La violenza la fanno ai Cinque Stelle

(Gaetano Pedullà – lanotiziagiornale.it) – E siamo a tre. Dopo Giarrusso fatto passare per amico dei lobbisti, Morra accusato strumentalmente di discriminare i calabresi e i malati di cancro, ora tocca a Grillo. Da un anno il figlio Ciro è sotto indagine insieme a due amici per un presunto caso di stupro, e adesso – prima ancora del probabile rinvio a giudizio – escono i dettagli di una vicenda che, se accertata, dovrà avere una condanna severissima. Perché qui va fatta una premessa: gli abusi sessuali non sono mai scusabili, e proprio oggi, la giornata mondiale contro la violenza sulle donne, ci richiamano a una riflessione sulle responsabilità di tutti, da chi ci offre a buon mercato modelli diseducativi sulla rete e in tv, sino alle famiglie dov’è sempre più ridotto il trasferimento di valori e il controllo dei giovani.

Ma lasciamo ad altri spazi questi ragionamenti e torniamo a Grillo. Anzi, ai Cinque Stelle, i fortunati “utilizzatori finali” dell’indignazione che monta per questi casi uno dietro l’altro e già decisi in Cassazione. Se c’è una cosa su cui scommettere con la certezza di vincere al cento per cento, questa è l’inaffidabilità dell’informazione quando si parla del Movimento o di chi semplicemente non si accoda ai suoi detrattori. Di recente è capitato anche a me, con la diffusione nel programma di Massimo Giletti dell’intercettazione di una mia telefonata con il dominus dell’inchiesta Mafia Capitale, Salvatore Buzzi, arcinota perché agli atti del processo. Una telefonata rappresentata però in modo tale da sembrare tutt’altro che la verifica alla fonte di una notizia di reato (in teoria obbligatoria se si fa i giornalisti), bensì come dimostrazione di un rapporto identico a quello di chi invita lo stesso Buzzi a presentare libri e fare monologhi auto-assolutori in tv.

Ecco, alla stessa maniera, un modesto contributo elettorale è diventato il sigillo della connivenza di Giarrusso con Big Pharma e una frase estrapolata da un discorso sui legami tra politica e ‘ndrangheta l’attestazione della inadeguatezza di Morra al vertice dell’Antimafia. Un copione che rischia di riproporsi con Grillo jr, e che comunque tra le vittime non può avere il Movimento, che nulla c’entra e che ha sostenuto una legge importante contro gli abusi sulle donne, come il Codice Rosso. Un fatto, l’ennesimo, che però già sappiamo non fermerà la propaganda di un sistema troppo forte nell’informazione, e che non aspetta altro per far sembrare orribile – come in una sineddoche – un’intera forza politica il cui peccato originale è di non avere a che fare con chi stupra da sempre le finanze pubbliche, i diritti della povera gente e la legalità.

13 replies

  1. Premetto che, chi è colpevole va punito e basta! Mi domando perchè l’opinione pubblica debba usare i retroscena che nulla hanno a che fare con, in questo caso, il movimento 5stelle per denigrarne e sminuirne il lavoro svolto fino ad oggi. Preferirei che se ne parlasse, nel bene o nel male, per i meriti o demeriti e si ponesse l’attenzione su dati concreti. Purtroppo tra fakenews e retroscena inutili, il cittadino medio si perde in un mare di disinformazione. Non so se i 5stelle siano la risposta a tutti i mali del mondo, ma possiamo almeno dargli il beneficio del dubbio ed ammettere che nel “bordello” politico italiano sono tra coloro che ci credono al cambiamento e alla volontà di fare delle migliorerie!

    Piace a 3 people

    • @NewtonSapple777
      Scusa,sai, ma non ti sembra un po’ tardiva la tua domanda?
      A meno che non fosse una domanda retorica di cui conosci benissimo la risposta.
      L’opinione pubblica è costretta a usare ciò che passa il convento, e se il convento
      è abitato da mascalzoni avvelenatori dei pozzi invece che da onesti e laboriosi
      fraticelli, il risultato è che la PO si forma non su notizie vere e fatti accertati, ma su
      un cumulo di menzogne, omissioni e distorsioni della realtà.
      Pura e semplice propaganda di Goebbelsiana memoria.

      Piace a 3 people

  2. I pentastellati continuano il loro oblio mediatico, sembrano quasi anestetizzati e non in grado di reagire a qualsiasi accusa che li danneggia agli occhi dell’elettorato e dei cittadini, messi sotto il fuoco dei media servili alla becera politica, intesa come sistema atto a tutelare i vecchi privilegi. Più volte in tal senso si è stimolata la classe dirigente del M5S ma senza alcun risultato e senza alcuna risposta. Non saranno di sicuro i social a capovolgere l’andazzo, ma……..

    Piace a 4 people

  3. dice caruso paolo: “I pentastellati continuano il loro oblio mediatico, sembrano quasi anestetizzati e non in grado di reagire a qualsiasi accusa che li danneggia agli occhi dell’elettorato e dei cittadini…”!!!

    forse perché sono troppo impegnati a cena con la casellati vien dal mare o ad incontrare i letta-zio, i draghi maneggioni di derivati che tanto sono costati alle casse dello stato (cioé le tasche di chi paga le tasse) e altri big di specchiata e immacolata moralità…?
    o perché sono sempre troppo impegnati ad accettare e contribuire a nominare ai vertici di spa pubbliche specchiati e immacolati “magnager” inquisiti, condannati il cui indefesso merito pare essere (solo) quello di avere le “tessere giuste” in tasca…???
    senza contare l’immarcescibile loro impegno a contribuire alla nomina di commissari alla sanità calabra (ben tre in pochi giorni e non pare essere finita…!!!) senza alcuna macchia che potrebbero identificarsi come trasparenti, specchiati e incorruttibili…???
    o forse perché sono troppo impegnati a emendamenti legislativi per favorire le aziende del “delinquente naturale” condannato per frode fiscale e che perfino pagava la mafia…?
    o perché sono troppo impegnati a non, ripeto non, proporre emendamenti per la lotta al riciclaggio del danaro mafioso (voluta pure essa dall’ue!!!) che potrebbe sfavorire, ripeto sfavorire, il predetto “delinquente naturale” e altri suoi consimili e sodali (si veda report andata in onda lunedì 23 dicembre scorso)???
    o perché sono troppo impegnati a non, ripeto non, approvare una legge sul conflitto di interessi che potrebbe danneggiare la delinquenza istituzionalizzata…???
    o perché sono troppo impegnati a non, ripeto non, approvare una legge per ripristinare l’acqua pubblica…?
    forse come delinquenti non pare (ancora) siano molto bravi… ma come “reggitori di sacco” sembra siano tra i primi in classifica…?!?!
    forse perché stanno costruendo il loro paradiso lavorativo nelle società private – parassitarie – che favoriscono e che li pagheranno lautamente quando avranno terminato la carriera politica…???

    "Mi piace"

  4. @tonino b

    Egregio, abbiamo capito che lei disdegna il m5s perché formato da traditori, disgraziati, farabutti, delinquenti naturali. Non sarò io a far cambiare idea a nessuno.
    Vorrei, però, porle tre domande semplicissime:
    – questi “sciagurati” governano da soli o in coalizione?
    – Dispongono di giornali, radio, tv e personaggi famosi che ne tessono continuamente le lodi?
    – Lei si informa direttamente presso i vari deputati e senatori e ministri o dipende, come tutti, da quel che troviamo in giro, vero e falso mescolato insieme?
    Nel rispondermi, naturalmente se vuole, conto sulla sua onestà intellettuale.
    Saluti

    Piace a 4 people

    • Fondamentalmente odia Di Maio, “il tetrapoltronaro”.
      Grazie a Dio ha smesso di chiamarlo così, forse si è accorto che 3 poltrone le ha lasciate, alcune anche volontariamente.
      Credo che comunque sia un 5s deluso, forse più dal destino cinico e baro che li ha fatti scontrare con la realtà, che con loro…solo che ha bisogno di sfogare su qualcuno la sua rabbia e quindi si accanisce su coloro che un tempo ha “amato”.
      È un amore/odio ormai, ma l’amore è fatto anche di accettazione e di crescita, non può nutrirsi solo di sogni e non si possono sempre interpretare come tradimento di valori, o addirittura criminalizzare, comportamenti pragmatici legati alla politica reale.
      Se distruggi tutto, non analizzi niente, non discerni il giusto, ma non rispondente ai tuoi ideali utopistici, da ciò che è veramente esecrabile in sé.
      Qui conferma, tra l’altro, che l’informazione distorta è deleteria per tutti, amici, ex amici e avversari, e fomenta i peggiori istinti, specie in chi già li coltiva.
      Oddio, il mio commento è stato un “parlare a suocera perché nuora intenda”?
      Eh già, mi sa di sì…
      Saluti ad entrambi.

      Piace a 3 people

    • @paolo diamante Roma e Anail,
      io uso i fatti inconfutabili per esprimere le mie opinioni…!!!
      ditemi, nel merito, quali sono i non fatti che citerei…!!!
      é vero, non governano da soli…!
      ma andare al governo non solo non glie l’ha ordinato il medico ma col 33% di voti presi almeno il minimo sindacale (tipo le minime disposizioni democratiche che indico) dovevano essere portate a casa…? sennò a che serve governare coi ladroni, i corrotti e i corruttori…?
      forse a reggere loro il sacco al fine di ottenere, quando avranno terminato il mandato parlamentare, posti di lavoro a tempo indeterminato e lautamente strapagati, nelle spa private e privatizzate che spadroneggiano e ingrassano (gli utili nelle loro cassette di sicurezza, le perdite sul groppone di chi paga le tasse) senza una legge sul conflitto di interessi, senza una legge sul riciclaggio di danaro “criminale” e mentre la povera gente deve campare con il rdc di 3/400 euro???
      ditemi, voi intellettualmente onesti, e vero o non e vero che sileri ha già detto che quando avrà terminato il suo mandato andrà a lavorare all’ospedale privato hsr di milano…??? e, per carità e compassione, aggiungo che non lo trovo improprio, ognuno é libero di seguire i propri istinti primordiali… anche se bassi…! ma almeno chiedere di non auto-prendersi per i fondelli… sarebbe il minimo sindacale!!!
      a quanto pare i sognatori siete voi e altri seguaci di quella parte di grillismo che ha tradito non meno di 6/7 milioni di voti e oltre seimila ex attivisti tra cui anch’io…(questi sono fatti non chiacchiere)!!!
      a proposito sapete dirmi quanti voti hanno preso i delegati agli stati generali? o i big tetrapoltronari e seguaci (traditori, usurpatori e a quanto pare pure un pò buffoni?), diversamente dalla promessa di trasparenza e streaming…, li nascondono per non far capire, ai cittadini onesti, che il tetrapoltronaro e i suoi seguaci (disonesti intellettualmente?), oltre che da me, pare siano schifati da milioni di altri delusi dall’appecoronamento a quei partiti oligarchi ladri, corrotti e corruttori???

      saluti
      e, credetemi, nessun rancore e men che meno astio…. non considero intelligente comportarsi stupidamente…(un ossimoro l’intelligenza stupida)!!! anche se (onestamente debbo ammetterlo) temo il mio scrivere sia vano..attese le risposte che ricevo…!!!

      p.s.1
      non mi informo da quello che trovo in giro…
      i miei sono fatti e atti che indico… e se evocate l’onestà intellettuale, anziché menar il can per l’aia, dovreste intellettualmente e onestamente confutare.. i fatti e gli atti…!!!

      p.s.2
      caro Anail: odiare attiene alle persone di bassa caratura intellettiva…!!! io valuto i fatti e gli atti che si compiono…!
      passare, in un battito d’ala di farfalla, dagli abiti da lavoro (da bibitaro o da mezza cazzuola?) al gessato blu, cravatta incollata, auto di servizio con autista incorporato e scorta alabardata d’ordinanza, pare lascia capire ampiamente di che argilla scadente é fatto il vaso tetrapoltronaro a cui pare (“ocheggiando giulivamente”?) non dispiaccia lucidare le scarpe ai cafoni arricchitisi predando la nazione e i cittadini onesti…?

      "Mi piace"

  5. Gaetano Pedullà – lanotiziagiornale.it:Caro Gaetano ti sei dimenticato che la “vittima” ha denunciato in questura (il fatto) dopo ben 10 giorni dall’episodio e a Milano, non in costa Smeralda..(fai bene il giornalista).Sembra un caso “Tortora”…pari pari (per similitudine e per come si svolgono i fatti). Come se per toglirti di mezzo caro il mio Pedullà ti mettessero qualche kg di coca in auto.La penso così, posso sbagliarmi ma gli interessi in gioco sono talmente grandi ?Si può immaginare di tutto.Anche che qualche infame venduto 5 five lo voglia togliere di mezzo costi quel costi.(Non guardare il dito guarda alla luna) e all’insieme delle stelle.Ti stimo e ti saluto.

    Piace a 1 persona

  6. Questa è la rappresentazione dell Italia degli intoccabili, che protetti dall immunità parlamentare possono strumentalizzare l’informazione grazie ai media e ai giornalisti compiacenti e fiancheggiatori. Ci sono in parlamento dei politici senza etica e dediti all’intrallazzo con chi gli garantisce pacchetti di soldi e di voti, siano essi di multinazionali o di clan mafiosi, di zingari di qualunque etnia. L’importante è entrare nella stanza dei bottoni a prescindere, a livello locale, regionale naziona ed europeo. Tanto poi dovranno rispondere ai loro elettori, portatori di voti, mica agli italiani che gli hanno creduto….e poi ci stupiamo se gli eletti con scambi di favori e mafiosi di elezione sono entrati nelle istituzioni….

    Piace a 1 persona

  7. LO SCEMPIO INACCETTABILE DELLA RAI- Viviana Vivarelli.
    Marcello Foa e suo figlio Leonardo, che lavora con Salvini nella Bestia, è PRESIDENTE DELLA RAI, voluto da Salvini e appoggiato da Berlusconi. (200.000 euro l’anno)
    Fabrizio Salini è AMMINISTRATORE DELEGATO DELLA RAI E UOMO DI RENZI.(240.000 euro l’anno)
    Stefano Coletta, Direttore RAI 1, personaggio ambiguo, appoggiato dalla Lega ma anche dal Pd (240.000 euro).
    Gennaro Sangiuliano, napoletano affiliato LEGA-CAMORRA direttore di RAI 2.
    Franco Di Mare e Mario Orfeo dirigono RAI 3 e abbiamo visto come si sono comportati nel caso Morra.
    Alberto Barachini, FORZA ITALIA, presidente della Commissione di Vigilanza Rai messo lì da BERLUSCONI.
    Giorgio Mulè, vero siculo mafiosetto, è in Commissione Vigilanza Rai, messo lì da BERLUSCONI.
    Aggiungo: persino Renzi dall’alto del suo 2% pretende un Canale Rai.
    In due governi nei quali il M5S è stato il partito di maggioranza (M5S 32,7%, Pd 18,7%, Lega 17,4%) non ha ottenuto nemmeno un canale Rai.
    E si deve assistere per di più allo scempio di vedere un’intera Rai al servizio del secondo, terzo e soprattutto quarto (B.) partito delle politiche, mentre i suoi rappresentanti vengono messi alla porta “per non innescare polemiche”) !!!!!????
    .
    Gabanelli: “I dirigenti pubblici italiani sono i più pagati del mondo. La retribuzione media è di 212.000 euro lordi. Siamo ancora ben al di sopra della media dei Paesi sviluppati che aderiscono all’Ocse, fissata, secondo la rilevazione che va dal 2011 al 2015, in 132.315 euro lordi. ”
    La Rai poi è un caso unico.
    Il M5S ha nel suo programma l’abolizione del canone Rai e del bollo auto.
    Ma Renzi ha messo il canone RAI nella bolletta elettrica, per di più la Rai è quotata in Borsa per cui, pur essendo un ente pubblico, può mettere gli stipendi che vuole e oltrepassare il tetto massimo di 240.000 euro stabilito per legge. Come società quotata in Borsa, può emettere bond, concorrere con le tv private e pagare i propri manager a prezzi di mercato.
    L’Amministratore Delegato Fabrizio Salini, a cui è affidata la gestione di 12.300 dipendenti e un budget di 2,6 miliardi di euro, percepisce lo stesso stipendio di 43 suoi sottoposti. E i suoi direttori prendono cifre da capogiro. Si va dal direttore della Sede regionale d’Abruzzo, al direttore Centro Produzione di Torino, dal Sovrintendente dell’orchestra sinfonica, al Responsabile del bilancio sociale, da quello di Rai Academy, a quello della Gestione Grandi Eventi, da quello della Commissione che mappa il personale giornalistico, al vicedirettore di Rai Parlamento; oltre agli ex direttori parcheggiati in attesa di incarico, incluso l’ex Amministratore delegato Mario Orfeo, tutti sopra i 200.000 euro l’anno. Altri 12 dirigenti si aggirano sui 230.000 euro: il Direttore di rai canone, quello della sede Liguria, il direttore per la qualità e pianificazione, gli approfondimenti culturali, l’intrattenimento, il Vicedirettore direzione creativa. Tutti incarichi di infinita minor responsabilità rispetto a quella del capo azienda, il che determina una situazione a dir poco «anomala» di un direttore capo che prende meno dei suoi dipendenti e comunque troppo. E non parliamo poi dei compensi delle cosiddette star, come Vespa o Fazio o la Clerici!
    Riassumendo: la politica ha stabilito giustamente un tetto per i 1.809 apicali della Pubblica Amministrazione, ma non ha fatto una norma che riequilibra le posizioni della numerosa schiera di dirigenti che stanno sotto. Idem per le società partecipate, con l’aggravante di aver messo sullo stesso piano gli amministratori delegati di società con migliaia di dipendenti, con quelli delle partecipate di provincia. Per la norma generale, i risultati e il principio di equità contano poco: basta stare dentro ai 240.000 euro, e chi c’è c’è.
    E oltretutto questi dovrebbero gestire la Rai in modo imparziale ed essere super partes, invece, come è evidente, fanno una manipolazione a manetta delle teste degli italiani e per di più ubbidendo agli ordini di quelli che le elezioni le hanno perse. E se è democrazia questa !!!!????????

    Piace a 3 people

    • @vivianav
      Bene! Continuiamo a scriverlo e a dirlo alto e forte: il M5S sta consumando il suo suicidio politico perché
      la sua dirigenza non ha saputo/potuto/voluto approfittare per sé di una prassi consolidata (anche se non
      voluta) e delle norme che ha trovato quando è entrato nella stanza dei bottoni da partito di maggioranza.
      Errore gravissimo che sta costando una lenta agonia al Mov e a tutti quelli che si sono battuti per lui.
      Nessuno pagherà o chiederà scusa?
      L’andazzo continuerà ancora per molto fino alla definitiva estinzione o qualcuno si sveglierà dal suo
      torpore?

      "Mi piace"

      • @vviviana.v,
        ma i grillini non avevano detto che tutto lo schifo che indichi (e non solo), appena sarebbero andati al governo, sarebbe finito…???
        si deve pensare che le promesse fate nei comizi elettorali sono state, pure da loro, tradite per tornacomodo personale…???
        e non si venga a ridire la solita tiritera che: “non governano da soli…”!!! come é evidente a molti, capaci di intendere e di volere, la giustificazioni non regge più…!

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...