dovrebbe lavorare su questo: che si attivi e faccia presto! prima che gli sciagurati Renzi e Salvini facciano danni irreparabili!

    "Mi piace"

  9. Tornando a Renzi, ma… Un sano PLUTONIO?
    Comincio a rivalutare persino Putin. 😈
    Ovviamente è una provocazione, ma… che una sola serpe possa riuscire a scatenare questo putiferio, mi porta a riconsiderare il vecchio dilemma: ” sarebbe stato morale eliminare fisicamente Hitler per evitare tutte le nefaste conseguenze della sua esistenza?”
    Che so… un sano caffè al bar del transatlantico…com’era… “all’Ucciardone” ?

    Piace a 1 persona

    • Plutonio no! Ci rimarremo secchi tutti.
      Forse intendevi polonio? 😬😬😬
      Quello usato da Putin per avvelenare Litvinenko?
      Io invece lo vorrei vedere vivo, ma condannato e in galera col babbo a far compagnia a Verdini.
      Una bella combriccola Toscana in gita a Rebibbia.

      Piace a 6 people

      • Sìiiiiii, certo, Jerome… POLONIO!!
        Il plutonio non ci conviene proprio! 💥🤣
        Sì, sì, fuori dai sogni che l’istinto omicida mi suggerisce quando lo vedo, specie mentre sbraita in parlamento (Ah, avere un’arma di precisione! Ah, assistere al seggio che salta in aria dietro di lui e lo travolge! Dovrà pagare anche per questi sentimenti negativi che mi provoca), il tuo desiderio è più sano e fattibile, speriamo🙏🏻

        Piace a 1 persona

      • Io avevo già suggerito, in un precedente post, la tecnica utilizzata dalla “Casa Reale Inglese” nel 1997… del resto Conte dispone della delega ai Servizi Segreti… se non sono neppure in grado di organizzare un “imprevedibile incidente d’auto”… che razza di 007 sono?
        In ogni caso si configurerebbe la “Legittima Difesa” di un’intera nazione e pertanto “moralmente giustificabile”…
        Naturalmente le precedenti considerazioni sono solo uno scherzo… lunga vita al simpatico toscano… possibilmente in galera!

        Piace a 2 people

    • “…Un sano PLUTONIO?(cit.)”?: ahahahahah, roba della migliore Gazzelloni! ahahahahah… E poi parlano, parlano, parlano… ahahahah…

      "Mi piace"

      • Beh, DITONE, stando alla storia del PLUTONIO, il titolo di “LA GAZZELLONA TRAVESTITA” va all’unanimità a “Il Sole nell’Ufficio”, non credi SchiZZO? Ma se vi fa tanto piacere: “Ebbene sì, maledetto Carter, hai vinto anche stavolta!”. Ciao, Bellezza.

        "Mi piace"

    • Non risolveresti niente, neanche col polonio(😛), dopo di lui ci sarebbe un altro fantoccio/a a portare avanti gli interessi di quelli che lo oliano e lo sospingono. Ridurre la faccenda alla volontà di un singolo come se non avesse nessuno alle spalle è minimizzare il problema. Vanno combattuti e battuti (si spera), e se si perde…pazienza! ma almeno li hanno combattuti.

      Piace a 2 people

      • Ma mica intendo dire che è solo… ma un altro abilmente diabolico come lui, con una dose così alta di narcisismo e pelo sullo stomaco, difficile trovarlo su due piedi.

        Piace a 1 persona

      • (Rob, completo il concetto)
        … come front man, dico, con lo stesso pesante passato di strapotere, con tutti gli ammanigliamenti e i posizionamenti di pedine strategiche, con tutto il carico di responsabilità negative che si trascina dietro, con la brama di centralità che lo contraddistingue…. Mmmmh, Rob, non lo trovano un altro fantoccio/pacco/Giuda così.
        Brrrr. Solo vedere come si muove e cammina…da padrone e showman al tempo stesso.
        Ma quanto mi è simpatico?
        Una cosa che rimprovero a “Propaganda live” è proprio l’aver attribuito a Conte la camminata da convinto “son tutto io”, mentre è il ritratto dell’eleganza e della sobrietà, e non aver mai imitato quel saltellante buffone.

        Piace a 1 persona

      • (Anail completo il concetto anche io)
        Finche non si capisce il discorso del “cavallo su cui puntare”, cioè che il leader politico “di turno”, il 99% delle volte altro non è che il “cavallo” di “troia” su cui, ognuno loro modo, puntano i grossi poteri, mafie, massoni, pidduisti, servizi (deviati e non), i media, le banche, i giudici, le imprese, eccetera eccetera eccetera
        …tutti noi Italiani, tutti tutti, anche gli italiani con cui non condividerei neanche la fila alla posta, saremo sempre in balìa di costoro.

        Piace a 1 persona

      • Hai ragione Rob, lo credo anch’io, anche se faticherei ad immaginare, che so, Speranza, cavallo di Troia dei poteri occulti🤣😂
        Ecco perché mi concentro sul “cavallo”, non tutti sono adatti… Come cavallo di Troia devi essere ingannatore per antonomasia, sleale al massimo, infido, Giuda. E il bomba è perfetto nel ruolo.
        Poi io non sono portata a lasciarmi andare ai complottismi.I complotti esistono, certo, ma già mi basta e AVANZA, oltre al dietro, lo schifo che ho DAVANTI (cit. di uno di noi, chiedo scusa se non ricordo chi).
        A proposito: Report di ieri😱, mio Dio…non ci sono parole.
        Aspetto il sicuro editoriale di Travaglio.

        Piace a 1 persona

      • @ Rob Erto
        Verità mai abbastanza ribadita.
        Che il Pinocchio di Rignano fosse un “uomo di paglia” o un “burattino di legno” era chiarissimo già dai tempi della
        sua resistibile ascesa al potere.
        Tuttavia le sue azioni odierne vengono ancora attribuite dalla maggior parte dei commentatori al suo Ego debordante,
        facendo perdere di vista quali siano i veri interessi che lo muovono.
        Quando lo vedo scalmanarsi e gigionare in Parlamento, falso come Giuda, riesco a scorgere chiaramente i fili a cui è
        appeso.
        Perché la maggior parte di voi commentatori si accanisce sempre e solo sul “pistola” da cui esce la pallottola e non
        sulla mano che preme il grilletto?

        Piace a 2 people

  10. Quando ho letto ” Polonio” ho pensato al personaggio dell’Amleto di Shakespeare. Quello che finisce malamente infilzato dal principe mentre orecchiava nascosto dietro un arazzo. Ma tu guarda che punto di avversione ha suscitato quel poverino. Tutto ciò è molto pericoloso.

    Piace a 1 persona

    • @paolo diamante
      E dire che i due nomi hanno origini diverse… L’elemento polonio deve il nome a Marie Curie (che era polacca), la quale con questo gesto intendeva porre l’attenzione e caldeggiare l’indipendenza della Polonia dalla Russia.
      Il personaggio dell’Amleto, invece, pare che sia stato ispirato a WS da William Cecil, il consigliere di Elisabetta I, sempre rappresentato col bastone del comando (polus).
      Mi ricordo questo personaggio come uno dei protagonisti, da me percepito con connotazioni POSITIVE, de “La colonna di fuoco”, uno dei romanzi della trilogia di Ken FOLLETT (🤩), mentre storicamente viene considerato come un furbo di 3 cotte, molto intelligente, ma opportunista.
      Spero che, un domani, Renzi non abbia uguale fortuna, ma svanisca in una nuvola di zolfo.

      "Mi piace"

  11. chi non capisce che dietro a questo disastro non c’è solo il figlio di due farabutti che stampavano fatture FALSE per centinaia di migliaia di euro (ancora a piede libero, ovviammente), amico intimo tra l’altro di quel farabutto di verdini, ma ANCHE il piddi, la FECCIA piddina, è due cose:

    O un pezzo di m***a

    O un perfetto IMBECILLE, intellettualmente MARCIO come il verme di rignano.

    Il governo cadrà con molta probabilità. E dietro ci sono la MAFIA e subito dopo gli italiani che se la meritano.

    Tanto, quando scavi nel letamaio e vai fino in fondo scopri quello che già sapevi: la lega è solo molto peggio della feccia piddina. SOLO molto peggio. Togliete MOLTO e avrete il piddi, cioè chi lo vota. Il peggio.

    "Mi piace"

    • Grazie di dirci come stanno le cose.
      Ti prego, spiegaci la vita.
      Peraltro scrivi così bene, sei interessante da leggere, sia nel merito che nella forma.

      Piace a 1 persona

      • Oh, ma dici che ce n’è in giro gente avvelenata?
        Mi sa che questi mini lockdown hanno stressato tanta gente, poco abituata al dialogo interiore e a controllare i propri pensieri…e ora questi gli stanno davvero sfuggendo di mano.
        O sarà un altro effetto diretto del coviddi?
        Sempre che siano troll plurali e non diramazioni da un unico ramo… sai come si dice?
        La prima gallina che canta ha fatto l’uovo.

        Piace a 1 persona

      • Ah ah ah. Stanati con un divertissement, pensa se ti impegnassi sul serio.
        Almeno qui compare un topo di fogna solo ogni tanto, mentre che ne so, twitter è proprio una fogna come contenitore. Però se mi offendono la Rosi io me lo ricordo e te lo ricordo vita natural durante!!!

        Piace a 1 persona

      • No figurati lo so bene, mica lo ricordo a te. A te, inteso tu che lo hai scritto, in questo caso l’onta promana da tale Andrea. Direi che musica di Lamborghini e sto.

        "Mi piace"

      • I topi di fogna, non possono andare che nelle fogne, sennò che topi di fogna sarebbero, giusto? Quindi, delle due, l’una: o Infosannio è una fogna (“ogni tanto”, concediamolo, vah… Ma, Redazione: nulla da obiettare sull’inconsapevole sillogismo proposto da una delle ‘Donne maxime’ del blog?), ovvero non ci sono topi di fogna di sorta! Pensa poi, “sborroncella” romana del caxxo, se ti impegnassi, cosa potrebbe uscire dalla tua tastiera…

        "Mi piace"

  12. Questa storia di uno scontro a due, raccontata dai compagni assunti dal fatto quotidiano dopo il passaggio di “la repubblica” da un padrone facente parte della falsa sinistra ad altro appartenente alla falsa destra” prosegue nell’errore di considerare degli scappati di casa del pd gli 11 milioni di elettori che il 4 marzo 2018 votarono 5S.
    Nel 2013 era data per scontata una travolgente vittoria del centro sinistra che aveva sostenuto, dicevano per responsabilità nei confronti del paese, il governo Monti. Il risultato elettorale dimostrò che c’erano in giro tra gli otto e i nove milioni di elettori svincolati, dal bipolarismo centrosinistra centrodestra, che cercavano casa e la trovarono casa nel movimento facendo saltare gli schemi biipolari introdotti forzosamente con le leggi elettorali. Nel 2018, dopo la disastrosa gestione renziana del potere che faceva presupporre una travolgente vittoria del centro destra, che aveva approfittato della demenzialità dei verici piddini apprrovando il rosatellum, ai circa 9 milioni di elettori liberi si aggiunsero almeno altri due milioni di elettori, tendenzialmente sia di destra che di sinistra, facendo saltare lo schema prefigurato dal rosatellum e cioé meglio lasciar vincere il centro destra piuttosto che i 5S. Ebbene quei compagni con la puzza sotto il naso che vorrebbero un accordo elettorale pd-5S perseverano nel loro obiettivo iniziato con l’appoggio al rosatellum, proseguito con la battaglia denigratoria contro Conte e i 5S, eletti ed elettori, durante il governo giallo verde e con la formazione del governo Conte bis e con la proposta pressante sui vertici pentastellati (fra loro effettivamente tanti aspiranti politicanti scappati di casa) di accordi pre elettorali con il pd. Questo eventuale accordo farebbe scomparire il movimento, che poi era l’obiettivo principale sia della casta. perché

    Piace a 1 persona

    • Tutto questo bel discorso crolla se osservi dove sono andati a finire i voti persi dai 5s.
      E soprattutto, da dove venivano, dal nulla?
      Per esperienza diretta, ho visto più di un elettore, niente affatto svincolato, passare da idee genericamente destrorse (anche per convenienza) ma non strutturate, tipo FI, a RENZI, poi al M5s, quindi polarizzarsi su Salvini e infine su FDI.
      Il leit motiv? Bisogno di una figura autorevole/autoritaria di riferimento. Oltre che substrato liberista e/o necessità di referenti.
      Un esempio noto: il viscido prenditore Brambilla.
      Ferrara, poi, è partito addirittura da Berlinguer, via Berlusconi(ignoro dove sia arrivato e se sia passato dai 5s, ma non mi stupirei se ora amasse l’incolpevole Conte, riconosciuto come figura forte il 20.8.2019)
      Gli altri esempi: conoscenze private (PURTROPPO) 🤦‍♀️

      "Mi piace"

  13. In piazza Armerina è risaputo che la mafia si sta fregando le mani, moltissimi i voti per IV, FI, disponibili.

    "Mi piace"

  14. Ma come si fa a pensare che nella situazione attuale sia meglio andare a votare? Solo in Italia. Travaglio batte Lerner tre a zero.

    "Mi piace"

  15. Ma non vuoi vederlo prima morire politicamente?
    Poi dopo polonio, plutonio, per me anche meglio se si getta da solo dal settimo piano, ma comunque sticazzi.
    Mangiamoci i popcorn prima.

    Piace a 1 persona

      • Mi sa che stiamo correndo con la fantasia. Comunque già che ci siamo il mio primo sogno sono le elezioni, e lui magicamente scompare. Ma le elezioni sono di per sé un sogno, quindi il voto in Parlamento, con annesso discorso “nomi e cognomi”, e la mozione passa. Giuro che mi vado a confessare, e poi mi sposo in Chiesa.

        Piace a 1 persona

  16. Gad Lerner – “Conosciamo l’obiezione: elezioni dentro l’emergenza sanitaria ed economica, nel vivo del piano vaccinale e di quello per il Recovery sono un serio problema (e chi le ha causate ne risponderà).”

    Ne risponderà? Ma chi? Ma quando? Ma de che? Ma magari!!

    Piace a 3 people

  17. Cari Conte nitori vi scrivo. (..alla fine tra le righe, questo si legge)

    Ci fosse uno al ” Fatto ” che si alzasse e dicesse:
    Il Conte 2 con il Pd è stato un disastro (per i 5 stelle).
    (..una cagata pazzesca di fantoziana memoria )

    Ora ci troviamo con un bel “si”stampato in fronte alle modifiche del mes e le elezioni davanti, ingurgitato tanta merda in nome della “responsabilità ” .. per finire cosi?
    Le teste pensanti del movimento dove sono.
    Partorire una simile ciofeca erano capaci tutti.
    Vaffanculo.

    "Mi piace"

    • Se ti piacciono mangiane tanti, assai, quanti ne vuoi. Ma solo uno, uno solo, il più grosso, il più duro, il più stronzo, che ti vada di traverso!

      "Mi piace"

  18. Gira e rigira l’accidente ritorna a chi lo tira,
    Viva la democrazia, viva le elezioni. E vincano i migliori.

    "Mi piace"

  19. Renzi il bullo, “oppositore di maggioranza” ci consegnerà ad una crisi di governo nel momento meno auspicabile possibile, che il diavolo se lo porti.
    Due opinionisti di vaglia applicano alla faccenda la loro capacità di analisi, e mi piglia subito un profondo sconforto.
    Gad Lerner disegna uno scenario che affida alla “nitida parlamentarizzazione della crisi” la soluzione al problema, configurando un’oggettiva difficoltà del fronte sovranista ad essere tale mentre devono arrivare i fondi europei.
    Ottimo, però forse dimentica che spesso il nemico “non collabora” tanto quanto si da per scontato e che, nello specifico, le bronzee facce da schiaffi dei due ducetti difficilmente si accollano il peso della coerenza delle loro affermazioni.
    Travaglio invece fa il… Travaglio. Auspica una soluzione parlamentare sottolineando i rischi di elezioni anticipate, ma vestendole da affarone.
    Spero che il Guappo di Rignano scivoli sulle bucce di banana che semina con larghezza, poi sarà quel che sarà.

    "Mi piace"