M5S, verso le espulsioni per chi non vota la riforma del Mes. Resa dei conti con Casaleggio

(Anna Ditta – tpi.it) – I vertici del Movimento Cinque Stelle stanno valutando di espellere i parlamentari che mercoledì voteranno contro la riforma del Mes, il Fondo salva Stati europeo che sta mettendo alla prova la tenuta del governo Conte. “Chi voterà contro la risoluzione scritta dai gruppi di maggioranza rischia quel che rischia chi va contro le decisioni del suo gruppo”, ha commentato il reggente Vito Crimi secondo il retroscena pubblicato oggi su Repubblica

Dopo l’assemblea di ieri, il confronto interno tra ribelli o i governisti M5S prosegue oggi con la riunione dei capigruppo al Senato e alla Camera, per discutere della risoluzione che riguarda il Fondo salva Stati. A rivolgere un appello alla “responsabilità” di deputati e senatori grillini ieri è stato il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. “Non solo auspico massima unità e compattezza ma considero irresponsabile votare contro il presidente del Consiglio”, ha dichiarato l’ex capo politico M5S.

Il voto riguarda la riforma europea e non la richiesta del prestito del Mes, che è ormai rifiutata da tutto il Movimento. Ma contro la riforma si è schierata nei giorni scorsi una fronda dei Cinque Stelle composta da oltre 50 parlamentari, che hanno inviato una lettera ai vertici M5s in vista del voto del 9 dicembre in Parlamento, quando il premier Giuseppe Conte farà le sue comunicazioni alla vigilia del Consiglio Ue. La speranza, dopo l’assemblea, è che molti scelgano di non essere in aula evitando di votare contro.

Ma il Mes non è l’unica questione aperta nel Movimento: l’altro dossier – in parte collegato – è quello della “resa dei conti” con Casaleggio. “Davide vuole far cadere Conte”, è il commento di uno dei massimi dirigenti pentastellati, che propone lo stop ai finanziamenti diretti all’associazione Rousseau. I 300 euro che ciascun eletto è costretto a versare, da ora in poi, dovrebbero finire su un conto corrente intestato ai 5 Stelle, dopo il voto della prossima settimana sul documento uscito dagli Stati generali, con la nomina di Claudio Cominardi come nuovo tesoriere.

26 replies

  1. È innegabile, che troppi Sfaccendati hanno furbescamente preso il 🚖 del movimento per…

    li vedremo a “meteore” su cartoline,
    llustrate tra 70 anni!

    "Mi piace"

  2. Se fosse vero sarebbe una vergogna.
    Non esiste che vengano espulsi parlamentari senza che l’assemblea degli iscritti si sia espressa.
    Vito Crimi non può decidere per tutto il movimento la linea politica e non può eliminare i dissidenti, se dissentono da una decisione presa dai membri del governo

    Piace a 3 people

  3. Verrà espulso dal Movimento chi vota contro la modifica in senso rafforzativo del Mes.
    Cioè in sostanza verrà espulso dal Movimento chi voterà secondo il programma elettorale del Movimento del 2018, che si proponeva di liquidarlo.
    Governisti, non provate nemmeno a giustificare la cosa: è un voltafaccia fatto e finito. Punto.

    Piace a 1 persona

    • ma quali governisti , e’ solo gente che se uscisse dal Parlamento andrebbe a fare la fila alle agenzie interinali come tutti gli altri italiani , e allora essendosi trovati dove sono chissa’ per quale grazia ricevuta figuriamoci se mollano il loro bello stipendio ,” onesta ” si ma fessi manco per il cavolo ,,altro che governisti questi non sono neanche maggiordomi .della peggior risma .

      "Mi piace"

  4. Bene, almeno abbiamo messo in chiaro che la funzione di alcuni troll come Giuseppe2, sul blog a 5 stelle è quella del cavallo di Troia. Fingersi un 5 stelle per far penetrare le idee di coloro che dell’Italia se ne sono sempre fregati, perché sono sempre stati fin dall’inizio dalla parte dei plutocrati, la cricca di neoliberisti che considera l’Unione europea non un’unione di popoli ma un sistema di banche e il terreno di conquista di pochi super ricchi speculatori che si muovono usando come strumenti di guerra il Fondo Monetario, la Banca Mondiale, l’Organizzazione mondiale del commercio e creando a tavolino nuove armi che si chiamano debito pubblico, crisi economica, Mes, patto di Dublino e altri ordigni simili.
    Assistere all’esibizione di infiltrati sui social che si fingino grillini mentre portano avanti il piano predatorio dei peggiori infami: Monti, la Fornero, Padoan, Renzi, Bettini, Zingaretti…i partecipanti e i venduti…
    Siamo dentro un guerra che non viene combattuta con le bombe e i cannoni ma con le agenzie di rating, le speculazioni di Borsa, i diktat del consiglio europeo, gli ordini di organismi super states che non hanno mai avuto una derivazione democratica ma solo una investitura dal danaro, vedere come l’ingenuità delle masse è stata comprata da da cinici avventurieri dell’ultima ora come Renzi o da amebe succubi e prive di volontà come Zingaretti, mentre dietro ci sono le solite consorterie dai vecchi nomi: la P2, la Nato, la Fed, la criminalità organizzata, i neo con, le banche d’affari americane…
    Soffiato via il velo sottile che si traveste coi tecnicismi incomprensibili dell’élite finanziaria, esce la materia bruta del potere, con tutta la sua grossolanità e volgarità, nemico della democrazia e dei diritti dei popoli, disumano e accaparratore che, quando viene ostacolato, cade nella volgarità più bruta. Un esercito in cui i Riina si mescolano ai Profumo, gli Ad delle società pubbliche si associano agli scagnozzi della ‘ndrangheta, i Ministri richiedono la spalla dei mafiosi. Ognuno nel suo ruolo per disinformare o diffamare, per distruggere o per confondere.
    Che in questa guerra si parteggi per il Mes, scambiandolo per approvazione della riforma peggiorativa del Mes e che si abbia anche la faccia di pretendere che lo si creda innocuo perché privo di tassi di interesse quando domani potrebbe rubarci la vita, è un’offesa per la nostra intelligenza.
    Vedere che due giorni fa Grillo che al Mes giurava guerra eterna e che oggi tace..
    Vedere Di Maio che due giorni fa diceva: ‘Mai MES’ e che oggi dice: “Bisogna votare il suo peggioramento”.
    Vedere Conte che si è sempre dichiarato contro e oggi ci dice: “Se non viene votata la sua riforma, cade il governo”.
    Criminalizzare chi da questo porcaio si dissocia senza nemmeno capire il perché del suo dissociarsi…
    Vedere sulo blog insulti da bassifondi senza che si muova un’anima per bannarlo….
    Io sarò anche una donna invalida, vecchia e sola…
    ma c’è del marcio in questo Paese
    e sta venendo fuori tutto
    e io non poso fare a meno di vederlo
    e di denunciarlo!

    Piace a 1 persona

  5. IO NON CAPISCO- Viviana Vivarelli.

    Qualcuno mi spieghi perché Conte che è sempre stato contro il Mes oggi dice di votare per il suo peggioramento sennò cade il governo.

    Qualcuno mi spieghi perché Di Maio che è sempre stato contro il MES e ha detto che non di 37 miliardi si tratta ma di 300 milioni mi chiede di votare mercoledì per un MES peggiorato.

    Qualcuno mi spieghi perché Grillo che mi ha appena dimostrato il pericolo del MES, a 2 giorni dalla votazione tace

    Qualcuno mi spieghi perché Crimi reggente del M5S e sempre stato nemico del MES oggi mi dice di votare la sua riforma

    Qualcuno mi spieghi perché i paesi europei che dopo la Grecia hanno tutti rifiutato il Mes oggi votano un Mes ancora più cattivo e in presenza di un Recovery Fund che lo rende inutile

    Qualcuno mi spieghi perché il Pd che è al governo solo grazie al M5S oggi fa di tutto per mettere ai voti del Parlamento la riforma del MES col rischio di far cadere il Governo di cui il Pd fa parte.

    Spiegatemi perché non capisco. E non limitatevi ad attaccare ciecamente i 4 europarlamentari a 5 stelle che si sono dissociati perché stando accadendo cose che non si capiscono e forse sarebbe meglio capire quel che accade piuttosto che fare attacchi ciechi e senza senso.

    Piace a 1 persona

    • Gentile Viviana, vediamo se riesco a spiegarlo io:
      TUTTO il Parlamento europeo ha votato per la riforma.
      Non approvarla in Italia significa che la massa di Figli di Puxxxna che vuole far cadere il governo Conte dal 2018 ( a partire dalle cosche a finire con la finanza organizzata, passando per una imprenditoria discutibile e partiti impresentabili) avrà VINTO e chi sperava in un, magari lento, miglioramento complessivo della vita pubblica in Italia avrà PERSO.
      È molto semplice
      Saluti

      "Mi piace"

      • @paolodiamante Roma
        Alt! Ferma i buoi, caro Paolo.
        E’ l’Eurogruppo che ha approvato la riforma del MES (e non TUTTO, ma a maggioranza)… sai la novità!
        Quello che manca, e mi auguro continuerà a mancare, è la ratifica da parte dei Parlamenti degli Stati Nazionali
        così come prevede la procedura standard dell’approvazione dei trattati internazionali all’interno della UE
        Se si osserva la questione come se fosse una “lotta a due” tra l’Italia riottosa e la UE nel suo complesso, è chiaro che
        non rimarrebbe altro da fare che chinare la testa, calare le brache e trangugiare la schiforma (ulteriormente peggiorata,
        o t’era sfuggito il piccolo particolare?) e prepararsi a resistere sulla seconda linea di difesa che consiste nel rifiutarsi di
        chiederne l’attivazione.
        Ma anche ammettendo che il Mov ritrovi la compattezza per farlo, avrà la forza?
        Credi che, di fronte ai miliardi di euri destinati alla Sanità e quindi da distribuire ai loro competentissimi, onestissimi
        presidenti di regione, a cui tocca l’onere di gestirli, il Cazzaro verde e la Cazzara nera non faranno un passo indietro
        per “senso di responsabilità verso il Paese” e se li inguatteranno più velocemente di quanto il Truce riesca a finire un
        barattolo di nutella?
        E credi che la marea di sprechi e ruberie che ne seguirebbe sfuggirebbe all’occhio attento dei commissari europei,
        che altro non aspettano che poter calare come avvoltoi per decidere loro la politica economica e sociale italiana?
        Non ti sembra un dejià vu di eventi neanche troppo lontani nel tempo?
        E quando il Mov sarà stramazzato sotto i colpi dei nemici e della fuga dei delusi che non ne sopportano l’ingresso a
        bandiere spiegate nella politica del “giorno per giorno”, “lo faccio, anche se mi fa schifo, perché in questo momento
        mi conviene”, “e che sarà mai un’altro passettino indietro?”, “la poltrona val bene una messa”, e così via discorrendo,
        chi si opporrà agli appetiti insaziabili della Razza Padrona?

        Come vedi, almeno dal mio punto di vista, non è così semplice come pensi.
        Personalmente credo, e mi auguro, che Conte non cada QUALUNQUE sia l’esito della votazione.
        Il MES è un trattato INFAME studiato, creato e ancora peggiorato con alcune delle ultime modifiche di cui, chissà
        perchè, nessuno scrive e parla: forse perchè danno ancora maggior tutela e forza alle banche o perchè rendono
        ancora più incisivi gli interventi del board del MES (istituzione privata, non dimentichiamolo!) negli affari economici
        di uno Stato non più sovrano (Grecia docet!) dopo averlo attivato?
        Se auspico che la riforma del MES venga respinta non solo dal Parlamento Italiano ma da tutti quelli Europei che
        la voteranno, non è perchè desidero che Conte e il suo governo vadano a casa, ma perchè la vedo come una
        profondissima buca, malamente coperta di frasche, in cui far precipitare il Mov per poi poter riprendere il consueto
        banchetto senza più quei rompicoglioni tra i piedi.
        In quella buca io, e tantissimi altri come me, non ci voglio finire.
        Cordialità.

        "Mi piace"

  6. SENZA PAROLe- Viviana Vivarelli.

    Il M5S è sempre stato tenacemente contrario al Mes e lo è ancora di più contro la sua riforma peggiorativa che aumenta i benefici alle banche e riduce ancora di più la sovranità dei cittadini, aumentando le condizionalità per di più non per 37 miliardi, ma, come ha spiegato Luigi Di Maio “per 300 milioni”!! Ma mercoledì rischiamo la caduta del governo per 300 milioni! Ma Conte non vuole inimicarsi l’Europa e chiede che questa riforma in Parlamento sia votata.
    “Siamo in guerra con il virus ma ora inizia la ricostruzione nel segno dell’Europa e sarà il mio governo a guidarla perché non cadrò sul Mes. Guido un governo europeista, saremo protagonisti della riforma del Mes e del Recovery Fund assieme a Berlino e Parigi”.
    E dice ancora: “Non temo il voto del 9 dicembre in Parlamento sulla riforma del Mes perché il M5S sta completando la svolta pro-Ue”. Crimi gli dà ragione. Grillo no.
    Per chi sta nell’Unione europea aborrrendo gli abusi della Troika e la distruzione intenzionale della Grecia che, secondo la Merkel, è stata “Il capolavoro dell’Ue”, ci sono cose inaccettabili.
    Ma per chi teme sopra ogni altra cosa la caduta di questo governo proprio ora che stanno per arrivare 209 miliardi di euro, la scelta è orribile.
    Io non ho più parole!

    Piace a 1 persona

  7. MA VE LO RICORDATE COSA HA FATTO IL MES ALLA GRECIA?- Viviana Vivarelli.

    Un Paese distrutto! E la Merkel ha avuto la faccia di dire che “la Grecia è stata il capolavoro dell’Unione europea”!
    LA GRECIA HA SUBITO IL PIU’ GRANDE PIANO DI DISMISSIONE DEL MONDO!!!
    La depredazione di tutti i suoi beni pubblici, la distruzione del suo stato sociale, le privatizzazioni di ogni esistente, il taglio delle pensioni e dei salari, un piano di licenziamenti inaudito, un massacro sociale che ha ridotto in miseria estrema il 40% della popolazione, impoverito la grande maggioranza, arricchito un pugno di magnati e le banche tedesche, che hanno realizzato lauti profitti con i prestiti a usura al governo greco.
    DOPO 14 AEROPORTI E IL PIREO, presi dalla Germania per un tozzo di pane, VENDUTO ANCHE IL PORTO DI SALONICCO e anche il porto di Tessalonica, seguendo la logica delle privatizzazioni selvagge chieste dalla Troika. Un consorzio a controllo tedesco ne ha incamerato il 67% in cambio di un miliardo di dollari. Poi immobili storici e governativi (come gli ex ministeri della Cultura e dell’Interno) e grandi catene di alberghi, fino alla concessione di intere aree turistiche nelle più famose isole delle Cicladi.
    E pure le società partecipate dallo Stato, come le aziende elettriche, dell’acqua e del gas naturale, porti, aeroporti, ferrovie e autostrade. Anche una miniera d’oro. E le risorse elettriche. E c‘è chi ha la faccia di negarlo e vorrebbe un trattamento simile anche per l’IItalia????
    E questo delle privatizzazioni a 360° e delle svendite dei beni e dei diritti italiani con l’azzeramento dello stato sociale era il piano di Renzi come del Pd, ma anche quella della Lega. Per questo la Lega aveva già cominciato a smantellare la sanità pubblica, chiudendo ospedali pubblici e prolungando di mesi i tempi di attesa per le analisi, mentre favoriva le cliniche private in cambio di mazzette. e voleva pure eliminare il medico di base!
    Ma era proprio questo che volevano quello che hanno continuato a votare Pd??? Ed è ancora questo che vogliono quando insistono a chiedere il MES o vogliono approvare la riforma del Mes che è addirittura peggiorativa, favorisce di più le banche e distrugge di più i diritti dei popoli??
    E noi mercoledì dovremmo approvare questa riforma? E tanto più in un tempo in cui aspettiamo i 209 miliardi promessi dall’Ue?? A meno che questo Mes non sia la precondizioni che avere tutto.

    Piace a 1 persona

  8. IL NUOVO MES- VIVIANA VIVARELLI.
    Tutti i Paesi europei, dopo la fine della Grecia hanno rifiutato il MES.
    Ora la Troika ci riprova con l’esca che è un prestito a tasso zero. In realtà è un grimaldello per assogettare le democrazie europee e stravolgerle.
    Tra due giorni il Parlamento dovrà votare SÌ o NO al NUOVO MES
    che è peggio di quello vecchio.
    69 grillini vogliono votare NO
    ma siccome Conte è per il SÌ per non disdegnare la TROIKA il governo rischia di cadere
    per cui Crimi ha minacciato di espulsione chiunque voti NO
    anche se votare No al NUOVO MES PEGGIORATO non solo è assurdo ma è contrario ad ogni nostro principio.
    Per cui dobbiamo scegliere tra tradire i nostri valori o far cadere il Governo.
    Quando la pandemia sarà finita, se cade il Governo potrebbe esserci la destra al potere
    e questo cazzo di riforma potrebbe essere il piede di porco della democrazia se la TROIKA decidesse che se non si accetta il NUOVO MES non si becca un euro.
    Non conta che il prestito sia o non sia a tasso zero.
    Conta che potrebbe essere la precondizione per accettare IL NUOVO MES per forza e fare la fine della Grecia subendo ordini che tranciano la nostra Costituzione, fanno migliaia di licenziamenti, stracciano i nostri diritti civili, annullano il nostro stato sociale, entrano nei nostri conti correnti e comprano per due soldi i nostri beni pubblici…

    Piace a 1 persona

  9. Ma niente niente ci vuoi convincere con tutte ste Patacche che votare una riforma al MES,
    (materia complessa che ho già spiegato in precedenza), equivale ad accettarlo?
    E non può significare, contribuire, magari, a renderlo più metabolizzabile per chi ne avrà veramente bisogno/chi decide di accettarlo?

    Fermo restando che mi sono rotto il C. io, immaginarsi il presidente Conte, che continua a ribadire che: “Se la politica vorrà il Mes dovrà votarlo il parlamento della Repubblica” , che equivale a dire,
    NON VERRÀ MAI APPROVATO (fino a quando la matematica avrà la sua valenza)

    Piace a 1 persona

    • @unoerre
      Dialogo surreale… ma non troppo:

      “Dai, vieni qui che non ti faccio niente.”
      “No! Non vengo! Non mi fido di te! Hai un pisello troppo grande!”
      “E che vuol dire? Ce l’ho sempre avuto, ma mica lo uso con tutti quelli che mi capitano a tiro.”
      “Sarà, ma la mia amica Athena l’ha assaggiato e da allora non è più riuscita a stringere le gambe.”
      “La tua amica Athena? Ma te lo ricordi come se ne andava in giro per l’Europa tutta scollacciata,
      con i conti scoperti, con le chiappe al vento? S’è l’è proprio cercata! Ha chiesto il nostro aiuto e noi
      glie lo abbiamo dato.”
      “Aiuto? Ma se per fotterla in tutti i modi possibili vi siete anche fatti pagare!”
      “Ma dai, non sottilizzare e non tirarla troppo per le lunghe. Si tratta solo di tirarsi giù le brache e
      chinarsi leggermente in avanti. Mica penserai che in futuro noi si voglia approfittare della disponibilità
      mostrata nel calarti le mutande di ghisa, vero? Per chi ci hai preso? Per dei bastardi figli di Troika?”

      "Mi piace"

  10. MINISTRO LEZZI.
    “SOLO IL VOTO DEGLI ISCRITTI PUÒ LEGITTIMARE IL SÌ ALLA RIFORMA”
    “Sappiamo bene, i miei colleghi ed io, che il 9 dicembre si votera’ in Parlamento una risoluzione per dare un indirizzo al Governo circa la riforma del MES. Nella nostra lettera inviata ai vertici, che aveva il fine di un confronto nel merito, parliamo chiaramente di riforma e non di attivazione. Dopo questo doveroso chiarimento che e’ semplicente teso a mantenere la discussione nel merito senza scomodare saccenteria, ideologie, dietrologie, battaglie, affondamenti, attacchi al premier, espulsioni, presunte e reali rappresaglie e vendette, e’ il momento di chiarire che la nostra posizione e’ in linea con quanto ha, giustamente, detto Luigi Di Maio che ha dichiarato che questa riforma e’ peggiorativa di uno strumento gia’ devastante di suo. Peggiorativa. Perche’ dovremmo contribuire a peggiorare qualcosa?”
    ..
    E perché, allora, ci dicono che se rifiutiamo questa sconcezza cadrà il Governo
    e Crimi ha dichiarato che espellerà chiunque voti NO????

    Piace a 1 persona

  11. Lei non si rende conto che questi sono dei pretestuosi perditempo incapaci,
    miracolati dalle circostanze,
    quindi una sana PURGA non ha mai fatto male a nessuno, a meno di quelli che soffrono di colite. Epurazione

    "Mi piace"

  12. È Natale.
    Me li vedo proprio i capponi, M5S, votare per finire infornati, cioè tornare a casina.
    Ma va là, su, dem

    "Mi piace"

  13. a breve mi disiscriverò da quella cagata di Rousseau, essere preso per il culo una volta sì, perseverare è da coglioni, cioè figlio coglione di altri due coglioni, che ti hanno messo al mondo per sbaglio. Decisione irreversibile e unica. Ho già deciso.

    Bisogna dire le cose come stanno: E’ STATA UNA FARSA.

    La base NON solo NON c’è più, ma presto decideranno di abolirla loro, per statuto, crimi (ER PATATA nipote di prodi) in testa.

    MI VERGOGNO DI AVERLI VOTATI. Sono un idealista, ma nei fatti un coglione. Mi vergogno sul serio.

    Al prossimo giro diranno che i benetton non possono essere cacciati perchè ce lo chiede l’europa. Pensate davvero non sarà così? E il conflitto d’interessi, ve lo ricordate? TUTTE CAZZATE oramai. Espelleranno i “dissidenti”.

    Lo ripeto: MI VERGOGNO DI AVERLI VOTATI. E li ho votati SEMPRE, dai meet up fino a ieri pomeriggio.

    Considerando la merda leghista, la zoccola della meloni, la mafia destrosa del GARANTISMO dei delinquenti e considerando che il piddi mi ha sempre fatto SCHIFO oltre il senso di vomito, smetterò in senso assoluto di votare.

    Ma dovrò anche, per senso civico e dignità personale, SPUTARE sui 5 stelle, sulla FARSA TRAGICA E INDEGNA che stanno scientemente portando avanti senza il senso del ridicolo e della vergogna, perchè come i piddini NON si vergognano più di NIENTE.

    Oramai il giochino è chiaro anche ai bimbi SCEMI: a questi interessa solo stare su quella poltrona, tutte le fratture interne, le liti, sono solo cazzate, se sai che al termine dei due mandati devi lasciare ad altri. Questi sono in trattativa tra loro per conquistare posizioni, potere, espandere le influenze, agganciare legami. E poter continuare a mangiare col politichese, proprio come uno sporco piddino qualunque.

    pd e pd meno elle, ve lo ricordate? Proprio come 5 fave in un cielo senza stelle.

    CHE VERGOGNA. CHE VERGOGNA.

    Disiscrizione subito, la misura è colma.

    "Mi piace"

  14. FAMMIGRAZIA
    Ma il 32% del 2018 è frutto del tuo voto e quello dei tuoi compagni boy scout, o c’è dietro un corpo elettorale, ma poi, sono stati eletti parlamentari per prendere decisioni politiche o per inginocchiarsi ad ogni Benemerito Peto, al confessionale dell’assemblea dei Piscialetti?
    Ma chi sono questi pokeristi che non sanno neanche
    dare le carte.
    La politica è fatta di progetti, compromessi, lungimiranza, toccate di culo, per portare a casa i risultati congreti da girare al popolo e non c’è bisogno di Culipuri, ingessati nei pensieri (vedi Lezzi), se non opportunisti dell’ultima ora, ripescati con i voti nazionali, che oggi sono dediti a produrre video denigratori verso il governo, mantenendo abusivamente il proprio mandato a euri 15.000 per ogni giro della boa, (non per fare un “Paragone”)
    Vogliamo parlare dello stuolo dei scilipotiani,
    che oggi allocano e gremiscono il gruppo misto, Aiello, Ermellino…. nelle file della Lega come Lucidi, Grassi, Urraro, Riccardi.., quelli che vanno al lavoro a Ostia Lido (vedi Curial),

    I pretestuosi dell’ultimo mandato
    (vedi Corrao & Co.)

    Quelli che credono che Gesù Bambino sia Babbo Natale da giovane, oh yeh!

    Un motivo fondante, profondamente sentito, accomuna tutti questi Miracolati, 💵

    Ma in che mondo parallelo vivete!?
    Non resistete proprio ad autoestinguervi!

    p. s.
    La tormentata e irrisolta Lezzi, già me la vedo
    più gaia, sorridente dal volto finalmente disteso, affiancare egregiamente Benedetta Parodi
    in cucina, a lanciare ricette regionali, come
    “u’pollo ripienu cusutu ‘nculu”

    "Mi piace"

  15. NO AL NUOVO MES !- Viviana Vivarelli.
    Dire che un popolo può essere ridotto alla fame perché i suoi governanti sono corrotti e per questo deve essere privato dei suoi beni e dei suoi diritti è un discorso cinico e perverso che solo un delinquente naturale può fare.
    Non esiste Paese al mondo che non abbia un alto debito pubblico e non esiste Paese al mondo che non abbia governanti corrotti, basti pensare al Giappone o agli Stati uniti o alla Russia. Ma che per questo si debba uccidere un popolo, come è avvenuto in Grecia o in Argentina, non ha senso alcuno e fa parte solo di un progetto demoniaco di dominazione del mondo.
    Il fatto è che ci sono Paesi che hanno la propria sovranità e danno alla propria banca nazionale il diritto e il potere di stampare quanta valuta vogliono. La Fed stampa miliardi di dollari e li dà direttamente agli States senza che ci sia inflazione o caduta del valore del dollaro. Il Giappone fa lo stesso con la sua banca e la sua valuta. E faceva lo stesso l’Inghilterra con la sua banca nazionale persino quando stava con un piede solo in Europa mentre con l’altro conservava la sterlina e decideva della propria politica monetaria.
    Questa diceria che è giusto che un popolo paghi per gli errori dei suoi governanti è una balla inverosimile,, una menzogna da poco prezzo che solo un ignorante del popolino basso può ripetere a pappagallo perché gli hanno insegnato a credere che il debito di uno Stato sia identico al debito di un padre di famiglia. Un debito di per sé non è il male assoluto. Al contrario ci sono debiti buoni e necessari che servono a rimettere in sesto un Paese, come dimostrò Keynes e come fece Roosevelt in America dopo la crisi del ’29 quando iniziò una spesa enorme di modernizzazione degli Stati uniti che li risollevarono dall’inflazione, dalla miseria, dalla disoccupazione e dai danni di una finanza perversa.
    Il fatto gravissimo, invece, è che l’Italia sta dentro un’Unione Europea che questa rinascita dell’Europa c ‘è chi non la vuole, qualcuno che domina l’Europa in modi che hanno molto poco di democratico, ed hanno imposto una BCE che non somiglia affatto alla Fed americana o alla banca nazionale inglese e ancora meno alla banca giapponese, e che non può stampare euro a piacere né intende prestare direttamente agli Stati ma li dà alle banche perché queste a loro volta li diano agli Stati tenendo il loro tornaconto, per cui non abbiamo mai avuto un’Unione di popoli ma un’Unione di banche, banche che IL NUOVO MES aiuta ancora di più mente stringe con le sue tenaglie in modo peggiore i diritti dei popoli. E quel Draghi, che Pd e compari incensano tanto, è anche lo stesso che ha tenuto nelle sue mani la BCE, permettendo la distruzione e il saccheggio della Grecia e che avrebbe permesso anche la distruzione e il saccheggio dell’Italia con l’aiuto di quel Padoan a cui si deve anche la perversa distruzione dell’Argentina. Che il Pd e soprattutto Renzi stiano alla parte di questi distruttori di Paesi, in base a patti servili che hanno coinvolto lo stessso Bersani, dovrebbe essere chiaro ad ogni elettore. Il gioco è sempre lo stesso, col beneplacito dei Paesi maggiori come la Germania e la Francia pronte a spartirsi il bottino dei Paesi distrutti, e l’interesse dei paradisi fiscali europei come il Belgio che da anni protegge i fondi neri dei politici corrotti come delle grandi imprese, che derubano i propri popoli, mentre si fanno condizioni fiscali di favore e leggi di favore alle multinazionali e ai gruppi criminali organizzati. È sempre sulla linea della protezione ai grandi patrimoni che si sono create istituzioni elettive ma di scarso valore come il Parlamento europeo e organismi non elettivi ma di valore sproporzionato come il Consiglio Europeo o si è voluto che l’Europa stessa non dipendesse dal voto dei suoi cittadini ma da meccanismi antidemocratici come il Mes così come si è voluto che il vero potere non fosse nell’Unione europea ma in organi extra europei come il Fondo Monetario che è una istituzione al servizio dei più ricchi dell’Occidente per la difesa dei loro interessi per poter diventare ancora più ricchi a spese dei più poveri. E ora che a capo della BCE c’è la Lagarde, direttamente presa del Fondo Monetario, è anche peggio.
    È inutile sottolineare l’antidemocraticità e il carattere dittatoriale e disumano di tutto questo. Solo chi beneficia dei suoi delitti o li difende per uno sporco interesse personale può trovare del buono in tutto questo.
    Mi dispiace per Altieri Spinelli o qualche altro Padre Fondatore idealista che sognava un’utopica Europa, ma l’Unione che è uscita poi è nata viziata fin dall’origine dal veto di autonomia e di democraticità imposto dagli Stati Uniti e dalle banche d’affari americane, quelle che hanno la faccia di imporci Costituzioni meno libere e meno democratiche per favorire i propri interessi e non avere nell’euro un competitore del dollaro. Saddam fu ucciso perché aveva osato vendere il suo petrolio in cambio di euro. Gheddafi fu ucciso perché voleva fare una banca africana che avrebbe tenuto testa alla Fed.
    Il MES fa parte di questo schema perverso e antiumano di dominazione dell’Occidente da parte dei più ricchi dell’Occidente. Ma IL NUOVO MES è addirittura peggio di quello vecchio. Favorisce ancor più le banche, minaccia ancon più i popoli, e, qualunque sia il suo ammontare, non ha perso nessuna di quelle condizionalità disumane che permettono il saccheggio di un Paese, la distruzione dei suoi diritti, lo scempio della sua Costituzione e l’immiserimento dei suoi cittadini. E’ un falso clamoroso che sia un Mes ‘sanitario’, basta leggerlo per capire che di sanitario non ha niente. E’ solo un incrudelimento di quella perversione che era prima.
    E che i Paesi europei lo abbiano accettato con l’esca del Recovery Fund non vuol dire niente. I loro governanti sono gli stessi che applaudirono Trump quando voleva attaccare il Venezuela col colpo di stato di Guaidò per depredarla del petrolio venezuelano. Dissero di sì a Trump per un atto di pura aggressione predatoria per non inimicarsi gli Stati uniti, e l’Italia sola si oppose.
    L’Italia ha tutto il diritto di opporsi anche adesso e dimostrare che non si può essere schiavi per sempre.

    "Mi piace"

  16. 5 stelle di merda, vergognosi traditori, mi autofustigo per avervi votato. non che quei pagliacci della pseudo-opposizione siano meglio, visto che stanno zitti. i sondaggi che dicono che gran parte degli italiani preferiscono essere sudditi che morti dimostrano cio’ che siamo, un popolo che merita la schiavitu’. applausi per soros

    "Mi piace"