Effetti collaterali

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – L’aspetto più seccante della seconda ondata non è solo il Covid, che per ora fa molti meno danni che nella prima. Ma anche il ritorno dei virologi da divano e degli epidemiologi da tastiera che, non avendo una mazza da fare e non potendo dare cattivi esempi, dispensano buoni consigli come gli umarell nei cantieri urbani. Per esempio Walter Veltroni, che non si sa più che mestiere faccia e ricorda ormai Alberto Sordi nei panni di Gian Giacomo Pignacorelli in Selci del film verdoniano Troppo Forte: un giorno avvocato, l’indomani ballerino, poi dentista, fruttivendolo e così via. Ieri Uòlter si sentiva tanto virologo, ma pure sceneggiatore, filosofo ed economista: infatti, sul Corriere, ha citato Todo Modo, ha usato le metafore del tunnel e delle sabbie mobili, poi ha suggerito al governo “dialogo” e “autorevolezza” (mo’ me lo segno) e infine, siccome “il debito pubblico è arrivato a 2.578 miliardi”, ha intimato di aggravarlo un altro po’: non solo col Recovery fund (che in parte è a fondo perduto), ma anche con “le risorse del Mes per finanziare la ristrutturazione degli ospedali e sostenere il personale”. In stereofonia, anche l’Innominabile e 300 sindaci urlavano a una sola voce “Mes Mes”, ignorando che è l’ultima cosa che serve a noi e agli altri (infatti, essendo nato per salvare gli Stati dalla bancarotta, in Europa non lo chiede nessuno): perché i titoli di Stato hanno rendimenti ormai così bassi che chi ha problemi di cassa può finanziarsi emettendone altri a tassi convenienti quanto quelli del Mes; perché l’Italia non ha problemi di cassa; perché alla nostra sanità non mancano i soldi (7 miliardi spesi in 10 mesi) né le attrezzature, ma qualcuno che sappia usarli (Arcuri ha 2.900 respiratori nuovi di zecca che aspettano solo qualche sgovernatore capace di tradurli in posti letto di terapia intensiva). Ma ormai il Mes è un intercalare, una clausola di stile, un mantra che fa fine e non impegna da usare in società quando non si sa cosa dire per fare bella figura. I Paesi seri aspettano il vaccino e la cura anti-Covid: noi aspettiamo il Mes.

L’altro nefasto effetto collaterale della seconda ondata è l’attesa messianica delle “nuove misure” del governo, che dovrebbero arrivare a cadenza quotidiana e miracolosamente raddrizzare le gambe ai cani, cioè fermare un contagio in gran parte inevitabile (altrimenti i Paesi più efficienti di noi starebbero meglio: invece stanno tutti peggio). L’isteria da “Covid governo ladro” che porta Salvini a domandare “cosa ha fatto il governo per fermare l’epidemia” mentre lui passava l’estate a incoraggiarla. Il panico di chi non sa leggere i dati, molto meno allarmanti di quelli di sette mesi fa.

E invoca ogni giorno nuove strette, sterzate, serrate, giri di vite, coprifuoco, lockdown come se fossimo a marzo. La follia di chi scambia gli auspici propri o dei suoi mandanti per leggi già fatte e Dpcm già varati. Ieri i lettori di Stampubblica hanno scoperto che “L’Italia chiude alle 22” (Repubblica) e “Arriva il coprifuoco. Serrata dopo le 22” (Stampa). Come quelli degli altri giornali di destra, che davano il coprifuoco per già deciso e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale: “Conte prepara il coprifuoco: locali chiusi alle 22. Stop per parrucchieri, centri estetici, cinema, teatri” (Libero), “Ci chiudono in casa”, “Serrata: Conte vuol chiudere i locali alle 22” (Verità), “Scuola, trasporto, smart working e coprifuoco: oggi si decide” (Giornale). Noi continuiamo a sperare che si tratti di giornalismo horror-fantasy. Bastano e avanzano, per ora, un incremento dello smart working (quello che non piace ai fenomeni di Confindustria e dunque a Sala) e qualche limite alle attività inessenziali. Si spera che in questo Paese di isterici e schizofrenici che passano dal “convivere col virus” al “chiudere tutto”, da “il virus è morto” al “moriremo tutti di virus” senza soluzioni di continuità né vie di mezzo, governo e Cts scelgano ancora il buon senso. Chiudere le scuole sarebbe follia: i ragazzi andrebbero ad ammucchiarsi nei locali, nelle vie e nelle piazze della movida, nei centri commerciali, sui mezzi pubblici, cioè in luoghi molto meno controllati della scuola (che ha regole ferree e contagi minimi). Ma anche chiudere bar e ristoranti sarebbe da assurdo: lì si devono rispettare protocolli severi e di solito si rispettano; molto meglio avere gente lì che allo stato brado per strada o nelle case, dove i contagi sono molto più frequenti che nei luoghi sorvegliati. Perciò oggi anche un lockdown diurno sarebbe non solo inutile, ma pure controproducente: aumenterebbe i contagi in famiglia. Semmai si potrebbe vietare la circolazione notturna, dopo la chiusura dei locali a mezzanotte, contro gli assembramenti da movida. E lasciare alle Regioni le misure più drastiche per le zone più infette.

Ma contro i contagi chi governa può far poco, a parte spiegare – con campagne pubblicitarie, anche tramite gli influencer più ascoltati dai giovani – le cose da fare e non fare: il grosso del lavoro è di noi cittadini. Governo, Regioni e Comuni devono produrre un piano trasporti serio. E il governo deve costringere le Regioni a moltiplicare i tamponi e gli altri test diagnostici (i materiali ci sono, ma le Asl ne usano pochi), potenziare la medicina territoriale e incrementare il contact tracing da Immuni in giù. Se poi qualche sgovernatore ancora non ci sente, il commissariamento è meglio del lockdown e del coprifuoco.

32 replies

  1. Stefania S. così scrive sul Forum Televisioni del Corriere della Sera ad Aldo Grasso a proposito di quello che su Facebook è stato riportato con il seguente roboante titolo: “Un grandissimo Travaglio impartisce una lezione a Sofia Ventura”. Ritengo utile proporlo a tutti gli ‘aficionados’ di Marco (me compreso) per una seria riflessione sul corretto esercizio di una critica costruttiva. Dunque, ascoltiamo Stefania.
    “Visto che non ho trovato alcun commento in merito, mi preme segnalarle l’episodio accaduto dalla Gruber, con ospiti Travaglio e la politologa Ventura, e che su facebook è stato riportato come “Un grandissimo Travaglio impartisce una lezione a Sofia Ventura”. Già pensavo male di facebook in tempi non sospetti (anche prima di Cambrige Analitica), figurarsi ora che posso constatare come riesce a stravolgere il senso delle cose!
    Per riportare un po’ di verità nella vicenda scrivo due righe visto che ho avuto il privilegio, melius la sventura, di vedere la puntata e faccio un lavoro che ha a che fare e con il diritto.
    Un Travaglio dalla presunzione ormai soverchiante il buon senso, che pensa di essere più giurista dei giuristi, ed è riuscito a sostenere -parlando addosso alla malcapitata altra ospite- avendo soltanto in apparenza la meglio nel dire cose del tutto inesatte.
    L’oggetto erano i famigerati DPCM e in questa sede -che per me è all’altezza- provo a scrivere poche cose a chiarimento del pensiero della politologa e contro Travaglio.
    Travaglio voleva convincere della legittimità e correttezza del modus procedendi a suoi di DPCM da parte di Conte, sostenendo che vi si facesse ricorso di più nell’anno precedente al COVID che ora, ma basandosi semplicemente sul dato numerico. Questa conclusione è del tutto sbagliata e fuorviante.
    Il problema infatti non è quanti sono, ma che si tratta di DPCM dal contenuto abnorme, l’ultimo quello del decreto semplificazioni (a parole) consta di oltre 400 articoli ed abbraccia tantissime materie dagli appalti, al procedimento amministrativo etc. etc., peraltro, senza riuscire ad incidere in modo organico nelle rispettive materie, in una babele normativa ormai difficile da dipanare.
    Il risultato è sotto gli occhi di tutti ed è il motivo che impedisce lo sviluppo di questo Paese.
    Sostenere che sia legittimo e coerente con il quadro costituzionale questo modus procedendi vuol dire non conoscere il diritto. Meglio sarebbe dire che questo Parlamento e questa maggioranza non sono in grado di fare più di questo.
    A Travaglio quindi suggerisco che, l’aver dovuto occuparsi in questi anni di sistema costituzionale per 2 referendum non lo rende un esperto giurista, e che un po’ di modestia non gli farebbe male, visto che in quella puntata ha perso di vista anche la buona educazione.
    Con l’aggravante da parte della Gruber di non aver difeso la sua ospite.
    Un caro saluto a Lei prof ed ai forumisti
    Stefania S.”

    "Mi piace"

    • Anche io ho visto l’intervento di Travaglio, il quale ha semplicemente fatto notare le incongruenze in merito alle argomentazioni poste dalla Ventura, la quale sparandole davvero grosse, veniva puntualmente irrisa sulla inconsistenza delle sue tesi. È il rischio che corre uno che racconta balle o supercazzole davanti ad una persona preparata. Solo che non siamo più abituati ad avere giornalisti preparati e gridiamo allo scandalo quando questo avviene.

      Piace a 4 people

    • Oh my God!
      Stefania S. tutto questo giro di parole e falsità giuridiche (ho visto la puntata e ho seguito la questione da mesi) per giungere alla conclusione che “Meglio sarebbe dire che questo Parlamento e questa maggioranza non sono in grado di fare più di questo”. Quindi da giurista passa a sentenziatrice (non uso la parola Giudice appositamente) politica, così un tanto al kilo…

      Cara Stefania S., visto che ad oggi nessuno lo ha fatto, ci spiegasse ben benino lei e/o la S. Ventura (o chi per voi) cosa e come – da giuristi – il Governo e il Parlamento AVREBBERO DOVUTO AGIRE IN EMERGENZA DURANTE UNA PANDEMIA, e poi per coerenza DOVRESTE DENUNCIARE IL TUTTO ALLA CORTE COSTITUZIONALE ED ALLA CORTE DI GIUSTIZIA EUROPEA (e magari così, un tanto al kilo, citando pure Travaglio per concorso dei perpetrati reati).

      Piace a 2 people

      • Ma perché, sono giuriste? La Ventura è più transfuga politica che politologa. Niente a che fare con la cultura giuridica.
        Della signora S. S. niente ci è dato sapere… o no?

        Piace a 2 people

      • Ciao Anail per vedere la caratura della politologa S.Ventura e Travaglio, sulla riformina della giustizia del 2015 del Governo Renzie (quello col Patto del Nazareno) dove uno diceva che era “non riforma” in quanto non toccava il falso in bilancio, la prescrizione, e l’altra che difendeva Renzie, e la forza italiota eurodeputata difendeva B.. Uno spasso😉

        Piace a 2 people

      • Forse Travaglio sarà anche un tantino presuntuoso, sarà spesso al di sopra delle righe… Ma ho una domanda da lanciare: Salvini, Meloni, Sgarbi e – ohibò – Montesano, al posto di Conte, COSA AVREBBERO FATTO?
        Io inorridisco al solo pensiero.

        "Mi piace"

    • Ho visto anche io la puntata.
      Numero uno MT non ha interrotto, ma ha risposto quando gli hanno dato la parola: la signora è intervenuta sopra mentre lui parlava e allora essendo permalosissimo ha alzato la voce.
      Numero 2: certamente è presuntuoso, ma caspita se ne capisce di diritto. E comunque a suffragare la tesi che esponeva citava Zagrebelsky, mica MEAC vien dal mare.
      Numero 3: la tizia riportava le conclusioni che ha raggiunto il consesso cui lei, Cassese e altri appartengono come le uniche in linea col diritto, MT l’ha smascherata perché quello che lei sostiene sul DPCM al massimo ha la stessa dignità di quello che dicono altri.
      Infine si è ritirata dal confronto adducendo ragioni di ordine rituale e non di merito: e come ben sapete chi si ritira dalla lotta è un…

      Piace a 4 people

      • A Paolapci. Bien! Poche frasi ma tutte a segno MT ha , è vero, talvolta la permalosità da zitella acida. È disposto, abbastanza, ad ascoltare chi non la pensa come lui, ma per i cretini – e le cretine – persistenti ha un viscerale rigetto. Fa parte del personaggio

        Piace a 2 people

      • Davvero non riesco a frenarmi dal ridere, mi fa male la pancia. Grazie di cuore
        per avermi aiutato a sdrammatizzare questa domenica di m…a.

        "Mi piace"

    • A D. S. Longo :
      Mi scusi, ma le sembra che sia valsa la pena citare quello sconclusionato polpettone di tale Stefania S. , probabilmente lacchè della tale politologa azzeccagarbugli Ventura ? Non dico che Travaglio ha sempre ragione, ma sì affermo che lo si legge ed ascolta volentieri perché è brillante, ed è coerente nei suoi ragionamenti, anche se magari – mica è l’Innominabile che si sente divino – parte da premesse sbagliate. Ma non era il caso l’altra sera quando ha demolito le falsità apoditticamente proposte dalla politologa cialtrona (ma perché politologo, influenzerà, psicoanalista, sindacalista, per me sono sinonimo di pallone gonfiato? Ed ogni volta che mi imbatto in un esemplare ne ho la conferma)

      "Mi piace"

  2. Critica costruttiva? Grazie, una bella risata ” de core” fa sempre bene. Se fosse tutto così uno schifo il Presidente della Repubblica e l’U.E.( che censura Orban) si farebbero sentire. A quale titolo si occupa di diritto ( l’espressione è un po’ vaga) questa Stefania S.?
    Le sue argomentazioni non sono giuridiche ma politiche.

    Piace a 3 people

  3. Quando capiranno che anche l’attività sportiva per i nostri ragazzi è un bene essenziale?? Le associazioni sportive sono come la scuola… meglio che i ragazzi stiano li che in giro

    "Mi piace"

  4. Sergio longo, guardi che oltre alla signora stefania anche altri hanno visto la trasmissione in cui il direttore dibatteva con la professoressa di Forlì. E invece di fare la fenomena puntigliosa su decreto legge o dpcm. Avesse taciuto dietro quegli occhiali da ” so tutto io”, personalmente, avrebbe fatto un figurone
    La realtà è che l’opposizione scappa ( mitico B. che al telefono china la testa con Conte e scappa in Francia) e il covid-19 miete vittime
    Che fare?
    Facile al divano con posa da fenomena dire dopo otto mesi cosa i libri di diritto intendano!!!!!!!!

    Piace a 1 persona

  5. Io egregio sergio longo dalla visione ho visto l’abisso che c’è tra lo studio e la realtà. Presuntuosa dietro quella posa, permalosa, non si aspettava lei docente che qualcuno le dicesse : ma che cosa dice?, altezzosa, tipico delle donne che senza l’uomo vicino con il passare degli anni diventano acide, acide, acide.
    E la realtà……
    Gente che si infetta, che infetta, che muore e
    Gente che scende in piazza no musk!!!!!!!!!

    Piace a 1 persona

  6. Ormai i media sono inondati di politologi, virologi, filosofi…tutti li a dispensarci il loro eccelso pensiero e se possibile, molte volte anche senza contraddittorio…Almeno Travaglio ci mette la faccia e tiene testa a qualcuno che tronfiamente se la crede, quindi grazie di esistere Travaglio!
    Tornando al Mes, citato nel suo editoriale, mi viene in mente che questo tormentone evocato continuamente da quelli che ci hanno amministrato male fino adesso: tanto per non far nomi: dalla mortadella a ventrone a papi e a tutti quegli sgovernatori che non vedrebbero l’ora di inguattarsi qualche miliarduccio, giusto perchè così fan tutti e poi tanto paga pantalone…
    Mi viene in mente che questo tormentone del Mes non serva altro che a punzecchiare costantemente il governo, questo governo che a quei signori proprio non piace…Il male è che Conte non è ricattabile, non ha scheletri nell’armadio e si sta comportando da vero statista sempre presente, infaticabile, con il suo stile imperturbabile….IL peggio però è rappresentato dai 5S che vogliono ancora mettere a segno qualche legge: quella sul conflitto d’interesse che tanto affligge papi e tutti i signori della carta stampata padroni dalle belle braghe bianche, il minimo salariale etc etc…. Quelli del M5S non li possono proprio vedere, non c’è un ministro che non venga aspramente criticato, le parole più carine è che sono incapaci, inadeguati, per non parlare poi di vere e proprie offese personali. Portate “pacienza” e fatevene una ragione il governo durerà fino a fine legislatura e soprattutto non rompete più col Mes!

    Piace a 4 people

  7. Sofia Ventura:
    allieva di Panebianco a Bologna (il che spiega molte cose)
    nel tempo è passata dai Liberali ai radicali per poi finire da MSI-DN e con Gianfranco FINI!!!!!, poi a sostenere Renzi.
    ha scritto e scrive per Corriere di Bologna (dorso del Corriere della Sera), del Quotidiano Nazionale (QN – Resto del Carlino, Nazione, Il Giorno), del mensile del Sole 24 Ore IL. per il quotidiano La Stampa e il settimanale L’Espresso.
    Molto coerente: Insomma “che bisogna fare per campare”

    Piace a 6 people

  8. Esco un attimo dai battibecchi tra “sottuttoiotunonsiuncazzo – tennivendoli-campagnaelettoralici”.

    Se a qualcuno interessa, posto (dal sito di Blondet) un estratto sul perchè in Germania si registrino così pochi casi.
    È abbastanza interessante e lo consiglio vivamente a chi vuole capirne di più (magari sul sito stesso).
    Lo sconsiglio ai fanatici dell’allarmismo.

    «Ha fatto un certo scalpore, e suscitato ironie, la mappa dove si vede che la Germania ha molti meno “contagiati da Covid” di tutti gli altri paesi europei. Una prevenzione incomparabilmente migliore dei lockdown? Un trucco? Una finzione? Una fake news?

    Il mistero è rapidamente svelato dall’ospedaliero francese Léopold Durocher : dipende, sostiene , dai cicli di amplificazione del test PCR adottato nei vari paesi. Con 40 cicli di amplificazione si trovano20 mila positivi. Con 45 cicli di amplificazione, i positivi diventano 30 mila. La Germania usa 25 cicli di amplificazione, e i suoi positivi sono 7 mila.

    Il trucco sporco non lo fanno le autorità tedesche, ma quei paesi che adottano 40-45 cicli di amplificazione: a quel livello il test PCR “vede” residui di virus morti, ed anche di più, microbi nei dintorni.

    … “Chiunque può essere testato positivo a praticamente tutto, col test PCR, se lo fate abbastanza a lungo (ossia moltiplicando i cicli di amplificazione)”. E’ per questo, metteva in guardia il Nobel, che non si deve usare il suo test come mezzo diagnostico.

    Viene segnalato un effetto esponenziale: a 45 cicli, il DNA del campione è amplificato 35 miliardi di volte (con 12 zeri), 32 mila volte in più che con PCR a 30 cicli, che pare sia la norma. 2 alla 30 esima potenza contro 2 alla 45esima.

    Il dottor Mullis è morto nell’agosto 2019. Giusto in tempo, diremmo.

    Certo, si scopre anche “ che i medici di base tedeschi a febbraio e marzo hanno prescritto 1.710.000 dosi giornalieri di idrossiclorochina… e hanno una mortalità che è 1/4 della nostra”. Da noi l’AIFA ha vietato il vecchio antimalarico, il che dovrebbe suscitare qualche sospetto; anche in relazione alle affermazioni false sulla pericolosità del farmaco – usato da 70 anni come antimalarico – divulgate da OMS e Lancet, a scopo evidentemente doloso.

    Ora un gruppo di medici italiani fa appello all’AIFA perché consenta l’uso dell’hidrossiclorochina. Panorama ha fatto proprias l’inizativa.»

    "Mi piace"

    • Dev’essere per questo che la Merkel è andata in tv per esortare apertamente i cittadini tedeschi ad uscire solo l’indispensabile, perché hanno “pochi casi”.

      "Mi piace"

    • Qui meno casi che in Italia? Solo da quando l’Italia ha toccato quota 10000, perché fino al giorno prima l’Italia aveva meno casi della Germania.
      E la letalità è pressoché la stessa dappertutto. Inizialmente la differenza era sensibile perché qui sin da subito si facevano più tamponi (i drive ci sono da prima dell’inizio del lockdown) e quindi non era il numeratore più basso, ma il denominatore più alto!
      Sull’idrossiclorochina non ho informazioni… le cercherò

      "Mi piace"

      • Egregio dr. Mascaro mio figlio vive in Svezia da anni e mi racconta dei fatti di lassù. Ha mai letto su qualche giornale che dal 2019, prima del virus, moltissimi giovani Tedeschi si recavano in quel Paese a cercare lavoro che, evidentemente non trovavano in Germania, a casa loro? Questa è l’attendibilità dei mezzi di informazione in Europa.

        "Mi piace"

  9. viviana vivarelli
    Ritrovo spesso contro Travaglio un odio parossitico che non ha eguali. Credo dipenda dal fatto che è intelligente, arguto, sarcastico, sa sempre rispondere in modo esaustivo e tranchent e no nè servo di nessuno.
    I servi, invece, si riconoscono dalla bile che trasuda dalle loro parole, dai cavilli e dalle lungaggini con cui si travestono da brave persone mentre sono solo iene autoschiazzate di scara intelligenza.
    Ci sono invero cose molto più irritanti delle rispostine lancinanti di Travaglio.
    Di pensi per esempio alla ripetitiva e ormai sfinente richiesta che Zingaretti fa del Cibid rivelandosi quello che è: una persona banale e scarsamente carismatica messa a capo di un partito che insiste a dirsi di sx mentre si è venduto corpo e anima alla peggiore destra.
    Il Covid sta dilagando ma l’unica cosa che Zingaretti sa ripetere come uno stupido mantra è il ricorso al Mes, quell’aiuto vincolante di soli 36 miliardi da spendere solo per la sanità (e dunque da dare alle Regioni), che sarebbe il primo debito esigibile davanti a tutti e ci vincolerebbe di nuovo inesorabilmente alla Troika per farci fare la fine della Grecia. Ma la sudditanza del Pd alla Troika e l’avidità dei suoi governatori è diventata ormai miserabile e inaccettabile. Lo vedono o no che nemmeno Stati europei che stanno col Contagio molto peggio di noi si guardano bene dal chiedere il Mes? Ma noi, secondo il Pd, dovremmo essere i più stupidi di tutti? Ancora una volta a comandare nel Pd è lo squallido Renzi che con questa richiesta mira a tre fini: far fuori il M5S, ottenere un rimpasto che dia a lui che ormai ha solo il 2% altri ministeri facendo fuori i 5 stelle e aggiogare per sempre l’Italia ai padroni turbocapitalisti che lo hanno addestrato a impoverire i poveri per arricchire i ricchi.

    Ci aggiungo un commento e mi scuso se è di uno che continua a dirsi piddino

    Stefano Fassina
    Squallido uso del Covid per il Mes. E’ evidente l’utilizzo del Mes Sanitario per obiettivi politici: affermare i rapporti di forza dentro il Pd, normalizzare il M5S, ridefinire la maggioranza con Forza Italia, contrattare posti nel ricercato rimpasto. Non ha nulla a che vedere con i morti di Covid, le terapie intensive e i tamponi: le risorse per il SSN sono state sempre allocate come richiesto dal Ministro della Sanità. Non esistono ragioni economiche per ricorrervi, come indica il Mef. Così, siamo di fronte a un quadro surreale: il Ministro competente sostiene che non c’è bisogno del Mes Sanitario, perché in Tesoreria giacciono decine di miliardi di risorse non spese; perché ci sono ancora 6 miliardi fermi su un programma, rifinanziato nel 2018 e 2019, per interventi in materia di ristrutturazione edilizia e ammodernamento tecnologico del patrimonio sanitario pubblico e per potenziare le Rsa; perché possiamo collocare Btp a tassi negativi. Ma una corrente di Sindaci Pd e alcuni Presidenti di Regione del medesimo partito, ne sanno più del Ministro Gualtieri. Il Mes Sanitario non ha condizionalità all’accesso, è gratis, è il loro ritornello da grandi esperti di finanza pubblica e normative comunitarie. Invece, a statuto e regolamenti Ue vigenti, le condizionalità sono previste dopo l’accesso, in conseguenza di una valutazione di solvibilità del debitore. Quando sei un ‘cliente’ zavorrato da un debito pubblico al 160% del Pil, sei oggettivamente a rischio di un programma di aggiustamento macroeconomico e strutturale. In tale contesto, sarebbe autolesionistico ricorrere al Mes Sanitario. Non a caso, nessuno degli Stati che, seppur minori di noi, avrebbe risparmi in termini di spesa per interessi intende ricorrervi, mentre con noi in 16 ricorrono al Sure. È davvero squallido continuare a strumentalizzare i malati e i morti di Covid.

    Piace a 2 people

    • Io più che “la sudditanza del Pd alla Troika” considererei il desiderata di “sudditanza dell’Italia alla Troika”.
      E aggiungerei “troika tanto cara al pd a renzie e a forza italia”, che guarda caso sono tra quelli che hanno amici nella troika, tenendo bene a mente che il sistema di sliding doors di tanti e cotanti ex-governanti o tecnici (come ben evidenziato da Alessandro Di Battista in uno dei suoi ultimi articoli) sono passati proprio nelle banche e istituzioni facenti parte della cd. Troika, per il merito di aver svenduto l’Italia e gli interessi degli Italiani, tra cui una buona parte di sovranità, a vantaggio dell’Europa e proprio della Troika.

      Piace a 1 persona

      • Ciao, Rob, grazie per l’interessante video! Sto ancora ridendo per la frase finale di Travaglio alla Comi, che si lamentava di non essere riuscita a parlare (ma questa non l’hanno beccata recentemente?): “Le è andata bene, è stata la sua fortuna!” 😂🤣Morta…
        Dai, non c’è partita. Nemmeno con la Ventura, che qui mi sembrava piuttosto calma e condiscendente, ancorché insulsa, rispetto alla recente intervista, in cui anche visivamente mi è parsa scalmanata ed in disordine. Forse nel 2015 si trovava, casualmente, in un periodo di militanza partitica non troppo contrastante con le idee politiche di Travaglio? Pensa che coerenza… 🤦‍♀️

        "Mi piace"

  10. “il Covid, che per ora fa molti meno danni che nella prima ondata.”
    Notevole supercazzola visto che nella prima ondata di test se ne facevano pochissimi e quindi i paragoni numerici con la situazione odierna sono inconsistenti.

    "Mi piace"

  11. Scusate, a che serve il Recovery fund?
    Quando arriva siamo morti.
    Se era un salvagente, è rimasto sulla banchina.
    Stiamo annaspando, le belle parole sono rimaste tali.
    Dove è l’ Europa?..
    Alla fine è come essere da soli, continuiamo a fare debito,
    in primavera di questo passo sfondiamo il tetto dei 3000 miliardi col Recovery fund ancora da erogare.
    Al posto di riunire i vertici dei paesi UE in un gabinetto di emergenza e intervenire economicamente nelle situazioni
    di sofferenza con anticipi di liquidità, paesi come l’Olanda e Germania, fanno comunella per procrastinare il più possibile al giorno del mai gli aiuti.
    Ci vogliono morti? Si può dire?

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.