Quelli che… “il vaccino ti fa uscire una pinna di tonno”

(di Selvaggia Lucarelli – Il Fatto Quotidiano) – Non so se ve ne siete accorti, ma la fiamma del negazionismo s’è leggermente affievolita, travolta ormai dal divampare di quella dei no-vax del Covid, ovvero una scoppiettante umanità immune alla scienza, alla razionalità e al senso del ridicolo. Vado qui a elencare le nove principali tipologie dei contrari ai vaccini.

1. Quelli che “non so ke c’è dentro”. Categoria affascinante perché convinta che gli ingredienti di un vaccino siano tipo quelli della lasagna vegetariana, che uno te li dice e tu a quel punto li cerchi in frigo e accendi il Bimbi. Mi piacerebbe sapere cosa dicono, quelli che “non so che c’è dentro”, una volta che gli si elencano gli ingredienti del vaccino tipo liposomi, glicole polietilenico, fosfato monobasico di potassio. Si sentono più tranquilli? Chiedono di sostituire il fosfato col burro di capra che è più leggero? Cosa se ne faccia un addetto ai ponteggi di Sessa Aurunca della lista ingredienti del vaccino è mistero fitto.

2. Quelli che “voglio kontrollare i numeri, i risultati e tutti i dati del vaccino”. Poi devono aiutare i figli con le tabelline e sull’1×1 vanno su Google a cercare quanto fa.

3. Quelli che “ti cedo volentieri il mio posto per il vaccino”, convinti di parlare alla vecchietta sull’autobus. Allora gli spieghi che tu il loro posto te lo prenderesti pure ma non funziona così, che se non ti vaccini puoi dare il nome di un altro. Allora loro ti rispondono che “sono tutte skuse perché tu il vaccino dici dici ma non te lo vuoi fare”, tu ribadisci di sì, allora loro dicono “quando se lo faranno i politici ci krederò”, tu rispondi “De Luca lo ha fatto”, loro dicono “eh, ma si è fatto iniettare acqua micellare alle rose, lo sanno tutti”, tu replichi “ma tutti chi?” e loro “se non sei informato, informati”. “Ma dove?”. A quel punto ti mandano un meme di “laveritàkedevisapere”.

4. Quelli che “hai visto kosa è successo a quell’infermiera?”. Sono quelli che prendono informazioni da siti tipo “quellokenontidikono” amministrato da un tizio che fino a febbraio vendeva padelle di rame a Porta Portese e quindi ti spiegano che un’infermiera, appena vaccinata nel Maryland, ha sviluppato sul dorso la pinna caudale del tonno pinne gialle e ora parla con la voce di Mario Giordano. È disperata perché la pinna sarà asportata ma la voce di Mario Giordano le rimarrà. Se chiedi: “Scusa, ma è una notizia verificata?”, loro “Sì, Diego Fusaro ha konfermato tutto ieri a Tele Norba”.

5. Quelli che “C’è voluto troppo poco tempo per kreare questo vaccino, kiediti perché”. Allora tu rispondi “Perché si sono trovati subito i fondi, perché gli studi precedenti su Mers e Sars hanno aiutato, perché hanno aderito subito volontari, università, istituti etc…”. A quel punto loro: “E ti sei kiesto perché tutti hanno aderito subito?”. Tu: “Perché c’è una pandemia”. Loro: “Questo è quello ke kredi tu”. “In che senso?”. “Scusa, vorrei spiegartelo ma ho il corso di pilates via zoom”.

6. Quelli che “non mi vaccino perché il vaccino ti cambia il dna”. Allora tu spieghi con pazienza che no, non ti cambia il dna, non è che ti vaccini, vai a dormire e ti risvegli giapponese o gatto birmano o macaco del Borneo o tua zia. Loro: “E ke ne sai tu, ti sei vaccinato?”. Tu: “No, ma migliaia di persone lo hanno già fatto e nessuno adesso beve da una proboscide”. Loro: “Beh, intanto su “nocielodikono.net” c’è uno strano video kon un tipo ke esce dal pronto soccorso e si sente un rumore ke pare un barrito, ma un’ambulanza vuota a sirene spiegate kopre il suono e quelle per terra sembrano noccioline. Sarà!”.

7. Quelli che “Ti paga Big Pharma”. Allora tu fai notare che vivi in un monolocale a Quarto Oggiaro con due figli e un cane, se proprio ti facessi pagare da Big Pharma te la passeresti meglio. Ma soprattutto, perché Big Pharma dovrebbe pagare te? A quel punto loro replicano che “lo sanno tutti ke Big Pharma ha messo a budget 1000 trilioni per komprare la stampa, Kasalino, Giuseppi, la Merkel, Enrico Ruggeri, Jo Squillo e Michele KuKuzza, è inutile ke fai finta di non sapere”.

8. Quelli che “ma hai letto il bugiardino Pfizer?”. E tu: “Sì, ma anche sul bugiardino del farmaco anti-diarrea c’è scritto che potresti avere reazioni allergiche, però quella volta in India che ti eri mangiata il curry all’enterococco, ti sei ingoiata anche la scatola di quella strana medicina che ci ha venduto quell’ambulante senza denti a Mumbai!”. A quel punto l’amica replica: “Ma ke c’entra!”, “Ma come che c’entra?”, “Senti, tanto parli kosì perché ti paga la Rai, lo sanno tutti!”, “Ma faccio il capocantiere in autostrada!”.

9. Infine, quelli che se dici “vaccinatevi” postano la foto della stella a sei punte, per dire che “quelli ke si vaccinano avranno la spilletta con la primula, i no-vax saranno markiati con la stella e probabilmente vaccinati tutti a forza kol pigiama a righe, in qualke kampo lavoro”. E pensare che gli unici marchiati sul braccio sono stati proprio quelli che si sono vaccinati per il vaiolo, fino agli anni 70, e senza complottismi da minchioni. Anzi, da minkioni.

12 replies

    • positivo?
      consiglio di usare “migliore”, che di positivo,
      nel 2020, è stato usato 2.083.689 volte di troppo,
      e l’inizio del 2021 non sarà troppo diverso
      vista la quantità di tonni che si credono delfini
      (la curva è in crescita dopo 3 giorni di feste)

      "Mi piace"

  1. Premetto che se non scompare da solo o muta in qualcosa di innocuo come altri suoi parenti coronavirus hanno fatto, il covid riusciremo a gestirlo solo con un vaccino efficace, e che altrimenti continuerà, onda su onda, ad ammazzare gente per anni, abbassando l’aspettativa di vita mondiale e selezionando individui naturalmente resistenti e stravolgendo le società.

    Detto questo trovo però sbagliato dare fiducia acritica e a priori a qualsiasi vaccino, visto che i vaccini presentano margini di rischio, e infatti di solito passano diversi anni prima che abbiano il via libera.

    Le mie due perplessità maggiori sono il fatto che questi vaccini presentino una tecnica nuova, e che siano stati approvati così velocemente.

    Io non sono uno scienziato, sia chiaro, ma mi sembra possibile che di fronte ad una nuova rivoluzionaria tecnica potrebbe andare tutto bene, ma potrebbero anche esserci dei problemi. Se non ho capito male si tratta di RNA che entra nelle cellule e le costringe, come un virus, a produrre cose diverse da quelle che fa normalmente.
    Da lettore di fantascienza i possibili problemi che possono insorgere che mi vengono in mente sono parecchi.
    Fra l’altro quello pflitzer dovendo mantenersi a temperature bassissime è particolarmente a rischio errori di conservazione.
    Il fatto che sia stato approvato in meno di un anno invece presenta dei rischi di reazioni avverse nel medio e lungo periodo, che per quanti soldi e risorse abbiano potuto investire non possono essere stati ovvimente testati.

    Detto questo spero che le ricerche vadano avanti, che le persone (me compreso) possano vaccinarsi con una certa sicurezza, e che la pandemia si risolva.

    Non so in quale delle categorie della Lucarelli potrei essere inserito … spero ne crei una ad personam.

    "Mi piace"

    • solo quelli USA sono una tecnica nuova
      i russi hanno usato una tecnica a loro già nota, ci fanno
      dei vaccini per l’ebola, quello inglese credo sia uno tradizionale
      ma vado a memoria, su questo potrei sbagliare.

      sul rischio, mai preso pillole per l’ipertensione?
      se è fortunato, e non l’ha fatto, si procuri un bugiardino
      e gli dia una occhiata, sono 4 pagine di prescrizioni su possibili problemi
      che possono insorgere e, se ne avesse bisogno, ci scommetto che li prende, ah! se li prende.

      e no, non entra nelle cellule, a spanne
      l’rna è il vettore (l’autobus, se così comprende meglio)
      che serve a portare la parte esterna del virus (NON il virus) in modo che
      si attivi il sistema immunitario bloccando così il meccanismo d’ingresso del virus.
      al momento il virus non viene attaccato dai vaccini, gli viene solo impedito di funzionare
      e quindi di danneggiarci.

      "Mi piace"

      • Un vaccino che non usa la tecnica RNA infatti lo ritengo meno potenzialmente rischioso, proprio perchè collaudato da anni.

        Le pillole per l’ipertensione anche quelle si usano da anni, quindi sono già state ampiamente testate e più o meno si sa quali controindicazioni possano avere, le possibilità che diano problemi imprevisti e sconosciuti sono bassissime.

        Il vaccino a tecnica RNA funziona diversamente, quello che descrivi tu è il vaccino classico secondo me. Quello a RNA (ho letto, ma magari era descritto male, non so, oppure ricordo male, può essere) entra nella cellula e ne prende temporaneamente il controllo costringendola a produrre la proteina del vrus (cioè la parte non dannosa del virus), per indurre l’organismo a preparare gli anticorpi adatti. Il processo è muovo, potrebbe avere controindicazioni non prevedibili, mi sembra sensato affermarlo.

        Non sto dicendo di non vaccinarsi (cosa direi indispensabile per arginare il virus), ma solo che con vaccini fatti così in fretta e con tecniche nuove esiste un margine di rischio.

        Per me semplicemente il discorso che i vaccini siano sicuri al 100% non è un dogma, e penso che potremo saperlo con una relativa sicurezza soltanto fra qualche anno.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...