Barbara Lezzi: “La riforma del Mes va votata sulla piattaforma Rousseau”

(Barbara Lezzi) – Sappiamo bene, i miei colleghi ed io, che il 9 dicembre si voterà in Parlamento una risoluzione per dare un indirizzo al Governo circa la riforma del MES. Nella nostra lettera inviata ai vertici, che aveva il fine di un confronto nel merito, parliamo chiaramente di riforma e non di attivazione. Dopo questo doveroso chiarimento che è semplicemente teso a mantenere la discussione nel merito senza scomodare saccenteria, ideologie, dietrologie, battaglie, affondamenti, attacchi al premier, espulsioni, presunte e reali rappresaglie e vendette, è il momento di chiarire che la nostra posizione è in linea con quanto ha, giustamente, detto Luigi Di Maio che ha dichiarato che questa riforma è peggiorativa di uno strumento già devastante di suo. Peggiorativa. Perché dovremmo contribuire a peggiorare qualcosa?

Non possiamo smantellare il trattato del MES come avevamo promesso perché non siamo soli al Governo ma non lo è neanche il PD. Il ministro Gualtieri ha ignorato con spocchia le richieste che gli sono pervenute dai colleghi del m5s durante un’audizione in Parlamento. Ma, di più, ha scientemente ignorato i due atti di indirizzo del Parlamento (votati con il Conte I e Conte II). Questo non è il metodo corretto per addivenire ad una sintesi che assicuri il rispetto degli elettori del M5S. Da parte nostra, c’è la piena collaborazione per fare il bene degli italiani con la lungimiranza che deve essere propria della buona politica. Evitiamo di sperticarci in dichiarazioni prive di nesso logico e scendiamo nel merito della proposta perché solo questo deve contare per chi ha come unico fine il benessere dei cittadini soprattutto in un momento così difficile. Noi chiediamo il rispetto degli impegni assunti dal Ministro Gualtieri in ben due risoluzioni in cui avevamo chiesto di seguire la c.d. logica di pacchetto ovvero nessuna firma sul MES e accordo su tutti gli altri punti della riforma. Solo quando si avrà il quadro di insieme si potranno effettuare scelte ponderate e apporre firme. Molte di queste decisioni, in passato, sono state prese con sciatteria dalla politica. Sono quelle scelte a causa delle quali ci siamo ritrovati con una sanità fragile. Parlo di quelle scelte che hanno tagliato le spese su scuola e pensioni. Sono quelle scelte scellerate che hanno inciso sulla pelle della povera gente. Quelle scelte vennero prese nascondendo il merito sotto al tappeto della responsabilità, maturità ed europeismo. Basta anche con la sciocchezza che “lo votiamo ma non lo attiviamo”. Per carità, è un tentativo mal riuscito di manipolazione. Scusate la mia consueta franchezza ma è così. E, vi prego, non impicchiamo l’identità e la coerenza del M5S all’albero della complessità, della politica con la P maiuscola, del superamento degli steccati ideologici o di altre frasi fritte e rifritte.

Se non ci sarà la serietà che merita questo argomento e qualcuno vorrà votare questa riforma, solo un voto sulla piattaforma Rousseau potrà legittimare le scelte di questi parlamentari che invertirebbero la rotta rispetto al programma e a quanto fatto in questi due anni. Rousseau ha dato vita a due governi e ha indirizzato altre decisioni su temi sensibili. Il nostro metodo prevede la consultazione dei nostri iscritti. Vi allego l’appello di 100 economisti che si oppongono alla riforma del MES.http://temi.repubblica.it/…/mes-una-riforma-che…/

17 replies

  1. Tonino b. Te sei super pessimista. Barbara lezzi mi convinco sempre di più che la politica è una bruttissima bestia. Lei scrive bene ma quando e come si decide? In un tema molto tecnico che risposta si aspetta dalla piattaforma? Governare vuole dire sporcarsi le mani
    E spesso si deve agire contro il proprio io per il bene del tutti. Un sincero in bocca al lupo, convivere con il Pd o FI , o la Lega e Fratelli d’Italia è cosa a me non facile da digerire
    Ma confido in voi……

    Piace a 1 persona

  2. L’avevo già detto e sono quindi assolutamente con Barbara. Questo voto va deciso con la base del M5S. Già il solo fatto che Del Rio abbia detto che il si a questa riforma è ineludibile, mi fa capire chiaramente che va bocciata! Speriamo ci facciano votare su Rousseau, in questo modo si spegnerebbe anche ogni polemica nei confronti del M5S e allora si che, chi voterà diversamente da quanto stabilito dal voto della base, dovrà essere epurato dal Movimento, non certo chi ha sempre mantenuto una linea coerente!

    Piace a 2 people

    • Lezzi mi racconteresti la leggenda sulla xylella?
      Cos’ha prodotto la tua lotta antiscientifica?
      E il TAP?
      CHE DANNI HA CAUSATO ALLA FINE?
      E la Laricchia, con il suo voto di testimonianza cos’ha portato a casa? Un’alleanza con Emiliano che, se fosse stata contattata prima, avrebbe portato all’elezione di qualche pentastellato in più.

      Quindi oggi bisognerebbe passare nuovamente attraverso la piattaforma di voto, NON CERTIFICATA, Rousseau. E poniamo caso che la maggioranza dei residui attivisti rifiutasse, il M5S in parlamento farebbe mancare i suoi voti aprendo una crisi di governo?
      Ne sei/siete consapevoli?
      Lezzi, che probabilità pensi di avere di ritornare in parlamento?
      Muoia Sansone con tutti i Filistei è oggi la vendicativa linea politica che ti guida?
      Road to 5%, take it easy.
      Il taglio dei fondi alla Sanità NON C’È LO HA IMPOSTO L’EUROPA.
      Semmai ci chiedeva di rientrare dal galoppante deficit di bilancio che si accumula anno dopo anno grazie al disastroso governo berlusconiano.
      Ti ricordi i condoni fiscali, edilizi, tombali, per favorire l’evasione fiscale delle partite Iva che lo avevano votato in massa?
      E le costosissime e sanguinose missioni di guerra in Iraq e Afghanistan dietro a Bush jr e BLAIR?
      I tedeschi RESTARONO A Casa, e ci chiedevano di aggiustare i conti per continuare a sfruttare i vantaggi dell’Unione monetaria e doganale.
      Quindi Tremonti pensò bene di avviare la stagione dei tagli lineari ai trasferimenti per le regioni.
      Questo, in combinato disposto alla riforma del titolo V della Costituzione, assegnò la gestione della sanità alle regioni. E cominciò lo scempio e una stagione di corruzioni e sperperi arrivati fino ad oggi.
      Però è vero pure che ci sono state regioni, Emilia Romagna per esempio, che la sanità pubblica NON L’HANNO SFASCIATA. E non hanno fatto registrare casi di corruzione spettacolare come in Lombardia o sul Mose in Veneto.
      Questo caxxo di vizio di addossare all’Europa i vizi di una nazione corrotta e mafiosa sa tanto di leghismo, di quei ladroni verso i quali continuate a nutrire nostalgia.
      È FINITA per quelli come te.
      State solo decidendo la data di sepoltura definitiva di un’esperienza tradita, costruita sull’ignoranza e sulle flatulenze panciste.
      Ti ricorderò come un personaggio poco pragmatico e concreto, con un modus operandi sbilanciato verso l’utopia.
      Alla fine ti sei personalmente arricchita, ma ti ritrovi con un pugno di mosche fra le mani.

      "Mi piace"

      • Quindi secondo te, per evitare una crisi di governo, meglio mettersi un cappio al collo? Così ragiona la Meloni e gli italiani che gli vanno appresso, perché nessuno ricorda che ha votato tutte le norme Monti che hanno fatto macelleria sociale.
        Qui, come dice Viviana, c’è in atto un ricatto bello e buono e se non lo vedi il problema è solo tuo, non certo della Lezzi.

        "Mi piace"

  3. La piattaforma Rousseau ha dimostrato di essere come la corazzata Potemkin:
    – non ha impedito l’accesso a infiltrati, opportunisti, traditori
    – ha dimostrato che la “democrazia diretta” ( purtroppo!), non funziona come non funzionava nell’Atene di 2500 anni fa. Ed erano pure 4 gatti omogenei ( 30.000 votanti: cittadini, maschi, adulti, liberi)

    "Mi piace"

  4. String, stringi.. i discorsi stanno a zero e quello che emerge è uno solo:

    LO VUOI IL RECOVERY FUND? E ALLORA FIRMA IL NUOVO MES!! cioè mettiti un cappio al collo peggio del primo

    La cosa più stupida con cui lo si vuole accompagnare è dire: “Tanto finché ci siamo noi non lo attiviamo!”
    E quando ci saranno gli altri? magari proprio quel centrodestra che ha cambiato idea praticamente su TUTTO
    accompagnato da quel Pd che ci ha già venduti con Bersani col fiscal compact? o con quel Renzi che è pronta a vendersi tutti i famigliari per soldi?
    Mi sembra la storia di quello che non comprò mai un ombrello “…tanto non piove mai!”

    Piace a 2 people

  5. Ma come?
    Il Parlamento deve votare su una cosa importante come IL NUOVO E PEGGIORE MES e alla Piattaforma Rousseau non si chiede di votare???
    Va bene che la Costituzione vieta referendum che hanno a che fare con patti internazionali ma noi tendiamo a una democrazia diretta come quella svizzera dove si vota ‘ANCHE’ sui contratti internazionali e qui dovremmo realizzare almeno nel nostro interno quei valori che vorremmo validi per tutti!!!
    Invece, il nostro parere non viene nemmeno chiesto
    Abbiamo in Parlamento 208 tra deputati e senatori
    Se tra questi ben 69 dichiarano il loro NO al NUOVO MES, questo vorrà dire qualcosa o si deve fare come ordina Crimi, che è un reggente illegale che sta a un posto di comando da 10 mesi (e non 30 giorni come dice lo Statuto) e ordina di cacciare dal Movimento chi voterà NO???

    Piace a 1 persona

  6. Tutti coloro che ritengono IL NUOVO MES non pericoloso “perché tanto noi non lo chiederemo mai” ricordo prima di tutto che piddini e renziani lo vogliono e poi che c’è una cosa che nessuno considera: basta che gli stessi che ora ci impongono il MES dicano che chi non lo chiede non avrà nemmeno i soldi del Recovery Fund e il gioco è fatto.
    Vi siete mai chiesti perché, dal momento che dopo la Grecia nessun Paese europeo lo ha più chiesto, ora improvvisamente lo hanno peggiorato? Logica vorrebbe che se un prodotto non si vende, si cerca di migliorare l’offerta o di ridurre il presso. Qui assistiamo a una manovra contraria. Siccome non siamo scemi, cosa c’è dietro? Cosa verrà dopo?

    Piace a 1 persona

    • Ma piantala, troll casaleggese che non sei altro.
      Si vota per una riforma del MES in ambito europeo.
      Adottarlo o meno in Italia è tutto un altro paio di maniche che dovrebbe passare al vaglio del parlamento.
      Vuoi vedere che oggi mi tocca rivalutare il pomiglianese?
      Poi il solito complottismo….Cosa c’è dietro? Cosa nasconde?
      E cosa vuol nascondere se non la vostra ignoranza sparsa a piene mani!!!
      Dì laa verità, pure tu sei un troll nostalgico del ritorno alla lira, vero? Quella bella sovranità monetaria per azzerare il debito attraverso la sua monetizzazione.
      E fanq.lo il potere d’acquisto dei redditi fissi e l’azzeramento del valore dei risparmi. Poi potremmo aggiungerci, come chicca finale, un ritorno al commercio tramite dazi reciproci, quello si UN CAPPIO AL COLLO per un’economia come la nostra che vanta IL QUINTO SURPLLUS COMMERCIALE A LIVELLO PLANETARIO.
      Perchè non ti iscrivi alla lega e la pianti con le tue supercazzole complottiste?

      "Mi piace"

      • Stai forse rispondendo alle mie parole? Perché in tal caso sei proprio fuori rotta. Finché ci sarà il M5S sono più che sicuro che il MES non verrà usato, ma non comprendo il motivo per cui dovremmo votare per una riforma peggiorativa (lo ha detto anche Di Maio)
        Ma non sono certo leghista né immagino un ritorno alla Lira, il futuro è la moneta digitale.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...